Rank
245

Comuni

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 7 su 10 - Basato su 129 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2008 • Num. giocatori: 2-5 • Durata: 90 minuti
Categorie gioco:
City BuildingMedieval
Sotto-categorie:
Strategy Games
Famiglie:
Country: Italy

Recensioni su Comuni Indice ↑

Articoli che parlano di Comuni Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Comuni Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Comuni: Scarica documenti, manuali e file Indice ↑

Video riguardanti Comuni Indice ↑

Per questo gioco non ci sono video, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un tuo video.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Comuni: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
1189
Voti su BGG:
1034
Posizione in classifica BGG:
2497
Media voti su BGG:
6,69
Media bayesiana voti su BGG:
5,98

Voti e commenti per Comuni

6

Questo è un classico gioco degli Acchittocca: ben congegnato e ottimamente bilanciato.
Sicuramente non è molto pesante e non soffre di tempi morti, ma personalmente non lo trovo molto divertente, forse perché mi sembra difficile da controllare, il che rende faticosa la ricerca di una strategia valida.

6

Nessun commento

7

garficamente molto bello riesce a calarsi abbastanza bene nella sua parte, peccato per un errore di stampa nel tabellone...
gioco a turni di gestione risorse e piazzamento con una piccola componenete bluff/diplomazia tra giocatori durante le invasioni rende il suo massimo in 4/5 estremamente noioso (almeno secondo me) in 2 giocatori, 3 partite giocate (sarebbe un 7.5)

7

Nessun commento

7

Sicuramente è un gioco funziona bene, purtroppo ho la sensazione che il meccanismo sottostante si percepisca troppo e che ciò vada a discapito del divertimento generale.

6

Aggiornamento dopo circa 10 partite

Abbasso il mio voto. Penso che nel panorama dei giochi di piazzamento questo titolo non riesca ad emergere più di tanto, complici anche le meccaniche abbastanza complesso.

Il regolamento inoltre non invoglia più di tanto al gioco (è scritto in modo davvero complesso).

Resta comunque un buon titolo.

Mio personale volto 6,5 arrotondato a 6.

6

gioco piatto e ingovernabile. Si rimane troppo in balia delle scelte degli altri giocatori e non è possibile portare avanti una propria strategia.

5

Vado un po' controcorrente, dopo sole due partite il mio giudizio è negativo: un gioco che non mi ha minimamente divertito, l'ho trovato un po' mal contestualizzato (per dire che l'ho trovato un po' astratto). Metto un voto perché il semplice fatto di non volerci rigiocare è di per se una valutazione negativa.

10

Longevità 9
Regolamento 6
Divertimento 10
Materiali 8
Originalità 8

Il gioco preferito da me e dalla mia ragazza.

Parliamo prima dei difetti:

Secondo me il regolamento poteva essere scritto in maniera più schematica e succinta.
Inoltre sul tabellone doveva essere presente una tabella che riassumeva il numero di carte di ogni mazzetto e le risorse iniziali di ciascuna città (che potevano andare magari sul retro degli schermi comunali, che invece sono vuoti). Senza questa accortezza durante la preparazione ed ad ogni invasione é necessario controllare il regolamento o contare le carte in ciascun mazzetto.

Per quanto riguarda alcuni commenti altrui:

Alcuni si lamentano che non siano presenti abbastanza Segnalini Saccheggio.
A noi non é mai capitato neanche lontanamente di finire la scorta.
Se ciò capita vuol dire che non costruite abbastanza mura.
Oppure che non vi mettete in lega nemmeno quando vi converrebbe (brutti egoisti! :) ).

Per quanto riguarda le città, si dice spesso che alcune sono più avvantaggiate di altre.
Secondo noi ciò riguarda solamente lo spareggio: cioé il fatto che in caso di parità la vittoria
o i punti sono dati al giocatore con il numero d'ordine più basso.
Per quanto riguarda invece le risorse prodotte: tutte hanno una importante funzione e non é vero che siane (militari) é più avvantaggiata di firenze (artigiani).

Quanto ai pregi:

Il gioco miscela bene una quantità di meccaniche vincenti.
L'interazione fra i giocatori, anche se può sembrare minina, invece é rilevante
(e diventa anche più pensate con alcune aggiunte proposte dai giocatori amatoriali).
Una partenza in svantaggio può essere recuperata in fase avanza di partita grazie alla forza di invasione variabile (chi é avanti viene attaccato con più durezza) ed anzi talvolta conviene effettuare lo scatto solo dopo la terza invasione (per evitare che tutti facciano così e nessuno progredisca c'é apposta la regola del massimo di due edifici in mano).
L'idea della lega e della difesa cittadina mediante il piazzamento nascosto ha grande spessore.
In tanti c'é molta più competizione (ci sono meno carte per giocatore, nonostante le carte aggiunte, e lo stesso dicasi per le colonne offerta) ed il gioco richiede una notevole maggiore abilità.
Una cosa importante é non stallare: se si rimane senza risorse al momeno sbagliato non si potranno fare offerte degne (per la mancanza di denaro) o costruzioni adeguati (per la mancanza di archittetti che alzino il valore) o non si potrà difendere la propria città degnamente (per la penuria di soldati).

Un vero capolavoro!
Peccato che la casa produttrice (Tenkigames) sia fallita quasi subito dopo l'uscita del gioco, impedendone una amppia diffusione, nonostante i premi ed i riconoscimenti italiani e tedeschi.

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare