Sturmgioken

Giochi collegati:
Sturmgioken
Voto recensore:
0,0

Sturmgioken è un gioco difficile da valutare, in quanto è sostanzialmente un clone di Stratego e, di conseguenza, come meccaniche non mostra nulla di nuovo; dal punto di vista della veste grafica e dell'ambientazione ha il grande pregio di sfruttare i personaggi delle Sturmtruppen, uno dei fumetti italiani più conosciuti nel mondo.

Sturmtruppen ha rappresentato una svolta nel mondo fumettistico, sia dal punto di vista dei soggetti trattati che sotto l'aspetto del linguaggio e della tecnica di comunicazione. Questo fumetto è stato rappresentato sia in teatro che al cinema, con risultati talvolta buoni, altre volte decisamente scadenti. Negli anni '70 e '80 sono stati realizzati dei film sulle Sturmtruppen, interpretati da Cochi e Renato e da altri attori comici conosciuti, ma purtroppo la qualità di queste pellicole non ha reso merito al fumetto di Bonvi.

Dopo questo breve preambolo, passiamo alla parte "meccanica" del gioco:

Le tessere (più avanti chiamate anche pedine), sono di due colori: giallo e rosso. Ciascun colore rappresenta un esercito. Il dorso delle tessere è uguale per tutte le carte rosse e rappresenta il tipico soldato delle Sturmtruppen che fa la linguaccia, mentre nel caso delle gialle il soldato è leggermente diverso ed ha l'elmo con la punta in stile prussiano.

Ogni esercito ha i seguenti tipi di reparto: 13 Truppen d'assalten, 2 Cacciatoren di Carri, 2 Sminatoren, 6 Panzer, 6 Minen Malefichen e 1 Generalen. Ogni tipo di truppa ha le proprie caratteristiche.

I giocatori potranno scegliere di comandare uno dei due eserciti a disposizione: quello rosso o quello giallo. Entrambi gli eserciti sono composti dallo stesso numero di pedine, assortite in maniera identica; l'unica differenza sono i disegni sia sul dorso delle pedine, sia sulle figure che rappresentano i vari personaggi.

La plancia è divisa in caselle quadrate, in ognuna delle quali può stare una sola pedina. Le misure della plancia sono 10 x 15 caselle.
Le caselle possono essere di tre tipi diversi:

Montagna - non può essere attraversata dai Panzer
Filo Spinato - può essere attraversato solo dai Panzer e dalle pedine che decidono di muoversi immediatamente dopo di essi.
Pianura - nessuna restrizione particolare.
Inoltre, ai quattro angoli della plancia si trovano delle caselle dal bordo rosso: il giocatore che riesce con una propria pedina a raggiungere queste caselle può mettere in gioco una pedina "mangiata" precedentemente dall'avversario, similmente a quello che avviene negli scacchi.

All'inizio della partita, i giocatori dovranno disporre le pedine nelle prime tre file sul proprio lato della plancia, con il dorso delle tessere rivolto verso l'avversario, in modo da nascondere la figura che rappresenta il tipo di truppa. I giocatori devono muovere a turno una pedina ciascuno, ma non è possibile muovere in diagonale né indietreggiare.

Quando una pedina si trova di fronte o di lato ad una nemica, anche a seguito del movimento, il giocatore di turno può gridare "ATTAKKEN!" A questo punto entrambi i giocatori girano le proprie pedine e determinano chi vince lo scontro.
Il metodo per determinare la vittoria è il seguente:

- Le Truppen d'assalten vincono contro gli Sminatoren, i Cacciatoren di Carri ed il Generalen, ma perdono contro i Panzer e le Minen Malefichen.
- I Panzer battono le Truppen d'assalten, gli Sminatoren ed il Generalen, ma perdono contro i Cacciatoren di Carri e le Minen Malefichen.
- Gli Sminatore perdono contro tutti i tipi di truppen (compreso il Generalen), tranne che contro le Minen Malefichen. Pareggiano con i Cacciatoren di Carri.
- I Cacciatoren di Carri possono sconfiggere solo i Panzer, pareggiano con gli Sminatoren, e subiscono da tutti gli altri (Generalen incluso).
- Le Minen Malefichen fanno saltare in aria tutti, tranne gli Sminatoren, ma nel farlo esplodono anche loro e devono essere rimossi insieme alla vittima (in caso di due minen, entrambe esplodono)
- Il Generalen è molto vulnerabile, infatti riesce a farla franca solo contro gli Sminatoren ed i Cacciatoren di Carri.
Quando si incontrano due pedine uguali, nessuno muore e perciò entrambe restano in gioco.

Lo scopo del gioco è eliminare il Generalen nemico.

Il gioco è veramente molto semplice, ma questo non toglie che esistano delle vere e proprie strategie, specialmente nella disposizione iniziale delle truppe. Probabilmente il gioco perderebbe molto appeal se togliessimo la caratteristica simpatica e grottesca delle Sturmtruppen.

Gridare "ATTAKKEN!" dà una certa soddisfazione...

Si tratta di un gioco molto godibile già dalla prima partita e, probabilmente, destinato ad essere giocato con divertimento solo per poche partite, data la sua scarsa longevità, anche se la sua semplicità lo rende molto adatto ad essere spiegato e giocato in poco tempo e per questo è ideale quando si ha poco tempo a disposizione.

Pro:

È ilustrato da Bonvi.
Veloce, molto semplice ed immediato.
Se preso con lo spirito giusto è sicuramente un gioco molto divertente.
Materiali di buona qualità.

Contro:

Si tratta, come già accennato, di un clone di Stratego senza idee originali.
Alla lunga è un po' ripetitivo.