Dungeonquest: Heroes for Dungeonquest

Giochi collegati:
Heroes for Dungeonquest
Voto recensore:
7,1

Questa espansione per Dungeonquest datata 1987, a differenza dell'altra (Catacombs), a mio parere è indispensabile per il gioco in quanto garantisce un'alta varietà di personaggi rispetto ai 4 presenti nella scatola base, e soprattutto le miniature metalliche targate Citadel sono ottime rispetto alle precedenti in plastica.
Fondamentalmente il gioco non subisce nessun cambiamento di regole, ma questi nuovi personaggi (tra cui un nano, un elfo ranger, un guerriero del caos, un ninja, un ladro...) hanno parecchie caratteristiche con le quali si distinguono l'uno dall'altro. Queste caratteristiche, che variano da poteri speciali a equipaggiamenti vari, sbilanciano i personaggi nel senso che, percorrendo i sotterranei del castello, ci saranno imprevisti che possono risultare letali a qualcuno e molto meno ad altri. Inoltre viene aggiunta una forma di combattimento estremamente svantaggiosa per i personaggi, che si attua nel caso che essi perdano le loro armi, come per esempio se il ladro se perde i suoi 4 pugnali.
Da segnalare come esempi ci sono due avventuriere donne (una accompagnata dal suo fedele Bright Flame, che combatte per lei), un mago/stregone caratterizzato da 6 poteri speciali (forse troppi, meglio sceglierne 4 alla partenza), un ninja capace di passare inosservato e molto agile, un gladiatore dotato di grande resistenza ed un nano in grado di infuriarsi in combattimento.

Le altre aggiunte riguardano gli anelli magici, che accompagnano i nostri eroi, che salgono da 4 a 8 diventando carte (molto meglio del cartoncino), e le carte combattimento che sostituiscono anche in questo caso i counters di cartoncino, peraltro molto piccoli, dell'edizione base, lasciando comunque inalterata anche in questo caso la regola base di combattimento tipo sasso-carta-forbice.

Il gioco, con questi nuovi protagonisti, è sicuramente più vario e divertente lasciando inalterata la meccanica estremamente fortunosa che resta la stessa; la qualità dei materiali, dalle miniature alle carte è ottima anche se datata.

Alle persone che criticano Dungeonquest per il fatto che spesso bisogna rifarsi al manuale per le molte regole presenti, sicuramente questa espansione la peggiora, ma per chi considera questo gioco divertente proprio per la varietà e l'imprevedibilità del percorso, allora è un'aggiunta d'obbligo.

Pro:
Rompe la monotonia dei personaggi base del gioco troppo simili tra loro con un miglioramento di parte del materiale in dotazione.
Miniature divertenti da dipingere.
Immedesimazione maggiore nel personaggio.
Contro:
È sempre Dungeonquest: pesca - tira/combatti - subisci danno.
Ricordarsi le regole per tutti i personaggi è molto difficile anche dopo tante partite.