Homesteaders

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 7,71 su 10 - Basato su 23 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2009 • Num. giocatori: 2-4 • Durata: 90 minuti
Sotto-categorie:
Strategy Games
Meccaniche:
Auction/Bidding

Recensioni su Homesteaders Indice ↑

Articoli che parlano di Homesteaders Indice ↑

  • Approfondimenti
    | 10 commenti
    Avete sempre sognato di essere un cowboy nel selvaggio west? Da piccoli il vostro gioco preferito era cowboy contro indiani? Non vedete l'ora di prendere a pistolettate i vostri compagni di tavolo o condurre una mandria attraverso le...
    Autore:
    Agzaroth
  • Ho giocato a...
    | 4 commenti
    Ecco a voi il resoconto di una fantastica giornata di giochi in terra germanica ad opera di due intrepidi pelleverde (ma si, chiamiamoli pure "eroi"). Per ben 24 ore consecutive al tavolo si sono sfidati a ben 12 titoli differenti ad in...
    Autore:
    Aibindrye

Eventi riguardanti Homesteaders Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Homesteaders: Scarica documenti, manuali e file Indice ↑

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Homesteaders Indice ↑

Video riguardanti Homesteaders Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Homesteaders: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
3321
Voti su BGG:
3081
Posizione in classifica BGG:
446
Media voti su BGG:
7,31
Media bayesiana voti su BGG:
6,88

Voti e commenti per Homesteaders

6

Giocato una sola volta.
L'impressione è quella di un buon mix, con poco o nulla di originale (il che non è necessariamente un difetto, ma per me si). Ben fatto, ma niente di imprescindibile. Materiali un po' scarsi, tranne le mucchine che sono fantastiche!

//www.goblins.net/images/tdg_modules/tdgorg/affiliate/tdg_pescara_logo310.gif)

8

Gran bel titolo. Peccato la grafica del gioco.

Ultimi giochi a cui ho giocato: //boardgamegeek.com/jswidget.php?username=fulmine69&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1)

8

Gioco che mischia in maniera gradevole le meccaniche asta, piazzamento lavoratori e gestione delle risorse. Bello!

Uso dell'apostrofo: po', un altro, un'altra, qual è. Uso dell'accento sui monosillabi, solo in caso sia distintivo: su "so", "qui" e "fa", l'accento non va.

7

Homesteaders è l'opera prima di Alex Rockwell (alias alexfrog), personaggio che chi frequenta il forum di BGG conosce sicuramente. Espertissimo giocatore e playtester, nonchè uno dei più attivi articolisti (le sue guide strategiche hanno fatto storia), prova il non facile compito di realizzare il "suo" gioco.

Homesteaders è un gioco ottimamente bilanciato, ed è il minimo che ci si può aspettare da uno come alexfrog, rielabora meccaniche già note, ma qualche spunto di originalità gliela si deve riconoscere:
-l'asta per i pemessi di costruzione (i giocatori fanno un asta sui permessi che vincolano il tipo di edificio che può essere costruito: industriale, commerciale, ecc.)
-il mercato, è forse la cosa più originale. I giocatori possono compiere operazioni di compra-vendita al mercato se guadagnano gli appositi gettoni, per ogni gettone pagato si può effettuare un'operazine.
-la gestione dei prestiti, che permettono una politica di indebitamento, ma se non si ripagano costano molti punti.

Come dice giustamente il recensore l'interazione è limitatata all'asta ed alla selezione degli edifici, per il resto ciascuno gestisce autonomamente i prorpi edifici e mancano altri livelli di interazione (anche al mercato si accede autonomamente, senza che gli avversari possano condizionare i prezzi o la quantità di risorse disponibili). E' un aspetto che può piacere o meno, personalmente preferisco i giochi dove c'è maggiore interazione e nell'ambientazione (si costruisce la città comune) sarebbe stato più opportuno. Il contrasto sull'asta e la piccola componente aleatoria sulla pesca delle tessere per i permessi di costruzione assicurano comunque che il gioco non sia risolvibile.

Il vero problema di questo gioco sono i materiali. Qui emerge l'inesperienza della Tasty Minstrel che ha fatto scelte veramente discutibili. La qualità delle plance e del cartoncino di tessere/gettoni è pessima. Inoltre molte copie del gioco (anche la mia, sigh!) hanno avuto problemi di muffa(!), e la nomea dell'editore ne sta risentendo. In pesante contrasto ci sono alcuni componenti del gioco che sono quasi da "deluxe", parlo dei meeples utilizzati per le risorse (spettacolari le muzze pezzate), ma il contrasto con il resto diventa ancora più evidente, segno ancora di inesperienza.
Forse è meglio, per chi non ha ancora preso il gioco ed è interessato, attendere la nuova versione prevista enro il 2011, a detta dell'editore alcune cose ovrebbero migliorare nettamente.

Difficile, come al solito, riassuere tutto in un numero. Per i miei parametri di valutazione potrei anche dare un 8, ma dei materiali bisogna, in qualche modo, tenerne conto, quindi....

8

Bel gioco di aste e worker placement, dalle meccaniche ben oliate!E poi ci sono le mucchine...
Galletto

6

Il gioco è ben fatto (a parte i materiali, con le tessere edificio, soldi e punti vittoria non centrati rispetto ai tagli del cartone... orribile! rimediano in parte le risorse in legno: acciaio, mucche e mele soprattutto) però non riesce ad entusiasmarmi... forse un po' freddo.

9

Gioco estremamente piacevole, con un regolamento ridotto ma dotato di una profondità strategica grazie alle varie combinazioni di edifici presenti nel gioco.
La sensazione di deja-vu è presente ma le meccaniche si amalgamano bene tra di loro e rendono l'esperienza di gioco gratificante.
Uno dei miei giochi preferiti nel 2010. Non prende il massimo per l'oramai noto problema del materiale cartaceo. Ottima la componentistica in legno (in particolare le mucchine pezzate).

8

Materiali scadenti come da recensione, ma molto carino, la durata contenuta lo rende giocabile in moltissime occasioni

Salvatore - Jucamus - Tana dei Goblin Catania

7

Concordo con la recensione, purtoppo un lavoratore della scatola con cui ho giocato ha la gamba rotta. Gradevole in una serata nella quale si ha solo due ore e non è difficile da spiegare se siamo alla presenza di giocatori abituali. Niente di nuovo sotto il sole, meriterebbe 8 se non fosse per i materiali

7

Dopo aver giocato diverse partite l' impressione è di avere di fronte un buon gioco soprattutto per quello che riguarda le meccaniche, i materiali risorse (anche le mele e le longarine sono fantastiche !) e il fattore fortuna ridotto davvero al minimo. L'ambientazione teoricamente sarebbe stata interessante per chi come me ama il far-west ma evidentemente il tutto è così astratto che si sarebbe potuto ambientare anche nella casa in campagna di mia zia.......ed effettivamente è un vero peccato. L'ultima annotazione è che risulta davvero bastardo nel senso che non lascia scampo ad errori di nessun tipo: ma questo è un aspetto che può essere considerato un pregio o un difetto e quindi molto relativo.

8

Gioco molto valido e soprattutto (non è facile visto anche la discreta articolazione delle meccaniche di gioco) relativamente veloce! Non sono molti i giochi che riescono a coniugare questi 2 fattori in modo egregio.... Sulla componentistica migliorabili le tessere come grafica i pippolini invece sono carini (le mucche mitiche)

se il vostro gruppo di gioco non cell'ha è un acquisto obbligatorio

consigliato

8

Nessun commento

//i.imgur.com/8WRAG0Q.png?1)

7

Nessun commento

7

Seconda edizione: materiali ottimi.

Detto questo il gioco: bello! Potenziali trick e combo, bella l'asta, il commercio e gli edifici.
Nulla di mostruosamente rivoluzionario ma tutto davvero ben miscelato.

Longevità: 1
Regolamento: 2
Divertimento: 1
Materiali: 2
Originalità: 1

9

Ci sono quei ristoranti speciali dove ti siedi e il cuoco ti stupisce con abbinamenti originali e trovate spettacolari: Astice e cotechino,riso di patate ai finferli con scaglie di formaggio di fossa e crema allo zenzero.
Nel campo dei giochi il Vissani di turno si chiama Martin Wallace, prolifico autore di speziati capolavori.
Poi ci sono le trattorie, le care vecchie trattorie. Si tratta di posti familiari e accoglienti dove ognuno si trova come a casa proper. Il piatto che ti viene proposto non è una novità, nè pretende di esserlo. Si tratta di un piatto di lasagne, e di secondo pollo arrosto con patate.
Questo è il caso di Homesteaders 2nd edition. Niente di particolarmente nuovo, ma tutto ottimo!! Meccanismi fluidi, regolamento chiaro, reminders efficienti e funzionali, meeples di prima qualità, insomma tutto concorre a farne un gioiellino. Una chicca da conservare e da proporre agli amici che vuoi coccolare. Non stupisce, ma diverte e appassiona. E tanto basta.

8

Ottimo gioco dal sapore di altri tempi. Solido, tosto, richiede pianificazione a lungo termine e perdona poco gli errori. Bello, soprattutto nella nuova versione con materiali molto migliori.
Belle le mucche ed in generale tutte le risorse. Peccato mi dia l'idea di non essere molto longevo ma lo devo verificare con un maggior numero di partite. Bello.

8,5

Un german rapido, divertente, che unisce meccaniche d'asta e gestione risorse e consente più di una strategia vincente nel breve e lungo periodo. Tutti sono in gioco fino alla fine e tra ori, mattoncini, acciaio e mucche è un bel vedere anche di materiali (io possiedo la II ed.). Peccato l'ambientazione un po' appiccicata su, ma si fa perdonare abbondantemente. PROMOSSO!!

Vendo: Assault on Doomrock + espansione - Endeavor - SteamRollers - Posthuman KS - Axis & Allies Revised - Samara KS - Matterhorn - Redacted + espansioni
Compro: Piste Formula Dè (SPA/Silverstone/Suzuka) - Cavalieri dello Zodiaco GCC

10

Nessun commento

6

Troppe cose già fiste, in questo gestionale dall'ambientazione western ben poco percepibile. Freddo e poco avvincente.

Il Mago

8

Ottimo gioco di gestione risorse e pianificazione. Meccaniche semplici ma profondità garantita grazie ad una varietà notevole di edifici da costruire nelle cittadine del far west che caratterizzano il gioco. L'obiettivo è quello di edificare una serie di esercizi e palazzi che possano garantire rendite e risorse e sul finale che possano trasformarsi in punti vittoria. Un gioco per nulla banale dove la fortuna non trova posto con una componentistica molto ricercata. Le tessere degli edifici ricordano un po' per colore e grafica il vecchio Monopoli. Rischio di paralisi d'analisi nel finale.

ho recentemente giocato a //boardgamegeek.com/jswidget.php?username=ottobre31&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1) 

8

Nessun commento - [Autore del commento: paolov73]

8

Gioco molto carino dalle dinamiche simili a quelle di Le Havre, anche se Homesteaders è molto più corto e ambientato nel far west. La scatola si presenta ricca di materiali con forme e materiali carini, anche se i disegni e i colori scelti mi lasciano la sensazione di un gioco datato. Le meccaniche sono fluide e il gioco rende al meglio in 4. Il finale di partita può risutare lento a causa di paralisi da calcolo. - [Autore del commento: ottobre31]

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare