Rank
394

Mystery of the Abbey

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 6,56 su 10 - Basato su 251 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 1995 • Num. giocatori: 3-6 • Durata: 120 minuti
Sotto-categorie:
Family Games

Recensioni su Mystery of the Abbey Indice ↑

Articoli che parlano di Mystery of the Abbey Indice ↑

Eventi riguardanti Mystery of the Abbey Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Mystery of the Abbey Indice ↑

Offerte di giochi (annunci di vendita / scambio)

Nel seguente elenco sono presenti tutti gli annunci che hanno il gioco da tavolo Mystery of the Abbey in vendita singolarmente oppure all'interno di un lotto di giochi con eventualmente indicata la disponibilità ad effettuare scambi.

Annuncio Tipo Prezzo Scambi Consegna Spese sped. Utente Data
Vendo Il mistero dell'abbazia Offro gioco singolo €25.00 No Consegna a mano, Spedizione gesoosinth 14/01/2017
Il Mistero dell'Abbazia ENG con elenco carte in ITA Offro gioco singolo €25.00 No Consegna a mano, Spedizione €9.00 angydragon 10/01/2017

Video riguardanti Mystery of the Abbey Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Mystery of the Abbey: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
8314
Voti su BGG:
6875
Posizione in classifica BGG:
1029
Media voti su BGG:
6,55
Media bayesiana voti su BGG:
6,39

Voti e commenti per Mystery of the Abbey

8

Componenti di alta qualità, grafica superba, ambientazione affascinante e misteriosa. Una sorta di Cluedo migliorato sotto tutti i punti di vista, più impegnativo, più divertente e meno monotono del suo predecessore.

10

Un gran bel gioco! Tantissime serate passate a giocarci con gli amici. E tutti sono concordi nel considerarlo un gran gioco. Oltretutto divertentissimo e con degli ottimi materiali.

Da avere assolutamente!!!

The busgat

7

Gioco simpatico e divertente con cui ho passato due serate insieme agli amici.
La grafica e l'ambientazione credo che siano i maggiori pregi di queso gioco.
Secondo me conta quasi zero l'abilità del giocatore, dato che le domande riguardo i vari monaci dopo qualche turno possono risultare quasi inutili. Questo succede perchè le carte in possesso di ogni giocatore vengono passate di mano al giocatore accanto alla fine di ogni fase di gioco, inoltre vengono passate comunque di mano grazie ad altri effetti di gioco. A causa di questo succede che potresti chiedere ad un avversario "Hai visto un monaco fratello benedettino?", se lui risponde di sì, tu ancelli dalla lista dei possiblili colpevoli uno che corrisponde alla descrizione, ma magari è lo stesso che avevi due mani prima e che nel frattempo è andato a finire in mano ad un altro... Scusate la spiegazione contorta, ma non ho saputo fare di meglio.

7

Un gioco che ha nella componentistica una sua qualità indubbia. Il gioco in se è un misto tra gioco di investigazione e gioco di interpretazione, connubio tanto caro a Faidutti. In effetti è davvero divertente e questo basta e oltre, ma ha per me qualche piccola complicaizone che lo rende eccessivamente vago nella sua fase investigativa. E' difficile non fare le domande giuste specie dopo qualche partita di allenamento, ed è praticamente impossibile svicolare con risposte al limite per evitare di dare informazioni vitali. Spesso si viene battuti sul tempo e questo è frustrante almeno per me. Riuscire a scovare il frate coipevole e perdere per questione di turno di gioco..... Sicuramente un titolo intrigante ma che ha qualche problema quando esperti le domande si incattiviscono e la differenza la fa la sorte... In generale diventa sempre più facile ogni volta che ci si gioca ma acquista un valore aggiunto ogni volta che si gioca con persone nuove....

Nice Dice

SARGON
the Real Hedonist Goblin

7

Diciamo 7.5.
Una sorta di Cluedo 'avanzato' che ha nel tema (alla 'Il nome della rosa') un grande punto di forza. Il sistema di gioco invece prevede una componente caotica e fuorviante che non mi ha molto entusiasmato.. o meglio, è divertente e leggero, ma a discapito della deduzione.
Comunque sia, gradevole da giocare anche per via degli stupendi componenti di gioco (il campanellino!! grandioso! :) ).

Non Cogito, Ergo Digito.

9

Gran gioco, fin da quando si apre la scatola e se ne ammirano gli stupendi componenti. Se giocato con le giuste persone e il giusto feeling assicura moltissimo divertimento. E non dimentichiamo che è recentemente uscita la versione completamente italiana (curata dalla KDS)!

Recently played:
//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=kikki&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1)

8

Un ottimo gioco: adatto a tutti, estremamente divertente e caratterizzato da grande interazione tra i giocatori. La concitazione e la competizione tra gli "investigatori" cresce progressivamente durante la partita, fino ad esilaranti corse finali per la caccia all'assasino.

Non sono d'accordo sull'opione del mio amico Johnny Castello: l'abilita' del giocatore e' molto importante. Sapere formulare le domande giuste (in modo da ricevere informazioni importanti cercando nel contempo di non avvantaggiare gli altri) e alla persone giuste, richiede attenzione e ragionamento. E' importante anche pianificare gli spostamenti e scegliere quale luogo e' piu' opportuno visitare... un girovagare senza meta precisa sarebbe infruttoso.

8

Bel gioco vince chi segue tutte le domande e si segna sul foglio il maggior numero di informazioni. Importante nascondere un personaggio per tutto il gioco. Può vincere anche chi non ha possibilità sparando un nome a caso(quando si è indecisi tra 4o5), in questo caso la fortuna la fa da padrona.

“Finché i leoni non avranno i loro storici, le storie di caccia continueranno a magnificare i cacciatori”

7

Il mio primo voto va a questo simpatico Cluedo dalla meccanica più raffinata e divertente. Premettendo che concordo con il mio amico Castello sulla poca chiarezza della sua spiegazione, mi sento di dire che occorre una certa arguzia nel porre domande senza rivelare troppo e soprattutto nel capire le risposte che gli altri giocatori si danno tra di loro... l'unica mia perplessità riguarda la longevità del gioco, una partita ogni tanto è comunque molto divertente, prporzionalmete al nuomero dei giocatori.

"Ciò che si fa in tutto il periodo intermedio, della ragione e della riflessione, è come una linea stretta che si diparte dall'immensità oscura e vi fa ritorno". ( J. Michelet, Le Peuple )

7

La maggior parte dei punti è per la componentistica e la grafica veramente favolose.
Per il resto mi lascia abbastanza freddino. Non chiederei mai di rigiocarlo. Non rifiuterei una partita se me lo chiedono.
A rispondere alle domande fatte si finisce per non utilizzare o quasi le carte dei vari mazzetti, a parte quelle dei sospetti (noi nella prima partita ne avremo utilizzate 8 giocando in 5 e buona parte erano la carta cripta.

Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".

8

un gioco molto d'atmosfera.

lo giochiamo soprattutto d'inverno e di notte per rendere ancora più reale l'abbazia.

Quando lo vidi per la prima volta a Londra in un negozietto piccolino, in un piccolo vicoletto antico non ho potuto non prenderlo...

certamente un gioco divertente, ce ne sono di migliori, ma una volta tanto ci si gioca con piacere, ci si vuole immergere nell'atmosfera magica dell'abbazia!

8

Ottimo gioco!
L'unico difetto è che i vari giocatori devono essere del tutto sinceri... insomma non si può bluffare, ne va dell'andamento e della soluzione del gioco stesso!
Belo poi star lì a segnarsi tutte le informazioni, le risposte date o meno... se non siete in vena di stare attenti e pensare lasciate perdere!

GianOwen

EX EX Presidente dell'
Associazione Ludica
CarriDisarmati

4

Ho sempre odiato Cluedo e la memoria non è il mio forte, per cui a questo gioco io non mi diverto neanché un po. Anche la grafica non è uno stile che apprezzo particolarmente e il meccanismo che riporta tutti nella stessa stanza per la preghiera è opprimente.

Today is the greatest day i've never known.
Can't live for tomorrow, tomorrow is much too long...

3

Ottimi i componenti e la grafica peccato questi non siano sufficienti a far si che il gioco venga considerato decente.
cluedo e inkognito sono giochi simili ma nettamente superiori.
il mistero dell'abazia è un gioco insulso e sciocco forse uno dei più brutti ai quali abbia mai giocato, in fatto di bruttezza se la tira con monopoli.
mi meraviglio dei recensori che lo considerano addirittura superiore a raja e a sankt petersburg ma perfavore!

6

Ambient - Carte - Tabellone = 10 --> Però:
1) Fare 8/9 messe al giorno è un poco stancante. In realtà non se ne fanno; non ci si riunisce per celebrere messe ma per recitare insieme l'Ufficio Divino ( Ufficio delle Letture - Lodi - Terza ecc. esattamente come le carte ). ( Ma questo è relativo!!! )
2) Non si può giocare con la biblioteca aperta, alcune carte falsano decisamente il gioco.
3) Quando due persone si incontrano in una stanza si fanno delle domande! Ma se sono solo loro perchè tutti ascoltano domande e risposte raccogliendo indizi? Ho notato che spesso è meglio non rispondere nè fare domande specie se si è in vantaggio.
4) Dopo alcune partite scema l'entusiasmo perchè diventa ripetitivo se giocato con le stesse persone; riacquista vigore però con giocatori nuovi.
In conclusione direi sufficienza piena.

7

Meccanismo semplice, ma mai banale. Non invecchia rapidamente, anche se può sembrare ripetitivo. Mi diverto ogni volta, tutto sommato. Andrebbero penalizzate le "sparate" a caso, c'è stato chi ha vinto beccando l'assassino fra 7 frati rimasti da cancellare!

Comunque sia, bravi tutti e soprattutto: mmmallelujaaaa...

bravi tutti

8

Ricordo la prima partita fatta. Appena prima di distribuire le carte ho affermato (chiaramente scherzando) "Secondo me il colpevole è Fratello Cirillo"... e tutti a ridere... alla fine ho vinto la partita scoprendo che il colpevole era davvero il buon Cirillo...
Il gioco è molto divertente e può essere spiegato facilmente a persone non troppo avvezze a giochi pieni di regole. Un ottimo gioco per passare un pomeriggio in allegria tra amici senza pretese di fare la "partita della vita".
Molto bello il materiale, compresa la campanellina... splendida nella sua totale inutilità!
Consigliato se avete amici che non vogliono perdere più di due minuti ad ascoltare le regole.

Win if you can, lose if you must, but always... CHEAT! - Jesse "The Body" Ventura

8

E' veramente un bel gioco. Peccato che nel porre le domande si avvantaggiano tutti i giocatori...

5

Ho giocato una volta sola a questo gioco e non lo farò mai più!!!
E' noioso e molto lento assomiglia tanto all'antico gioco di Cluedo che facevo quando ero piccolissima.
Non lo comprate!!!

8

Secondo me è un gran bel gioco dalla componentistica di classe, che può essere ripetitivo alla lunga.

Certamente non è un gioco per fanatici giocatori di Puerto Rico, ma rispetto a Cluedo o alle ca*ç°éte che di solito vengono propinate ai giocatori italiani e pubblicate in italiano siamo parecchi passi avanti.

A tutti i giocatori occasionali a cui l'ho fatto provare è piaciuto, per cui... :)

4

Dopo esser stato forzato mio malgrado a giocarci svariate volte mi trovo costretto ad abbassare drasticamente il voto iniziale che avevo dato a questo gioco. Perché? Il gioco, come avevo già detto, è un Cluedo avanzato che punta tutto sull'atmosfera da "Nome della Rosa" per vendere.
L'atmosfera l'apprezzi la prima partita, la senti un po alla seconda, alla terza già non ne puoi più di muoverti così lentamente, fare domande tutte uguali e tornare sempre a pregare. Il punto divertente rimane suonare il campanellino se sei tu di turno. Oltre a questo, come hanno giustamente fatto notare altri, perché tutti devono sentire le domande che faccio se sono solo due monaci a vedersi? Francamente poteva essere fatto molto meglio sia come sistema che come originalità.

L'importante non è vincere: è far perdere gli altri!

5

Cluedo con un po' di atmosfera i più. Lento da morire.
Giocato: poco
Grafica/Materiali: 4
Longevità: 3
Divertimento: 2
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

6

Piacevol e carino, forse un pò troppo semplice e troppo legato alla fortuna di pescare QUEL particolare sospetto che ti rende la vita troppo facile...

Until swords part... Athafil Oakleaf - Principe degli elfi Ambasciatore Elfico "Potrei sapere come si fa ad uscire di qui?" "Dipende in gran parte da dove tu vuoi andare"  FFFF ha ragione...

5

chi amava cluedo ci si diverte, chi lo odiava non può che pensare "a chi serviva 'sto gioco?"

5

Francamente è stato per me una grossa delusione, soprattutto dopo i commenti che ho letto in giro. Faccio persino fatica a trovare qualcuno che ci voglia ancora giocare dopo averlo provato una volta. Noioso e lento.

The Goblin Creative...

Assimilerò ogni vostra peculiarità ludica e sociologica.
La resistenza è inutile.

4

un giocaccio! è stato molto pompato ma non è bello! dopo 2 o 3 partite nessuno ci ha voluto rigiocare. Lento, macchinoso e il discorso delle domande è troppo aperto e quasi inutile!
una delusione
L'unico pregio la componentistica ( notevole come tutti i days of wonder)

9

Un gran giocone, sicuramente il miglior esponente del suo genere, e sicuramente un gioco in grado di creare un'atmosfera unica!!! Se vogliamo trovare un difetto, beh, la tattica è importante... ma a volte un colpo di fortuna può cambiare radicalmente le carte in tavola. Inoltre il metodo di porre domande è si interessante, ma forse poteva essere inventato qualcosa di meglio... anche se non saprei cosa... :)

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=Chilavert%2082%20IT&numitems=3&header=1&text=none&images=medium&show=random&imagesonly=1&imagepos=center&inline=1&showplaydate=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

5

Bella la grafica e la realizazione nel complesso,non c'è alcun dubbio, vorrei non aspettarmi mai di meno da una spesa simile.
Veniamo al gioco, personalmente non ho mai amato cluedo quindi si parte in salita, non mi piace come è impostata l'interattività con i giocatori attraverso le domandine, nel complesso al fine il gioco non poteva entusiasmarmi , rimarco che questa è una valutazione soggettiva ma condivisibile da molti.
Provatelo un paio di volte prima di deciderne l'acquisto.

5

L'unica partita giocata mi è servita solo a convincermi a non rigiocarci. Il sistema delle domande è tristissimo! Mi tengo stretto il mio bel Cluedo primissima edizione. Che peccato dare un voto così ad un gioco Days of Wonder.

Fletto i (verdi) muscoli e sono nel vuoto!

6

A differenza di altri giochi "investigativi" quali Cluedo, Sleuth e altri, Il Mistero dell'Abbazia mi ha soddisfatto. Le meccaniche sono decisamente ben sviluppate e tutto sommato risulta essere anche abbastanza divertente. I componenti ed il tabellone di gioco sono molto curati e contribuiscono notevolmente a ricreare l'atmosfera da "Il Nome della Rosa". Ottimo anche per i neofiti e per gruppi di gioco numerosi (fino a 6).

Long. 1 (se il ricambio di giocatori è sufficiente, il gioco non perde di interesse)
Regol 2 (chiaro ed esaustivo. anche gli effetti delle carte sono facilmente comprensibili)
Diver. 1 (molto legato al gruppo di gioco e al coinvolgimento generale)
Mater. 2 (molto belle le pedine dei frati e ottime le schede dove appuntare gli indizi)
Origin. 0 (una via di mezzo tra Cluedo e Indovina Chi quindi niente di particolarmente innovativo...)
---------
TOT. 6

Ma non hai ucciso il drago??!!Ce l'ho sulla lista delle cose da fare....!!

5

Poco meglio del Cluedo..

Sempre cialtronamente e ludicamente vostro.
Fiburga
Eh si.. la vita è dura...
(sdp)

8

E' vero vanno apportati degli accorgimenti.

E' possibile inoltre la partita a due giocatori. Smistando le carte in piu' in un paio di celle e all'esterno del monastero (tramite ponticello) , tra l'altro questa ultima opzione viene suggerita da Faidutti e sarà parte dell'espansione (solo qualche carta in piu' purtroppo).

Sicuramente superiore a Cluedo , da personalizzare però.

8

sebbene il gioco possa essere visto come un rifacimento di Cluedo in realtà sono tante e varie le cose introdotte da farne un vero e proprio titolo a se stante. Le meccaniche di base sono quelle ma l'ambientazione, la grafica ed un sacco di altre inetressante novità lo rendono davvero divertente. E' un gioco adattissimo per famiglie perchè diverte sia gli adulti che i ragazzi. Come tutti i prodotti DoW ha una grafica ed una cura per i materiali quasi maniacale

commento basato su poche (meno di 5) partite

7

In effetti ha deluso anche me questo gioco che francamente aveva generato delle aspettative molto alte.
Il sette lo do perchè i componenti sono molto belli come da tradizione DoW, l'edizione è in italiano e rimane da provarlo in 6, magari variando la regola che la domanda da rivolgere (e relativa risposta) al monaco venga fatta per iscritto, così che soltanto i due interessati sappiano cosa si dicono...

7

Mah... Che dire...

Sostanzialmente il gioco e' divertente... Permette una serata di divertimento anche con gli amici che solitamente non sono "giocatori accaniti". I materiali sono ottimi.

Le pecche secondo me stanno nelle carte troppo forti all'interno della biblioteca e nel fatto che se si gioca realmente di deduzione senza arrivare a denunciare il tipo con certezza (e' rimasto solo lui perche' hai visto tutte le carte) molte volte si sbaglia... Errore dovuto probabilmente ad un passaggio di carte un po' troppo "caotico".

Longevita' 1
Regolamento 1
Divertimento 2
Materiali 2
Originalita' 1

In ogni caso un 7 se lo prende! :)

Solitamente cerco di avere i guanti di velluto, ma quando serve metto quelli di ghisa.

6

Nessun commento

5

Nessun commento

6

Bel gioco, fatto benissimo. Per chi ama Cluedo e' straconsigliato, da 9.

8

Questo gioco combina tre caratterestiche che normalmente non si trovano nello stesso gioco:
alta interazione fra i giocatori, grafica/ambientazione/componenti bellissime e lavorìo di cervello (è un gioco di deduzione).

6

Fondamentale il gruppo di persone con cui si gioca, visto il sistema di raccolta indizi/deduzione poco elegante e farraginoso.

Morfeus

8

Bello Bello Bello fantastica dotazione e ambientazione

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=theclapofonehand&numitems=10&header=1&text=title&images=medium&show=hot10&imagesonly=1&imagepos=right&inline=1&showplaydate=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

7

Nessun commento

7

Nessun commento

7

Bello.Ma possiedo la versione inglese che penalizza un pò la giocabilità per via delle scritte sulle carte...

"...vince chi fa più punti vittoria..."

7

Nessun commento

Sono un mezzo demone cacciatore di giochi

8

Giocato con nientepopodimenoche Federico Faenza, colui che lo importa e ha realizzato l'edizione italiana.
Un gran bel gioco (ma visto l'autore ci si poteva scommettere!), bello nell'aspetto ed intelligente nei contenuti! E, cosa non da poco, adatto ad un pubblico assai vasto.

7

Il gioco per me un 7 lo merita....sia per la buona ambientazione che per i componenti...le meccaniche hanno qualche buco specialmente sulle domande/risposte.

(H)Ermes
Messagero degli dei e guida delle anime
La Terra-di-Mezzo©...per chi ama la letteratura Fantasy

7

Un cluedo "advanced". Un gioco per tutti facile da spiegare e da giocare.

La teoria é quando si sa tutto ma non funziona niente.
La pratica é quando funziona tutto ma non si sa il perché.
In ogni caso si finisce sempre col coniugare la teoria alla pratica:
Non funziona niente e non si sa il perché.

Albert Einstein

5

Il Nome della Rosa diventa un board game e lo fa sposando le meccaniche di Cluedo e speziandole un pò. Buoni materiali, bella ambientazione, ottima dotazione, ma il gioco mi annoia parecchio.

--
Stef - Stefano Castelli

7

Versione aggiornata del Cluedo. Bellissima la grafica, ma il tutto si riduce alla fine ad uno scambio di carte. Chi riesce a tenerne una segreta a tutti vince.

l'importante è vincere!

Partite recenti:

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=renard&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1)

7

Nessun commento

5

Mi aspettavo molto di più

//www.sloganizer.net/en/image,Seba,white,black.png)

7

Nessun commento

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=Hogweed&numitems=10&header=1&text=title&images=small&show=recentplays&imagesonly=1&imagepos=center&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

7

Nessun commento

8

Nessun commento

7

Gioco divertente anche se troppo limitato a mosse schematiche e troppo simile a cluedo.

Fortuna Audaces Iuvat

7

Nessun commento

8

In linea con tutti i giochi della Days Of Wonder, questo gioco offre un'ottima giocabilità insieme a delle regole semplici e un'ottima grafica.
E' un gioco di deduzione, è vero che le domande possono avvantaggiare anche gli avversari, ma il bello sta, appunto, nella capacità di ognuno di porre domande mirate ad avvantaggiare solo lui...
Simpatica la scelta di utilizzare delle regole che "movimentano" un pò il gioco, come giocare un intero turno parlando solo come un canto gregoriano...ai fini del gioco cambia poco o niente, ma si fanno delle gran belle risate!
I materiali sono sempre eccellenti, e abbiamo la fortuna di averlo anche in italiano...cosa chiedere di più?

7

Prendete CLUEDO e moltiplicatelo all'incirca per 3!

7

Nessun commento

10

Nessun commento

5

Come buttare nel c**** un gioco dalle grandi possibilità. Troppo aperto con le domande e sopratutto troppo caotico per il passaggio di carte: come diavolo si fa a condurre un minimo di indagine se i giocatori si passano le carte? a che serve fare domande allora?
Iper pompato e decisamente sopravvalutato.
Personalmente l'ho rivisto nelle regole e mettendo un paio di paletti alle domande (per evitare che i giocatori si facciano sempre le solite) e far vedere (ma nn lasciare) ai concorrenti le carte durante la messa in modo equo forse rispolve la frittata.
Il problema è che si è talmente sputtanato che non trovo più nessuno che ci voglia giocare.

8

Molto carino, soprattutto in grado di appassionare i "giocatori alle prime armi" e le ragazze. Bisogna imparare nel far le domande giuste senza zigzagare a vanvera per il monastero! Altrimenti non ha molto senso.. I materiali "eccellenti", ne fanno un punto di forza!

7

Ambientazione accattivante e intrigante, buoni i materiali, gioco adatto a tutti e divertente , un buon voto se lo merita.

Colui che sogna ad occhi aperti sa di molte cose che sfuggono a quanti sognano solo dormendo.
E.A. Poe

6

Buon gioco investigativo, se giocato con qualche modifica al regolamento (ad es. muoversi di tre spazi, non di due). E' divertente, e mi piace il fatto che non sempre chi scopre l'assassino è il vincitore del gioco: il sistema di rivelazioni è o.k., e a volte funziona! :o)

5

Dopo la prima partita i meccanismi di questo gioco ispirato al nome della rosa e ai racconti dell'abbazia, portano alle noia mortale.

7

Nessun commento

8

bella grafica, una variante di indovina chi e cluedo, ma ben mischiate, con un'ottima ambientazione

5

Nessun commento

7

Gioco di deduzione che sprizza atmosfera da tutti i pori e meno arido rispetto ad altri giochi dalla meccanica simile. Il sistema delle domande garantisce virtualmente un'estrema interazione con i giocatori, ma se viene attuata da tutti la tattica del silenzio si può ottenere l'effetto opposto.
Una partita può cambiare totalmente il suo svolgimento cambiando le persone che lo giocano, di contro potrebbe diventare monotono giocando con la stessa compagnia.
Se tutti i partecipanti riescono ad inventarsi delle domande che possono aiutare solo se stessi e si butta lì anche qualche esca sbagliata facendo dei bluff, diventa davvero arduo scoprire l'assassino e la partita ne guadagna in divertimento.

6

Grossa delusione, soprattutto dopo averne sentito parlare così bene. Il gioco e lento, confusionario (a causa dei continui passaggi carte) e non si gioca mai di deduzione, per arrivare ad accusare il colpevole si deve essere sicuri, escludendo dal proprio foglietto tutti i non-colpevoli. Personalmente non mi ha affatto divertito.
Il voto sarebbe 5, ma arriva a 6 per le belle componenti e l'atmosfera a "Il Nome della Rosa".

"E in ogni caso non abbandonate il tavolo da gioco, perché il giorno che lo farete la festa sarà finita e sarete diventati, inesorabilmente, vecchi." (Dostoevskij)

7

Un gioco di indagine molto simpatico. Belli i materiali

Gioco: qualsiasi attività liberamente scelta a cui si dedichino, singolarmente o in gruppo, bambini o adulti senza altri fini immediati che la ricreazione e lo svago.. (vocabolario online Treccani)

4

Nessun commento

7

Sarà che nel nostro gruppetto, non appena si presenta un gioco di atmosfera, spesso e volentieri il tutto viene virato a toni abbondantemente fregnacciari, saranno stati i canti gregoriani di sottofondo sulla PS2 o quelli che ci imponeva la carta evento prima delle Lodi, ma Fra Tturato, Fra Laltro, Fra Scarello e Fra Stornato, alla loro prima partita, si sono divertiti un bel po' a fare luce sul cupo destino del povero Frate Adelmo :)
I materiali comunque pregevoli dell'edizione italiana (le carte non di altissima qualità a dire il vero, il resto molto buono) hanno fatto da sfondo ad un gioco un po' caotico ma non per questo meno divertente e ragionato. Tutto sta nel formulare le domande nella maniera più appropriata (in modo da non aiutare gli altri più di quanto si aiuti le proprie indagini) e con un occhio ai tempi: un'informazione può rivelarsi utile solo per i pochi turni che intercorrono tra una messa e l'altra, ed in quel mentre occorre approfondirla adeguatamente prima che ci si mettano le chiacchiere tra i confratelli. Il sistema di gioco è oggettivamente molto lineare e di facile accesso, più complicato portare a regime fin da subito il modo di fare domande, cosa che comunque dopo qualche turno comincia a girare bene. Fortissima l'interattività e, di conseguenza, stretta dipendenza da come questa interattività viene giocata: la velocità del flusso di gioco e la difficoltà stessa dell'indagine dipendono da come i giocatori interagiscono, con tutte le conseguenze del caso.
Temo si riveli un po' deboluccio dal punto di vista della longevità, soprattutto se giocato con le stesse persone e, di fatto, non si può dire che sia particolarmente profondo nelle scelte (né credo voglia esserlo, anche se in ogni caso le varie locazioni e le carte evento, unite all'ampiezza delle caratteristiche del colpevole da determinare, lo mettono un gradino sopra a qualsivoglia Cluedo e senza tema di confronti).

Voto: 7,5
Prima impressione, ovviamente passibile di eventuali correzioni :)

- Le tre virtù dell'ingegnere: approssimare, trascurare e rispondere "dipende..."
- E se avesse ragione la torre di Pisa?

7

Nessun commento

7

Nessun commento

7

Nessun commento

5

bella plancia, gioco carino con qualche bella idea, non lo rigiocherei

6

carino. stucchevole dopo la seconda partita

6

Nessun commento

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=mechvigiak&numitems=5&header=1&text=title&images=medium&show=random&imagesonly=1&imagepos=left&inline=1&showplaydate=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)
Ex presidente Treemme e Giudice Lucca Games.
Ho collaborato con aziende e operatori del settore, di recente con Pendragon Game Studio.
Gli interventi sul forum sono personali, da non considerarsi a nome dell'azienda salvo ove esplicitamente indicato.

7

Il mistero dell'Abbazia cerca di rinvigorire un genere, quello delle investigazioni, negli ultimi tempi poco gettonato e che ha come massimo esponente un gioco di grande fama ma decisamente mediocre come Cluedo. Il titolo è interessante e le deduzioni possibili grazie alle meccaniche di domande pubbliche e carte mostrate segretamente, consentono di stilare una fitta gamma di sospetti. Il gioco è quindi semplice ma le possibilità di indagine sono abbastanza profonde ed incrociare tutte le informazioni non è cosa banale. Il turno di gioco è molto rapido e quando vengono fatte domande anche i giocatori fuori turno possono partecipare cercando di analizzare le informazioni ricevute, rendendo il tempo di downtime tutto sommato basso. Il gioco si cala perfettamente nell'ambientazione in maniera divertente ed elegante. L'unico difetto che vedo in questo titolo sta in una certa ripetitività delle azioni e nella mancanza di colpi di scena, ma si tratta certamente un buon titolo e probabilmente il migliore del suo genere.

The (Real) Panda Goblin!
A Roma, la serata ludica è
//nuke.goblins.net/spaw/images/lib3/ilGoblinSulComo_banner.jpg)

6

Belli i materiali, il gioco è abbastanza semplice ma non per questo necessariamente male.
Buono per serate molto tranquille. Nel complesso abbastanza divertente, anche se secondo me non vale il prezzo.

7

provato a ludicamente 04.l'idea deell'ambientazione, anche se sembra banale, è molto azzeccata e coinvolgente.la plancia di gioco è veramente fatta bene e chiara.regole semplici, può essere giocato da tutti soprattutto agli amanti del cluedo o a chi piace il mistero e la ricerca.

7

Nel complesso più che sufficiente. Stile Cluedo ma decisamente più elaborato con una riuscita ambientazione alla "Il Nome della Rosa". Ottimi materiali. Non credo sia rigiocabile troppo a lungo prima di diventare noioso.

7

Nessun commento

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare