Kalcio d'inizio! I Kickstarter sui giochi da tavolo di inizio Maggio '19

Kalcio Maggio

Se "Aprile e maggio son la chiave di tutto l'anno", sarà un 2019 ricco di KS...

Notizie
Giochi

Cari amici e amiche pelleverde,
mentre Thanos[...] e il Trono di Spade [...], noi continuiamo a mostrarvi cosa succede nelle varie piattaforme di crowdfunding...

Partiamo: Kalcio d'inizio!

Zoocracy

Genere: controllo area, Bluff, negoziazione, politica.
Partenza / Scadenza / Consegna stimata: 15 Aprile / 07 Maggio / Settembre 2019.
Costo pledge base / EU Friendly: €34 (spese di spedizione €8) SI  Link KS
Autore / Editore:
Simon Haas / Haas games
Dipendenza dalla lingua: Limitata al regolamento ma è prevista un'edizione PDF in Italiano.
Il gioco in pillole: Chiunque si aspetti da Zoocracy un gioco puccioso sugli animali rimarrà profondamente deluso. Questo è un gioco sporco di politica, alleanze, giochi di potere e promesse non mantenute. Siamo nel parlamento degli animali ed i giocatori non rappresentano un tipo di animale, ma uno dei 6 partiti che si danno battaglia per spartirsi il potere e l’approvvigionamento del cibo dello Zoo. Per farlo dovremo accaparrarci i voti degli animali dello zoo, offrendo loro più cibo degli avversari. Ogni gabbia ha un numero di voti che verranno destinati al partito che avrà saputo spendere meglio il proprio cibo per portare gli animali presenti dalla propria parte. Conteggiati i voti si determina quanti seggi ognuno possiede e si comincia la danza delle alleanze. Difficilmente un giocatore avrà una maggioranza tale da poter formare un governo e dovrà cercare l’appoggio di altri giocatori facendo promesse (non vincolanti) e spartendo cariche. I partiti di governo possono portare avanti i loro programmi ed in questo modo accumulare i punti necessari a vincere il gioco. Le votazioni si tengono ogni turno pari e bisogna usare con saggezza i turni tra le elezioni per formare alleanze, manipolare gli avversari per trionfare nelle elezioni successive, giocando carte che permettono di spostare il cibo nello zoo e di conseguenza influenzare i voti. In questo gioco si respira l’aria che appartiene ad uno dei miei giochi preferiti “Junta”; la necessità di alleanze scomode, di “bizzarri compagni di letto”, di promettere ma mantenere solo il necessario per conservare un’impressione di affidabilità, lo rendono interessante per giocatori che amano la discussione e la diplomazia. Volpi e serpenti, non leoni o cani fedeli.  Sconsigliatissimo a chi porta il gioco fuori dal gioco, e mentre va a casa rimugina su quel grandissimo struzzo che gli ha voltato le spalle al giro finale.
Per saperne di più:  Clicca qui!

Stoppardi

Paradise Lost

Genere: piazzamento lavoratori, deduzione, asimmetrico.
Partenza / Scadenza / Consegna stimata: 09 Aprile / 10 Maggio / Novembre 2019.
Costo pledge base / EU Friendly: $59 (spese di spedizione $13) SI  Link KS
Autore / Editore: Thomas Butler
Dipendenza dalla lingua: Moderata.
Il gioco in pillole: La malvagia Strega dell’acqua ha sradicato i più grandi eroi dalle loro epopee per farli rivivere e combattere le loro nemesi. Costei è convinta che se i più grandi eroi dovessero perire questo cambierebbe la realtà ed il mondo potrebbe essere conquistato. La Strega ha scelto un suo personale campione ed i giocatori dovranno dedurre quale sia e quale arma sia necessaria per eliminarlo. Come nel miglior Cluedo due carte raffigurati il cattivone e l’arma vengono selezionate ad inizio gioco e nascoste dentro una busta. Viaggiando per il tracciato svolgeranno le azioni disponibili nella casella di arrivo, interrogheranno oracoli e cercheranno di farsi un idea di come procedere ed infine affrontare la malvagia Strega. Sinceramente mi aspettavo di più mentre scorrevo la pagina del KS; ma alla fine è un gioco in cui le idee sembrano essere più nascoste delle carte da scoprire. Sinceramente non ho visto tra le pieghe del regolamento o dei vari video on line nulla che valga i soldi chiesti.
Per saperne di più: Clicca qui!

Stoppardi

Maquis

Genere: piazzamento lavoratori, solitario.
Partenza / Scadenza / Consegna stimata: 08 Aprile / 06 Maggio / Dicembre 2019.
Costo pledge base / EU Friendly: $24 (spese di spedizione $05) SI  Link KS
Autore / Editore: Dustin Culbertson/Side room Games
Dipendenza dalla lingua: Moderata.
Il gioco in pillole: Nel cuore della Francia occupata dall’esercito nazista il nostro cuore impavido non si piega, ed un piccolo gruppo di combattenti per la libertà lotta contro l’invasore. Ma nonostante il gruppo di pedine a nostra disposizione saremo soli… Si perché il gioco proposto dalla Side Room è studiato per una lotta contro la milizia da fare in solitario. A nostra disposizione un manipolo di meeple che andranno posizionati nelle varie aree della città francese per svolgere le attività disponibili; che variano dal recupero di risorse al reclutamento di altri agenti della resistenza. La cittadina è però presidiata dalle truppe naziste che vengono piazzate usando delle carte realizzate ad uopo. Se uno dei nostri fedelissimi dovesse imbattersi in una pattuglia verrebbe arrestato e rimosso dal gioco. Ma non basta sfuggire alle pattuglie, una volta effettuata l’attività il ribelle dovrà avere una strada libera per raggiungere il rifugio, pena anche qui la cattura e la sparizione. Quando avremo completato due missioni pescate a caso da un mazzetto di 11 avremo vinto; se dovessero arrestare tutta la resistenza, il morale della città dovesse precipitare o arrivasse il 15° turno avrebbero vinto i cattivi. Se cercate un capolavoro di ingegno allora Maquis non fa al caso vostro. Il fattore caso, incarnato dalla pesca delle carte Pattuglia, è abbastanza alto. Ma se volete un passatempo da fare da soli ed in relativamente poco tempo, con in più un prezzo più che abbordabile, potrebbe meritare un pensierino.
Per saperne di più: Clicca qui!

Stoppardi

Bloodborne: The Board Game

Genere: cooperativo, deck building, poteri variabili, mappa modulare
Partenza / Scadenza / Consegna stimata: 23 Aprile / 15 Maggio / Maggio 2020
Costo pledge base / EU Friendly: $100 (Spese di Spedizioni $30) / si Link KS
Autore / Editore: Eric M. Lang, Michael Shinall / CMON Limited
Dipendenza dalla lingua: alta
Il gioco in pillole: “oh sì… Il Sanguesmunto” Così inizia il gioco per Ps4 e signori che avventura… Ora però ritorniamo nella pericolosa Yharnan grazie alla CMON nel suo ennesimo Kickstarter. Adesso non vi starò a tediarvi con il gameplay, visto che sul forum un audace cacciatore/goblin ha praticamente tradotto i video fatti dal designer del gioco! Sarà questa la nuova gallina delle uova d’ oro del nostro colosso Kickstarter “preferito” ? Secondo me ne ha le potenzialità. Il gioco sembra davvero valido. Un bel twist sui soliti dungeon crawler unendo alla meccanica del deck-building in un modo davvero interessante. Però il progetto è in mano a CMON, quindi inutile dirlo ci saranno Add-on e inutile dirlo il prezzo del pledge salirà alle stelle. Ne varrà la pena? Se siete appassionati di Bloodborne e/o di dungeon crawler probabilmente la risposta è sì. Sennò solo il tempo darà la risposta e vediamo che cosa mamma CMON avrà in serbo per noi!
Per saperne di più: Clicca qui

Ueki

Daimyo's Fall - Dice Tuners

Genere: dadi, poteri variabili, gestione mano
Partenza / Scadenza / Consegna stimata: 30 Aprile / 10 Maggio / Gennaio 2020
Costo pledge base / EU Friendly: €37 (Spese di Spedizione €10) / Si Link KS
Autore / Editore: Enrica Fincati, Francesco Simioni / Axis Mundi
Dipendenza dalla lingua: media
Il gioco in pillole: nuovo gioco ambientato nel mondo di Daymio’s Fall ,ma questa volta in salsa dadi! Voi vi chiederete, che c’è di nuovo nell’ennesimo titolo con dadi, carte e scontri? Forse le squisite illustrazioni? Non solo! Infatti in Dice tuners esiste un twist interessantissimo: La posizione dei giocatori conta! Infatti ogni giocatore avrà a disposizione delle manovre che gli permetteranno di interagire con il combattenti a destra, sinistra o di fronte! A tutto questo si aggiungono delle bellissime mosse speciali che permetteranno di guadagnare un sacco di punti agli eroi. Questo porta al secondo twist interessante…I giocatori non vincono uccidendo i nemici in battaglia, bensì totalizzando punti vittoria! Diciamocelo Daimyo’s Fall sembra un gioco interessante, gli darete una possibilità?
Per saperne di più: Clicca qui

Ueki

Shardhunters - The Card Game

Genere: Gestione mano , push your luck
Partenza / Scadenza / Consegna stimata: 2 Aprile / 10 Maggio / Agosto 2019
Costo pledge base / EU Friendly: £10 (Spese di Spedizione £4) / Si Link KS
Autore / Editore: Balázs Bodnár / Lycan Studio
Dipendenza dalla lingua: regolamento in italiano disponibile
Il gioco in pillole: Shardhunter si presenta come un gioco velocissimo e facilissimo. Le regole sono proprio due e l’ambientazione ha quel non so che di magico che solo il dark fantasy sa regalare. Ogni giocatore dovrà cercare di vincere delle cacce per poter acquisire dei preziosi frammenti di sangue che permetteranno l’assunzione nella taverna di potenti eroi. Il giocatore che vincerà una caccia mentre possiede 5 eroi è il vincitore. Da regole semplici derivano grandi possibilità (?) e in shardhunter sembra possibile avere sia un gioco semplice sia un gioco avvincente per tutti i giocatori!
Per saperne di più: Clicca qui

Ueki

Return to Ravingspire

Genere: dadi , cooperativo, Gioco di Ruolo
Partenza / Scadenza / Consegna stimata: 16 Aprile / 16 Maggio / Dicembre 2019
Costo pledge base / EU Friendly: $62 (Spese di spedizione $12 ) / Si  Link KS
Autore / Editore: Vorpal Chainsword Games / Vorpal Chainsword Games
Dipendenza dalla lingua: alta
Il gioco in pillole: Return to Ravingspire è un titolo in cui i giocatori impersoneranno degli eroi durante il loro viaggio nella Torre di Ravingspire mentre tentano di superare gli ostacoli con forza, magia o astuzia. Di fatto forza, magia e astuzia sono i tre concetti chiave del gioco e chi meglio ne è la incarnazione se non un Barbaro , un ladro e un mago runico ? Beh nessun altro ovviamente! In return of Ravingspire i giocatori sceglieranno personaggi di una delle tre classi, e tirando un sacco di dadi dovranno determinare se supereranno o meno uno scontro. Tutto questo con l’opzione anche di schivare lo scontro in favore dei pericolosi portali dimensionali. Nell’ascesa della
torre intanto i giocatori potranno potenziare i loro eroi con abilità e tesori, fino a che non arriveranno all ultimo piano, dove troveranno uno dei tre padroni della torre!
Per saperne di più: Clicca qui

Ueki

Hostage Negotiator: Career

Genere: dadi, gestione mano, legacy
Partenza / Scadenza / Consegna stimata: 30 Aprile / 18 Maggio / Marzo 2020
Costo pledge base / EU Friendly: $40 (Spese di Spedizioni $15) / sì  Link KS
Autore / Editore: A. J. Porfirio / Van Ryder Games
Dipendenza dalla lingua: alta
Il gioco in pillole: Hostage negotiator si tinge “finalmente” della meccanica legacy. Per chi non lo conoscesse vi rimando alle recensioni di Rosengald per il base e di phalanx per quella che di fatto è la seconda stagione . Partiamo però subito dai lati negativi. Non potete pledgiare Career così su due piedi, ma dovete possedere già la maggior parte dei vecchi contenuti di Hostage negotiator per giocarci… Scelta buona o cattiva che sia, non preoccupatevi sul Ks potrete prenderli tutti! In questa campagna legacy, che si dipanerà nel corso di più anni i giocatori oltre ai vari criminali dovranno “affrontare” eventi personali, eventi lavorativi e lo stress che solo quella professione sa
offrire. Diciamocelo se vi piaceva Hostage negotiator e vi serviva una scusa per recuperarlo tutto Career ve la “offre” gentilmente ! Se invece non vi piaceva… Beh… questo NON è sicuramente un entry level interessante!
Per saperne di più: Clicca qui

Ueki

Runes & Regulations: A Game of Suburban Sorcery

Genere: collezioni set, gestione mano.
Partenza / Scadenza / Consegna stimata: 16 Aprile / 15 Maggio / Novembre 2019.
Costo pledge base / EU Friendly: $29 (spese di spedizione $5) Si  Link KS
Autore / Editore: Ramy Badie
Dipendenza dalla lingua: Moderata.
Il gioco in pillole: Un altro rapido gioco di carte dal quel ragazzaccio di Ramy Badie; il creatore di Unstable Unicorn ora ci riprova con la doppia R. Tutti noi abbiamo sognato da ragazzini di avere mostri fantastici in giardino da mostrare nostri amichetti vicini e farli morire d’invidia. Se riusciremo a evocarne 5 vinceremo, sembra facile, ma i nostri vicini invidiosi stanno cercando di fare la stessa cosa. E le nostre creaturine fatate possono essere soggette a potenti incantesimi che le possono trasformare in cespugli, distruggere o addirittura rubare (maledetti vicini). Ovviamente venderemo cara la pelle e cercheremo di rendere pan per focaccia. Come se non bastasse la HOA (associazione dei proprietari di casa) imporrà delle regole nella gestione dei rapporti con il vicinato. Ci si può sfidare in 4 con la scatola base, ma aggiungendo l’espansione Nefarious Neighbor (un'altra doppia) la rissa può arrivare a 8 giocatori. La grafica è accattivante e la semplicità del gioco ne fa un filler interessante. Se non avete problemi con la lingua Inglese fateci un pensierino.
Per saperne di più: Clicca qui

Stoppardi

Kalcio d'angolo

Najve propone una minuziosa descrizione, per chi fosse ancora indeciso riguardo l'ultima opera di Lacerda.

ON MARS : QUANTO È COMPLESSO COLONIZZARE MARTE ?

Come nasce

L’umanità, nell’anno 2037 d.c., ha pensato bene che era ora di arrivare su Marte ed esplorare il pianeta rosso. Eppure non è la NASA, bensì il D.O.M.E. (acronimo per Dipartimento delle Operazioni e delle Esplorazioni su Marte), istituito dalle Nazioni Unite subito dopo l’attracco sul pianeta con rover senza equipaggio. Si forma, così, finalmente un vero e proprio campo base, nella sua forma primordiale, dal quale partiranno e verso il quale saranno dirette tutte le operazioni delle varie compagnie private dedite alla creazione di una colonia autosufficiente sul pianeta rosso. Ebbene, qui il giocatore (da 1 a 4) entra in campo (o meglio nello spazio!), vestendo i panni di capo-astronauta che, quale pioniere coraggioso e scientificamente provetto, darà inizio allo sviluppo coloniale, cercando di soddisfare le richieste e gli obiettivi della propria multinazionale privata, sanciti nella c.d. agenda privata… ma senza dimenticare quelli ben definiti dal D.O.M.E.

La colonizzazione, come ben potremmo immaginare dopo aver letto libri e visto film (e, magari, aver giocato a tanti giochi da tavolo di terra-formazione!), dipenderà, almeno inizialmente, da ciò che riusciremo a procacciare e portare su Marte dalla Terra, viaggiando spesso dallo spazio al pianeta rosso … e viceversa. Con il tempo, la pratica e il soddisfacimento di varie esigenze per la sopravvivenza, ci si potrà dedicare alle attività produttive della colonia di nuova formazione, riuscendo nella costruzione, dapprima, di estrattori d’acqua, rifugi e fabbriche di ossigeno, poi di generatori d’energia, serre e miniere… insomma, ribadiamo, l’obiettivo focale è quello di staccare definitivamente il cordone ombelicale (cibo, aria e acqua) che lega la colonia alla Terra!

l’autore

 

Cosa vi posso raccontare di Vital Lacerda... mh… aspettate, meglio, vi faccio un piccolo ed esaustivo elenco:

 


Adesso ci porta sul pianeta rosso, lanciandosi in un ulteriore ed affascinante argomento, totalmente nuovo, per quanto sinora trattato nelle sue precedenti opere.

due chiacchiere sul regolamento

Il gioco si sviluppa su vari rounds, ognuno composto da due fasi distinte: la Colonizzazione e lo Shuttle; anche se è doverosa, già ora, una ulteriore distinzione delle azioni possibili sulla superficie o in orbita (da tenere a mente, insomma, le parti sottolineate!).

Durante la Fase di Colonizzazione i giocatori sceglieranno il proprio “turno” di gioco, durante il quale svolgeranno poi le azioni, che saranno o meno disponibili a seconda se l’astronauta-capo (leggasi il giocatore) deciderà di operare sul lato dei turni:

  • in orbitaacquisizione progetti e tecnologie, sviluppo tecnologie, recupero rifornimenti;
  • sulla superficie : costruzione edifici (per il tramite di simpatici robottini!), potenziamento edifici tramite i progetti acquisiti, reclutamento scienziati, recupero nuovi contratti, accoglienza di astronavi, esplorazione del pianeta (grazie al piccolo rover in legno in dotazione dalla D.O.M.E.) per racimolare le risorse sparpagliate nel deserto rosso.

Nell’ultima fase, quella denominata convenzionalmente SHUTTLE, i giocatori potranno viaggiare tra la colonia e l’orbita…

In sostanza, il gioco, in generale, si basa sul recepimento di quattro concetti fondamentali: Ordine di Turno, Correlazione delle Azioni, Metodologia della Costruzione e Conseguimento degli Obiettivi.

ORDINE DI TURNO: i giocatori fuori Marte giocheranno per primi ed avranno accesso ad azioni diverse, rispetto a chi sarà sulla superficie.

AZIONI CORRELATE: ogni azione è strettamente connessa con un'altra, esempi sono ottenere tecnologie e costruire edifici, oppure ancora ottenere progetti e aggiornare edifici.

COSTRUZIONE: I vari edifici che si andranno a costruire su Marte non risultano da un semplice pagare risorse e costo azione, bensì essi sono connessi l’un l’altro, permettendo una crescita costante e regolare della colonia (i rifugi hanno bisogno di ossigeno, il generatore di ossigeno necessita di serre, queste ultime richiedono acqua, che viene a sua volta estratta dal ghiaccio di Marte tramite la produzione di energia, che ha bisogno dell’estrazione di minerali…. che richiedono la forza lavoro!)

OBIETTIVI: Nel corso della partita, ovviamente, per i colonizzatori non potevano mancare degli obiettivi da perseguire e completare… portate a termine tre missioni a cui tutti contribuiscono, il gioco termina: quindi, attenzione, sta ad ogni giocatore (in questo falso collaborativo o semi-cooperativo) far attenzione a quando decidere se portare a termine il gioco in quel momento, o attendere… (sorgono piccole reminiscenze a Terraforming Mars e quella volta che l’avversario attendeva, invano, che io piazzassi l’ultimo oceano!).

Ovviamente, durante la partita si raccoglieranno, comunque, i famigerati PUNTI OPPORTUNITÀ. Alla fine chi ne ha guadagnati di più, sarà il SOLO vincitore!

Infine, bisogna comunque dar merito a piccole regolette che permettono una efficace, attenta ed, in un certo qual modo, diretta interazione tra i giocatori, grazie alla possibilità di usare tecnologie e progetti altrui, ovviamente permettendo al proprietario di ricevere dei benefits (ciò, da aggiungersi alla lotta per le risorse sul pianeta ed alla corsa agli spazi di costruzione).

… come è stato accolto …

Immaginate come può essere accolto un titolo di Lacerda… leggendo, infatti, l’elenco precedentemente stilato delle sue produzioni, vi è sempre un certo seguito di giocatori da tavolo che non attendo altro, come a capodanno le ore 00.00, per festeggiare e lanciarsi nella campagna di crowfunding a capofitto, sicuri del successo del titolo, per la sola firma dell’autore. Altri (e devo dire abbastanza!), invece, hanno preso con le molle questa ultima fatica di Lacerda, almeno nei primi giorni del lancio della campagna, arrecando forti dubbi sulla complessità del gioco (in realtà, bisognerebbe dire dei giochi di Lacerda!). A tal proposito, mi viene da fare una piccola comparazione, con cui mi ritrovo nettamente ed alla quale mi limiterò, anche perché la mia opinione, ovviamente, deriva dallo studio del regolamento che è stato pubblicato e dalle differenze rispetto ai titoli già usciti che sono riuscito a testare; infatti, su BGG, il valore di complessità che viene riportato per ON MARS è di 4.17 su 5 … che, paragonato ai titoli precedenti fa pensare in positivo, senza lasciare spazio a particolari paure:

Lisboa – 4.52 / Kanban – 4.33 / Vinhos – 4.20 / CO2 – 4.05 / The Gallerist – 4.27 / Escape Plan – 3.68

il prezzo e la convenienza del KS

Su GiochiStarter, per la versione ITALIANA (per quanto una versione localizzata possa contare, visto che di testo in gioco non vi è nulla di assolutamente rilevante!) si spendono circa 98 euro, con spedizione compresa… il prezzo (si è vero!) fa un po’ paura, ma vi consiglio di dare uno sguardo a ciò che si sta sbloccando come SGs, perché la roba e la qualità dei materiali… beh… superano, a mio parere, molti di quei giochi con miniature.

Conclusioni.

Cosa dire, infine, su ON MARS…

La possibilità di avvicinarsi ad un gioco di Lacerda, per quanto Egli possa o meno essere apprezzato dai giocatori (ribadisco che non rientra comunque tra i miei autori preferiti!), passa sicuramente da questo titolo, rispetto ad altri, per la gestibilissima complessità e la enorme prospettiva che il regolamente lascia presupporre per quanto attiene alla profondità di gioco. A maggior ragione, se vi è chi è molto affezionato o attratto dalla tematica scelta della colonizzazione di Marte, a cui tanti ci hanno anche cercato di assuefare.

Inoltre, posso dirvi che non è affatto da sottovalutare l’annuncio di una espansione, con lancio sulla piattaforma di crowfunding prevista per il 2020, che renderà effettivamente anche collaborativo l’intero gioco.

 

 

 

 

 

Fischio Finale!

Kickstarter ha sospeso due progetti della Kolossal Game (Kami-Sama, Western Legend etc.) perché  aveva troppe campagne non ancora consegnate. Di questi due progetti uno, Hunt the Ravager, era appena partito ma l'altro, Papillon, era già finanziato con $87.000 su $10.000 richiesti, cosa che è risultata molto strana a tutti. Che finalmente KS incominci ad applicare le sue stesse regole, con tutti, senza escludere le grandi case? ...Bha... Pleggiate a modino, sempre che non vi cancellino il progetto!

Da Gotcha & Stoppardi, Ueki, Najve

 

Nota: fonte delle informazioni sono principalmente BGG & KS, siamo disponibili alla rimozione nel caso fosse richiesto dai rispettivi autori. Le date di inizio/fine dei progetti e/o i valori di pledge minimo / spese di spedizione e tasse doganali possono essere oggetto di variazione senza preavviso da parte dei promotori dei progetti, la redazione declina qualsiasi responsabilità per incauto pledge in merito.

Commenti

AIUTO! qualcuno mi aiuti.. sono morso dai dubbi per bloodborne!

In particolare, i miei dubbi sono questi. Per me, bloodborne è una pietra miliare dei vg, un titolo assolutamente imprescindibile e che mi ha regalato momenti meravigliosi. Nel giocarlo, attraversando i vari livelli, mi sembrava davvero di vivere un viaggio meraviglioso in un mondo da incubo.. top assoluto.

QUando uscì il gioco di carte ero felicissimo, ma poi vedendo che era minimo per 3 lasciai perdere. Poi BOOM! annunciato il gioco da tavolo. Ovviamente sono scattato e ho pleggiato l'early bird, ma, adesso... qualche dubbio mi viene.

Infatti, hanno lanciato, oltre alla quest principale, altre tre quest accessorie, e per alcuni ne usciranno altre ancora: ebbene, le quest accessorie sono indipendenti, quindi non è stata progettata una unica grande campagna che allacciasse i fili di tutte le singole quest. Qui, per alcuni, è meglio, perché non vogliono un copia incolla del videogame. Se da un lato possono aver ragione, dall'altro nessuno vieta di collegare tutte le quest ma con un filo narrativo coerente ma diverso da quello del videogioco.

Il mio dubbio pertanto è se comprare tutto (per me sarebbe una assoluta eccezione visto proprio che si tratta di BB, purtroppo non navigo nell'oro e farei altre rinunce), oppure tenere solo il pledge base (che dà diritto a una serie di stretch goal, alcuni esclusivi ks), oppure aspettare il retail (con ciao stretch goal ks esclusivi ma però col plus dell'italiano).

A questo punto mi si potrebbe rispondere: "eh, bravo. deciditi e non rompere". E si avrebbe pure ragione :) Però se qualcuno si sente di condividere il suo punto di vista ne sarei molto contento!

EDIT: ho sostituito alla parola CAMPAGNA la parola QUEST, per evitare malintesi sul fatto che sia possibile far crescere il proprio personaggio tra una partita e l'altra (aspetto di cui non sono sicuro)

Ohilà,  ho fatto il pezzo di bloodborne praticamente appena ha ragginuto il 100% , quindi capisci che hai un compagno di hype ! A me sinceramente una cosa dà fastidio ... Non c'è un video di gameplay di una partita seria, ma solo spezzoni... Ok capisci il gioco ( c'è anche il regolamento però), ma non si riesce a capire bene come girerà la partita... Io per esempio se non uscirà un video di gameplay serio è già tanto se rimango con il base, ma in generale se sei riuscito a farti un'idea bene del gioco meglio prendere almeno il base in Ks e ,almeno per ora, secondo me l'unica espansione che vale davvero la pena prendere è quella da 60$ perchè dà più contenuto... Le altre sembrano essere al limite del furto... Poi oh il "the one reborn" è uno dei miei boss preferiti!

@ueki

olà! io mi sono scaricato e letto il regolemento e non mi sembra male: ovviemente, però, una cosa sono le regole, altra è come il tutto si svolge sul tavolo. Sul fatto che non ci siano video di game-play, quello che traspare maggiormente dai commenti (alcuni, o sono veramente dei fan-boy decelebrati, o sono talmente benestanti che se ne fregano basta averlo! beati loro) è che non possono mostrare molto del gioco pena farne spoiler. Comuqnue qualche spezzone video c'è, che tu peraltro avrai già visto.

Sugli add-on, quelli da 40 non saranno disponibili retail, mentre quello da 60 (cainhurst) sì (a parte la miniatura del cacciatore che è ks esclusive). In proposito, avevo posto la domanda, per gli add da 40, su come fosse possibile giocarli dato che hanno una sola tile (anche se è big e double face): mi è stato risposto da un utente che queste campagne partono dalle tile del gioco base. Il che, ovviamente non è che mi riempisse il cuore di gioia.. però va beh.

Insomma, per me è davvero difficile fare una scelta..

 

On mars pledge numero 09, maquis giù di lì! 

Ehi biondo, lo sai di chi sei figlio tu? Sei figlio di una grandissima puttaaahahahahahahaaaaaaaaa....

Dopo aver letto il regolamento e visto il gameplay, ho voluto dare fiducia a questa ultima fatica di Lacerda: le onnipresenti sotto-azioni questa volta mi sembrano ben ambientate ed in linea con il flusso di gioco, senza appesantirlo: ...dunque , tutti "On Mars! " :-)

In diretta dal paese delle streghe!

Io non ho mai giocato a BB ma sono appassionato di tutti i "Souls" quindi ho dato un occhio al progetto e sono entrato per via delle meccaniche originali. Non penso andrò oltre il pledge base anche se l'espansione da 60$ ha dei mostri davvero belli (giudizio puramente estetico) ma non essendo KS exclusive potrei aggiudicarmela dopo.

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=FoolJester&numitems=10&header=1&text=none&images=small-fixed&show=random&imagesonly=1&imagepos=left&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

Io non ho mai giocato a BB ma sono appassionato di tutti i "Souls" quindi ho dato un occhio al progetto e sono entrato per via delle meccaniche originali. Non penso andrò oltre il pledge base anche se l'espansione da 60$ ha dei mostri davvero belli (giudizio puramente estetico) ma non essendo KS exclusive potrei aggiudicarmela dopo.

NO NON ESISTE: se ti piacciono i souls-like non puoi non giocare Bloodborne. Veramente.

Per il KS, all'inizio avevo pleggiato per tutto, anche per gli add-on; poi però ho scalato e ora come ora ho solo il pledge base (early bird però). Ho deciso che se il gioco mi piacerà prenderò forse eventuali espansioni che saranno disponibili retail (quindi, per ora, solo cainhurst). Magari aggiungerò l'add-on per i miglioramenti di tokens e robe simili, dipenderà dal prezzo..

TU CMQ DEVI GIOCARE BB (il vg intendo) :D

Ho dato anch'io la prima possibilita' a Lacerda, ma il kickstarter l'ho fatto tramite philibert che mi ha evitato le spese di spedizione, complice il fatto che non vivo in Italia. Se non mi piacera' ora con un titolo sci-fi, non credo che mi piacera' piu'. Di sicuro gli altri temi mi attiravano meno, escluso CO2 che pero' ha tirato in ballo ONU, organismi internazionali vari etc... e mi e' passata subito la voglia di comprarlo.Avrei preferito un accento piu' scientifico...speriamo in On Mars...quello che poi ha dato il colpo di grazia e mi ha fatto cedere e' stata l'espansione...alla parola espansione/collaborativo non ho resistito.

con grande rammarico ho droppato Bloodborne: mi pareva più una collezione di miniature. 

:(

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare