Rank
246

Comuni

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 7,19 su 10 - Basato su 127 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2008 • Num. giocatori: 2-5 • Durata: 90 minuti
Categorie gioco:
City BuildingMedieval
Sotto-categorie:
Strategy Games
Famiglie:
Country: Italy

Recensioni su Comuni Indice ↑

Articoli che parlano di Comuni Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Comuni Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Comuni Indice ↑

Offerte di giochi (annunci di vendita / scambio)

Nel seguente elenco sono presenti tutti gli annunci che hanno il gioco da tavolo Comuni in vendita singolarmente oppure all'interno di un lotto di giochi con eventualmente indicata la disponibilità ad effettuare scambi.

Annuncio Tipo Prezzo Scambi Consegna Spese sped. Utente Data
Comuni Offro gioco singolo €25.00 No Consegna a mano, Spedizione sirdrum 18/01/2017

Video riguardanti Comuni Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Comuni: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
1097
Voti su BGG:
969
Posizione in classifica BGG:
1653
Media voti su BGG:
6,72
Media bayesiana voti su BGG:
6,11

Voti e commenti per Comuni

9

Brillante il meccanismo delle invasioni a forza variabile e della lega.

6

Questo è un classico gioco degli Acchittocca: ben congegnato e ottimamente bilanciato.
Sicuramente non è molto pesante e non soffre di tempi morti, ma personalmente non lo trovo molto divertente, forse perché mi sembra difficile da controllare, il che rende faticosa la ricerca di una strategia valida.

A lot of games become boring or simplistic once you’ve mostly "solved" them - a game that opens itself up to more strategy with repeated play is a rare treasure.

7

Rivedo la valutazione.
Scalabile, semplice ma profondo, giocabile, teso, fortemente ambientato e forte interazione (ci si impalla che è una gioia).

Per giocatori esigenti, specie in 5.

Soffre di rigiocabilità nel senso che è assai "quadrato" ovvero con poche variazioni sul tema.

Longevità: 1
Regolamento: 2
Divertimento: 1
Materiali: 2
Originalità: 1

8

Rielaborazione in salsa "italica" di tante meccaniche tedesche abbastanza note. Ingrediedienti dosati col bilancino. Un gioco davvero bello, dotato anche di una bella componentistica. Speriamo risulti anche longevo sui tavoli da gioco, perché davvero merita.

--
Stef - Stefano Castelli

6

Come al solito sono fuori dal coro in questo tipo di giochi... mi è sembrato un gestionale carino ma non particolarmente originale e ho dei dubbi sul bilanciamento (sul quale magari chiedo conferma a chi ha giocato più di me).

"Flagelliamoci perché non abbiamo ascoltato Zot.
L'oracolo aveva ragione su tutto, dal principio."

LupoSolitario

7

Nessun commento

//www.pisacon.it/images/Loghi/ProssimaEdizione.png)

5

concordo con chi, prima di me, ha rilevato la non particolare originalità delle meccaniche.
Ci aggiungo anche una certa farraginosità nello scorrimento del gioco, che gli conferisce una macchinosità che alla lunga lo appesantisce.
In definitiva un gioco solido, certo, ma che non risulta essere "divertente".

"...vince chi fa più punti vittoria..."

6

Nessun commento

8

Nessun commento

8

Gran bel gioco dalle notevoli possibilità strategiche.

8

Molto carino, un meccanismo "ad orologeria" nel pieno rispetto del puro "acchittoccastyle". Personalmente lo preferisco a Leonardo per gli aspetti di bilanciamento ed il bluff nella gestione delle battaglie. Raccomandato fortemente ai giocatori di Caylus ed affini.

8

Ottimo gioco dalle notevoli possibilità strategiche in cui la minaccia delle invasioni introduce un meccanismo originale e divertente. Bella grafica e bei componenti, nonostante vi sia un errore nel tabellone. Altro centro degli Acchittocca, dopo l'ottimo Leonardo e il simpatico Ghost for Sale. Da tenere in ludoteca.

Il gioco è un'oasi strana, un momento di quiete trasognata in un peregrinare senza sosta. Eugen Fink

8

Gioco bello. Strategico, profondo, con diverse possibilità strategiche che lasciano in bilico la partita fino all'ultimo. Il gioco scorre fluido dando sempre una sensazione di grande equilibrio. Regole piuttosto semplici da assimilare a parte un paio di momenti (invasioni e numeri dei piani dei palazzi).
L'unico appunto che ho ravvisato è forse l'eccessiva serietà delle partite. A causa della necessaria pianificazione delle mosse si perde un pò in clima goliardico. Molto appagante dal punto di vista dell'esperienza di gioco un pò meno da quello dell'atmosfera.

7

Nessun commento

9

ottimo gioco , coinvolgente specie la parte delle invasioni;
originale la selezione casuale dei comuni di partenza
davvero bello anche in 2 o 3 giocaori
lo consiglio vivamente

8

Prime impressioni sulla base di due partite, una con 2 e l'altra con 3 giocatori.
Non è facilissimo spiegarne le regole, colpevoli forse alcuni meccanismi di gioco un po' astratti. Il gioco invece scorre molto piacevolmente e velocemente. In due è praticamente assente interazione (qualche house rule a riguardo sarebbe ben accetta...). Molto gradevole esteticamente, tabellone e componenti abbastanza buoni dal punto di vista funzionale. In 3 c'è la giusta dose di interazione e le città mi sono sembrate piuttosto ben bilanciate col risultato di una partita tesa fino alla fine.
Il vero punto di forza e fulcro del gioco è quello delle invasioni che introducono un vago elemento psicologico. Divertentissima soprattutto l'invasione finale. Nonostante ci sia una indiscutibile aderenza all'ambientazione, non mi è piaciuta molto una certa astrattezza di fondo, ma non al punto di rovinare il puro fattore divertimento.
Per ora è un 7,5.

organo inutile,

"... ecco, le catene gli facevano paura"

7

Nessun commento

7

Buona l'interazione tra i giocatori nelle aste per le carte e interessante il meccanismo con cui vincere i punti eroismo che può capovolgere il risultato della partita soprattutto nella fase finale del gioco.
Ottima componentistica. Dopo alcune partite il gioco risulta più scorrevole ed avvincente. Aggiornamento: a lungo andare il gioco perde un po', direi che non è molto longevo.

-Ambra-

8

Bel tedescone con meccaniche eleganti e ben amalgamate. A me piace tantissimo l'ambientazione e devo dire che la componentistica è di ottimo livello.
Secondo me rende meglio in 3 visto che si possono controllare le aste e le invasioni in maniera meno aleatoria.
Lo giocheremo tantissimo in vista del Master 2009 ;)

7

Nessun commento

7

ammetto che devo testarlo meglio, ma leggere tutti 'sti 8 o 9 o addirittura 10 mi sembra davvero una cosa "troppo italiana" :-)

7

7,5 per la precisione
Il gioco è interessante, forse un po' troppo macchinoso all'inizio. Mi è piaciuta la gestione dei militari tra il proprio comune e la lega, così come il fatto che sembra bilanciato l'andare molto avanti coi punti delle costruzioni ma in realtà rischiare di prendere punti negativi durante gli assedi.

10

un gioco molto interessante, tutti i miei amici che l'hanno provato lo hanno acquistato

8

Nessun commento

7

Aggiorno il mio commento dopo un altro paio di partite... Gioco non brutto, ma con un meccanismo delle invasioni veramente macchinoso e imballato di pezze... Il risultato è che si ha la netta sensazione che i punti eroismo vengano assegnati in maniera pseudo casuale. Mi aspetterei una versione del gioco nella quale questa parte essenziale è sistemata un po' meglio.

Voto 7.

Uso dell'apostrofo: po', un altro, un'altra, qual è. Uso dell'accento sui monosillabi, solo in caso sia distintivo: su "so", "qui" e "fa", l'accento non va.

7

Nessun commento

Grand Openings

9

Bel gioco con meccaniche interessanti che scorre in modo veloce

8

Molto bello, originale, con interazione tra i giocatori, strategia in divenire, vario.

6

Gioco veloce, carino, ma ripetitivo, poca longevità. Materiali buoni, graifca sufficiente

7

Bel gioco però non sempre c'è modo di portare avanti la propria strategia , molto dipende dalle mosse degli altri giocatori. In 5 forse la strategia migliore è quella di limitare i danni nelle invasioni.

8

Nessun commento

6

Nessun commento

6

Giudizio basato su una sola partita giocata in cinque. Non mi ha divertito molto; sicuramente l'interazione fra giocatori c'è ma l'ho trovato molto macchinoso, soprattutto nella fase delle invasioni. La sufficienza se la merita comunque, perchè ha sicuramente delle buone strategie credo ma nulla più...diciamo che non mi ha "acchiappato" più di tanto.

"maledetta argilla..chi mi dona un'argilla per un legno? per una pecora? per un grano? maledetti...maledetti coloni della malora..."

8

L'ho giocato 2 volte. Una alla GobMod 09 e una ai TdGIM2009 (secondo posto, davanti a Lobo: impagabile) e non mi dispiace affatto. Anzi, sicuramente migliorabile ma di base mi sembra riuscito.

4

Bocciato. bella grafica, ma il tabellone non serve a nulla. Siena è smaccatamente avvantaggiata seguita da Bologna.
Guadagnare punti militari è una chiave non indifferente.
Grafica/Materiali: 3
Longevità: 2
Divertimento: 2
Originalità: 3
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

7

Bello, giocato in preparazione del TdG, mi ha favorevolmente impressionato. Meccanica ottima, contenuti discreti, interazione con gli avversari buona, collaborazione discreta. La difesa della lega alle volte può risultare fatale...a buon intenditore...

Il fattore "K" è...Bandito!

8

Giocato la prima volta non mi aveva convinto, giocato la seconda molto di più.
Veramente interessante, anche se con meccaniche complesse e di non facile interpretazione.

3

Bocciato senza appello. Gioco inutilmente troppo macchinoso!

L'esperienza è l'insegnante più difficile: prima ti fa l'esame, poi ti spiega la lezione!

2

Troppo macchinoso e davvero poco divertente, pochi segnalini "malus".

7

giocato solo una volta perciò giudizio di...pancia
il gioco non è male, ma non mi ha entusiasmato.

ciò che il bruco chiama fine del mondo, gli altri la chiamano farfalla.

8

Ottimo gioco, con alcune dinamiche originali, complessità e durata media.

8

Nessun commento

Im #1, so why try harder.

6

Come già scritto, niente di particolarmente originale.

8

molto bello

tino

8

giudizio su UNA partita, in 5 giocatori inesperti.

il gioco mi ha divertito veramente molto, e per la mia esperienza ha anche discreta originalità,

mi è piaciuta molto la meccanica della Lega dei Comuni, applicazione pura della "Teoria dei Giochi".
l'ho giocato con piacere, e lo rigiocherò con piacere.

a prima vista appare macchinoso per quanto riguarda la gestione dei livelli delle costruzioni e gli ampliamenti, ma una volta entrato nell'ottica del gioco le regole da ricordare sono veramente pochine.

mi è sembrato molto ben equilibrato.
consigliato!

7

Secondo me manca di appeal, non capisco precisamente dove, l'asta è ben congeniata ma la costruzione è poca cosa. Forse si poteva trovare il modo di renderlo più intrigante.

7

Bel gioco, assenza della fortuna, interazione adeguata, bella ambientazione, buona componentistica... 7,5.

6

Ho avuto modo di giocarlo solo recentemente, nonostante l'acquisto fatto subito dopo Essen 2008. Devo dire che mi aspettavo molto di più da questo titolo, nel quale ho personalmente riscontrato uno sbilanciamento (magari lieve, ma c'è) in favore di Siena, con la sua forza soldati, una meccanica di asta ri-vista da titoli come Amun-Re / League of Six, una gestione di risorse con carte su mazzi che dopo un po' diventa difficile distinguere in caso di piazzamenti di carte jolly, e una certa ripetitività... certo , le invasioni si fanno sempre più minacciose, ma a parte la componente di bluff nel piazzamento dei soldati ho trovato poco di interessante nel titolo.

Plus ca change
Plus c'est la meme chose - Rush / Circumstances - 1978

7

Inizialmente non mi aveva colpito molto, anzi. Ma devo dire che giocandoci un po' l'ho apprezzato parecchio. Forse un po' di fortuna può rovinare alcune partite.

La vita è una partita a Coyote...
--------------------------------------------------
"Gli sfortunati sono soltanto un metro di riferimento per i fortunati, tu sei sfortunato, così io so di non esserlo."

7

Nessun commento

8

Nessun commento

Paolor meglio conosciuto come P.Ruffo.

7

Fra i giochi Acchittocca continuo a preferire Leonardo. Questo è comunque buono.

//esigarettaportal.it/sign/sign.php?n=rporrini&g=31&m=1&a=1981&d=30&c=0,75)
Calcolo fatto sul prezzo di 1500 lire a pacchetto.

9

La prima partita nel nostro gruppo ha riscosso notevole successo.
Pare un giocone. Attendiamo di studiarlo un po' e provarlo di nuovo per confermare il voto.

7

Titolo interessante ma che non ha la freschezza di idee per fare il salto di qualità. Ottima l'interazione tra i giocatori che devono difendere i propri regni dalle invasioni ed aiutare al contempo a difendere l'alleanza.

Le meccaniche tipiche di un german game non lo fanno sfigurare ma il confronto con altri titoli del genere non regge. Almeno personalmente, va sicuramente testato in maniera più approfondita.

"Allora il Capitano Nero si rizzò sulle staffe e urlò con voce spaventosa, pronunciando in qualche ignoto linguaggio parole di potere e terrore tali da lacerare cuori e rocce..."da L'assedio di Gondor (Il Signore degli Anelli)

7

Fair vote
Commento basato su una partita

Il gioco mi e' parso molto ben fatto. Le strategie sono varie, e la assenza di fortuna lo rende un buon gioco.

Pero' l'ho trovato un po poco divertente.
Sicuramente e' da assaporare con un gran numero di partite, e da studiare le possibili strategie e sfaccettature

8

Molto bello e vario, estremamente complesso nelle strategie, che devono tener conto di parecchie variabili, inoltre la possibilità di espansione del tabellone a seconda del numero dei giocatori lo rende estremamente duttile.

5

Nessun commento

8

Mi piace moltissimo. Mi regala emozioni ogni volta. Il meccanismo delle invasioni è spettacolare e impedisce giochi in solitario, fughe e piattume.

Le risorse diverse che hanno poteri diversi, le differenziano anche se non tutte risultano ugualmente forti. La fase dell'asta/presa è semplice ma impone scelte difficili, molto difficili e questo mi piace davvero molto. La costruzione non è banale e richiede una pianificazione che va oltre il singolo turno ed anzi oltre i due turni. Si gioca bene in poco tempo e a me diverte molto.

Ad oggi si sente la necessità di una espansione, per dare vigore ad un gioco dimenticato.

Nice Dice

SARGON
the Real Hedonist Goblin

6

Devo dire che il gioco è divertente, l'interazione tra giocatori è ottima e i materiali sono buoni. Mi piace il fatto che l'invasione colpisca di più chi è in vantaggio. A mio avviso non è vero che Siena è favorita. All'inizio con tre soldati può sembrare la più forte, poi la situazione si equilibria.
Ad ogni modo dopo una fase iniziale in cui si giocava spesso, sta cominciando a fare la polvere perchè superato da molti altri giochi più coinvolgenti.

8

Nessun commento

7

Nessun commento

L'importante non è vincere ma far divertire gli altri

7

Gioco economico con un interessante meccanica di collaborazione competitiva. Molto stratificato e un po' opaco.

9

Nessun commento

8

Nessun commento

Mi prenoto per un qualsiasi tavolo!

7

Un gestionale senza grande novità.

La fortuna è sola una scusa usata dai giocatori mediocri!

7

Nessun commento

Artnes - Vice Vice Capitano dei Grand Openings

6

Nessun commento

The Eagle Goblin

7

Nessun commento

Carved upon my stone,
my bode lies
but still I ROAM !

8

Nessun commento

 Il gioco tiene il tuo cervello sempre in funzione.

10

Longevità 9
Regolamento 6
Divertimento 10
Materiali 8
Originalità 8

Il gioco preferito da me e dalla mia ragazza.

Parliamo prima dei difetti:

Secondo me il regolamento poteva essere scritto in maniera più schematica e succinta.
Inoltre sul tabellone doveva essere presente una tabella che riassumeva il numero di carte di ogni mazzetto e le risorse iniziali di ciascuna città (che potevano andare magari sul retro degli schermi comunali, che invece sono vuoti). Senza questa accortezza durante la preparazione ed ad ogni invasione é necessario controllare il regolamento o contare le carte in ciascun mazzetto.

Per quanto riguarda alcuni commenti altrui:

Alcuni si lamentano che non siano presenti abbastanza Segnalini Saccheggio.
A noi non é mai capitato neanche lontanamente di finire la scorta.
Se ciò capita vuol dire che non costruite abbastanza mura.
Oppure che non vi mettete in lega nemmeno quando vi converrebbe (brutti egoisti! :) ).

Per quanto riguarda le città, si dice spesso che alcune sono più avvantaggiate di altre.
Secondo noi ciò riguarda solamente lo spareggio: cioé il fatto che in caso di parità la vittoria
o i punti sono dati al giocatore con il numero d'ordine più basso.
Per quanto riguarda invece le risorse prodotte: tutte hanno una importante funzione e non é vero che siane (militari) é più avvantaggiata di firenze (artigiani).

Quanto ai pregi:

Il gioco miscela bene una quantità di meccaniche vincenti.
L'interazione fra i giocatori, anche se può sembrare minina, invece é rilevante
(e diventa anche più pensate con alcune aggiunte proposte dai giocatori amatoriali).
Una partenza in svantaggio può essere recuperata in fase avanza di partita grazie alla forza di invasione variabile (chi é avanti viene attaccato con più durezza) ed anzi talvolta conviene effettuare lo scatto solo dopo la terza invasione (per evitare che tutti facciano così e nessuno progredisca c'é apposta la regola del massimo di due edifici in mano).
L'idea della lega e della difesa cittadina mediante il piazzamento nascosto ha grande spessore.
In tanti c'é molta più competizione (ci sono meno carte per giocatore, nonostante le carte aggiunte, e lo stesso dicasi per le colonne offerta) ed il gioco richiede una notevole maggiore abilità.
Una cosa importante é non stallare: se si rimane senza risorse al momeno sbagliato non si potranno fare offerte degne (per la mancanza di denaro) o costruzioni adeguati (per la mancanza di archittetti che alzino il valore) o non si potrà difendere la propria città degnamente (per la penuria di soldati).

Un vero capolavoro!
Peccato che la casa produttrice (Tenkigames) sia fallita quasi subito dopo l'uscita del gioco, impedendone una amppia diffusione, nonostante i premi ed i riconoscimenti italiani e tedeschi.

"L'Inverno sta arrivando" - Motto di Casa Stark
"I Signori dei Draghi stanno arrivando" - Motto di Casa Sciamante

5

Vado un po' controcorrente, dopo sole due partite il mio giudizio è negativo: un gioco che non mi ha minimamente divertito, l'ho trovato un po' mal contestualizzato (per dire che l'ho trovato un po' astratto). Metto un voto perché il semplice fatto di non volerci rigiocare è di per se una valutazione negativa.

6

gioco piatto e ingovernabile. Si rimane troppo in balia delle scelte degli altri giocatori e non è possibile portare avanti una propria strategia.

6

Aggiornamento dopo circa 10 partite

Abbasso il mio voto. Penso che nel panorama dei giochi di piazzamento questo titolo non riesca ad emergere più di tanto, complici anche le meccaniche abbastanza complesso.

Il regolamento inoltre non invoglia più di tanto al gioco (è scritto in modo davvero complesso).

Resta comunque un buon titolo.

Mio personale volto 6,5 arrotondato a 6.

7

Sicuramente è un gioco funziona bene, purtroppo ho la sensazione che il meccanismo sottostante si percepisca troppo e che ciò vada a discapito del divertimento generale.

Winter is coming.

7

garficamente molto bello riesce a calarsi abbastanza bene nella sua parte, peccato per un errore di stampa nel tabellone...
gioco a turni di gestione risorse e piazzamento con una piccola componenete bluff/diplomazia tra giocatori durante le invasioni rende il suo massimo in 4/5 estremamente noioso (almeno secondo me) in 2 giocatori, 3 partite giocate (sarebbe un 7.5)

INFLUENZA DEL PLAYER SUL GIOCATORE !!! TROPPI PLAYER !!!

6

Nessun commento

7

tattico più di quel che sembra, questo fatto lo rende un po lento all'inizio per chi ci pensa troppo...

6

Nessun commento

4

Brutto, veramente brutto.

Lunga vita e prosperità.

Come è morta Lucy?
Bèh…
Ha sofferto molto?
Sì, ha sofferto molto, ma poi le abbiamo tagliato la testa, conficcato un paletto nel cuore e l’abbiamo arsa. Finalmente ha trovato la pace!

7

Gioco simpatico, ma in tutte le partite che ho fatto ho notato che chi resta indietro non ha alcun modo di riprendersi, e si può restare indietro quasi subito... anche il meccanismo della lega sarebbe interessante ma non mi sembra sviluppato bene. Non brutto, comunque.

6

Nessun commento

Potere e potenza!

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare