Rank
125

Goa

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 7,68 su 10 - Basato su 173 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2004 • Num. giocatori: 2-4 • Durata: 90 minuti
Sotto-categorie:
Strategy Games

Recensioni su Goa Indice ↑

Articoli che parlano di Goa Indice ↑

Eventi riguardanti Goa Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Goa Indice ↑

Offerte di giochi (annunci di vendita / scambio)

Nel seguente elenco sono presenti tutti gli annunci che hanno il gioco da tavolo Goa in vendita singolarmente oppure all'interno di un lotto di giochi con eventualmente indicata la disponibilità ad effettuare scambi.

Annuncio Tipo Prezzo Scambi Consegna Spese sped. Utente Data
SdA - Avventure nella Terra di Mezzo, Tikal, Goa, Guilds of London Offro lotto di giochi indivisibile €0.00 No Consegna a mano, Spedizione marigno 10/09/2017

Video riguardanti Goa Indice ↑

Gallerie fotografiche Indice ↑

Goa: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
9655
Voti su BGG:
9778
Posizione in classifica BGG:
91
Media voti su BGG:
7,64
Media bayesiana voti su BGG:
7,43

Voti e commenti per Goa

9

Gran bel giocone, che ha il pregio di funzionare benissimo in due. Il fattore fortuna è presente ma limitato. Molti lamentano il fatto che le carte Spedizioni sono troppo influenti ai fini del punteggio; io non la penso così, l'importante è che si usi la regola dell'edizione tedesca, e non RioGrande. L'autore ha approvato solo la versione tedesca, poichè utilizzando quella americana le carte Spedizione diventerebbero troppo potenti.

9

Materiali eccellenti.
Si gioca i due fattori che rendono un qualsiasi gioco non deterministico in due fasi:
1 Fattore interazione nella fase di asta, il meccanismo di asta è bellissimo, tanto da funzionare bene anche in 2 giocatori. Per gli amanti di PuertoRico e Euphrat&Tigris, l'interazione sembrerà un pò soft, però ne trae vantaggio la semplicità di spiegazione del gioco che, in caso di forti meccanismi di interazione diventa sempre uno degli scogli principali per poter giocare con dei newbie.
2 Fattore fortuna, la pesca delle carte spedizione sia in fase di fondazione delle colonie che in caso di pesca delle carte spedizione come azione prescelta.

Un neo: il meccanismo è chiaro, ma anche dopo 2 o 3 partite non è chiarissimo perchè si è vinto o perso o che strategia di base va adottata, in altre parole, alcune volte vinci ma non sai bene perchè.

Pregi: Funziona bene sia in 2 che in 3 o 4 (anche se come sempre più si gioca maggiore è il divertimento), Materiali eccellenti. Si spiega in 5-7 minuti. Percorsi per vincere sempre differenti e fortemente influenzati dall'esito delle aste. Scatola versione RioGrande perfetta, tutto viene riposto ordinatamente ed è semplice effettuare il Setup del gioco.Prezzo buono.

Ritratto di SdP
8

Bel gioco ma forse e' troppo difficile identificare e seguire una strategia. Spesso si gioca a cercare di fare un po' tutto e questo e' premiante.

"Giro, vedo gente, mi muovo... conosco... faccio cose" (Ecce Bombo)

8

E' un gioco da capocondomini , piacerebbe anche ai commercialisti; spero che non si offenda nessuno, anzi, GOA è un bellissimo gioco, però ha un ambientazione strana, da commerciante affarista, forse eccessivamente fredda. Comunque ci sono tantissimi modi di fare punteggio e questo assicura al gioco 2 cose impoprtantissime: longevità e impossibilità di vincere con una sola tattica. Prezzo ottimo, visti i componenti ma pochissima interazione tra i giocatori.

7

Il gioco in se è davvero ben fatto, ha solo per me troppa fortuna nel pescaggio dele carte sia come poteri da usare durante il gioco che come punteggio finale coi simboli. Ma è in effetti una pignoleria tutta mia. Il vero problema del gioco che non lo fa neanche avvicinare ai mostri sacri è che il gioco gioca per il giocatore. NOn c'è mai una vera varietà o scelta delle mosse semplicemente il gioco ti impone una strada da percorrere (specie all'inizio della partita) tanto da condizionare tutta la strategia del gioco. Non è possibile fare altro che quelo che le risorse e il materiale vario ti permettono di fare. E se questo è il fulcro della gestione risorse nel gioco, non lo può essere all'inizio di partita. La fornitura iniziale è identica per tutti ma già dalla prima tessera comprata si determina la strategia di gioco per almeno un paio di turni. Questo è determinismo ludico e onestamente non mi piace.

Appunto la tessera che regala 4 soldi a turno è un furto.... sbilancia tantissimo il gioco e spesso si gioca la fase delle aste per impedire che si possa scegliere come tessera per evitare disastri economici.

L'interazione è assente e limitata comunque alla sola fase di asta (sebbene qui si possa fare molto). Il problema è che calcolare il punteggio dei giocatori durante la partita è praticamente impossibile, ovvero esageratamente lungo rallentando notevolmente lo svolgimento. Inoltre pur calcolando i punteggi rendendosi conto che c'è un giocatore che sta vincendo, ci si accorge che non si può assolutamente nula per contrastarlo efficaciemente (la sola fase d'asta non batsa, anche lui ha diritto a posizionare il suo gettone su una tessera e a partecipare alle altre aste). Osatcolare poi in un'asta un giocatore diventa spesso irrealizzabile sia perché necessità molto denaro e sia perché spesso alzare il prezzo fa si che ....il gioco non valga la candela.

Per chi si aspetta un titolo simile a Puerto Rico ne stia lontano, Per chi cerca un buon gioc si prenda Puerto Rico....

Nice Dice

SARGON
the Real Hedonist Goblin

9

Gioco che a me piace molto. Ottimi materiali e buona meccanica di gioco. C'è poca interazione tra i giocatori (ognuno coltiva il proprio orticello) tranne nell'asta, però risulta gradevole e rigiocabile. La mia personale opinione è che il gioco sia sempre troppo breve, non si riesce a fare sempre cio' che si vuole.

9

Molto molto bello a mio avviso, tipica categoria di giochi che adoro "rompiamoci le palle ma indirettamente con le aste". Molte possibili scelte per vincere, mai nessuna troppo privilegiata rispetto ad altre.

Today is the greatest day i've never known.
Can't live for tomorrow, tomorrow is much too long...

6

Ho rivisto pesantemente il mio voto dopo molte partite. Per vincere le strategie sono molto limitate. L'avanzamento sulle carte e sugli omini è imprescindibile. Le carte hanno molte abilità più il bonus finale. Gli omini concedono mosse in più. A questo punto restano le spezie senza le quali non fate nulla.
Che altro volete decidere?
Giusto l'asta lascia qualcosina.
Giocato: abbastanza
Grafica/Materiali: 4
Longevità: 2
Divertimento: 2
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

8

Gioco di buon livello e ben realizzato, ma troppo lineare nel suo sviluppo. Il gioco procede sotto gli occhi di tutti senza scossoni e poca interazione. Fa parte di quel gruppo di giochi del quale rispondi "perche' no?" se te lo propongono, ma non lo proponi mai tu stesso.

7

Sicuramente un gran gioco Che però dopo la prima ottima impressione mi ha lasciato con un pò con l'amaro in bocca. Alcune scelte sono fondamentali e decisamente più "sgravate" di altre
Concordo con lobo Il gioco all'inizio sembra eccellente ma poi in verità mostra alcune grosse grosse lacune Non so che dire Peccato

Until swords part... Athafil Oakleaf - Principe degli elfi Ambasciatore Elfico "Potrei sapere come si fa ad uscire di qui?" "Dipende in gran parte da dove tu vuoi andare"  FFFF ha ragione...

8

A me è piaciuto molto.. Gioco davvero interessante, con un regolamento chiarissimo, un materiale simpatico e ben fatto ed una più che discreta originalità.. Giocarci mi diverte davvero molto, tante le decisioni da prendere e quelle lasciate inevitabilmente per strada.. Alla fine ti resta sempre l'amaro in bocca per quanto poco duri il gioco rispetto alle strategie che desideravi attuare.. Ne vale la pena, però, perchè è interessante e ben congeniato.. Da premiare sicuramente.

"Nella dorata guaina della compassione si nasconde talvolta il pugnale dell'invidia".
F.Nietzsche

9

Un gran gioco! Si può vincere davvero in tanti modi... e tutti competitivi!
Ma attenzione alla bandiera... non prenderla per troppe volte può portare alla sconfitta!
Abbastanza ridotta la parte di interattività tra i giocatori... anche se nella parte di scelta delle tessere, e di conseguente asta, si può cercare di volgere la partita a proprio favore selezionando la tessera che può essere più appetibile agli altri per farsi pagare molto o, viceversa, ottenere facilmente una tessera che interessa solo noi. Ma attenzione a giocare al rialzo all'asta... si rischia di spendere soldi per qualcosa che non ci serve veramente!
Non gli do 10 perchè attendo qualche partita in più... ma è un ottimo candidato per seguire (forse spodestare?) Puerto Rico in cima alle graduatorie!

Win if you can, lose if you must, but always... CHEAT! - Jesse "The Body" Ventura

7

Il gioco è bello ma un pò freddo e astratto.
Molto interessante il meccanismo d'asta.

The Eagle Goblin

7

Carino, ma come detto da altri non mi convince completamente.

Kingsburg feels like Caylus with dice rolls and goblin bashing. This will grant him some wariness from gamers who can’t stand the luck of the dice, from others tired of spending cubes to build a district, and of course from goblins.

7

Un titolo gestionale ben pensato con qualche meccanica innovativa qua e là. La partita risulta interessante ed impegnativa. Il difetto maggiore di questo titolo sta secondo me nella difficoltà di una pianificazione con cognizione di causa, dovuta ai molti aspetti da considerare difficilmente valutabili.

The (Real) Panda Goblin!
A Roma, la serata ludica è
//nuke.goblins.net/spaw/images/lib3/ilGoblinSulComo_banner.jpg)

9

Goa:piu' lo gioco, piu' lo giocherei!
Meccaniche solide, calibrate, ottimamente congeniate. L'ampia rosa delle variabili in gioco garantisce molteplici possibilita' strategiche. Materiali di buona fattura e, non per ultimo, regolamento molto chiaro e comprensibile. Uno dei miei titoli preferiti!

8

Confermo la sensazione di deja vu che accomuna il gioco con Puerto Rico anche se in effetti sono due giochi molto diversi.La meccanica è astratta ma si apprende in fretta già durante la prima partita,la componentistica è di buon livello e non in lingua cosa non da poco in questo genere di giochi.
Nello svolgimento ci si appassiona ma in effetti non c'è vera interazione tra i giocatori cosa che forse puo' essere l'unico fattore dettrattore alla longevità.
Comunque un bel prodotto che mi riservo di ritrattare sul voto se avro' occasione di giocare piu' spesso.
Consigliatissimo agli amanti del german style!
Dopo circa 5 partite all'attivo, confermo tutto e raccomando caldamente il gioco tanto che meriteebbe un 9!

8

davvero un bel gioco, immerso completamente nel german style: regolamento ben pensato, ottime meccaniche ma totale assenza di legame con la'mbientazione. Ma per quelli a cui piaggiono i giochi di questo genere e' sicuramente un ottimo titolo. Non e' sicuramente un gioco immediato e sulle prime puo' sconcertare per la difficolta' di pensare e pianificare una strategia.

commento basato su poche (meno di 5) partite

6

Nessun commento

8

E' un titolo molto valido, anche per due soli giocatori. Il gran numero di azioni possibili durante i turni di gioco parrebbe renderlo un gioco vario, longevo e mai ripetitivo, un po' come Puerto Rico. Ho un vago sentore e, a quanto pare non sono l'unico, che le strategie vincenti siano sempre le medesime ed in effetti si avverte un po' di ripetitività dopo molte partite. La grande pecca del gioco è la scarsa interazione tra i giocatori, possibile, in maniera molto ridotta, solamente durante la fase delle aste.

"Ciò che si fa in tutto il periodo intermedio, della ragione e della riflessione, è come una linea stretta che si diparte dall'immensità oscura e vi fa ritorno". ( J. Michelet, Le Peuple )

7

Nessun commento

Dathon.

So long, and thanks for all the fish

6

Nessun commento

8

Ottimo gestionale tedesco, basato su alternanza di aste e fase azioni. Interesante l'economia creata dal meccanismo di gioco.

8

Belloe intenso, si ha sempre la sensazione di poter riuscire a fare tutto, ed invece inevitabilmente si deve rinunciare a qualcosa...

7

Nessun commento

9

stupendo.Nonpuò mancare nella collezione di chiunque.

"...vince chi fa più punti vittoria..."

8

Un gioco davvero interessante, ricorda Mull and Money, ma qui ancor di più la gestione è interessante, lascia poco al caso. L'interattività però non è molto accentuata ma non è detto che sia un difetto

Sono un mezzo demone cacciatore di giochi

9

Ottimo gioco in cui la fortuna viene ampliamente messa da parte dalla strategia.
Le scelte nelle aste risultano fondamentali nello svolgimento della partita, ci sono tante azioni da fare e solo con una buona pianificazione si riesce ad avanzare di livello.
Buona la grafica ed i materiali, secondo me è un gioco che non deve mancare nella propria ludoteca.

7

bel gioco ma con poca interazione tra i giocatori se non durante l'asta, semra quasi di giocare in solitario. comunque la meccanica è buona ma per quanto ho detto prima non è tra i miei preferiti.

10

Nessun commento

8

Nessun commento

7

Nessun commento

8

Molto bello. Lo consiglio caldamente, anche per due o tre.

7

Gioco molto carino in se, buoni materiali e sistema di gioco. L'interazione è poca.

8

Più lo gioco e più mi convinco che sia un bel gioco. Da sistemare bene la regola delle carte che è un po' "sgravata". 8,5
Dopo veramente tante partite sono sempre più convinto dell'house rule che uso (cioè di dare solo 1 pv per carta alla fine indipendentemente dai simboli).

Uso dell'apostrofo: po', un altro, un'altra, qual è. Uso dell'accento sui monosillabi, solo in caso sia distintivo: su "so", "qui" e "fa", l'accento non va.

7

Un bel gioco per far funzionare il cervello per le sue meccaniche di scelta che gli danno una profondità notevole

8

Nessun commento

8

Nessun commento

Il pessiminsta è colui che trova sempre delle difficolta nelle opportunità.L'ottimista è colui che trova sempre delle opportunità nelle difficoltà.

9

Nessun commento

9

Giocato più di 5 volte.
Goa mi è piaciuto moltissimo. In due perde un attimino, soprattutto nella fase d' asta, in 3 gira molto meglio.In 4, purtroppo, ancora non l' ho provato ma penso si esprima al meglio.
Facile da spiegare e semplice da imparare. Bastano i primi 3 round per capire il meccanismo e "cominciare a camminare da soli". Il gioco si presenta con una meccanica azzeccata, si ha un sacco di cose da fare e il farle con la giusta sequenza porta a dei buoni risultati. Il divertimento è assicurato.
Lo consiglio vivamente a tutti quei giocatori che prediligono la strategia alla fortuna.
Molto bello!

9

Gran bel gioco. Si hanno un sacco di possibili alternative ad ogni mossa, si vorrebbe avanzare in tutti i settori, ma ciò non è possibile e quindi bisogna fare delle scelte. Bello il sistema d'asta. Se vi piacciono i giochi "tedeschi" Goa è assolutamente consigliato.

l'importante è vincere!

Partite recenti:

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=renard&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1)

8

Un epigono di Puerto Rico. Molto azzeccato.

<< Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e... ludoscienza! >> [Il sommo Poeta]"

E.C.A.S.C.O. online: www.ecasco.it

5

Ho come l'impressione di essere preso in giro. Quando un gioco ha tante possiblità di scelta è positivo, ma in questo caso l'impressione è stata pessima. Mi pare che ogni passo tu decida di fare in una colonna corrisponda all'azione "Prendi un Pv". Chi punta tutto sulle navi, chi sui coloni, chi sulle merci mi pare che porti cmq allo stesso risultato, solo per altre vie. Dove uno guagna da qualche altra parte perde. Alla fine l'unica cosa che fa la differenza è l'asta a giro singolo, dove in effetti la bravura del giocatore si fa sentire.
Bho!

8

Un bel gioco. Molto simile a tanti altri ma divertente. La qualità è ottima. Il regolamento chiaro. Difetto : Poca interazione tra giocatori.
Pregi : Basso il livello di alea

Sempre cialtronamente e ludicamente vostro.
Fiburga
Eh si.. la vita è dura...
(sdp)

8

Simile a Puertorico nelle modalità di gioco ma con alcune innovazioni
....da provare!!!!

La fortuna è sola una scusa usata dai giocatori mediocri!

8

Nessun commento

Dagon

Fu in quel Momento, credo, che caddi in preda alla follia
H.P. Lovercraft, Dagon

8

molto bello, eliminato il fattore fortuna, forse un pò lungo

8

Un'altra pietra miliare da avere nella propria ludoteca.
Unica pecca...bisogna essere sempre in 4, in 3 la fase d'asta perde moltissimo e sfalsa un pò il gioco.

9

Buon equilibrio tra relax e uso del cervello, con un pizzico di fattore casualità che non guasta.
Lo trovo ben giocabile anche in 2 e in 3 (anche se, in effetti, in 4 è meglio), e la durata delle partite è ragionevolmente contenuta in 90 minuti (in genere). Il bello è che difficilmente un giocatore può dominare una partita e vincerla con eccessivo distacco.

Corvaccio

7

Ho scoperto di avere un rapporto di amore ed odio con questo titolo, forse in virtù dei suoi pregi e difetti:

Pregi
- Ottimo e profondo livello di gestione: a fine partita avrete un calo di zuccheri..
- Sebbene non sia molto legato all'ambientazione è comunque graficamente valido ed intrigante
- Bello e rapido il meccanismo d'asta (in realtà una vera e propria gara d'appalto)

Difetti
- L'alea è presente e talvolta risulta fondamentale (sopratutto nella costruzione delle Colonie!)
- Interazione tra i giocatori praticamente nulla: alla fine non guardi mai cosa fanno gli altri se non nella fase d'asta
- Un solo errore ti può pregiudicare la partita

In attesa di un giudizio più maturo il mio 7.5 piega più verso il 7..

5

Nessun commento

Looka

"...dammi la castita' e la continenza, ma non subito subito..." (S. Agostino)

8

- [FAIR-VOTE] Commento basato su poche (meno di 5) partite

L'ho giocato sia in 3 che in 4 e possi dire che in 4 mi è piaciuto molto di più.
Molto belli i meccanismi del gioco e lo evolversi delle varie colonie.
Peccato si giochi solo in 4.

MECCANICA 2,1
STRATEGIA 2,1
AMBIENTAZIONE 1,3
COMPONENTI 1,5
LONGEVITA' 1,5

8

Gran bel gioco.Molto strategico anche se l'interazione effettivamente non e' molta (a parte nella fase d'asta nella quale si puo' decisamente mettere il bastone tra le ruote agli avversari).Molti modi di far punti e quindi all'inizio non e' facile scegliere la strategia piu' valida.Gira bene anche in due.Consigliato.

8

Confermo la bellezza del gioco ed il fatto che la partita rimane sempre sul filo di lana. Da avere
Ottimo gioco, mi ha lasciato quella voglia di riprovarlo!
Ben congegnata la parte delle aste; buona la fase di sviluppo delle piantagioni e di upgrade (si ha sempre la sensazione che le 3 azioni disponibili siano troppo poche); e soprattutto molto vario il modo di far punti!
sicuramente un gioco da avere nella propria collezione!

7

Un buon gioco, poco dipendente dal fattore fortuna, peccato per la poca interazione fra giocatori.

--
"l'ipse dixit è la tomba del pensiero"
(da citarsi liberamente)

6

L'ho giocato in 4 e mi ha divertito molto la prima volta, ma poi è stancante!

Si può giocare autisticamente, visto che l'interazione è limitata solo alle aste, che poi hanno una fine abbastanza prevedibile: di solito la vince chi ha l'ultima parola...

Quindi insomma, dopo la prima giocata mi aspettavo chissà che ma non è così bello!

Giocate a D&D non fate la guerra

10

Nessun commento

8

Nessun commento

9

un gioco meraviglioso sulla scia di Puerto Rico ma un passo avanti..
originalita' nell'asta
richiede una costante attenzione sulle proprie azioni..
Si meglio di Puerto Rico, senza ombra di dubbio

8

Nessun commento

E' Bello incontrare qualcuno che usa il cervello e pensa razionalmente. E' un contrasto piacevole col mondo reale. - Bilbo Baggins -

8

Goa è un bel gioco con meccaniche piuttosto solide e una grafica accattivante.

L'ho giocato diverse volte sia in 3 che 4 giocatori e devo dire che mi sono sempre divertito.

La fase d'asta è piuttosto interessante: il meccanismo della disposizione della bandiera e dei vari gettoni numerati sulla plancia quadrata fa si che la scelta delle tessere sia piuttosto limitata (i vincoli di partenza sono dati da chi posiziona la bandiera), ma in genere rimane un buon margine di libertà....fino a qui non male direi!
Come dicevo, il giocatore che piazza la bandiera, influenza abbastanza la scelta dei pezzi nella fase d'asta inoltre vincere la bandiera è importante anche (e soprattutto direi) perché ciò da dirittto ad un'ulteriore carta azione.
C'è da aggiungere però che questo sistema di asta sembra un pò fine a se stesso e senza una ragione "profonda" di essere, inoltre l'asta si conclude in un turno secco...quindi è veloce(bene!!), ma senza diritto di replica e spesso si è obbligati a prendere pezzi non utili!!

La fase di centrale del gioco offre di base tre azioni per ogni giocatore: si possono fare abbastanza cose, il gioco scorre velocememte ed è possibile pianificare bene le azioni anche se non a lunghissimo termine. Si osserva però una quasi assenza di interazione fra i giocatori(direi che i giocatori si accorgono della reciproca presenza solo in fase d'asta!!), poi mi sento di affermare che sulla tabella dello sviluppo la colonna dei prodotti e quella delle imbarcazioni siano più importanti delle altre, anche se nelle ultime partite ho avuto modo di capire l'importanza della colonna delle carte speciali e quella per lo sviluppo delle colonie!! Il denaro può essere utile, ma divende da quanto viene alzato il tiro per prendere i pezzi durante l'asta: a volte ci son partite in cui con le puntate si sta bassissimi, altre volte si spendono fortune...insomma quella delle monete è una colonna importante ma dipende molto dalle situazioni.

Come detto i materiali son belli ed il gioco ha una durata onestissima!!

Alla fine, col Goa si ha l'impressione di giocare ad un "Princes of Florence" con una ambientazione alla "Puerto Rico", con trovate però abbastanza originali.

Buon gioco a tutti!

7

Nessun commento

7

Bello il gioco, bello il sistema ad aste, bella la meccanica generale. Gira bene, è abbastanza veloce e scala senza problemi (in 2 forse è un po' peggio, ma si lascia giocare comunque). Gli avrei quasi dato un 8, ma ad un certo punto si capisce la strada per la vittoria e si percorre sempre quella, potendo variare di ben poco. Peccato.

"E in ogni caso non abbandonate il tavolo da gioco, perché il giorno che lo farete la festa sarà finita e sarete diventati, inesorabilmente, vecchi." (Dostoevskij)

8

Gioco di piazzamento ed aste di media durata. Bei materiali, meccaniche fluide ed eleganti e difficoltà piuttosto elevata. La fortuna è presente ma non troppo (c'è solo nella pesca delle carte speciali) e per vincere occorre pianificare a medio e lungo termine. Veramente un bel gioco, da avere.

7

Buon gioco di strategia epianificazione. Le aste rendono un pò pepato il gioco. I materiali sono buoni e le regole ben fatte. Abbastanza astratto.

Se scopri di stare scivolando nella follia, tuffati.
(proverbio Malkavian)

8

Nessun commento

8

Nessun commento

Bye
Joseph.

7

Nessun commento

The Goblin Creative...

Assimilerò ogni vostra peculiarità ludica e sociologica.
La resistenza è inutile.

9

Gico interessante. Diverte il confronto con gli altri giocatore per raggiungere per primo un livello e guadagnare la carta azione. Divertenti le aste dove si rilancia per rinpinguare le proprie tasche. Da provare.

8

Ancora non ci ho giocato, ma già mi piace...
Ora ci ho giocato, e vi posso garantire di aver speso bene i miei soldi. Puerto Rico a mio avviso rimane migliore, ma Goa ci va molto vicino. Veramente accattivante la fase asta, mentre la possibilità di fare punti in maniere diverse lo rende molto avvincente. Fino all'ultimo è difficile stabilire chi possa vincere. Direi Voto 8,5.

Il fattore "K" è...Bandito!

8

Nessun commento

7

è carino, le componenti sono molto belle, ma non mi diverte molto. Ho l'idea che la stregia per vincere sia una... o al massimo due.

..perchè il sogno più vero è quello più distante dalla realtà,
quello che vola via senza bisogno di vele, nè di vento..
Hugo Pratt

www.ancestrale.it

9

Giocato per la prima volta sabato scorso, a me/noi è piaciuto molto.E' vero che a parte la fase di asta si interagisce poco con le strategie altrui, ma è anche vero che ognuno è libero di intraprendere la propria strada per la vittoria sperimentando nuove strategie liberamente. A mio parere questo ne allunga la longevità. Un punto in più può fare la differenza. Materiali buoni, Originalità direi buona (si sente qua e la' sprazzi di Puerto Rico o Caylus, ma credo che il secondo sia uscito dopo di Goa), Regolamento di media complessità. Un giocone davvero. Se posso lamentarmi di qualcosa è del massimo numero di giocatori a 4, mi sarebbe piaciuto poterlo giocare in 5....

Plus ca change
Plus c'est la meme chose - Rush / Circumstances - 1978

9

Un piccolo capolavoro tedesco...vario,strategico,coinvolgente ed incertissimo fino alla fine...ci sono praticamente tutti gli ingredienti del German-Style...ho voglia di rigiocarci quanto prima...da avere...

N.ro di partite : Poche (meno di 5).

Non vergognarti di dimostrare la tua ignoranza,ma vergognati di insistere in una sciocca discussione che la rivela. Jocelyn Eliz

7

Nessun commento

se il nan0 è vivo...
ammazza il nan0!

7

Nessun commento

8

Nessun commento

7

Una sola partita in 2 giocatori. Devo valutarlo meglio. Ma la meccanica mi piace.

7

Nessun commento

The angel that deserves to die

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare