Transformers 3D Battle Card Game

Voto recensore:
0,0
Ecco un altro prodotto Wizards of the Coast ma con qualche tratto diverso dal solito.
Il background è l'eterna lotta tra le due fazioni, Autobots e Decepticons, della fortunata serie Transformers e per la precisione si tratta dei modelli Transformers dei lungometraggi cinematografici.
In ogni bustina ci sono 2 robots, uno per fazione, da montare con l'ausilio delle fondamentali istruzioni e pronti per darsi battaglia.
Si vince distruggendo il Tranformer avversario alla fine di uno scontro.

Ogni giocatore, dopo aver montato il proprio robot in forma veicolo, aggancia alla scheda tecnica del proprio Transformer i due segnalini della propria fazione sulle due linee degli HP (punti ferita) che sono presenti sui 2 lati della carta: da un lato c'è quella per la forma veicolo e dall'altro c'è quella per la forma robotica.

Inoltre ogni giocatore prende un gettone per ognuno dei 3 colori: rosso, verde e blu.

I giocatori pongono di fronte a loro il Transformer in forma veicolo e la relativa scheda con il lato veicolo a faccia in su.

Esistono 2 distanze nel combattimento dei robots e sono "Short" e "Long" (corta e lunga); all'inizio del combattimento i robot sono considerati a distanza "Long".

I 2 giocatori scelgono segretamente l'attacco che preferiscono eseguire consultando la loro scheda tecnica; ognuna delle due forme del Transformer (veicolo e robot) ha a sua disposizione 3 tipi di attacchi, uno per ogni colore dei 3 gettoni.

Ogni attacco, nella descrizione, specifica che colore-gettone richiede e che colore-gettone dovrebbe scegliere l'avversario perché abbia effetto (con i danni inflitti riportati sopra); inoltre può descrivere un effetto secondario del colpo che si applica a seguito del danno (solo se il colpo ha avuto successo); infine può descrivere se la mossa scelta permette la trasformazione da veicolo a robot e viceversa.

Dopo che i giocatori hanno valutato l'attacco da eseguire essi scelgono segretamente uno dei 2 gettoni e poi lo rivelano simultaneamente. Se un giocatore, scegliendo un tipo di attacco, riscontra nel colore scelto dall'avversario quello giusto perché il proprio attacco abbia effetto allora si considera un colpo andato a segno, altrimenti il colpo va a vuoto.
Se i giocatori scelgono lo stesso identico colore allora si considera un pareggio e non succede nulla ma nel round successivo, se si verifica un nuovo pareggio, il Transformer con meno punti ferita nella sua attuale forma infligge un danno critico all'avversario (le ferite critiche inflitte sono riportate sulla scheda del Transformer).

Una volta inflitto il danno il giocatore colpito segna sulla linea degli HP (dell'attuale forma) i punti ferita rimanenti dopo aver sottratto prima i danni dell'attacco subito e poi i danni dell'eventuale effetto secondario del colpo.

Se per il robot vincente, dopo aver inflitto i danni ed i bonus, è previsto (nella descrizione del colpo andato a segno) un cambio di distanza da Long a Short, allora si pone il proprio robot (miniatura) vicino a quello avversario. In seguito, nel corso della battaglia si modificherà la distanza tra le proprie miniature ogni qualvolta sarà necessario alla fine dell'effetto secondario di un colpo andato a segno.

Infine, se erano stati scelti attacchi che prevedevano il successivo cambio di forma, allora il Transformer può cambiare la propria forma girando il lato della scheda sulla nuova forma (se vuole può modificare anche la miniatura, ma non è importante ai fini del gioco se non per ulteriore chiarezza).
Importante: i punti ferita rimanenti di una forma restano mantenuti anche se si cambia forma e quindi non si modificano durante il cambio.

Quando un robot, nella sua attuale forma, raggiunge 0 HP si considera distrutto e l'avversario vince; non è mai possibile scendere sotto 0 HP e i danni si calcolano sempre prima di eventuali cambi forma.

E' anche possibile fare scontri con più Transformers e più giocatori in Multiplayer Battle e si possono utilizzare 2 condizioni di vittoria:

1) distruggere tutti i robot avversari,
2) distruggere 100 punti team avversari (i punti team di ogni singolo robot sono riportati sulla propria scheda).

Nel primo round si sorteggia casualmente il giocatore con l'iniziativa, mentre nei successivi l'iniziativa passerà al giocatore alla propria sinistra in senso orario.
Il giocatore con l'iniziativa sceglie uno dei propri robots e uno avversario, dopodiché saranno questi (tramite i relativi giocatori) a darsi battaglia.

Tutti i robots hanno distanza Long all'inizio ma successivamente, se un robot passa a distanza Short, si considera a Short con il robot impegnato nel combattimento e anche con tutti gli altri robot in attuale distanza Short.
Pro:
Regolamento e meccanica immediati.
Molto veloce e divertente; soprattutto per gli affezionati delle varie serie Transformers. I robot montati sono molto accattivanti, di ottimo materiale e la possibilità di avere veicolo e robot con gli stessi pezzi è veramente geniale ed in pieno stile Transformers.
Inoltre, con pochissimi euro, ovvero il prezzo di una normale bustina di un gioco collezionabile, si ha subito la possibilità di giocare in 2.
Contro:
Il gioco in se è molto semplice, non offre grandi possibilità di sviluppo o novità nel giocarci continuamente e quel poco di strategia presente nel gioco è molto limitata.
Questi difetti accorciano di molto la sua longevità, a cui si aggiunge il fatto che è piuttosto difficile da reperire come gioco.
Ad ogni modo per il prezzo di una singola bustina e/o per gli affezionati vale la pena di darci un occhio.