Kupferkessel Co.

Giochi collegati:
Kupferkessel Co.
Voto recensore:
7,3
Se cercate un gioco semplice, breve, ma carino da giocare quando siete solamente in due fate un pensierino a questo Kupferkessel Co. (Compagnia della Teiera di Rame). Si tratta di un gioco che combina un po’ di tattica e un po’ di memoria in un prodotto leggero e piacevole e dal peso della fortuna piuttosto limitato. L’ambientazione vede i due giocatori intenti a raccogliere degli ingredienti magici rappresentati da carte per metterli in un calderone. Lo scopo è di assicurarsi gli ingredienti più preziosi.

Nella scatolina troviamo un mazzo di carte (di forma quadrata) che riportano14 ingredienti diversi e vi sono 4 carte (numerate da 1 a 4) per ognuno. I numeri possono essere su fondo nero, bianco o in altri colori. Inoltre alcune carte recano anche un cappello magico ed un’esplosione a rappresentare delle azioni speciali.

Il “tabellone” va preparato mescolando le carte (dalla grafica piuttosto riuscita) e mettendone scoperte sul tavolo 32 nel seguente modo: una fila di 4, seguita da 4 file di 6 ed infine un’ultima fila di 4. Gli spazi agli angoli vanno riempiti con le 4 carte d’angolo. Poi i giocatori piazzano la propria pedina, bianca o nera, su due angoli opposti. Infine pescano dalle restanti carte ingrediente una ciascuno e la piazzano scoperta davanti a sé.

Al proprio turno il giocatore muoverà lungo l’esterno del “tabellone” la sua pedina di 1-4 immaginarie caselle a seconda del numero riportato sulla carta scoperta che si trova in cima al proprio mazzetto. Se la pedina si ferma in corrispondenza di uno dei quattro angoli il suo turno è finito. Se invece si ferma in corrispondenza di una fila o una colonna del “tabellone” allora il giocatore raccoglie una carta a sua scelta e la sovrappone (scoperta) a quelle raccolte fino a quel momento. In questo modo sa anche già quanto muoverà la sua pedina al turno successivo, permettendo un minimo di pianificazione delle proprie mosse. E’ però vietatissimo scorrere le carte raccolte fino a quel momento per decidere cosa conviene pescare: bisogna affidarsi alla propria memoria. Lo spazio lasciato libero dalla carta pescata va riempito con la carta in cima al tallone.

Se la carta appena presa reca la figura del cappello magico il giocatore ha diritto ad un altro turno, se invece ha il disegno dell’esplosione allora può far scartare all’avversario l’ultima carta pescata.

Una volta esaurito il mazzo di pesca si continua a giocare finché viene raccolta l’ultima carta di una qualsiasi riga o colonna. A questo punto i giocatori possono verificare il proprio punteggio: chi ha raccolto il maggior numero di carte di valore “1” riceve 5 punti; ogni carta ingrediente singola vale una penalità di 1-4 punti; per ogni ingrediente raccolto in due esemplari il giocatore riceve 0 punti; per ogni ingrediente raccolto in tre esemplari il giocatore riceve in punti la somma dei valori delle carte; per ogni ingrediente raccolto in quattro esemplari il giocatore riceve 15 punti; e infine, gli ingredienti bianchi e neri valgono il doppio (anche se negativi) rispettivamente se raccolti dal giocatore bianco o da quello nero.

Il regolamento prevede una variante per un terzo giocatore (che deve munirsi di pedina) e delle carte ricette da distribuire prima della partita e che danno ulteriori bonus se completate. Non avendo provato nessuna delle varianti non mi posso pronunciare in proposito.
Pro:
Personalmente ho trovato Kupferkessel Co. un gioco molto carino. Il peso della fortuna è ridotto dal fatto che le carte sono tutte visibili per cui si può pianificare anche qualche mossa futura (sempre che il nostro avversario non decida di rovinarci i piani). Una buona memoria fa comodo, ma non è necessario essere Pico della Mirandola per giocare.

In poche parole un prodotto adatto a tutti, anche ai più giovani e può essere il classico gioco da proporre a chi cerca qualcosa “per far giocare mia moglie visto che a Euphrat & Tigris non ci vuole giocare più”!
Contro:
Non riesco a trovare dei difetti evidenti. Le meccaniche sono molto semplici, ma sono esattamente ciò che ci si può aspettare da un gioco di questo genere. Se vi piacciono solo i giochi cerebrali tipo El Caballero allora sicuramente non è il prodotto adatto a voi.