Steel Driver: acciaio e ferrovie

Gioco poco conosciuto, almeno nella mia cerchia di amici ludici (eppure si parla di Martin Wallace!), ho avuto la fortuna di giocarlo qualche settimana fa… e ne sono stato folgorato! Piaciuto tantissimo, tre regole, cinque turni, praticamente tre giochi in uno. Profondo veloce e semplice, finita la partita è come se avessi ricevuto uno schiaffo in pieno volto. Sono andato di corsa a cercarlo e ho avuto la fortuna di prendere una copia del gioco (dall’Inghilterra).

Giochi collegati: 
Steel Driver
Voto recensore:
8,0

Materiali

Mappa molto chiara e grande, 6 compagnie, ognuna con il proprio colore, “dischetti azionari”, binari e cilindri per il punteggio e ordine di turno, cubetti di vario colore a seconda delle città. Regolamento scritto bene che non lascia dubbi. Banconote piccoline e leggere, che poi servono solo come punti vittoria.

Il Gioco

L’ambientazione è quella dell’inflazionato tema sulla costruzione della rete ferroviaria nord americana. Il gioco è da 3 a 6 giocatori per una durata che va dai 60 ai 90 m
steel driver setup
Pronti ad iniziare!
inuti. Il gioco dura 5 turni diviso in 6 fasi.
  1. Si prendono un numero di cubi grandi investimenti a seconda del numero di giocatori.
  2. Il giocatore di turno può mettere all’asta una compagnia (non ancora assegnata) o passare. L’asta di svolge nel modo classico e si utilizzano i cubi grandi investimenti, che vanno a finire nel tesoretto della compagnia. Il giocatore che si aggiudica l’asta prende il segnalino controllo della compagnia e un segnalino quota azionaria (ce ne sono 5 per compagnia, praticamente scandiscono i turni di gioco).
  3. Seguendo l’ordine di turno delle compagnie, i giocatori che le controllano devono costruire una tratta (a volta) utilizzando i grandi investimenti che sono nel tesoretto (il costo varia da 2 a 6). Le tratte devono essere costruite in modo continuo e senza mai diramarsi. Quando San Francisco e New York sono collegati scatta, solo per quel turno, un income (rendita ndR) speciale. Ogni volta che si costruisce una tratta, collegando quindi due città, si incrementa la track dei soldi per quella compagnia (muovendo il cilindro corrispondente). La prima compagnia costretta a passare diventa la prima a poter costruire al turno successivo.
  4. Ogni giocatore prende gli utili della o delle compagnie che controllava nel turno.
  5. Si sistema l’ordine di turno, si rimettono i cilindri della compagnia sul numero 0 nella track degli utili, si restituiscono i segnalini controllo delle compagnie.
  6. Solo a fine partita. Si dispongono i cubetti (merci) colorati nelle città dello stesso colore e si determina chi ha la maggioranza di quote per ogni compagnia. Sempre in ordine di turno, le compagnie prenderanno cubi merci da una città alla quale è connessa da una tratta, questo verrà messo nella casella della compagnia. Si procede così finché non è più possibile prendere cubi merci. Ora si determinano gli utili finali per ogni compagnia. Per compagnia, con tutti i cubi merci si formano set di colore diverso (ogni set formato da minimo 1 massimo 5 colori) che daranno il valore per ogni singolo segnalino quota azionaria. Questo valore è per tutte le quote azionarie e quindi per tutti i giocatori che ne possiedono, si passa così a riscuotere le relative somme di denaro.

Scalabilità

Giocato in 3 e 5 giocatori il gioco gira benissimo. Certo è che si parla di un gioco dove c’è un'interazione massima sempre, quindi in più giocatori diventa più cattivo e teso. Dalle aste, alla costruzione delle tratte tagliando la strada e magari bloccando una compagnia, al prelevare i cubetti merci togliendo prima quelli contesi con altre compagnie e delle quali magari non si hanno dischetti azionari.

Conclusioni

steel driver bard
Partita in corso
A me è piaciuto tantissimo (si era capito già vero?). Interazione massima, aste costruzione e pickup & delivery (nelle compagnie) con relativo moltiplicatore di dollari. Tre regole, si spiega in 6/7 minuti, dura poco e alla fine della partita ti rendi conto di che gran bel gioco sia. Ogni scelta che fai va a influire sul gioco di tutti. Controllare una compagnia che raggiunge città di colore diverso significa aumentarne il relativo set moltiplicatore, si può decidere di affossarla o puntarci e cercare di prendere altre quote azionarie nelle aste successive. È importante massimizzare la costruzione delle tratte per avere più soldi nel turno, ma anche tenere in considerazione il percorso per raggiungere più città di diverso colore. Ancora mi chiedo perché sprecare il tempo per giocare a molte novità, spesso figlie di Kickstarter pompati di miniature fichissime ma povere di idee, quando si hanno giochi del genere! Certo non si parla di Age of Steam o dei giochi 18xx, ma non vuole neanche somigliargli. Questo è un gioco medio da poter giocare anche con persone che non giocano così spesso come noi ma che regala molta profondità e soddisfazione.

 

Pro:

Regolamento semplice

Profondità di gioco

Interazione

Durata

Scalabilità

Contro:

… se non vi piace la molta interazione probabilmente non vi piacerà molto (ma non è detto!)

Puoi votare i giochi da tavolo iscrivendoti al sito e creando la tua classifica personale

Commenti

grazie per la recensione. Leggevo che la parte finale del gioco é un po' randomica e può rovinare quanto pianficato in precedenza. E' così?

"They didn't know it was impossible, so they went ahead and did it" (Mark Twain)

1 partita alle spalle e tanta voglia di rigiocarci, anche io rimasto folgorato da questo gioco.

Per rispondere a Kivan penso che chi lo ha detto abbia fatto una o due partite. Se hai veramente "pianificato" la parte finale non c'e' random, al massimo ci sono "cattiverie" per danneggiare una compagnia invece che un'altra ma questa è interazione non random

Anche io confermo che è un gioco sottovalutato e poco conosciuto.

Un Wallce dei vecchi tempi. Regole pulite, gioco snello e veloce. Meccaniche splendide.

Mi avete fatto venire voglia di rintavolarlo!

L'essenziale è invisibile agli occhi.

E va bene, mi avete convinto. Finito nel carrello anche questo...

Preso da una math trade e confermo la sua bontà, tra l'altro "regge" anche in 6.

--
Stef - Stefano Castelli

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare