Terraforming Mars: tutti contro tutti Magnifico 2017

Terraforming Mars nell'area Goblin Magnifico di Play 2017
TdG

Uno degli otto giochi in scatola selezionati per il Goblin Magnifico 2017 che ha scalato rapidamente le classifiche dei giochi da tavolo. Saprà anche resistere al giudizio dei Goblin del Tutti contro Tutti?

Approfondimenti
Giochi
Giochi collegati:
Terraforming Mars

Dopo l'intervista all'autore Jacob Fryxelius, ecco il suo gioco alle prese col giudizio dei goblin:

Che tipo di giocatore sei e quante partite hai fatto a questo gioco?

[Moonelf] Abbastanza esperto e molto eclettico, gioco più volte a settimana spaziando dagli Splotter ai party game, da Through the ages a Time stories. In genere mi piacciono i titoli strategici di durata ~3 ore. A Terraforming Mars ho fatto nove partite in un arco di tre settimane.

[Chironis] Non è semplice per me dire che tipo di giocatore sono, ho delle tendenze che talvolta vengono smentite, per cui si può dire che mi piacciono più i singoli giochi che delle categorie vere e proprie. Per amore di discussione direi che mi piacciono più i giochi corposi, tendenzialmente preferisco intavolare un unico titolo in una serata, di quelli che danno soddisfazione. (salvo poi accettare senza fiatare uno Splendor). Amo più l'interazione diretta e il combattimento, ma molti dei giochi che amo non l'hanno (Terraforming Mars, Terra Mystica, Puerto Rico). Alcune cose che generalmente non amo sono: gli azionari, gli economici, il piazzamento lavoratori, su quest'ultimo punto sono poco coerente, visto che amo Specie Dominanti, Lord of the Ice Garden e che Viticulture mi rilassa moltissimo. Anche i cooperativi non sono nelle mie corde (ma in passato abbiamo consumato BSG con i miei amici storici). Non ricerco il gioco a due, ma poi ci sono degli astratti che giocherei sempre (Hex in primis, e anche Hive). Non amo i giochi che mi danno l'impressione di contenere sovrastrutture ridondanti, quelli che raggiungono la complessità per addizione, e non per le idee di fondo; qui mi sento già più coerente, perché ad esempio adoro Tramways e the Great Zimbabwe. Ho molti più german, ma molti sono ibridi o atipici; comunque ad una partita a Star Trek Ascendancy non direi mai di no. A Terraforming Mars avrò giocato una decina di partite, sempre in 4-5 giocatori.

[Poldeold] Sono un giocatore onnivoro. Passo da giochi iperleggeri a qualche mattone abbastanza pesante. I cinghiali più grassi e succosi non riesco a digerirli, più per mancanza di tempo che per reale mancanza di appetito. A Terraforming Mars ho giocato 5 partite nello spazio di 8 giorni. È come se mi fosse venuta la smania tutta a un tratto... Non riuscivo a stare senza!

[blackholexan] Sono un amante degli Euro con particolare enfasi per i gestionali e gli engine-building. Ho 5 partite all’attivo di Terraforming Mars.

[Monty_Ratarsed] Sono un giocatore polivalente che preferisce i German e preferisce anche poterli giocare più e più volte, per apprezzarne davvero le caratteristiche. (sempre che il gioco meriti). Ho fatto 1 partita a Terraforming Mars in 5.

Terraforming Mars al Magnifico 2017
l'entusiasmo di colonizzare Marte

Quali sono secondo te i pregi di Terraforming Mars?

[Moonelf] Ottima l'ambientazione, significativa e ben amalgamata al gioco, soprattutto per l'impatto che hanno l'aumento di temperatura e di ossigeno.

Le carte hanno una notevole ricchezza e varietà, rendendo possibili davvero tantissime strategie diverse. Alla fine il vincitore si decreta mediando al meglio i punti che vengono dalle carte e quelli dalla colonizzazione del suolo marziano, con tante variabili - per esempio, chi ha saputo raggiungere per primo le milestone, chi ha saputo puntare per primo agli award, chi ha sfruttato i boschi piazzati dagli avversari per fare punti.

È un titolo davvero ricco, molto profondo.

Bei materiali, e buona anche l'ergonomia.

[Chironis] TFM è stato pensato con una grande attenzione alla plausibilità della narrazione. I progetti che vengono portati avanti nel gioco sono esattamente i passi plausibili con le conoscenze in nostro possesso che servirebbero per terraformare il pianeta Marte.

Perciò direi che la resa dell'ambientazione è un suo pregio, a patto però di subirne la fascinazione, altrimenti se lo si vede come un semplice "gioco questa carta - ottengo questo bonus" il tutto perde un po' di significato.

Altro pregio è a mio parere il senso di progressione che si prova, soprattutto in una partita completa. La crescita della propria corporazione e degli insediamenti su mappa rendono bene il senso di espansione di questa colonia umana, sparuta all'inizio, sempre più vasta e performante in seguito.

La grande variabilità delle carte dona una buona rigiocabilità, le strategie da poter perseguire sono diverse, a patto di saper aggiustare la propria mira man mano che il gioco si sviluppa.

Altro pregio è secondo me la "densità di soddisfazione in base al tempo speso"; insomma, più o meno è un gioco di civilizzazione, e alla fine non dura tantissimo: se si gioca la partita breve si può stare tranquillamente nelle due ore.

Per la tipologia di gioco e per l'appagamento che riesce a dare, si tratta di un tempo apprezzabilissimo.

[Poldeold] Il gioco ha in generale un mix di svariate meccaniche (draft, gestione risorse e gestione della mano di carte, occupazione area) ben amalgamate tra loro; la meccanica principale legata alla gestione delle carte con la conseguente possibilità di costruire delle combo è molto accattivante e soddisfacente; il gioco, dopo averlo giocato e imparato dopo un po’, è sufficientemente scorrevole; l’ambientazione è ben resa. Alcune carte per esempio hanno una bella corrispondenza tra tipo di carta ed effetto. Inoltre il raggiungimento delle 3 condizioni che chiudono la partita (un certo numero di oceani, l’ossigeno e la temperatura) ha un bel legame con il tema della terraformazione; la variabilità delle compagnie iniziali dà un tocco in più rendendo il gioco più longevo; giocando con il draft sia delle carte che delle compagnie il gioco ne guadagna in profondità divenendo più completo e molto intrigante; la componentistica e la grafica delle carte sono di un buon livello.

[blackholexan] Pregi principali: bella implementazione in equilibrio tra meccaniche di draft, controllo territorio e costruzione di un motore (risorse e/o punti). Trovo geniali le condizioni che fanno progredire e terminare la partita. Rigiocabilità elevatissima.

[Monty_Ratarsed] Il gioco mi ha lasciato piacevoli sensazioni.

  • L'ambientazione attira parecchio, e devo dire che a prima vista pare anche molto accurata. Grazie ai tre parametri da raggiungere si ha la sensazione di partecipare insieme alla terraformazione di Marte.
  • Regolamento devo dire ben fatto, non troppo complicato, ed agevola anche la spiegazione e la comprensione degli altri partecipanti.
  • Con la variante draft il gioco si allunga, è vero, ma secondo me permette di poter eliminare un po' di componente casuale che potrebbe esserci nel pescare 4 carte inutili. Anche se visto che le carte si acquistano per 3 megacrediti l'una, questo viene automaticamente mitigato dal fatto che semplicemente non le acquisti.
  • Interazione diretta: Beh c'è a sprazzi, ma c'è. Lotta per le milestone (non ricordo se si chiamano così ^^) che danno punti a fine partita; carte evento che interagiscono direttamente con gli avversari e lotta sul territorio per il posizionamento delle proprie tessere sono elementi positivi.
Terraforming Mars al Magnifico 2017
Dimostratori goblin per Terraforming Mars

Quali sono secondo te i difetti di questo gioco da tavolo?

[Moonelf] Il costo è per me eccessivo, anche a fronte dei buoni materiali.

La durata delle partite è abbastanza imprevedibile; ho fatto partite a quattro giocatori in un'ora e mezza e partite a due giocatori da oltre 4 ore, e viceversa. A seconda delle strategie seguite, la partita può allungarsi considerevolmente.

Il difetto però più grave è la mancanza di strumenti efficaci per pescare/cambiare carte; per chi ha presente Race for the Galaxy, è come se non esistesse l'azione Esplorare, che permette di pescare. Il risultato è che, anche con il draft delle carte (che noi abbiamo fatto quasi sempre), il fattore aleatorio può rendere il gioco ESTREMAMENTE frustrante.

In una partita per sei turni consecutivi ho pescato 4 carte + altre 3 (grazie a delle azioni extra datemi dalle mie carte giocate), tutte da buttare perché inutili. Il gioco è stato così frustrante da rendere molto negativa l'esperienza per me, nonostante abbia perfino vinto (perché sono riuscito almeno a sfruttare al meglio alcuni errori dell'avversario sulla mappa di Marte).

[Chironis] Partiamo dai materiali: sicuramente le plance giocatore sono un difetto. A differenza di altri giochi (es. Terra Mystica) dove un colpetto al tavolo può creare fastidio ma non molto di più, qui rischia di scatenare il panico. Plance forate come in Evolution o deluxe come in Scythe sarebbero state molto più appropriate. Non sono d'accordo, invece, sul denigrare il resto dei componenti: la plancia è apprezzabile, e anche la variabilità a livello di grafica delle carte non mi dispiace, nel complesso darei un giudizio neutro tendente al positivo. Casomai il problema è il prezzo, in relazione ad un livello qualitativo piuttosto normale.

Nel Gameplay non vedo difetti veri e propri se non legati all'accettazione del giocatore per certe scelte di design. Mi spiego: il punto più critico probabilmente è legato all'alea della pesca delle carte. Questo può far storcere il naso a chi cerca più controllo e può dare la sensazione a chi non conosca il mazzo di essere in balia della sorte. Conoscendo il mazzo ci si rende conto che le cose non stanno così e decidere cosa tenere in mano, cosa scartare, cosa aspettare diventa molto più ragionato e sensato. Chiaramente resta un po' di incertezza, e se proprio si vuole eliminarla c'è l'eventuale draft. Certo è una buona soluzione se serve a far apprezzare il gioco; personalmente non la gradisco perché trovo sfavorevole il rapporto tempo speso/miglioramento dell'esperienza di gioco: insomma, per me non ne vale la pena.

Altra possibile criticità è la strana miscela di interazione presente nel gioco; per la gran parte del tempo ognuno fa quello che vuole, con l'unica interazione indiretta data dal piazzamento su mappa. Poi ogni tanto arrivano delle carte che consentono di interferire negativamente con gli altri giocatori; va detto che per quanto fastidiose non distruggono mai l'economia o i progetti degli altri, si limitano a creare interferenza e rallentamento.

Per chi ama l'interazione diretta il gioco è fin troppo multisolitario, per chi ama farsi i fatti propri queste ingerenze sono abbastanza insopportabili. Anche qui non lo considero un difetto, solo un aspetto da tenere presente a seconda di chi si approccia al tavolo.

[Poldeold] C’è il rischio dell’AP (analysis paralysis) se giocato con giocatori affetti da tale caratteristica o neofiti. Quindi la durata può risultare più lunga del normale; senza draft la pesca delle carte potrebbe incidere parecchio sul risultato finale. Resta il fatto che sia comunque minimamente soggetto all’alea della pesca. Personalmente però non mi dà fastidio, anche perché le carte contenute nel gioco sono veramente tante; senza draft e, soprattutto, senza compagnie differenti / carte dell’espansione potrebbe risultare molto più piatto (io ho giocato da subito con tutti gli upgrade).

[blackholexan] Al gioco darei due difetti: materiali e curva di apprendimento. Ebbene sì, se non siete molto ma molto scafati in giochi di questo tipo, vi renderete conto che mentre le meccaniche del gioco sono piuttosto semplici, le scelte che affronterete nelle vostre partite, in tutte le fasi del gioco potrebbero sommergervi e farvi desistere dall’approfondirlo: non fatevi intimidire. I materiali disgraziatamente non sono all’altezza del gran gioco cui siamo di fronte. Non tali da scoraggiare l’acquisto, fortunatamente.

[Monty_Ratarsed] Alcuni difetti evidenti:

  • Materiali non eccelsi.
  • Plance giocatore quasi di carta velina che non permettono "sicurezza" nel tener traccia dei dati.
  • Qualità della grafica o della scelta delle immagini di alcune carte lascia un po' a desiderare

Non sono poi difetti così pensanti da inficiare la giocabilità, ma si poteva migliorare questo aspetto.

Un ulteriore difetto: mi pare di non aver letto nel regolamento accorgimenti sul cambiamento di giocatori al tavolo (anche solo per il numero di milestone raggiungibili e così via), dunque ritengo che potrebbe sicuramente cambiare giocarlo in 2 piuttosto che giocarlo in 5, in quanto c'è una corsa più sfrenata su tutti i parametri.

Bisogna essere pronti tatticamente, quindi, a tipi diversi di partita a seconda del numero di giocatori al tavolo.

Partita in corso a Terraforming Mars nell'area Goblin Magnifico di Play 2017
In partita a Play 2017 con Terraforming Mars

A chi consiglieresti il gioco in scatola Terraforming Mars?

[Moonelf] A quelli a cui piacciono i giochi di combo, dove il giocatore deve combinare carte su carte per costruire motori efficaci. In questo senso, il gioco è quasi ideale, offrendo moltissime carte e un'infinità di combinazioni possibili ben amalgamate nell'ambientazione del gioco. A quelli che non hanno un limite di tempo stringente e non cercano un titolo rapido magari per un 1vs1.

[Chironis] Lo consiglierei a chi ama i giochi a tema scientifico, a chi ama i giochi di civilizzazione, a chi ama fare combo con le carte, a chi piace gestire risorse e sentire un senso di crescita. Lo sconsiglierei ai neofiti, a chi cerca gli estremi di interazione diretta o indiretta, a chi è in cerca di un filler, a chi cerca un gioco completamente privo di alea. Ne consiglio almeno la prova a chi cerca un gioco superiore alla somma delle sue parti.

Per me è un bel gioco strategico con un tema estremamente ben sviluppato, che richiede un certo impegno senza diventare estenuante.

[Poldeold] Non è un introduttivo sicuramente, anche se non l’ho trovato particolarmente complesso nelle regole. Di certo lo consiglierei vivamente a coloro che amano visceralmente le combo con le carte e quelli a cui piace pianificare a medio-lungo termine.

[blackholexan] Se gestionali e giochi su combinazioni di carte sono nelle vostre corde potrebbe piacervi. Se amate anche la meccanica e la sfida dei draft, è sicuramente il titolo per voi.

[Monty_Ratarsed] Non lo consiglierei a giocatori in erba per via delle troppe carte da leggere. Ma come dicevo prima non è poi così complicato da recepire. Quindi se hanno già giocato a giochi di medio livello, lo proporrei.

Linx spiega il gioco da tavolo Terraforming Mars a Play 2017
Linx spiega il gioco da tavolo Terraforming Mars a Play 2017

C'è un gioco che avresti visto bene negli otto del Goblin Magnifico e uno che avresti invece levato?

[Moonelf] Ultimamente seguo un po' meno del passato e non mi vengono in mente giochi 'trascurati'. Non conosco minimamente diversi di quelli nominati, a partire dal vincitore, quindi non mi esprimo nemmeno su chi avrei voluto togliere.

[Chironis] Beh, difficile a dirsi perché dovrei aver provato molti più giochi sia tra quelli della rosa finale che tra gli altri. Comunque per pura partigianeria avrei inserito Star Trek Ascension :D

Quanto al togliere, la rosa è comprensiva di molte tipologie e per questo mi sembra piuttosto ben fatta; però a sentimento avrei tolto un per me incomprensibile Cry Havoc. (che poi nella rosa ci poteva pure stare...)

[Poldeold] In realtà ne ho giocati soltanto 3 e gli altri li conosco esclusivamente per nome, quindi mi è difficile capire quale togliere. Di sicuro avrei aggiunto Lorenzo il Magnifico perché lo trovo molto appassionante e, insieme a Terraforming Mars e Great Western Trail, l’ho trovato il miglior german giocato tra le ultime novità.

[blackholexan] Non conosco Pax Renaissance e nonostante mi ritenga abbastanza aggiornato sulle uscite più deflagranti del mercato dei gdt, prima della nomination a candidato al Magnifico non l’avevo mai sentito. Detto questo se avessi potuto eliminarne uno sarei andato sull’unico a me del tutto sconosciuto*, ossia Pax. Con molta probabilità avrei inserito Lorenzo il Magnifico tra i migliori otto.

*Cry Havoc ho avuto occasione di provarlo proprio grazie all’area Magnifico allestita in occasione di Modena Play.

[Monty_Ratarsed] Devo dire che la lista degli otto è davvero soddisfacente. La lascerei così come è!

Spiegazione in corso al tavolo di Terraforming Mars nell'area Goblin Magnifico di Play 2017
Giocando giocando (cit. Noctua_Cojuntas)

Commenti

Sono in dubbio se prenderlo.

1)Tempo e scalabilita' in 2

2)Il costo alto? Quanto costa?

Una volta che si è trovato se stessi, bisogna essere in grado, di tanto in tanto, di perdersi... e poi di ritrovarsi.
-- Friedrich Wilhelm Nietzsche

bella carrellata, grazie a tutti.

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

"Bei materiali, e buona anche l'ergonomia". È una battuta, vero? :D Passi per i materiali di gioco, ma l'ergonomia lascia parecchio a desiderare. A mio avviso l'unico difetto di un gioco che reputo a dir poco fantastico! 

Se riconosci subito il mio nickname, significa che hai giocato al videogioco più bello di sempre.

Fa parte di quei giochi che inizi a divertirti appena conosci le carte a memoria, allora si che salta subito in mente quale tattica utilizzare. Questo lo rende estremamente sbilanciato se giocato da neofiti ed esperti allo stesso tavolo. 

Un grande merito di questo gioco e' che in 2 giocatori funziona benissimo.

Sono in dubbio se prenderlo.

1)Tempo e scalabilita' in 2

2)Il costo alto? Quanto costa?

 

Scalabilità del tutto assente, in due giocatori il gioco dura come in 5, forse un pelino di più.

Si giocano molti più round quindi di per se la partita è molto diversa, ma resta comunque ottimo. Le carte che danno punti "ogni x round" sono decisamente più interessanti.

Il prezzo ATTUALE si aggira sui 64,90€ per la versione ITA, concordo che è tanto se guardi i materiali.

Articolo interessante ma, opinione personale, sarebbe utile ancora una frase al termine di ogni intervento con una frasetta conclusiva e riassuntiva: "Mi è piaciuto tantissimo", "Non ci giocherò mai più", "Il miglior gioco di sempre"

Articolo interessante ma, opinione personale, sarebbe utile ancora una frase al termine di ogni intervento con una frasetta conclusiva e riassuntiva: "Mi è piaciuto tantissimo", "Non ci giocherò mai più", "Il miglior gioco di sempre"

Grazie, ne teniamo conto per il prossimo anno. 

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

Bellissimo gioco, giocato con 3 giocatori in due ore circa con la spiegazione, è andato via tutto di un fiato, da giocare e rigiocare.

la partita non è state per niente pesante il tempo è volato e senza accorgermene era già finita la partita , appena terminava un turno non vedevo l'ora di rigiocare, qualche tempo morto durante il draft delle carte (credo sia tutto normale quando si vedono carte con testo per la prima volta).

Il lato negativo è rappresentato sicuramente dai materiali, di scarsissima qualità, plance sottilissime e mal organizzate per la gestione dei materiali, cubetti trovati stegliati negli angoli (stesso problema in 2 confezioni nuove appena aperte),  per un gioco così si DOVEVA fare di più, dato che viene venduto ad un prezzo esagerato.

Gran bel Giocone. Ma mi frena il costo eccessivo, a mio parere. Ma come una lucertola sotto al sole, saprò aspettare il calo del prezzo per accaparrarmelo e gustarmelo. 

Gran bel Giocone. Ma mi frena il costo eccessivo, a mio parere. Ma come una lucertola sotto al sole, saprò aspettare il calo del prezzo per accaparrarmelo e gustarmelo. 

Mi sa che il prezzo non calerà così facilmente, dato che la domanda per questo gioco è alle stelle!

Se riconosci subito il mio nickname, significa che hai giocato al videogioco più bello di sempre.

sono arrivato a 5 partite fatte, ed il mio giudizio non cambia ^^

//i.imgur.com/qxO8JSC.jpg)

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare