La Morte Nera mi aspetta su Mandalore

volmay

La storia di un militare dell'esercito galattico imperiale guidato da un inconsapevole giocatore di Star Wars Rebellion.

Ho giocato a...
Giochi
Giochi collegati:
Star Wars: Rebellion

Questo è l’audio-diario del Tenente Arnet, di stanza su Sullust, ora autiere dell’esercito imperiale, poiché mi è stato finalmente concesso l’onore di pilotare un AT-ST.

La ribellione sta trovando sempre più consensi nella galassia e il Moff Tarkin ha sottomesso il sistema neutrale di Mandalore, grazie a una nuova stazione spaziale, detta Morte Nera della quale sappiamo solo essere un’arma molto potente e sono quindi molto emozionato di poterla vedere coi miei occhi quando scenderò da questo incrociatore stellare.

C’è stato un cambio di programma e l’incrociatore ci ha fatti sbarcare su Mandalore dove sembra stia per arrivare l’Imperatore in persona. 

Sto rientrando alla base. La navetta corelliana della Principessa Leia è appena partita e non siamo riusciti nel nostro intento di acciuffare il suo manipolo di feccia ribelle. Fortunatamente è fallito il loro intento di evitare l’incontro tra l’Imperatore e il governo mandaloriano, che ha finalmente deciso di schierarsi dalla nostra parte.

Una ribelle in difficoltà.
Una ribelle in difficoltà.
Ci è giunta notizia che uno Jedi è stato catturato. Mio padre mi aveva parlato di questi guerrieri che tenevano in pugno la Repubblica quando lui era giovane. Probabilmente questo Skywalker era nascosto da qualche decennio sul remoto sistema di Dagobah dove Darth Vader lo ha trovato.

Mandalore è bellissimo. Ora che anche qui è finalmente arrivata la pace, non abbiamo molto da fare. La popolazione è serena: ci rispettano e ci temono. Mi sono innamorato di una donna, Shigi. Lei è… be', è bellissima. L’ho conquistata con il fascino della divisa. Vorrebbe reclutarsi, ma qui non è ancora possibile. Magari in futuro potrò portarla con me su Sullust. Una sera, subito dopo che la luna Concordia è tramontata, mi ha indicato la Morte Nera: un puntino luminoso all’orizzonte, nulla di più. Un commilitone ha partecipato alla battaglia di Scarif e ha detto che con un solo colpo potrebbe distruggere un’intera città.

Ci sono stati degli sviluppi improvvisi e ora c’è un gran movimento. Giungono molte voci, spesso contrastanti tra loro e l’unica cosa che sembra accertata è che lo Jedi catturato abbia fatto il nome di tre potenziali sistemi dove sarebbe nascosta la base ribelle. Pare che per estorcergli questa informazione sia intervenuto il famoso cacciatore di taglie Boba Fett. 

Molto lontano da qui, alcuni miei compagni d’arme su Sullust si stanno dirigendo sul sistema di Endor per setacciare le lune. Purtroppo queste informazioni sono riservate e per il momento non posso dirlo a Shigi, ma ha certamente notato la mia recente euforia.

Da Endor non sono arrivate buone notizie e ora ci stanno mobilitando per una destinazione ancora sconosciuta. Dovevano giungere dei rinforzi da Corellia, ma è stata sabotata, così partiremo solo noi con una manciata di caccia. Ho avuto poco tempo per salutare Shigi e i suoi occhi pieni d’orgoglio nei miei confronti.

La fine di Dantooine.
La fine di Dantooine.
L’incrociatore portacaccia ci sta trasferendo sulla stazione spaziale. Ora che la vedo, capisco finalmente perché Mandalore si è arresa con tanta facilità: è immensa. Al suo cospetto, tutto il resto sembra polvere. Sono onorato di poter dare il mio contributo.

Al comando della missione c’è Darth Vader. Guardo per un’ultima volta Mandalore prima del salto nell’iperspazio.

Ci è bastato un solo giorno per scovare la base ribelle su Dantooine. Con un piccolo manipolo di assaltatori all’interno del AT-ST che mi è stato affidato, siamo adesso in vista dei loro cannoni a ioni e abbiamo comunicato alla Morte Nera la posizione precisa in attesa di ricevere ordini.

Sono passate alcune ore dall’ultima comunicazione ufficiale. Complice il crepuscolo, abbiamo visto nel cielo la stazione spaziale illuminata solo in parte dalla stella di questo sistema. Sembra che abbiano deciso di fare sul serio. Oh! L’arma è carica. Stanno per far partire il laser. Ecco la luce verde che viene verso le pianure di Dantooine. È bellissima. Se anche tu fossi qui a vederla… Shigi!

Commenti

Bello bello. 

Bello il  gatto e bello racconto. 

Ora puoi scriverne un altro  a maggior gliria dell'Impero.  

Non Deluderci

(Nome gatto? Darth Micius?)

 

Molto bello!

Azy01 scrive:
Bello bello. 

Bello il  gatto e bello racconto. 

Ora puoi scriverne un altro a maggior gloria dell'Impero.  

Non Deluderci

(Nome gatto? Darth Micius?)

Spiace deluderti, ma il gatto ha un'ambientazione più potteriana. :)

a me pare che, dal punto di vista strettamente meccanico, se sei l'impero e vuoi vincere, devi quasi non fare missioni e setacciare ogni angolo della mappa, il che non è il massimo.. come resa dell'ambientazione invece siamo al top, tant'è che i giocatori ne scrivono addirittura racconti 

ps. darth miao mi piace di più :D

Che bel gattone....Non sono una fan di Star Wars, ma del gatto si :-)

Voldermiao

stupendo resoconto e stupendo gioco!

Bravo. Bella storia che narra di una partita!

Ma alla fine, se ho capito bene, anche il soldato imperiale rimane vittima della morte nera?

Il finale mi ricorda lo stile di Martin per alcuni suoi racconti di SF. Bravo!

Per rispondere a niconiglio: l'impero se gioca contro un giocatore esperto NON può solo setacciare ogni sistema senza missioni. Le missioni imperiali impongono una pressione sul giocatore ribelle che corre di pari passo a quella della caccia. Molto dipende certo dal giocatore ribelle. Se il giocatore ribelle è inesperto, il giocatore imperiale, come hai detto tu, potrebbe buttarsi esclusivamente sulla caccia; questo è un problema di esperienza al tavolo, riscontrabile in tanti giochi sopratutto 1v1 e non di una pochezza strategica attribuibile al gioco stesso. My 2 cents.

themanwhosoldthewhole scrive:

Bravo. Bella storia che narra di una partita!

Ma alla fine, se ho capito bene, anche il soldato imperiale rimane vittima della morte nera?

Il finale mi ricorda lo stile di Martin per alcuni suoi racconti di SF. Bravo!

Grazie per i complimenti e... sì, ti confermo che, purtroppo per lui, ha fatto una brutta fine, ma probabilmente ne è stato felice.

@theman

può essere, la mia era solo un'impressione.. non avendo molte occasioni per giocarlo (e metteci dentro pure il combattimento che non è un granché - salvo espansione), quindi non potendo approfondirlo come is deve, l'ho venduto.

Poi per carità, se il 99% sostiene essere un giocone lo sarà sicuramente, io volevo esprimere solo una mia impressione personale basata su 4/5 partite

Si certo, si fa per parlare. Anche io ho espresso un parere basato sull'esperienza. Che mi dice che l'impero non può basare la sua strategia sulla sola caccia (anche se solo con quella si può vincere).

*spero che il tono della mia prima risposta non fosse sembrato saccente o polemico. Non era quello lo spirito. Anzi...;-)

...non mi credo depositario di nessuna verità...:-D

@theman

no tranqui, però ti capisco perché anche a me ogni tanto vengono dubbi di essere stato mal interpretato.. poi diciamoci la verità, al giorno d'oggi basta un niente e ti dànno del saccente, del signor so tutto io, ecc...

la cosa più divertente è quando dici quel che pensi a proposito di una cosa e qualcuno se ne esce con: "dovevi aggiunegere secondo me"

cacchio ma è ovvio che se ti sto scrivendo cosa penso è quello che penso io

va beh dai, vado a comprarmi una mascherina :D

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare