Detective: intervista a Ignacy Trzewiczek per il Goblin Magnifico

BGG

Come autore è alla prima apparizione nella nostra selezione, ma come editore di Cry Havoc è il vincitore della precente edizione: conosciamo meglio Ignacy Trzewiczek ed il suo Detective.

 

Interviste
Premi e Riconoscimenti

10 Domande a Ignacy Trzewiczek 

1) Dicci qualcosa su di te: che tipo di giocatore sei? Dicci quali sono i tuoi giochi preferiti (non fatti da te).


Tavoli di Play con Tania e renberche
Tavoli di Play con Tania e renberche
Mi piacciono tutti i tipi di giochi - mi piacciono i giochi di ruolo e, parlando di giochi da tavolo, ho nella mia collezione tutti i tipi di boardgame. Mi piacciono i wargame della GMT, mi piacciono gli strategici euro come Lewis & Clark, i party game come Decrypto o Jungle Speed! Quelli che adoro sono i giochi con forte interazione e discussione al tavolo, come Bohnansa, Mall of Horror o Resistance!


2) Detective ha un forte vena narrativa. Hai assunto uno scrittore professionista?


Abbiamo assunto Przemysław Rymer per scrivere la storia. È un mio vecchio amico, un giocatore di ruolo di lunga data. Non è uno scrittore professionista, ma ha sicuramente un talento per diventarlo.

3) Sherlock Holmes Consulente investigativo può essere considerato il padre putativo di Detective? Lo hai provato?  Cosa hai voluto mantenere (e cosa cambiare) di questo vecchio classico?

Certamente, ho giocato a Sherlock Holmes ed è stata la mia fonte di ispirazione per creare Detective. Adoro quel gioco. Con Detective ho voluto dare più struttura al sistema. Per quanto mi piacciano la storia e l'aspetto narrativo, ho voluto realizzare un gioco più guidato dalle regole e dalle meccaniche.  Per questo abbiamo aggiunto il tempo, il movimento sulla mappa, le abilità e altre cose.


4) Riguardo a Detective: lo giochi con delle meccaniche da boardgame, lo vivi come un libro-game, più del tempo lo passi a guardare un tablet. Quindi cos'è ? Tutte queste cose assieme? Nessuna di esse? Una nuova forma di intrattenimento?


Detective: tavoli di Play
Detective: tavoli di Play
L'integrazione con il sito web Antares è stata introdotta nel gioco come strumento per coinvolgere i giocatori. Vogliamo che si sentano dei veri detective che cercano di risolvere il caso. Volevamo creare un'esperienza di vita reale con la ricerca nel database della polizia, la ricerca di sospetti, la lettura di documenti, file ecc. Quindi l'intera integrazione con la tecnologia era guidata al 100% dal tema del gioco. Non lo avremmo fatto se il tema fosse stato diverso.

5) Abbiamo letto il tuo post "One print era". Qual'è la cosa più amara per questa attitudine: non avere ristampe di buoni vecchi giochi, oppure il rischio di fallire con le nuove uscite, per il basso hype?


E' veramente difficile al giorno di oggi. Spendi  mesi per realizzare il tuo gioco, fai del tuo meglio per avere il migliore prodotto possibile, e poi - a causa di un mercato così inflazionato-anche un minimo errore o un colpo di sfortuna al rilascio può ammazzare il gioco: il mercato non ti darà una seconda oppurtunità.


6) Quest'anno è stato pubblicato un altro gioco investigativo, che fa uso di un'app e di un lettore QR: Chronicles of Crime. Lo hai provato? Quali sono, secondo te, le principali differenze tra i due giochi? E che tipo di giocatore preferirà l'uno o l'altro?

Detective: tavoli di Play
Detective: tavoli di Play
Si, lo ho giocato, è stato pubblicato da un mio amico! Le due case editrici (Portal Games e Lucky Duck si trovano a 50 km di distanza:)
Chronicle of Crimes è un grande gioco investigativo e fa un utilizzo azzeccato di una nuova tecnologia. Le differenze sono tante, a partire dalla difficoltà. Chornicle of Crimes è più un gioco per famiglie, per risolvere un caso ci vuole circa un'ora ed è più adatto a ragazzi. Di contro Detective è un investigativo piuttosto serio, ogni caso dura circa  tre ore, gli argomenti sono cupi e le tematiche più da adulti; ogni caso si incastra realizzando una campagna epica.


7) Detective si sviluppa in un'unica grande storia in cinque puntate? Esiste un modo unico per raggiungere la soluzione o più possibilità?
Pensi che ci siano chiari indizi che permettono ai giocatori di identificare schemi giusti e sbagliati o è un gioco più intuitivo (piuttosto che deduttivo)? 


Non c'è un percorso perfetto per risolvere il gioco.  La genialata di questo sistema consiste nel fatto che ogni carta ha un indizio (175 carte complessive). Il numero di possibili combinazioni tra loro e il modo in cui i giocatori potranno arrivare agli indizi e ciò che ne deducono è quasi infinito. Ogni gruppo gioca in modo diverso, riceve carte diverse, carte in ordine diverso,  e quindi arriva alla soluzione in modo diverso.


8) In tutti i tuoi giochi i meccanismi sono strettamente collegati al tema, risultando in un gameplay tematico. Parti dal tema o dalla meccanica quando crei i tuoi giochi? E in particolare, come hai avuto l'idea di Detective e come si è sviluppato?


Nella maggior parte dei casi parto dalla tematica, per Detective è abbastanza ovvio: ho giocato a Sherlock Holmes, ho visto la serie televisiva True Detective e sapevo di avere un nuovo gioco su cui lavorare. Lentamente è iniziato il lavoro di sviluppo: ci sono voluti più di  due anni dalla prima idea al prodotto finale.


9) Hai giocato agli altri 7 titoli della nostra selezione? (18Lilliput,  Blackout: Hong Kong, Detective, Rising Sun, Root, Teotihuacan, Tokyo Metro, Underwater Cities). Qual'è il tuo parere?


Certamente. La Portal Games ha pubblicato in Polonia Detective, Rising Sun, Root, Teotihuacan and Underwater Cities. Quindi, come potete vedere, abbiamo assolutamente apprezzato la maggior parte dei giochi selezionati, al punto di decidere di localizzarli.
Dovendo sceglierne uno dico Underwater Cities: un fantastico euro.


Empires of the North: copertina
Empires of the North: copertina
10) A quali nuovi giochi stai lavorando? Parlaci un po' dei tuoi progetti futuri.
Ho appena finito di lavorare a Empires of the North. SI tratta di un nuovo gioco nell'universo di Imperial Settlers. Sarà rilasciato ad Agosto, alla Gen Con. Il gioco si basa sulla costruzione di un motore, con sei differenti fazioni e una tonnellata di possibili combinazioni e modi per vincere. Sono molto orgoglioso di questo design e credo fermamente che i fan dei coloni imperiali di base avranno una sorpresa con questo nuovo gioco di carte.

Ringraziamo Ignacy per questa piacevole chiacchierata e aspettiamo di giocare al suo nuovo Empires of the North.
 

Intervista originale in Inglese

 1) Tell us something about you: what kind of player are you? Tell us  your favourite games (not made by you)
I love all kind of games - I play RPG, miniature games, board games, and  speaking of boardgames, I have in my collection all kinds of boardgames - I love GMT war games, I love euro strategy games like Lewis & Clark, I love party games like Decrypto or Jungle Speed! My beloved games are games with strong interaction and table talk, like Bohnansa, Mall of Horror or Resistance!

2) Detective has a strong narrative mood. Have you hired a professional writer?
We hired Przemysław Rymer to write the story. He is my old friend, he is long time RPG player. He is not professional writer, but he definitelly has a talent to become one.

3) Sherlock Holmes Consulting Detective can be considered the father  of Detective. Have you played it? and what did you want to mantain  (and what to change) of that old classic?
Yes, I played Sherlock Holmes and it is indeed the source of my inspiration to create Detective. I absolutely love that game. With Detective I wanted to add more structure to the system. Although I love narration and story, I felt I want to make my game more rules and structure driven. That's why we added time rules, movement on the board, skills and few other rules.

4) Detective: you play it with board game mechanics, you live it like a crossroads book, you spend more than half of your time looking at a  tablet. So what is it? Al theese things together? None? A new form of entertainment?
The integration with Antares website was introduced to the game as tool  to immerse players. We want them to feel like a real detectives trying  to solve the crime. We wanted to create real life experience with searching police database, looking for suspects, reading documents, files etc. So the whole integration with technology was 100% driven by  the theme of the game. We would not go for it, if the theme was different.

 5) We read your "One Print Era" post. What's the most sad thing about this attitude: non reprint for old good games, or the risk of failure for new ones, due to low hype?

It's really difficult these days. You spend months of work designing the game, you do your best to create the best game possible and then - because market is so crowded - even a small mistake or bad luck during release may kill the game, the market won't give you a second chance.

6) There is another investigation game this year, which uses app and  QR codes: Chronicles of Crime. Have you played it? Which are the main differences between these two games, in your opinion and what kind of players could prefer one or the other?

Yes, I played it. It is published by my friend! Both companies (Portal Games and Lucky Duck Games) are located about 50 km apart! :)
Chronicles of Crime is a great investigation game and it uses new technology very smart! As for differences, there is many, the most obvious are difficulty. Chronicles of Crime is more familiy oriented, to solve one case you need about an hour and is more kids friendly. As with Detective, this is pretty serious investigation, the game takes about 3 hours, the theme is dark and very adult oriented and each case builds up creating one epic campaign.
 

7) Detective is one single big story in five episodes. Is there a single straight way to reach the solution or multiple possibilities? 
 Do you think there are clear clues for the players to identify right  and wrong patterns or is it a more intuitive game (rather than  deductive)?
There is no one perfect way to solve the game. The whole brilliance of this system is set in the fact that every card in the game (175 cards) has a clue. The number of possible combination between them and the ways  how players will get to the clues and what they deduct out of it is almost infinite. Each group plays different, gets cards in different order, different cards, and then gets to solution in a different way.

 8) In all your games mechanisms are strictly linked to the theme,  resulting in a thematic gameplay. Do you start from theme or  mechanics, when creating your games? And specifically, how did you have the idea of Detective and how it develop?
In most cases I start with the theme. For Detective it was pretty obvious - I played Sherlock Holmes, I watched True Detective TV Show and I knew I have a game to design. Slowly the work began. It took more than 2 years from the first idea till the finished product.

9) Did you played the other seven games in the selection (18Lilliput,  Blackout: Hong Kong, Detective, Rising Sun, Root, Teotihuacan, Tokyo Metro, Underwater Cities)? What do you think about them?

Yes, absolutely. Portal Games publishes in Poland Detective, Rising Sun, Root, Teotihuacan and Underwater Cities, so as you can see most of the games nominated we absolutely adore and decided to do their local editions! :)
My personal pick would be Underwater Cities. Amazing euro game.

 10) What new games are you working on? Tell us something about your future projects.

I just finished working on Empires of the North. This is new game in the world of Imperial Settters. It releases in August during the Gen con. It's engine building game, with six unique factions in the box, a ton of cool combos and ways to win the game. I am very proud of this design and I strongly belive fans of basic Imperial Settlers will have a treat with this new card game.
 

Commenti

è sempre un piacere leggere le interviste a Ignacy.

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

Ebbravo Ignazio.

Ora trovati uno che ti revisioni i regolamenti e sei al top! :D

La configurazione tattica eccellente, dal punto di vista strategico, consiste nell’essere privi di configurazione tattica.
Quando si è senza forma, neanche gli agenti segreti sono in grado di spiarci, né gli uomini più intelligenti di tramare progetti.

Ohhhh....finalmente un autore con il quale, per gusti di gioco e pure serie TV, avresti il piacere di prendere una birra e fare una chiacchierata..

I giochi non si leggono; si giocano.

Esiste una sola storia. La più antica. Un signore oscuro contro un barbaro, un nano, un elfo ed un mago.

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare