Fantasy Business

Giochi collegati:
Fantasy Business
Voto recensore:
4,9
In Fantasy Business i giocatori rappresentano dei mercanti che, in un mondo di ambientazione fantasy, devono cercare di arricchirsi il più possibile acquistando vari tipi di merce e stabilendo per esse prezzi competitivi sul mercato. Il gioco ha termine dopo un numero prefissato di round, che dipende dal numero di giocatori, e vince chi ha il maggior totale fra denaro e valore delle merci possedute.

Il gioco si basa su un mazzo che contiene alcune carte Speciali dai diversi effetti, ma che in massima parte contiene le diverse merci disponibili, ciascuna delle quali ha un valore base che va da 2 a 6 Corone. La prima fase di ogni round di gioco è un'asta in cui vengono scoperte e vendute tante carte quanti i giocatori, indipendentemente dal fatto che si tratti di merce o di carte Speciali. Il giocatore che ha la carta Primo Acquirente sceglie l'ordine in cui le carte saranno vendute e le mette all'asta una per volta, facendo eventualmente la prima offerta, che non può essere inferiore al valore base della merce (o 1 Corona per le carte Speciali). Ogni giocatore puà in questo modo acquistare al massimo una carta, e le carte per le quali non viene fatta un'offerta vengono scartate. Le merci acquisite restano in gioco davanti ai rispettivi giocatori, mentre le carte Speciali possono essere prese in mano e tenute con le altre.

Nella seconda fase del round, ciascun giocatore scrive segretamente sulla propria scheda di vendita il prezzo a cui intende vendere ogni merce posseduta, fissando un prezzo che deve essere compreso fra il valore base ed il suo doppio. Nella terza fase, le schede vengono rivelate e si leggono i prezzi per ciascuna merce, determinando chi riuscirà a vendere. Questo è il momento più importante, perché se un giocatore che è il solo ad avere una data merce (monopolio) potrà tranquillamente impostare il prezzo che vuole, negli altri casi bisogna tenere conto che un prezzo troppo alto non consentirà di vendere. Infatti, a questo punto, il giocatore che per la merce in questione ha fissato il prezzo più alto non riceve nulla, mentre quello che ha fissato il prezzo più basso incassa per ogni carta quel valore aumentato di 2 Corone e tutti gli altri (che hanno fissato prezzi intermedi) ricevono per ogni carta il prezzo che hanno indicato sulla propria scheda.

La cosa importante è che le carte merce non vengono perse dai giocatori nella fase in cui si incassa il denaro, pertanto, nel corso della partita, ciascuno andrà ad aumentare il proprio magazzino eventualmente cercando di costruire o consolidare un possibile monopolio. Inoltre, è possibile contrattare e scambiare le merci e le carte Speciali in qualsiasi momento, anche se non ci sono particolari regole circa il rispetto di accordi non immediati. A questo si aggiungano le carte Speciali, che possono essere giocate in qualsiasi momento per alterare il normale corso delle cose, portando a risultati spesso imprevedibili e sorprendenti.

Dopo la fase di vendita, la carta Primo Acquirente viene passata al giocatore successivo e si inizia un nuovo round fino al termine della partita.
Pro:
Fantasy Business è un gioco semplice, divertente ed originale nel suo genere, sia perché affronta il tema economico da un nuovo punto di vista, sia perché può essere giocato da un numero piuttosto elevato di giocatori anche non esperti. La sola cosa che c'è da capire è il meccanismo di vendita, che penalizza solo il giocatore che ha fissato il prezzo più alto, mentre il resto è lasciato all'interazione fra giocatori che possono decidere di "fare cartello" su una data merce, così come di giocarsi colpi bassi senza ritegno.

Le carte sono ben fatte e dalle illustrazioni piacevoli, il regolamento non si presta a malintesi e consente di iniziare a giocare in breve tempo. In sostanza, un bel gioco che si pone a metà fra un normale gioco di carte ed un più leggero "fil rouge".
Contro:
Qualche indicazione in più circa le limitazioni agli scambi fra giocatori poteva essere utile, al fine di chiarire qualche caso speciale che si può verificare con certi giocatori. Le monete, in cinque tagli diversi ma di soli tre colori (anche se le dimensioni sono sempre diverse), possono dare qualche problema nel riconoscere i vari tagli e sarebbe stato davvero utile avere degli stickers adesivi per indicarne il valore. Infine, dato che i prezzi devono essere fissati in segreto e che il denaro deve essere tenuto anch'esso segreto, sarebbe stato piacevole avere delle sacchette o degli schermi per i giocatori (sullo stile di quelli di Dragon's Gold, per intenderci).