Batìk

Giochi collegati:
Batik
Voto recensore:
0,0
Mai pensato di giocare a Tetris col Tangram?

Batìk è un gioco semplicissimo, composto da due serie identiche di pezzi “piatti” in legno – una per giocatore, e un’area di gioco verticale formata da due lastre di plexiglas parallele tenute insieme da due pezzi legno.
Il turno di un giocatore consiste semplicemente nel lasciar cadere un pezzo fra le due lastre di plexiglas: se il pezzo non entra completamente, ossia se una parte del pezzo rimane fuori dal bordo superiore, il giocatore ha perso.

Fine delle regole.

Il gioco è semplice, anche troppo: dopo qualche partita si ha un forte senso di deja vu.
La componentistica è però apprezzabile e la semplicità estrema lo rende appetibile per tutti, soprattutto per i più restii a giocare a qualcosa “perché le regole sono troppe e difficili”.
Un minimo di tattica serve, ed è bene sapere che mentre i primi pezzi tendono a rimbalzare sul fondo, gli altri si incastrano sulle file posizionate in precedenza.
Ottimo titolo per una ludoteca (per far giocare davvero tutti), o se si hanno dei bambini, ma niente di più di un diversivo da 5 minuti per tutti gli altri.

Il voto è in realtà un 6 e mezzo, arrotondato verso l'alto per l'originalità dei materiali.

Nota:
In torneo, si giocano diverse partite.
Chi perde una partita deve eliminare dal gioco il pezzo con cui ha “sforato”, e si ricomincia a giocare finché un giocatore, in una delle partite, ha finito i pezzi: in tal caso perde definitivamente il match.
Pro:
Ottimi materiali e tutto sommato discreta originalità nonostante la semplicità disarmante.
Adatto a tutti.
Contro:
Strategicamente povero rispetto ai titoli della stessa casa produttrice.
Le partite "secche" sono effettivamente brevissime, e alla lunga può stancare.