Caligula

Giochi collegati:
Caligula
Voto recensore:
6,9
Descrizione
Ho avuto modo di provare Caligula durante la manifestazione "Settimo in Gioco" (Settimo torinese).
Diciamo subito che è sicuramente un bel gioco e, per di più, ha anche un prezzo molto contenuto visto il materiale di gioco (le carte, si sa, fanno lievitare i costi di produzione).

Nel gioco ognuno tramerà per uccidere l'imperatore e porre al suo posto un successore di propria fiducia ovvero proteggere l'attuale imperatore al fine di incassarne la gratitudine. Stringere alleanze, rompere alleanze e bluffare è all'ordine del giorno.

Il Gioco
Il meccanismo è semplice: il turno è costituito da 6 fasi di "interazione" con i vari componenti della "civitas" (plebe, legionari, senatori, tribuni e pretoriani). Durante queste interazioni ogni giocatore spenderà la sua influenza (gettoni "S.P.Q.R." con valore da -1 a 4 come dotazione base; si possono acquisire durante il gioco anche i gettoni di valore 5 e 6) sulle carte Civitas scoperte (2 per tipo ogni turno). Le carte "civitas" rappresentano vantaggi che il giocatore può acquisire o svantaggi che cercherà di evitare; alcune carte premiano tutti quelli che hanno investito su di esse un numero sufficiente di punti influenza (o puniscono coloro che non ne hanno spesi), altre premieranno solo colui che ne avrà investito il maggior numero (questa sorta di Asta avviene al buio: ogni giocatore pone un gettone per volta ma coperto: i gettoni si scoprono solo quando arriva il momento di applicare gli effetti della singola carta Civitas).

L'ordine con cui si interagisce con le carte Civitas è definito da 6 carte "Sequentia" il cui ordine è definito in maniera casuale all'inizio del gioco.

Alla fine di ciascuna fase di interazione definita dalle carte "Sequentia" si può giocare una fase di congiura in cui i giocatori stringono alleanze per rovesciare il trono (o per preservare l'imperatore) e provano poi a mettere in atto la congiura invitando l'imperatore di turno a lasciare libero il trono... trapassando, ovvero trapassandolo con una pioggia di pugnalate.
Se la congiura riesce i congiurati riceveranno immediatamente una ricompensa in punti congiura e punti vittoria dal nuovo imperatore. Durante ogni turno può essere destituito un solo imperatore (diamogli il tempo di fare senatore qualche cavallo o di frequentare un pò le vestali imperiali!) e questi, alla fine del turno, premierà ancora coloro che gli hanno permesso di salire al trono.
D'altra parte nulla impedisce che questi, il turno successivo, decidano di dare il loro favore ad un altro aspirante imperatore...

Considerazioni
Il gioco mi è sembrato molto interessante e gradevole, non banale e dalla elevata rigiocabilità. La componentistica è bene illustrata e di buona qualità.
Se proprio devo trovare dei difetti posso evidenziare due piccole carenze: quella di una plancia dove disporre le carte e che guidi i giocatori durante lo svolgimento del turno (come quella di Sylla, per fare un esempio che resti nell'ambientazione romana) e la scelta dei colori delle carte Civitas che non favorisce i giocatori daltonici (per i quali poteva essere associato un simbolo diverso per ogni tipologia di carta Civitas).
In ogni caso è un buon prodotto che merita di riscontrare il giusto successo da parte dei giocatori.

E ricordate: l'obiettivo del giocatore è vincere, ma lo scopo del gioco è divertirsi!



Speciale Essen 2009 - Foto by Guglia



Caligula

Pro:
Meccanica, complessità, rigiocabilità.
Contro:
Colorazione delle carte "Civitas"; assenza di un tabellone su cui ordinare il materiale e che guidi durante lo svolgimento dei turni.