Cyberpunk 2020

Giochi collegati:
Cyberpunk 2020
Voto recensore:
7,4
Premessa
Ispirato ai romanzi cyberpunk che vedono William Gibson come loro esponente principale, questo gioco di ruolo da una sua interpretazione sul nostro futuro prossimo.

Ambientazione
L’atmosfera di Cyberpunk 2020 è rarefatta ed inquinata, lo si capisce fin dalle prime righe del manuale. Il mondo è cinico, cattivo e pieno di eccessi. Le corporazioni controllano il mondo, e puoi scegliere se essere il loro servitore (leggasi schiavo), godendoti tutti vantaggi che questo comporta, o il loro avversario. Molti non hanno nemmeno questa scelta e vivono in strada, in mezzo ai muri anneriti e alla violenza dilagante. La tecnologia controlla ogni aspetto della vita. Le persone sono ammassate in caotiche megalopoli o in imponenti arcologie. La mortalità ha un tasso incredibilmente elevato, almeno nelle zone più povere. Il rumore delle sparatorie è considerato comune, bande di violenti booster seminano il terrore lungo le strada e la polizia reagisce con la stessa violenza, almeno quando non è troppo preoccupata ad intascarsi la bustarella di turno. Ognuno pensa prima a se stesso che agli altri. I sentimenti sono spesso un ricordo, e molti sarebbero disposti a vendere la famiglia per una possibilità all’interno di una Corporazione o per fare carriera.
È il nostro mondo tra qualche anno. È il mondo dell’anno 2020.
Cosa cercano di fare i giocatori in questo ambiente cattivo? Sopravvivere… e cercare di ottenere qualcosa di meglio. Niente eroi o mostri disumani, solo uomini che provano a resistere. Un colpo di pistola uccide… e tutti posseggono un pistola.

Gioco
Questo a grandi linee è il background di Cyberpunk 2020. Per quanto riguarda le regole sono abbastanza valide e rapide da imparare nei concetti base, anche se in alcuni punti diventano oscure, e rischiano di incasinare il gioco.
Per ogni azione (che sia sparare, saltare, raggirare, intimidire ecc…) c’è una soglia di difficoltà divisa in diverse categorie (10 Facile, 15 Normale, 20 Difficile, 25 Molto difficile, 30 Quasi impossibile). Si tira un dado da 10 (1d10) e si somma il punteggio della caratteristica e della abilità appropriata per tentare di raggiungere la soglia, stabilita di volta in volta dal Game Master (il giocatore che si occupa di creare le avventure per il gruppo e di gestire lo svolgimento delle azioni). Ad esempio: per sparare con una pistola si usa 1d10 + Riflessi (caratteristica) + Pistole (abilità). L'azione si considera riuscita se il risultato finale sarà uguale o superiore alla difficoltà da raggiungere. Ovviamente in base alla situazione ed all’equipaggiamento ci possono essere dei modificatori alla difficoltà, che la fanno salire o scendere. L’unico altro dado che si usa in Cyberpunk è quello classico a sei facce, che insieme al d10 è usato per i danni delle armi.
Il combattimento è abbastanza rapido e mortale, anche se necessita di qualche limatura e chiarificazione su un paio di punti. Solo i giocatori furbi e prudenti riusciranno a sopravvivere a lungo.
Altro aspetto importante del mondo di Cyberpunk è la rete ed i suoi “pirati informatici”: i netrunner. Questo argomento ha un intero capitolo a disposizione, e viene trattato in maniera esauriente anche se un po’ confusionaria. Qui i calcoli per prepararsi da soli i propri programmi iniziano a farsi un po’ complicati. Allo stesso tempo, con un po' di esperienza si capisce subito che le regole per i netrunner sono fallaci... non nel senso che sono fatte male, piuttosto che utilizzando quelle presenti e dettagliate, gli altri giocatori al tavolo si potrebbero ritrovare a fissare la parete per troppo tempo. Farsi un giro in rete cercando di aggirare un qualsivoglia programma di sicurezza è un'azione che richiede pochi secondi di "tempo in gioco", ma un casino di tempo reale. Quindi o si fa un'avventura in cui tutti sono netrunner, oppure queste regole è meglio lasciarle da parte.
Oltre a questo si trova una spolverata di ambientazione, e ci sono informazioni su come funzionano le cose "attualmente", ad esempio troviamo una descrizione del Trauma Team (gli ospedali al tempo del 2020), le varie droghe (legali e non), istruzioni sue come farsi trapiantare impianti cibernetici e un metodo semplice per creare i personaggi. Volete altro?
Bhe… per quello ci sono le espansioni.

Considerazioni
Nel base sarebbe servita una maggior capacità di dettaglio. Certo può non servire a chi conosce un po' il significato della parola cyberpunk e il genere a cui fa riferimento, ma un giocatore che si trova tra le mani questo manuale senza conoscerne il background, sembrerà a dir poco dispersivo e poco ispirante. Le varie professioni tra cui si può scegliere sono abbastanza varie (Rocker, Corporativo, Solitario, Netrunner e altri), ma bisogna sceglierle con cura, perché è inutile voler/poter fare il Rocker, se poi il Game Master ha deciso per avventure molto improntate all'azione.
Nel complesso non è un gioco brutto, anche se per quanto mi riguarda ha fatto il suo tempo, e nonostante una più recente versione 3.0 i buchi nelle regole sono rimasti e non è cambiato poi molto nello stile di gioco.
Pro:
- Un bel gioco con un’ambientazione di riferimento fantastica (anche se nel manuale stesso viene trattata con poca cura).
- Le regole sono veloci ed abbastanza immediate, e permettono di capire in poco tempo come funziona il gioco.
Contro:
- Proprio le stesse regole che lo rendono particolare comportano i maggiori problemi, causati da veri e propri buchi a cui si deve rimediare personalmente, cosa che non a tutti riesce facile.