Recensioni su Carson City Indice ↑

Articoli che parlano di Carson City Indice ↑

  • far west
    Approfondimenti
    | 10 commenti
    Avete sempre sognato di essere un cowboy nel selvaggio west? Da piccoli il vostro gioco preferito era cowboy contro indiani? Non vedete l'ora di prendere a pistolettate i vostri compagni di tavolo o condurre una mandria attraverso le...
    Autore:
    Agzaroth

Eventi riguardanti Carson City Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Carson City Indice ↑

Video riguardanti Carson City Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Carson City: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
5159
Voti su BGG:
5793
Posizione in classifica BGG:
287
Media voti su BGG:
7,31
Media bayesiana voti su BGG:
7,05

Voti e commenti per Carson City

8

Fatte altre partite, davvero un buon gioco anche se ancora non sono convintissimo del suo bilanciamento, soprattutto per quanto riguarda i duelli fatti nell'ultimo turno.

7

Variante di Caylus un po' più "caciarona", ma sempre divertente.

If the doors of perception were cleansed, everything would appear to man as it is: infinite

8

Nessun commento

9

Mi è piaciuto molto... Meccanica alla Caylus però con qualcosa di diverso.

La parte più importante è la costruzione della città ed i duelli. L'ho giocato nella versione base ( per quanto riguarda i ruoli ) e devo dire che già così i modi per fare punti sono molti.
Penso che nella versione avanzata sia ancora più fluido e 'cattivo'.

L'interazione è alta perchè a mio parere non solo si deve pensare a come fare punti ma anche ad ostacolare gli altri.

L'ambientazione è ricreata benissimo... una chicca che ho notato è che chi punta alle miniere ed i ranch ( essendo cowboys ) facilmente si può trasformare in fuorilegge ( stando 'spesso' lontani dalla città ).

6

valido ma mi aspettavo di più. Regolamento che lascia diversi dubbi

La vita è un grande bel Boardgame...peccato avere le regole solo in tedesco! -MartyParty-

7

Carino, ma nulla di più. Tante piccole cose diverse e tante cosine da fare, ma non mi entusiasma. Bella l'idea dei duelli sia in se che come gestita, banale la scelta dei personaggi che però funzione, più meccanica la costruzione degli edifici che svela tutta l'astrattezza di base. Ottima l'idea di setup random e in generale mi piacciono le montagne. Ma non prende più di tanto. Gli preferisco ancora Caylus che almeno risulta più lineare. L'ultimo turno di solito è un delirio e non funzionano proprio i duelli..

Nice Dice

SARGON
the Real Hedonist Goblin

8

Giocato un paio di volte, l'ho trovato divertente entrambe le partite da invogliarmi a rigiocarlo.
Del difetto dei duelli all'ultimo turno (con le regole base, senza usare i token per la forza, a-la Kingsburg Exp) si è già detto. Tutto sommato la parte più divertente è proprio quella di costruzione della città, che in Caylus non esiste. Per il resto la meccanica è ben fatta.

Plus ca change
Plus c'est la meme chose - Rush / Circumstances - 1978

7

Il gioco merita un buon interesse, pur non brillando. Le cose che si possono fare sono molte e quindi nel corso del turno si nota una buona variabilità tra le azioni svolte dai diversi giocatori, ipotizzando (avendo fatto solo 1 partita) che le strategie per fare punti possano essere diverse. Carina la possibilità di interagire con i duelli ed interessante la preparazione iniziale casuale.

8

Nessun commento

L'importante non è vincere ma far divertire gli altri

6

Il gioco chiude troppo in fretta e c'è grande bagarre su come fare i punti. Un'idea buona, un'ambientazione bella, ma alla fine manca qualcosa.
Grafica/Materiali: 4
Longevità: 2
Divertimento: 2
Originalità: 3
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

6

Molto simile a Caulys sotto alcuni aspetti, con in aggiunta una fase di piazzamento un tantino fredda. Molto simpatico ma tutto sommato il classico gioco "superfluo".

--
Stef - Stefano Castelli

7

Caylus incontra lo scontro fisico a colpi di rivoltelle a lanci di dadi. Sembra una follia, ma il risultato è piacevole.

7

Nessun commento

Mi prenoto per un qualsiasi tavolo!

6

Mi aspettavo il gioco dell'anno. Non lo è stato. Sicuramente un buon gioco, ma un poco coinvolgente. Spero di giocarci ancora per ricredermi. Voto dato da una sola partita. Voto 6.7

6

Buona ambientazione e meccaniche carine.

The Eagle Goblin

6

Nessun commento

Nel tempo dell'inganno universale, dire la verita' e' un atto rivoluzionario...
George Orwell

9

Dopo innumerevoli partite e dopo aver finalmente provato la versione avanzata rivedo il mio voto e commento al rialzo premiando questo piccolo capolavoro tedesco assai anomalo nella sua interazione diretta molto forte, ma secondo me molto ben riuscita.

Sì, perdere i duelli senza un "contentino" può essere grave, ma non è obbligatorio duellare e le azioni sono talmente tante che si può giocare tutta la partita evitando di combattere (ok, in 5 è più difficile...).

Assolutamente da provare, aggiungendo anche il ruolo dell'Indiano, ed assolutamente da rigiocare con i ruoli avanzati che cambiano completamente le strategie della partita!

L'importante non è vincere: è far perdere gli altri!

7

Buon gioco di piazzamento...un pò corto forse ma ben fatto!
Davvero orrende le plancette colorate con la quale si segnano i lotti ti terreno acquistati!
molta fortuna nonostante tutto!

8

Nessun commento

 Il gioco tiene il tuo cervello sempre in funzione.

7

Bello ma ci si pesta i piedi gratis troppo spesso, e poi si risolve spesso tutto su un tiro di dado.

8

Riabasso a 8 anche se ci gioco sempre volentieri.
A due non è poi così male come si ptorebbe pensare.
Rivedo voto perchè ogni volta anche io ho sempre sensazione che finisca troppo presto e che gli edifici o i duelli poi non sono così tanti...
ma ambientazione c'è!

Stiamo crescendo....
Vendo

7

gioco che ha qualcosa di simile alle meccaniche di caylus, con l'aggiunta dei duelli (che potevano essere sicuramente gestiti meglio e che secondo me non convincono appieno) e della scelta dei ruoli (alcuni secondo me meno utili di altri). Però rispetto a caylus è molto meno profondo, meno governabile e più veloce.
Non mi ha convinto appieno; il consiglio è di provarlo.

7

Nessun commento

5

Personalmente non ho apprezzato il connubio fra il worker placement e i famigerati "duelli". In un gioco di questo tipo mi piace avere il controllo sulla mia strategia, mentre in Carson City ogni decisione può essere vanificata dall'"incaponimento" di un avversario, a meno che non vogliamo giocare in difesa con una strategia a dir poco subottima.
Immagino che possa piacere se giocato con più "spensieratezza", ma io preferisco altro.

A lot of games become boring or simplistic once you’ve mostly "solved" them - a game that opens itself up to more strategy with repeated play is a rare treasure.

5

Nessun commento

6

Nessun commento

La vita è una partita a Coyote...
--------------------------------------------------
"Gli sfortunati sono soltanto un metro di riferimento per i fortunati, tu sei sfortunato, così io so di non esserlo."

6

un worker placement che non mi ha entusiasmato più di tanto...

6

Non sono ancora entrato nello spirito del gioco: "i duelli". Non capisco se è un gioco divertente ma un po' troppo macchinoso, o un gioco di strategia ma dove conta troppo la fortuna

8

Nessun commento

7

Bello anche se un po contorto in alcuni passaggi...

7

Introduce l'interazione diretta in una tipologia di gioco che di norma la abolisce.
Interessante fare qualche partita, anche se preferisco il piazzamento lavoratori tradizionale, magari con una buona dose di interazione "indiretta", come Caylus.

Ambientazione ben ricostruita e grafica gradevole.

8

Interessante variazione dei meccanismi di Caylus che rende più concreti gli elementi simulati, ambientandoli su una mappa e facendo valere le adiacenze. Ci ho giocato poche volte e il voto potrebbe essere abbondante di un punto. Non credo scarso.

Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".

6

Il gioco è ben fatto ed aggiunge una componente di interazione in una tipologia (worker placement) dove normalmente non ce n'è. L'idea è buona e le meccaniche interessanti ma il regolamento andrebbe snellito un pochino per renderlo più scorrevole. Un 6,5 che abbasso a 6 per aver giocato poche (3) partite.

Si può scoprire di più su una persona in un'ora di gioco, che in un anno di conversazione. [Platone]

7

Parto con una premessa, a me piaciono da impazzire i gestionali alla tedesca e dove la fortuna non è l'ospite della serata!!!
Detto questo trovo il titolo in oggetto un gioco ben fatto, divertente e straordinariamente ben ambientato... forse troppo!
Dico così perché i duelli sono in effetti ben ambientati e rendono molto l'idea del classico duello ! Però in un gestionale, personalmente, a me proprio non è piaciuta l'idea.
Non di facile ed immediata comprensione il conteggio delle rendite , anche se ben studiato... diciamo che è parte del cuore del gioco.

Probabilmente averlo giocato una volta sola ed essere arrivato ultimo (con un punteggio beffa) proprio a causa dei duelli... forse ne ha compromesso il mio personalissimo giudizio... comunque una partita può già indirizzare un parere.

Voto 7 -

L'essenziale è invisibile agli occhi.

3

meccaniche: selezione ruolo e piazzamento. downtime frustrante nel contare i punteggi degli edifici a fine turno
regolamento: abbastanza chiaro
interazione: diretta anche nel piazzamento con i combattimenti per chi deve eseguire l'azione
scalabilità: scala bene da 2 a 5
durata: rispetta i tempi dichiarati
componenti: nel complesso buoni
ambientazione: si sente discretamente
fattore fortuna: presente nei combattimenti affidati solo al tiro del dado, ma ci può stare
originalità: niente di nuovo sotto il sole, a parte il combattimento per le azioni ma sono poco presenti in pochi giocatori
dipendenza dalla lingua: nessuna
longevità: molto bassa. a me ha stancato subito
conclusioni personali: con pochi giocatori, l'originalità del gioco data dai combattimenti è veramente minima. calcolare a ogni fine turno i punteggi degli edifici girandoli alla rovescia è frustrante e noiosa. il resto del gioco è la solita meccanica che gira molto meglio in altri giochi. mi ha deluso parecchio.

8

Nessun commento

//img861.imageshack.us/img861/9159/bannerur.png)

7

Nessun commento

Emanuele
Playbazar.it

8

Nessun commento

Vendo con RIBASSI, The Foreign King Kickstarter 15€, Loony Quest ENG 15€,

5

Il gioco è ben fatto, a prima vista macchinoso ma scorrevole alla prova dei fatti. Quale che sia la scelta dei duelli, risultano troppo pochi per bilanciare l'alea e comunque aggiungere alea ad un gestionale non può che far cadere il mio giudizio ben al di sotto della sufficienza. Comincio a rivalutare Kingsburg, dopo tutto...

4,5 approssimo a 5 perchè nel complesso non mi ha disturbato... ma con mente lucida probabilmente merita anche un 4.

Uso dell'apostrofo: po', un altro, un'altra, qual è. Uso dell'accento sui monosillabi, solo in caso sia distintivo: su "so", "qui" e "fa", l'accento non va.

5

Nessun commento

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=melkios&numitems=10&header=1&text=title&images=small&show=recentplays&imagesonly=1&imagepos=right&inline=1&imagewidget=1)

8

Un gran bel gioco di piazzamento, ingiustamente sottovalutato a mio parere. La meccaniche sono solide e rodate, e sono presenti parecchie idee simpatiche, come i duelli che aggiungono un pizzico di imprevedibilità e suspance, nonostante siano comunque abbastanza controllabili con le giuste precauzioni, senza contare che è possibile utilizzare la variante proposta dal regolamento che elimina del tutto il dado. Il gioco è di fatto un bel gestionale profondo e tattico, che presenta molti aspetti diversi ma ben amalgamati tra loro, e anche la scelta dei personaggi a inizio turno rende le cose ancora più divertenti. Bisogna inoltre anche considerare che è presente in dosi massicce anche la valutazione della componente spaziale, dovendo scegliere bene dove piazzare sulla mappa i propri possedimenti. Il gioco è molto vario e rigiocabile grazie alla possibilità di scegliere quale lato dei 7 personaggi presenti usare (sono tutti a doppia faccia) e alla variabilità degli edifici disponibili di turno in turno, che vengono pescati da un sacchetto e sono quindi diversi in ogni partita. Se giocato con l'espansione Gold and Guns diventa ancora più valido visto che ci saranno più personaggi ed edifici tra cui scegliere, e grazie alla possibilità di usare il modulo aggiuntivo dei Fuorilegge. Da quello che ho letto molti lo hanno accostato a Caylus, ma il paragone non regge, in comune hanno poco o niente (a parte la risoluzione delle azioni in una sequenza determinata), Caylus è un capolavoro, Carson un gran bel gioco, meno appagante ma più divertente.

6

Esperienza in 2 giocatori. Attribuisco un 6 di incoraggiamento per la buona ambientazione. Per il resto è un gioco scialbo. Può essere interessantre creare le giuste combinazioni di edifici ma il piazzamento libero sul percorso azioni (la possibilità di piazzare in ciascun turno il cowboy in qualsiasi spazio, anche dietro ad un altro proprio già piazzato) toglie profondità alle scelte. I turni sono pochi e ci si azzuffa per occupare la casella azione in cui si trasformano dollari in punti, altrimenti non si va avanti. D'accordo, è un gioco in cui bisogna duellare per vincere ma rende l'impressione che qualsiasi Goblin di buona esperienza, lucidità ed un poco di fantasia, potrebbe idearlo. Ben venga il "facile" accesso al mercato dei giochi naturalmente ma per quanto mi riguarda cerco quelli con la G maiuscola, eleganti nei meccanismi, profondi e soprattutto che non diano l'idea di un prodotto non sviluppato in pieno, in qualche modo "ingenuo".
Il resto va bene per appagare la compulsività da acquisto (da cui non sono immune ma che trovo corretto combattere!!).
Vanno apprezzate la discreta ambientazione e le possibilità di combinazioni di costruzione edifici.
A suo modo, moderatamente, riesce a divertire, per questo un 6 di incoraggiamento.

La realtà è....vivere oggi e non aspettare domani, perchè il paradiso non è un luogo dove andare, ma una sensazione da provare. The Mission cap.2 pag.20

6

Premettendo che l'ambientazione non mi piace affatto, il gioco non è male e la possibilità di duellare con gli avversari aggiunge pepe al gioco. Però tutto sommato il gioco non mi ha detto molto... sa molto visto e rivisto e nel genere di piazzamento lavoratori ci sono moltissimi giochi superiori.

Possiamo soltanto decidere cosa fare con il tempo che ci viene concesso.

8

Nessun commento

5

Non mi ha convinto. Le meccaniche non mi hanno conquistato e il gioco sembra molto ripetitivo e meccanico. I personaggi li ho trovati un po' sbilanciati e non mi sono piaciuti i duelli. Devo rigiocarci ma per ora lo boccio. - [Autore del commento: ottobre31]

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare