Rank
918

Italian Checkers

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 6,04 su 10 - Basato su 349 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 1400 • Num. giocatori: 2-2 • Durata: 30 minuti
Autori:
(Uncredited)
Categorie gioco:
Abstract Strategy
Sotto-categorie:
Abstract Games

Recensioni su Italian Checkers Indice ↑

Articoli che parlano di Italian Checkers Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Italian Checkers Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Italian Checkers: Scarica documenti, manuali e file Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Italian Checkers Indice ↑

Video riguardanti Italian Checkers Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Italian Checkers: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
56
Voti su BGG:
49
Posizione in classifica BGG:
9561
Media voti su BGG:
6,07
Media bayesiana voti su BGG:
5,52

Voti e commenti per Italian Checkers

4

Similarmente al mio commento sull'Othello, un gioco adatto a cervelli di silicio.
Puro calcolo; pura noia (per me.)
Se amate l'astratto molto meglio scacchi e go, o Tigris...
Se non amate l'astratto, fuggite la dama come la peste.

Ogni sistema formale può provare la propria consistenza se e solo se il sistema stesso è inconsistente.

4

Un gioco 'povero' in tutto. La limitazione del movimento inchioda la possibilità di variare le strategie. Di una ripetitività spaventosa. Se qualcuno lo propone, delle due gioco a tris... da solo :)

6

Concordo nel considerarlo il parente povero degli scacchi, inoltre le pedine identiche non fanno assolutamente scena. Un buon trampolino (soprattutto per i più piccoli) per passare agli scacchi(o ad altri astratti).

"E in ogni caso non abbandonate il tavolo da gioco, perché il giorno che lo farete la festa sarà finita e sarete diventati, inesorabilmente, vecchi." (Dostoevskij)

8

Secondo me la gente che assegna voti bassi alla Dama non l'ha mai giocata secondo le regole, ovvero con la presa obbligatoria (e con tutte le possibilità tattiche che ne conseguono).

E se proprio pensate che la Dama Italiana sia noiosa e/o banale, provate la Dama Internazionale su tavoliere 10*10...

6

Che dire... la dama. Facile ma un passatempo comunque interessante, non fosse altro per il fatto che esiste la versione da viaggio.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

6

Concordo totalmente con il recensore.

(H)Ermes
Messagero degli dei e guida delle anime
La Terra-di-Mezzo©...per chi ama la letteratura Fantasy

6

Il mio voto non si riferisce alla Dama italiana descritta dal recensore (e giocata solo in Italia) ma alla ben più tosta Dama Internazionale su tavola 10X10, in cui le Dame possono essere mangiate ed il loro movimento e moooolto diverso da quello della Dama Italiana. Alla fin fine, però, continua a d essere un gioco che non mi entusiasma per nulla. Un 6 di stima.

4

Meccaniche robuste, regole semplici, leggermente strategico ed il modo migliore per far passare a qualcuno la voglia di giocare. E' un gioco che non mi è mai piaciuto perchè lo trovo terribilmente noioso.

The (Real) Panda Goblin!
A Roma, la serata ludica è
//nuke.goblins.net/spaw/images/lib3/ilGoblinSulComo_banner.jpg)

6

Buon astratto che serve nella maggior parte dei casi come introduzione a giochi più complessi. Per quanto mi riguardo la considero noiosa e ripetitiva e preferisco evitarla, a meno che non mi venga proposta le versione "alcolica", in quel caso...

L'importante non è vincere: è far perdere gli altri!

4

Gioco noioso e dalle mosse spesso obbligate.

The Eagle Goblin

5

La recensione mi sembra di capire che tiene in considerazione la Dama italiana, che tra gli astratti non riesce a conquistare un posto d'onore.
Ripetitiva e poco creativa.
La dama internazionale è un pò piu interessante come possibilità strategiche.

"Ebbene, si gioca per vincere ma giocando per vincere si impara a perdere. E io credo che questa sia la cosa importante, perchè se si è imparato a perdere si è imparato a vivere. E' tutto quello che volevo dire."
Alex Randolph

1

Gioco orribile. Non mi è mai piaciuto e lo trovo ancora più insulso da quando ho scoperto che esiste la sequenza forzata di mosse che fa vincere il primo a muovere (tant'è che in torneo l'apertura viene estratta a sorte!!!!).

Giudizio migliore per la dama internazionale, più bella e non ancora risolta.

4

La Dama, per quanto possa essere storicamente importante, e' un gioco che ho sempre trovato terribilmente noioso e ripetitivo. Incomparabile agli scacchi.

4

Regole semplici, gioco noioso!
Non regge il paragone con gli altri giochi astratti in circolazione.
Il mio primo 4 va proprio alla dama che risulta poco avvincente e poco strategico (che per un astratto è tutto).
Non mi sento di consigliarlo come acquisto anche se purtoppo molti di voi lo avranno preso in dotazione con gli Scacchi.

2

Un voto in più perchè, a suo tempo, sarà pure stata originale.
Utile per i bambini... ormai anziani

Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".

4

Concordo con quanto detto da molti: in Italia ci si permette di cambiare i regolamenti dei giochi (come in Risk) ovviamente in peggio e si è felici così. Se non fossimo sulla tana in molti non avrebbero nemmeno saputo che c'è una versione giocata in tutto il mondo in cui il pezzo della Dama non è Dio personificato ma solo un pezzo che può muovere anche indietro.

è comunque un gioco di freddo calcolo che la gente gioca proprio perché in realtà richiede poco ragionamento. l'ho sempre odiato e lo odierà sempre.

Today is the greatest day i've never known.
Can't live for tomorrow, tomorrow is much too long...

3

Un gioco banale che neanche si avvicina alla complessità degli scacchi ... mosse forzate e pedine tutte uguali non fanno altro che annoiare i giocatori,che vedranno sempre le stesse aperture e forzature, e una mossa sbagliata ti costa pure la partita :(

Monopoli?Risiko?Hotel? No grazie,preferisco vivere 8)

4

Personalmente, la dama è un gioco che non sono mai riuscito a "digerire"... L'ho sempre considerata un parente povero degli scacchi (mi pare che anche altri abbiano usato la stessa espressione... pardon! Ma è l'unica che rende davvero bene l'idea) e ne sono tutt'ora convinto.

L'esperienza è l'insegnante più difficile: prima ti fa l'esame, poi ti spiega la lezione!

6

Un vecchio classico che ho giocato molto da giovinetto (soprattutto con i miei nonni).

Non Cogito, Ergo Digito.

Ritratto di SdP
0

Citando Sinat75

La vera domanda è "Perchè giocare a dama?"

Io non sono ancora riuscito a darmi una risposta...

La mia risposta e': infatti non ci gioco

"Giro, vedo gente, mi muovo... conosco... faccio cose" (Ecce Bombo)

3

Ho giocato a Dama innomerevoli volte nella mia vita, soprattuto da ragazzino, ciò nonostante lo considero solo come leggerisimo un passatempo. Non posso dare più di un 3 a questo storico gioco, altrimenti dovrei rivalutare tutti gli altri giochi assegnando nuovi voti ben oltre il 10.

The Goblin Creative...

Assimilerò ogni vostra peculiarità ludica e sociologica.
La resistenza è inutile.

4

Noia infinita, nessuna soddisfazione e nessun piacere. Mi associo ai precedenti commenti, a che pro giocarci ?

Perigastus
Non c'è niente che un uomo non possa fare usando la sua immaginazione.Heinrich Schliemann (1822 - 1890)

8

Premessa:
Recensire e votare giochi come gli scacchi, dama, backgammon, go, ecc... nella Tana mi sembra fuori luogo. Infatti non credo che sia un caso se per oltre due anni nessuno dei goblin ne aveva mai parlato. Per lo stesso principio, mi aspetto a breve la recensione del Ping Pong (si chiama Tennis Tavolo anche, no?...) e del subbuteo e, perchè no, del calcio balilla.

Dare in pasto classici come gli scacchi o la dama a degli appassionati di tutt'altro genere di giochi credo sia ingiusto, perchè i parametri seguiti nel commento di questi giochi, a mio avviso, sono completamente sballati.

La complessità di un sistema (ed i matematici possono venirmi in aiuto) nono si giudica dalla semplicità degli elementi che lo compongono, bensì dalla "complessità" appunto delle interazioni tra di essi. Per fare un ragionamento in senso lato, vorrei ricordare che tutta la materia è composta da poche particelle piuttosto semplici come struttura, ma grazie alla complesità dei loro legami riescono a generare persino creature come Fiburga!

Chiusa la parentesi, do un ottimo voto alla Dama, perchè la trovo longeva, storicamente fondamentale, e molto strategica.

5

La dama non ha lo stesso carattere degli Scacchi (non me ne vogliano gli appassionati) e inoltre da un punto di vista strategico e molto meno profondo. Anche i pezzi sono più brutti...
Assegno 1 punto a tutte le caratteristiche fatta eccezione per Longevità a cui do 2 e Divertimento a cui do un sonoro 0.

Ma non hai ucciso il drago??!!Ce l'ho sulla lista delle cose da fare....!!

4

Tra le due scelte ho sempre preferito gli scacchi...gli do 4 solo per la valenza "storica".

4

Un gioco al quale ho sempre trovato valide alternative...più che altro un intermezzo fra qualche partita a scacchi.

« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »

(Isaac Asimov)

6

Personalmente un gioco che non mi entusiasma, ma facendo riferimento alla Dama internazionale devo dire che si tratta di un gioco ricco di varianti e con una certa complessità. Nonostante queste sue caratteristiche le partite sono sempre abbastanza rapide, anzi veloci se paragonate con gli Scacchi.

3

Nessun commento

8

Certo che ce l'ho. Che ci vuole? Disegno su un foglio la damiera e taglio 24 pezzettini di carta e 12 li coloro di nero.

Ho passato tutta la mia infanzia e metà della mia adolescenza a giocarci

//esigarettaportal.it/sign/sign.php?n=rporrini&g=31&m=1&a=1981&d=30&c=0,75)
Calcolo fatto sul prezzo di 1500 lire a pacchetto.

5

bah, un gioco strategico dalle scelte troppo limitate

6

Classico. Il primo dei giochi per un bambino. Le varianti danno comunque spessore.
Nemo NemoN (il mio parametro per i giochi è nascondino, cui dò 10. Per i giochi da tavola è Puerto Rico, 8)

Pindus - un kobold nella tana dei Goblins

5

Un classico, che però non mi ha mai entusiasmato. Secondo me manca di "mordente"

6

è stato il 1°gioco che mi ha insegnato mio nonno e l'ho sempre giocato con piacere, anche grazie a quello speciale ricordo che mi ritornava in mente ad ogni partita ma ora... trovo questo gioco un pò monotono. Ho scoperto Madamx, l'evoluzione della dama, e mi diverto molto di più con questa variante italianissima! rimane semplice e giocabile anche dai bambini ma... con strategie nuove , molto più avvincenti, non vedo l'ora di poter insegnare questa variante ai miei nipitini per continuare la tradizione dei grandi classici!

6

Il gioco è semplice e strategico ma anche questo è un gioco che secondo me si apprezza solo "da piccoli".

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=melkios&numitems=10&header=1&text=title&images=small&show=recentplays&imagesonly=1&imagepos=right&inline=1&imagewidget=1)

8

ci piace parecchio...

6

Nessun commento

4

no comment.

"...vince chi fa più punti vittoria..."

6

Nessun commento

6

Nessun commento

5

Un classico e troppo semplice gioco.

Vivo in un mondo dominato dall'informe, dall'improbabile, dal metafisico, dal surreale!

6

Enorme valore aggregativo legato alal sua semplicita' e diffusione. Alla notet Bianca qui a Milano era il gioco a cui praticamenet chiunque si siedeva , giocava, si conosceva.

8

ok...è dama..che dire? a me ha sempre divertito

6

Nessun commento

6

Nessun commento

Corvaccio

1

Frustrante e scocciante. Ambientazione inesistente, partite sempre simili, gioco troppo stupido....

L'importante non è vincere ma sapere quello che sta facendo il tuo nemico!

6

Nessun commento

Looka

"...dammi la castita' e la continenza, ma non subito subito..." (S. Agostino)

5

Uno dei primi giochi che ho imparato... ma non è mai stato il mio forte...

Tria Lunae Krynn voster itinerim dirigant

9

Nessun commento

Wolflord
the
Rule’s Master

7

Il primo astratto da sempre giocato Quanti ricordi dietro a queste pedine ed alle dame

Until swords part... Athafil Oakleaf - Principe degli elfi Ambasciatore Elfico "Potrei sapere come si fa ad uscire di qui?" "Dipende in gran parte da dove tu vuoi andare"  FFFF ha ragione...

5

Non l'ho mai sopportata... Sarà anche perché sono scarsissimo, ma non c'è mai stato alcun feeling...

l'importante è vincere!

Partite recenti:

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=renard&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1)

10

Nessun commento

6

Nessun commento

"Laudo Bona Proboque, Deteriora Sequor"

5

Si rivela troppo spesso troppo lento.

6

Nessun commento

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=Hogweed&numitems=10&header=1&text=title&images=small&show=recentplays&imagesonly=1&imagepos=center&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

4

Nessun commento

5

personalmente non l'ho mai apperzzato molto, l'ho sempre visto come una brutta copia egli scacchi, difatti è simile a quest'ultimo gioco solo che le regole sono di gran lunga più semplici e le situazioni stategiche di conseguenza meno elaborate.

"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."

5

Nessun commento

8

Nessun commento

6

Nessun commento

cerca sempre di ottenere ciò che ami, altrimenti sarai costretto ad amare ciò che ottieni.

6

Nessun commento

L'uomo non smette di giocare quando invecchia ma invecchia quando smette di giocare

The family GOBLIN!!!

6

Gioco spesso sottovalutato. Non è così semplice come sembra!!

5

troppo ripetitiva e semplice

5

Nessun commento

7

Semplice un paio di ciuffoli!
Ho provato all'infinito a battere mio padre, ma NON ci riesco... le strategie e le mosse non sono così banali ... il gioco è "rigido" e questo aumenta la complessità!
E farsi soffiare le dame è fin troppo facile se non si sta attenti (anche se la regola non esiste più nel regolamento, la applichiamo lo stesso). Grande gioco.

3

L'ho sempre considerato il parente povero degli scacchi. Però non ci ho mai trovato il minimo gusto a giocare. Credo sia uno di quei giochi che o piacciono o si odiano. Per me noiosissimo, con dinamiche di gioco rigide (il contrario degli scacchi). Sarà pure antico etc. però ...

8

8... solo un voto in meno degli scacchi... (se ho considerato gli scacchi come madre dei giochi strategici la dama è la degna figlia)... non è palloso come risulta in precedenti commenti... anzi .. consiglio x quelli che lo reputano palloso... provatelo in versione alcolica... con mezze pinte di birra (chiara per le bianche e rossa per le nere) al posto delle pedine oppure rum chiaro e scuro... sono sicuro che vedrete il gioco in modo diverso!!

8

Nessun commento

5

gioco troppo ripetitivo...seppure sia più semplice degli scacchi, è sempre un gioco di logica...e quando devi passare il tempo a calcolare quello che devi fare in base a quello che farà il tuo avversario dopo che tu avrai mosso e lui muoverà ancora...e via dicendo per tutta la partita...che noia!!!!!

7

Nessun commento - [Autore del commento: dakkon]

6

Nessun commento

Una mappa è molto più di un semplice strumento:
è un'antica incisione, una pagina di storia, a volte un'avventura

5

E chi non ci ha mai giocato? L'astratto per eccellenza, dopo gli scacchi. Non sono un grosso fautore della dama. C'e' da dire che le regole sono semplici, il gioco e' conosciutissimo, ma... non ha spessore. Non ha longevita'. Direi che non ci siamo. Meglio gli scacchi. :)

TopoMaster, L' Eterno Apprendista
____________________________
That which is not dead can eternal lie, And with strange aeons even death may die." (Lovecraft)

5

Nessun commento

6

Nessun commento

5

Da piccolo la preferivo agli scacchi: più veloce e facile, era un passatempo ideale. Poi sono saltate fuori le sue grandi magagne: strategicamente povero, ripetitivo, porta uno dei due giocatori ad aspettatare la fine della partita mentre la dama avversaria può fare quello che vuole sulla scacchiera. Però che bello realizzare con la dama delle "combo" mangiando 3 o più pezzi!!

10

Nessun commento

7

Nessun commento

8

Nessun commento

9

Tutti i ricordi di bambina, girano intorno a quel quadrato!!! Povero zio... quante volte l'ho battuto!

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare