America's Cup

Giochi collegati:
America's Cup
Voto recensore:
5,6
Ambientazione
Questo titolo dell’Editrice Giochi esce sulla scia delle imprese di Luna Rossa in Coppa America e simula una gara di Match Race della prestigiosa competizione. Per l’occasione la EG ne ha anche acquistato i diritti per cui questo gioco risulta essere il gioco ufficiale della Coppa America edizione 2003.

Il Gioco
I materiali sono ottimi: il campo di regata è composto da 6 pezzi di mare che vanno a formare un tabellone di quasi 120 cm di lunghezza per 50 di larghezza. Alla base del tabellone è segnata la linea di partenza, mentre gli angoli superiori sono colorati di verde e rosso per ricordare il lato di battuta del vento (mure a dritta o a sinistra). Il campo di regata poi è costellato da righe sfalsate di puntini bianchi che verranno usati per il movimento, una soluzione originale che accantona per una volta i soliti quadrati o esagoni.
Le barche sono formate da degli scafi in metallo cromato (solidi e pesanti) su cui si incastrano le vele di cartone fustellato che rendono la visuale d’insieme molto gradevole e accattivante.

Le carte rappresentano su una metà la velocità della barca in andatura di bolina (suddivise anche in base alla direzione dritta/sinistra) mentre sull’altra la velocità in andatura di poppa.
Tre numeri presi a caso da un serie di numeri da 1 a 8 simboleggiano una diversa postazione dell’equipaggio il cui uso verrà spiegato in seguito.

Completano la dotazione un paio di schede dei ruoli dell’equipaggio con i relativi segnalini, altri segnalini che fungono da boe e un blocco per appuntare i risultati delle gare la cui presenza non era necessaria, ma indica una certa voglia di creare un prodotto completo e ricco di componenti.

Le note positive però terminano qui perché, pur con tutte le buone intenzioni poste sui materiali, il gioco è riuscito solo in parte a ricreare l’atmosfera di una regata velica.
Infatti, tralasciando le regole base e focalizzandomi solo sulla versione avanzata (sicuramente più simulativa), si notano subito delle pecche abbastanza gravi.

Una gara di Coppa America (come forse tutti sanno) si svolge percorrendo il campo di gara delimitato da due boe con due andature principali: il lato di bolina, quando si naviga controvento, ed il lato di poppa, quando veleggiamo con il vento alle spalle.
Nel gioco tutto questo viene simulato dalle carte che abbiamo in mano e che giocheremo alternativamente per muovere la nostra imbarcazione con l’accortezza di creare delle serie di carte consecutive e crescenti di valore per procedere più spediti e del colore corrispondente all’angolo verso cui abbiamo puntato la prua.
Nel lato di poppa invece le carte che abbiamo in mano vengono capovolte ed usiamo il rispettivo valore indicato facendo procedere in linea retta il nostro scafo verso la boa di partenza.

A tutto questo si aggiungono un certo numero di punti equipaggio (da 1 a 3) a seconda di quanti numeri stampati sulla carta corrispondono alle postazioni chiave che inizialmente avrò segnato sulla scheda equipaggio.Questi punti possono essere spesi per eseguire delle virate speciali. Esistono inoltre delle regole per la copertura di prua e di poppa che limitano il movimento della barca che la subisce e delle regole per simulare la procedura di partenza.

Considerazioni
La meccanica di gioco, pur facendo molto affidamento sulla buona pesca delle carte, risulta essere abbastanza gradevole durante il lato di bolina dove possiamo gestire le carte in mano e imbastire un sorta di tattica, ma cede totalmente sul lato di poppa che si rivela essere un mero gioco a chi ha la carta più alta e dove non è possibile in alcun modo recuperare eventuali svantaggi accumulati durante la bolina.
Se da un lato (bolina) il gioco rispecchia abbastanza le andature e le situazioni di gara dall’altro (poppa) mancano totalmente le tattiche di marcatura della barca in vantaggio, le strambate per il cambio di direzione e certe soluzioni atte a “cercare il vento” per tentare di recuperare eventuali svantaggi.
La sensazione è quella di un gioco a metà ed è forte la voglia di apportare pesanti modifiche al regolamento per rendere giustizia a questo titolo che meriterebbe un voto ben più alto solo per l’accuratezza dei materiali.
Pro:
Materiali ottimi.
Sistema di movimento originale e adeguato.
Contro:
Manca totalmente la parte simulativa del lato di poppa.
Nonostante sia indicato da 2 a 6 giocatori ha senso solo con 2 giocatori infatti ci sono solo 2 plance equipaggio.
Forse troppo lungo per le emozioni che dà.