Sekigahara: The Unification of Japan

Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2011 • Num. giocatori: 2-2 • Durata: 180 minuti
Autori:
Matt Calkins
Sotto-categorie:
Wargames

Recensioni su Sekigahara: The Unification of Japan Indice ↑

Articoli che parlano di Sekigahara: The Unification of Japan Indice ↑

  • Giochi da tavolo per regali di Natale
    Editoriale
    Cosa regaliamo ai nostri piccoli goblin o ai nostri amici, giocatori o meno, per Natale? Ecco una piccola lista di consigli per gli acquisti per tutti i palati e per tutte le tasche, scritta in collaborazione con i Giullari e Claudio77 (...
    Autore:
    Agzaroth

Eventi riguardanti Sekigahara: The Unification of Japan Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Sekigahara: The Unification of Japan: Scarica documenti, manuali e file Indice ↑

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Sekigahara: The Unification of Japan Indice ↑

Cercasi gioco: annunci con gioco disponibile per scambio o acquisto

Questo elenco contiene tutti gli annunci di utenti che cercano il gioco da tavolo Sekigahara: The Unification of Japan sia per acquistarlo che per scambiarlo con altri giochi.

Annuncio Tipo Consegna Utente Data
Il mio cerco per scambio Cerco Consegna a mano crepo1 09/01/2017

Video riguardanti Sekigahara: The Unification of Japan Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Sekigahara: The Unification of Japan: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
4567
Voti su BGG:
2493
Posizione in classifica BGG:
135
Media voti su BGG:
8,06
Media bayesiana voti su BGG:
7,32

Voti e commenti per Sekigahara: The Unification of Japan

8

Concordo col recensore.
Semplicità, rigiocabilità e ottimi componenti.
Regolamento chiaro, dipendenza dalla lingua nulla (regolamento escluso). C'è tanto bluff quando si giocano le carte

"Non mi fido molto delle statistiche, perché un uomo con la testa nel forno acceso e i piedi nel congelatore statisticamente ha una temperatura media" (Charles Bukowsky)

9

Nessun commento

8

Un bel wargame light, dall'ambientazione evocativa e ben riprodotta. Materiali eccelsi, e ricco di idee che, anche se non proprio innovative, messe assieme regalano un' esperienza di gioco per due molto appagante. Forse è un po' difficile farsi strada nella prima partita tra le sue regoluzze, ma dopo qualche turno si ricorda più o meno tutto. Unica pecca: mi aspettavo che il gioco fosse meno astratto, ma è anche questa sua astrattezza a renderlo un wargame così "elegante".

8

Regolamento molto snello ed elegante :) Regolamento chiaro e scritto abbastanza bene.
Dopo un giro si sa tutto. Molto ma molto bello :)

7

Sistema originale e bellissimi materiali, ambientazione riuscita. Forse un po' schacchistico. Ma un bel prodotto. Più vicino al 7 e mezzo

Se dico "seguitemi miei pugnaci", voi dovete seguitare et pugnare! (Brancaleone da Norcia) Flatulo

8

gioco di blocchi con materiali e tabellone molto eleganti; sfrutta e perfeziona il metodo di combattimento che ho trovato in Maria della Histogame: qui il simbolo sulle carte deve corrispondere a quello che si trova non sul tabellone, come avviene in Maria, ma sui singoli blocchi che compongono il proprio esercito; se si aggiunge la presenza sulle carte e sui blocchi di ulteriori simboli che rappresentano possibiltà tattiche particolari (cavalleria, fucilieri, tradimento), risulta chiaro che l'aspetto gestionale del combattimento è centrale...un esercito potentissimo ma non motivato (cioè molti blocchi ma poche carte coi simboli corrispondenti in mano) rischierà la sconfitta contro truppe inferiori di numero ma più determinate (meno blocchi ma che si accoppiano tutti o quasi coi simboli delle carte in mano)...a complicare le cose, la necessità di "spendere" quelle stesse carte anche per muovere le truppe e fare entrare rinforzi in campo...anche le regole del movimento, nella loro semplicità, nascondono qualche raffinatezza: l'impossibilità per un esercito di percorrere una strada già utilizzata nello stesso turno da truppe amiche crea problemi logistici interessanti da risolvere in spazi spesso angusti. Ho l'impressione che le opzioni strategiche non siano molte, (come è giusto che sia: è una simulazione storica) ma la ricchezza tattica lo rende molto rigiocabile.

8

Forse non lo tirerò fuori tutti i giorni ma il gioco è senz'altro valido. Dopo un ostico inizio per comprendere la logica dei blocchi ed interpretare il regolamento, non senza qualche errore poi corretto, le prime partite hanno mostrato un bel gioco, che necessita di buona strategia sia nei movimenti che nella pianificazione degli stessi nel corso delle "settimane" di gioco (7). Elegante sia nello svolgimento che nei componenti, come anche nei colori utilizzati. Per me una "novità"; parrebbe un gioco di rango ma per piacere bisogna lasciarsi intrigare dalla logica dello spostamento di blocchi (è un wargame con elementi di controllo territorio). Vagamente assimilabile per alcuni aspetti più alla dama che degli scacchi.

La realtà è....vivere oggi e non aspettare domani, perchè il paradiso non è un luogo dove andare, ma una sensazione da provare. The Mission cap.2 pag.20

8

Nessun commento

Ia mayyitan ma qadirun yatabaqa sarmadi
Fa itha yaji ash-shutahath al-mautu qad
yantahi

CTHULHU FHTAGN

8,4

bello da vedere, facile da giocare.
Forse poco strategico e limitato nelle strategie, ma assolutamente valido.

sava73 (goblin Cylon) ultimamente ha giocato a:
//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=sava%2073&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1)

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare