La Torre degli Animali: Il gioco con gli animali che volano

Fin dal principio mi fu chiaro che qualcosa non andava. Invece che impilarsi diligentemente sopra agli altri, l'animale volava. Dall'altra parte della stanza, schiantandosi contro il muro – quando andava bene – contro il televisore – male –.

Approfondimenti
Giochi
Giochi collegati:
Animal Upon Animal
Fin dal principio mi fu chiaro che qualcosa non andava. Invece che impilarsi diligentemente sopra agli altri, l'animale volava. Dall'altra parte della stanza, schiantandosi contro il muro – quando andava bene – contro il televisore – male –
 
La Torre degli Animali, che noi chiamiamo affettuosamente Tier auf Tier con tono vagamente nazista, è stato il primo gioco da tavolo che ho comprato a Sofia. Comprato troppo presto, evidentemente, perché gli animaletti di legno facevano di tutto (volare, mangiare, passeggiare, dormire nella casa delle bambole) fuorché il lavoro per cui erano stati pagati, ovvero impilarsi l'uno sull'altro. 
 
Questo loro sciopero era chiaramente capitanato da mia figlia, la quale trovava normalissimo che il coccodrillo fosse l'animale da compagnia della sua Poppy. 
Evidentemente avevo provato troppo presto. La scatola è rimasta in cantina fino a un mesetto fa, quando ho pensato di riprovare e le cose sono andate decisamente meglio.
 
 

IL GIOCO

La Torre degli Animali è un gioco della Haba per 2-4 partecipanti, da 4 anni in su, basato su tiro dadi e destrezza. Lo scopo è quello di esaurire per primi la propria riserva di animali di legno, impilandoli su un coccodrillo che funge da base. Ogni giocatore riceve 7 bestie di forma diversa: un serpente, una pecora, una scimmia, un riccio, un pinguino, un tucano (che mia figlia poggia di fianco e sostiene essere un coniglio) e un clamidosauro (sì, un clamidosauro, del quale abbiamo una diapositiva).
A turno si tira un dado, le cui facce dicono di:
- piazzare sulla torre 1 o 2 animali;
- metterne uno accanto al coccodrillo ed ampiare la base;
- dire a un avversario quale dei suoi animali impilare;
- dare un nostro animale a un avversario che lo deve impilare;
 
Se gli animali cascano, li riprendi nella tua riserva. Vince il primo che esaurisce tutte le sue bestiacce. 
 
 

CONSIDERAZIONI

In realtà anche questo secondo tentativo non è andato a gonfie vele. A differenza dei due precedenti (Belfiorella e Il Frutteto), la Torre degli Animali non ha riscosso grande successo. 
In parte me lo spiego con il dado, che ha simboli molto meno intuitivi rispetto agli altri due, in parte per la difficoltà manuale del gioco che effettivamente ha spinto anche me a lanciare le bestioline contro il muro più di una volta. 
 
Ci siamo quindi dati a una semplice variante cooperativa per la quale, un animale a testa, dobbiamo semplicemente impilarli tutti sopra al coccodrillo. Sofia ha risposto meglio a questa opzione (forse le piacciono i collaborativi?) e l'inevitabile caduta della torre suscita sempre grosse risate e finti atti di disperazione. 
 

Cosa si impara?

Soprattutto motilità fine. Poi un po' di pensiero strategico, quando si deve indicare all'avversario cosa piazzare e ovviamente si cerca di metterlo in difficoltà. Infine l'importanza della forza di gravità e del moto parabolico.