Crokinole

Giochi collegati:
Crokinole
Voto recensore:
8,9
Introduzione
Il Crokinole è un gioco di origine canadese, la cui origine risale intorno alla fine del 1800 (il primo esemplare è riconducibile al 1876). E' un gioco di destrezza pura, da due o quattro giocatori (è possibile giocare in tre, ma con una variante che funziona, anche se non è il massimo). Molto diffuso in Canada e Stati Uniti, da un po' di tempo si sta diffondendo in Europa, anche se ci sono pochissimi produttori europei e data la mole della base ed il costo elevato è ancora poco diffuso rispetto al successo che ottiene ogni volta che viene presentato a giocatori di ogni livello ed età.
Il gioco è molto semplice come regole (in 5 minuti si spiegano le regole base e tutti i casi particolari) ma è il gioco da tavolo di destrezza per eccellenza (paragonabile solo al “carrom”, che però è ancora più difficile da padroneggiare) quindi sono richieste abilità, concentrazione e tanta pratica. Mai come per questo gioco la frase “un minuto per conoscerlo, una vita per perfezionarsi” è appropriata.

Il Gioco
Componentistica
Una tavola da Crokinole può presentarsi in due diverse forme (ottagonale o rotonda) ma è sempre composta da un disco centrale di legno trattato di diametro di 67-69 cm (27 pollici) con all'esterno un'area più bassa che serve a contenere i dischi scartati durante la partita. Al centro vi è un buco di poco più grande della dimensione dei dischi, e sulla plancia sono disegnate delle linee che determinano le aree di gioco e i settori di partenza. Intorno alla linea più vicina al centro sono posti in misura equidistante dei bumper, solitamente viti inserite saldamente nel legno e circondate da materiale plastico/gommoso.
Oltre alla tavola per giocare sono necessari 24 dischi di legno di forma circolare, di circa 2,5 centimetri di diametro e concavi verso l'esterno in due colori con la quale è possibile giocare sia in due che in quattro giocatori a coppie.
Tanti gli accessori in commercio, legati più alla manutenzione e al trasporto piuttosto che alla giocabilità.

Setup
La tavola viene posta su una su una superficie orizzontale in modo che ogni giocatore abbia il proprio quadrante di appartenenza di fronte a sé. Ogni giocatore prende i propri dischi in base al numero di partecipanti e si siede di fronte all'avversario se si gioca in due, di fronte al compagno se si gioca a coppie.

Il gioco
Una partita si divide in un certo numero di round, entro il quale tutti i giocatori lanciano tutti i dischi a loro disposizione. Quando tutti i tiri sono stati eseguiti si conteggiano i punti. Chi per primo arriva al numero di punti sufficienti per vincere (solitamente 100) chiude la partita.
Il gioco si sviluppa in senso orario, con ogni giocatore che nel suo turno esegue il lancio di una pedina a partire dal proprio quadrante attraverso il movimento di un dito. Le regole di base sono le seguenti:
a) se non ci sono pedine avversarie sulla plancia, il giocatore può tirare liberamente verso il centro: se la pedina cade interamente nel buco centrale viene rimossa e vale 20 punti;
b) se c'è almeno una pedina avversaria sulla plancia in qualunque punto, il giocatore deve obbligatoriamente colpirla: se ciò non avviene, la pedina viene eliminata indipendentemente dall'esito del tiro;
c) se durante un tiro sono coinvolte più pedine dello stesso giocatore ed il tiro risulta non valido tutte le pedine del giocatore coinvolte nel tiro vengono eliminate, compresi eventuali centri perfetti.
Una volta che la pedina è stata lanciata non sarà più possibile riutilizzarla.

Il punteggio si calcola quando tutti hanno lanciato tutti i propri dischi: più i dischi sono vicini al centro e più valgono (15, 10, 5 punti). Le pedine che toccano la riga più esterna (quella di partenza) sono scartate non appena si fermano in tale posizione, mentre quelle messe da parte dopo essere state tolte dal buco centrale valgono 20 punti ognuna.
Una volta contati i totali, si calcola la differenza tra il maggiore e il minore: tale differenza determinerà i punti a favore del vincitore.
Finito il conteggio dei punti parte il round successivo: ognuno riprende i propri dischi e il giocatore alla sinistra di chi aveva iniziato esegue il primo tiro.

Considerazioni
Non conosco migliore gioco da tavolo di destrezza, l'indice di gradimento sul noto sito BGG la dice lunga su quanto questo gioco sia apprezzato.
Esteticamente l'impatto visivo è imponente, anche una tavola semplice (priva di colorazioni o in alcuni casi veri e propri disegni) fa una gran figura.
La durata è variabile, una partita completa può durare 1 round o tantissimi round, in base alla differenza di abilità tra i giocatori: se sono allo stesso livello possono ingaggiare delle vere e proprie battaglie punto a punto. In media una partita a 110 punti a casa mia non è mai durata più di 40 minuti.

Il gioco è essenzialmente tattico: conviene cercare la difesa o puntare al 20 sempre? Puntare a tirare via le pedine avversarie facili o prendersi dei rischi su tiri più complessi? Chi ha l'ultimo tiro e cosa fare di conseguenza? Inoltre il vantaggio legato alla posizione al tavolo è equilibrato grazie al fatto che chi comincia ha un tiro verso il centro “libero” e quindi opportunità di un centro perfetto senza problemi, ma chi segue ha l'ultimo tiro e quindi la possibilità di fare calcoli e scegliere la migliore opportunità.
La longevità è infinita: gli ingredienti sono pochi (imparare a tirare diritto, calibrare la forza, calcolare rimbalzi e traiettorie) ma richiedono tanta tanta pratica per eseguire ogni tiro in maniera soddisfacente, e comunque non si è mai perfetti, la sensazione che si possa sempre migliorare è palpabile.
E' un gioco divertente, veloce e molto competitivo, ogni tiro fatto bene da' grande soddisfazione.
La fortuna è quasi del tutto assente se si escludono i rari casi in cui un tiro sbagliato dopo 3-4 rimbalzi va esattamente al centro o trova una difesa non cercata. Adatto a tutte le età, piace anche alle ragazze se hanno un minimo di manualità.
I lati negativi sono il prezzo, l'ingombro e la reperibilità: la tavola è enorme (circa 80 centimetri di diametro complessivo) e non richiudibile, non pesa poco (tra i 15 e i 18 kg circa) e se non si ha tanto spazio è indispensabile appenderla al muro o utilizzare un supporto verticale.

Sulla reperibilità e la scelta del gioco vi consiglio di leggere le discussioni sul forum della Tana: in Italia la Mayday distribuisce i suoi prodotti, relativamente economici, ma sono tavole che hanno suscitato molte perplessità riguardo alla loro qualità, e molti ne sconsigliano l'acquisto.
Per prodotti di maggiore qualità bisogna rivolgersi alle migliori ditte Canada/USA (Willard, Mr. Crokinole, Muzzies', Hilinsky Brothers). I prezzi sono maggiori e bisogna aggiungere le spese di spedizione e dogana: io comunque l'ho fatto e nonostante una spesa di circa 340€ complessivi per la mia Willard Pro sono assolutamente soddisfatto del mio acquisto. Un'altra possibilità è acquistare dalla ditta tedesca Crokinole.de, per la quale pure ci sono riscontri positivi.

Nota: un articolo di approfondimento sul gioco e sulla scelta del prodotto è stato curato dallo stesso autore e potete trovarlo a questo indirizzo
https://www.goblins.net/modules.php?name=News&file=article&sid=6821&mode...
Pro:
Si spiega in 5 minuti.
Divertente, divertente, divertente.
Perfetto sia in due che in 4 giocatori, di qualunque sesso o età.
Durata contenuta, downtime inesistente anche in 4.
Capacità 95%, fortuna 5%.
Longevità infinita.
Alcune tavole da gioco (occhio al prezzo) sono vere opere d'arte.
Contro:
Prezzo elevato.
Tavole di alta qualità si trovano solo all'estero.
Occupa molto spazio ed è difficile da trasportare.
Per giocare bene servono concentrazione e tanta pratica.
Se non si impara a tirare diritto diventa un costoso, ingombrante soprammobile.