Recensioni su Terraforming Mars Indice ↑

  • | 45 commenti
    Avete sempre sognato di sparare con una pistola laser? Di conquistare una galassia con navi spaziali? Di radere al suolo un pianeta con l'arma definitiva? Bene, smettete di leggere, perché in Terraforming Mars non troverete nulla di tutto...
    Autore:
    Agzaroth

Articoli che parlano di Terraforming Mars Indice ↑

Eventi riguardanti Terraforming Mars Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Video riguardanti Terraforming Mars Indice ↑

Gallerie fotografiche Indice ↑

Terraforming Mars: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
86775
Voti su BGG:
64637
Posizione in classifica BGG:
4
Media voti su BGG:
8,43
Media bayesiana voti su BGG:
8,28

Voti e commenti per Terraforming Mars

8

Bella la meccanica, col draft che aumenta variabilità e interazione tra i giocatori.. Ma la cosa che mi piace davvero è l'ambientazione.. cosa per certi versi inconsueta per un gestionale.. ma secondo me è resa davvero bene.. mi viene sempre in mente il film con Matt Damon "the martian", di Ridley Scott.

8,5

Provato in più persone e in solitario e devo dire che mi piace parecchio, belle le combo che puoi fare con le carte e sono anche di facile comprensione.

Gioco di per sé semplice e profondo.

8,5

Magnifico gestionale card driven molto ben ambientato con grande varietà strategica e rigiocabilità molto alta grazie alle tante differenti carte e alla asimmetria delle corporazioni di partenza. Molto appagante nel meccanismo di creazione di un motore produttivo funzionale con varie carte che entrano in combo tra di loro, ampia gamma di scelta nel proprio turno, Terraforming Mars ha il suo cuore strategico nel draft. Unici piccoli difetti sono l'interazione non molto marcata a parte nella corsa alle milestones e l'ergonomia rivedibile

9,5

Si tratta di un gioco ben bilanciato, con una bella ambientazione fantascientifica, non violento (non bisogna uccidere nessuno) ed ha il vantaggio di poterlo giocare anche da soli. Diverse espansioni disponibili per aumentare la già lunga longevità.

9

Un card-driven molto profondo e di facile apprensione (diversamente da altri card-driven).

Gradissima quantità di strategie perseguibili che, tuttavia, non possono essere abbracciate tutte ma oculatamente scelte sin dalla prime fasi della partita. In questo lo trovo molto simulativo di una realtà dove devi dirigire una corporazione il cui obiettivo è la terraformazione di un pianeta per il profitto "eterno" :-D.

9,5

Dopo tante partite confesso che adoro questo gioco, per la grandissima varietà che regala in ogni partita.. voto al rialzo. Comprata anche l'espansione con doppia plancia. Gioco che sale nella mia top 5 personale, ore di divertimento per me. Lo consiglio a tutti. 

  

 

9,6

Lo gioco prevalentemente in solitario e lo reputo ottimo sotto tutti i punti di vista, la progressione che si prova al tavolo è molto soddisfacente, unica pecca i materiali.

9,5

Spicca tra gli eurogame grazie ad un'ambientazione coerente e sentita. Senza draft merita a stento un 7, con il draft la partita si allunga ma il gioco prende quota e si arricchisce di una bellissima componente tattica. Semplici ma ottimamente congeniate le meccaniche di tile placement sulla mappa di Marte. Ad oggi è l'engine building che preferisco: le partite partono piano per finire in un crescendo a tratti esaltante. Unico neo: grafica discutibile (de gustibus) e materiali di scarsa qualità.

7,5

Dietro questo gioco c'è un "forte" legame meccanica-ambientanzione. Man mano che si progredisce nel gioco e si soddisfano i requisiti per finire la partita ( i 3 parametri vitali per abitare il pianeta) si capisce come tutto sia collegato (geniale). Chi segue una delle tante possibili strade fino in fondo, otterrà dei bei risultati. Sottolineo che non è per niente una passeggiata costruire un gioco così profondo e ampio, quindi va lodato sotto questo aspetto.

Sui materiali siamo un po' tutti d'accordo che alcuni (altri sono buoni) potevano essere fatti con un po' più di cura. Citando il suo creatore "lo abbiamo fatto per rendere il gioco meno oneroso per chi volesse acquistarlo"...a mio parere ci può stare (ho visto giochi ben più cari, sicuramente belli, ma che potevano essere tranquillamente "sgonfiati" come materiali=prezzo...).

L'ambientazione la sento abbastanza: riempire il pianeta spoglio di tante belle tessere di diverso colore da soddisfazioni (in giro c'è chi se le è create in 3D, fighissime!). Il piazzamento inoltre è IMPORTANTE perché getta le basi per strategie a medio-lungo termine che possono fare la differenza in partita.

La scalabilità è buona, il solitario lo ritengo più avvincente (grazie al limite di turni) perché si è messi alle strette e si deve ponderare seriamente le scelte dei progetti per riuscire a vincere (e anche a fare dei punti extra). In più giocatori si può in parte "intervenire" sul gioco degli avversari ma ogni singolo rimane comunque concentrato sulle sue carte ed effetti senza essere messo alle strette.

PERO' Ho visto che da 2 a più giocatori, intanto le condizioni per vincere si raggiungono più velocemente (perché ognuno fa del suo per aumentare i punti TT), secondo si perde un po' il senso del gioco perchè tutto si basa su giocare carte su carte con punti "vittoria"...viene voglia alle lunghe di chiudere la partita anche se si potrebbero giocare ancora 10 o più carte dalla mano.

Le carte sono tante (anche troppe), da quelle molto utili alle altre spesso superflue (tanto quasi da maledire di averle pescate). Il draft permette di ovviare al problema dell'alea delle carte, ma non mi ha convinto moltissimo come soluzione.

Infine, il gioco rischia di diventare (anzi, di essere proprio) noioso. Se è vero che le meccaniche per terraformare Marte sono ben fatte etc. perché non mettere qualche altro piccolo fattore che rendesse le partite ancora più interessanti? Ad esempio, una sorta di round speciale dove si dovevano per forza avere almeno 3 città (arrivano i primi terrestri dalla Terra, dategli una casa!). Questo (banale) esempio avrebbe potuto mettere un minimo di pressione (come nel "single player") senza stravolgere le meccaniche di base.

In sostanza, gioco che consiglio a chi vuole godersi una creazione delle nuove colonie su Marte più o meno in santa pace e spremendosi le meningi quel tanto che basta dall'inizio alla fine (con gli svariati modi per farlo). Ma se cercate un gioco che vi metta davanti a delle scelte importanti ("se non hai abbastanza ossigeno entro "x" turni, subisci la penalità "x", o al contrario hai un benefit "y") allora rischiate di cadere male con TF.

All'8 arriva forse con le espanioni, ma non avendole ancora provate, il voto del gioco base per me è questo.

9

Non metto 10 solo per i materiali.. Unica pecca di un gioco immenso 

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare