Barrage: una seconda anteprima

pennuto77

Tempo fa ho scritto un’anteprima di questo gioco di ormai prossima pubblicazione; ora, dopo averlo provato una seconda volta, sono qui di nuovo a parlarvene. Direi che un motivo c'è.

Anteprime
Giochi

Nella stesso luogo - la Gobcon di Orte - mesi fa ero riuscito, in modo fortuito, a provare Barrage in una sua versione molto avanzata. Questa volta nulla di casuale: ho contattato l’autore Tommaso Battista e ci siamo accordati per vederci e riprovare il suo prototipo, ormai praticamente definitivo.
Come già scritto nella precedente anteprima, si tratta di un gestionale da 2-4 giocatori con una durata approssimativa di circa mezz'ora a giocatore.

Il gioco

Per la recensione del gioco e delle sue meccaniche, per non ripetermi, mi limiterò a descrivere le differenze che sono state implementate da allora. Innanzitutto è cambiato il costo delle azioni che, mentre prima era essenzialmente in tempo, ora è stato sostituito con un costo in numero di lavoratori.

Componenti varie
Nella sostanza non cambia nulla,  ma il gioco è molto più fluido e la meccanica più coerente e di immediata comprensione; prima si doveva gestire una limitata quantità di tempo per fare le azioni, mentre ora le stesse sono quantificate in numero di lavoratori necessari: si tratta di un cambiamento piccolo, ma che rende il gioco più leggibile e lineare.

La bellissima meccanica della ruota che “libera” le azioni e le risorse spese solo dopo un giro completo è rimasta invariata, mentre gli altri cambiamenti sono piccole limature su qualche azione e altri aggiustamenti di questo tipo. Ora Barrage è un piazzamento lavoratori bello tosto e impegnativo, con un tema interessante e originale e alcune idee davvero belle - e ben implementate. La tensione nei cinque turni di gioco è sempre altissima a causa delle risorse limitate e da contendersi fra tutti i giocatori (soprattutto per quanto concerne l’acqua e i luoghi dove edificare le proprie strutture).

Le azioni personali sono compiute sulle plance dei giocatori, mentre molte altre sono a disposizione di tutti e riportate su altri tabelloncini di gioco molto chiari e comodi.
L'asimmetria - intelligente e ben bilanciata - delle plance e dei bonus da esse forniti, insieme a un potere personale diverso tra tutti i giocatori, rendono ogni partita unica e particolare. L’accoppiata casuale tra potere e plancia-giocatore rendono fin dall’inizio il gioco differente di partita in partita e anche la posizione delle dighe neutrali è selezionata casualmente sul tabellone ogni volta.

Seconde impressioni

Ormai forte di ben due partite - entrambe vinte, per giunta - posso dire che questo titolo lo aspetto davvero con ansia e non vedo l’ora di metterci le mani sopra!

Materiali per il giocatore
Barrage è un cinghiale impegnativo e ben ambientato, che regalerà grande soddisfazione a chi ci si vorrà cimentare. Si tratta di un titolo pienamente nelle mie corde che unisce la necessità di un’attenta pianificazione a lungo termine alle difficoltà tattiche, queste ultime dettate da una mappa claustrofobica e da una risorsa fondamentale - l’acqua - da contendersi con gli altri giocatori.

Per quanto sono riuscito a vedere, è possibile vincere in una molteplicità di modi e seguendo diverse strategie;  il gioco rimane aperto fino alla fine, permettendo anche inattesi recuperi e colpi di mano, non disdegnando anche un’interazione diretta, fastidiosa ma mai permessa al solo scopo di dare fastidio: le azioni sono sempre molto costose e limitate, per cui non si faranno mai per puro “sfregio”, ma sempre e solo principalmente per “tirare acqua alle proprie dighe”.

Due parole sulla futura campagna e sulla realizzazione del gioco

Volevo spendere alcune righe sugli aspetti più “commerciali” che riguardano Barrage e che - non dite di no - interessano tutti quanti noi. Il titolo dovrebbe essere oggetto di una campagna Kickstarter da parte della Cranio Creations, la quale dovrebbe iniziare a metà ottobre e durare circa ventiquattro giorni. La consegna del gioco avverrà poco dopo la fine della campagna - al contrario di tanti altri kickstarter.

Le lingue previste comprenderanno l’inglese e, soprattutto, l’italiano! - oltre ovviamente a tutte le altre lingue desiderate dalle case che riusciranno a stringere un accordo commerciale.
Fase di gioco
Veniamo alle notizie più succose: il Kickstarter prevedrà un pledge unico con il gioco e tutti gli stretch goal sbloccati (che saranno dunque in tutte le copie). Sarà però anche prevista una mappa extra a pagamento che verrà realizzata in 3D, con un effetto “discesa” che, per il tipo di gioco, non vedo l’ora di provare. Il vantaggio di chi aderirà alla campagna sarà quello di pagare molto meno questa mappa ulteriore, di risparmiare sul gioco base e di avere tutto prima degli altri. il prezzo dovrebbe essere intorno agli ottanta dollari, ma è ancora da definire.

Per chi, come me, andrà a Essen ci sarà la possibilità di vedere e provare la versione definitiva del gioco, che è anche già presente su Tabletopia - ma ancora non per tutti e, comunque, senza la grafica finale.
Vi ho detto tutto ciò che so e spero vivamente che la campagna di raccolta fondi abbia un grande successo, in modo da permetterci di avere questo gioco con il maggior numero possibile di extra e i materiali più lussuosi. Io sicuramente non mancherò di prendere una copia - con tanto di mappa extra.

Restate sintonizzati.

Commenti

Già il tema mi piace, il gioco sembra bello-bello, mi mettono pure il gimmick della mappa a discesa 3d... pledge sicuro! :-)

In diretta dal paese delle streghe!

di risparmiare sul gioco base e di avere tutto prima degli altri. il prezzo dovrebbe essere intorno agli ottanta dollari

 

Per me col Kickstarter si pagherà più del retail, dove Cranio fa sempre grossi sconti dopo pochi mesi dall'uscita, e si riceverà più o meno allo stesso tempo dei negozi (come la gran parte dei KS non esclusivi). Il prezzo di 80 Euro è spropositato, come quello di Gaia Project, che dopo neanche un mese si trovava in giro a 60 (che già è un prezzo alto per un german).

Che dire? Il gioco mi intriga tantissimo, mente la campagna KS è poco più che una prevendita. Ormai ha francamente un po' stancato. Lo prenderò con calma in retail. 

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=gapsxever&numitems=10&text=none&images=small&show=recentplays&imagepos=center&inline=1&wishlistrank=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

Si, si, si...

qui mi ci tuffo dentro alla grande -

felicemente e con ambedue le scarpe, fradicie.

Oops , Ho quasi fatto un Haiku.

Il gioco sembra mooolto interessante, il prezzo (come qualcuno ha già fatto notare) è trooooppo alto.
Che dire? Tutto sta nel vedere a questo punto quali saranno le kickstarter exclusive. Perchè è vero che è cosa buona e giusta finanziare la campagna (senza la quale non si arriva alla pubblicazione) ma è anche vero che spesso paradossalmente chi acquista in seguito in retail ottiene le stesse cose ma spende di meno

Secondo me, dovrebbero fare uno sforzo offrendo in ks exclusive la mappa in 3D: farebbero felici i backers (cosa che si tradurrebbe da subito in bei soldoni e in pubblicità) mettendo poi in vendita la stessa solo a chi acquista dopo la pubblicazione

"Le lingue previste comprenderanno l’inglese e, soprattutto, l’italiano!"... musica per le mie orecchie

- m@ -
La perfezione nel design si ottiene non quando non c'è nient'altro da aggiungere, bensì quando non c'è più niente da togliere (A Saint-Exupéry)

di risparmiare sul gioco base e di avere tutto prima degli altri. il prezzo dovrebbe essere intorno agli ottanta dollari

 

Il prezzo di 80 Euro è spropositato

Se non fossero dollari. Il che vuol dire circa 60€.

 

9° Posto Torneo Gruppo Chimera D&D 3.5 @ ModCon 2005 Gruppo "Sulla sinfonia di un Bardo"
11° posto Torneo Gruppo Chimera D&D 3.5 @ ModCon 2006 "ALC - Associazione Ludica Campana"
1° posto Torneo Gruppo Chimera D&D 3.5 @ ModCon 2007 "Clan Drek&Drak"
1° posto Torneo Gruppo Chimera Pathfinder @ Play 2014 "Asciascalfita"
1° posto Torneo Gruppo Chimera D&D NEXT @ Play 2015 "Asciascalfita"

Bacini & Rock'N'Roll

di risparmiare sul gioco base e di avere tutto prima degli altri. il prezzo dovrebbe essere intorno agli ottanta dollari

 

Il prezzo di 80 Euro è spropositato

Se non fossero dollari. Il che vuol dire circa 60€.

 

se non fosse che giochi come orleans, marco polo, lorenzo, alta tensione li paghi 35/40 euro

di risparmiare sul gioco base e di avere tutto prima degli altri. il prezzo dovrebbe essere intorno agli ottanta dollari

 

Il prezzo di 80 Euro è spropositato

Se non fossero dollari. Il che vuol dire circa 60€.

 

Se non fosse che 80 Dollari, al cambio corrente, sono 65 Euro, a cui devi aggiungere i soliti 10 Euro di spese di spedizione.

Poi tutto è relativo, Barrage costa meno di un BMW serie 3.

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=gapsxever&numitems=10&text=none&images=small&show=recentplays&imagepos=center&inline=1&wishlistrank=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

35/40 per i succitati giochi li spendi ora.

Appena usciti costavano tutti dai 10 ai 15 in più.

Le leggi del mercato sull'hype sono impietose (e metà di chi se ne lamenta comprerà in ogni caso questo ed altri titooli al Day1, me compreso temo :p)

Si può scoprire di più su una persona in un'ora di gioco, che in un anno di conversazione. [Platone]

Ma il titolo è definitivo?

Ci sono giochi più vecchiotti con nome molto simile con BGG (dove non c'è comunque ancora una pagina dedicata ed è un peccato perché si potrebbero inserire già lì le prime impressioni)

Si può scoprire di più su una persona in un'ora di gioco, che in un anno di conversazione. [Platone]

Qualcuno lo ha provato al Play Modena?

Se non fossero dollari. Il che vuol dire circa 60€.

Facciamo circa 70€ (usando un cambio plausibile)

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare