Rank
971

Tempus Draconis

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 6,39 su 10 - Basato su 65 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2003 • Num. giocatori: 2-6 • Durata: 60 minuti

Recensioni su Tempus DraconisIndice ↑

Articoli che parlano di Tempus DraconisIndice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Tempus DraconisIndice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Tempus Draconis: Scarica documenti, manuali e fileIndice ↑

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Tempus DraconisIndice ↑

Video riguardanti Tempus DraconisIndice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotograficheIndice ↑

Tempus Draconis: voti, classifiche e statisticheIndice ↑

Persone con il gioco su BGG:
171
Voti su BGG:
80
Posizione in classifica BGG:
10812
Media voti su BGG:
5,54
Media bayesiana voti su BGG:
5,50

Voti e commenti per Tempus Draconis

Voto gioco:
5

Una specie di Talisman con grafica a volte notevole e volte incomprensibile (il verde prato è oscido). Culo a palla visto che tutto si basa sui tiri di 1d12. Meglio Le saghe di Conquest.
PS - Vale perà per la scatola disegnata dal Maestro TOPPI.
Giocato: poco
Grafica/Materiali: 2
Longevità: 1
Divertimento: 1
Originalità: 1
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

Ritratto di SdP
Voto gioco:
0

Il gioco e' molto divertente, facile da imparare e veloce anche con giocatori poco pratici.

Il meccanismo di movimento della crteatura e' nuovo ed imprevedibile.

La mappa esagonale componibile garantisce partite sempre diverse.

Decisamente un gioco da consigliare a tutti.

"Giro, vedo gente, mi muovo... conosco... faccio cose" (Ecce Bombo)

Voto gioco:
6

Mah...
La meccanica del gioco sembra interessante, ma il tutto è troppo dipendente dal dado purtroppo e una benchè minima strategia non è praticamente attuabile... Buona la qualità del tabellone, infima quella dei personaggi e mediocre quella delle cartine. Davvero un peccato, poichè l'idea alla base non è poi così male...

Non Cogito, Ergo Digito.

Voto gioco:
6

Spirale. E' un gioco che può durare mezz'ora come tre ore. Perchè? Perchè dipende dal dado, non solo nelle mosse che fanno i giocatori, ma nella struttura stessa dell'avanzamento del gioco. Il punto contrastante è che questa stessa meccanica (la mutazione rotazionale del tabellone di gioco) è molto bella, forse sfruttata male. Adatto a tutti. (Il mio parametro per il 10 è nascondino, quindi Portorico è 8 e questo 6)
Nemo NemoN

Pindus - un kobold nella tana dei Goblins

Voto gioco:
5

Questo gioc almeno così come è scritto di base non arriva alla sufficienza piena in quanto si basa su un movimento dato dal d12 che rende il gioco troppo basato sul rincorrersi uno dietro l'altro e al io prendo tutto . Credo che se si inserissero due o tre house rule usando i 2d6 il gioco ne avrebbe un gigantesco guadagno arrivando per me addirittura anche al 7
carina l'idea del levl up ed affrontare mostri sempre più crasti Pedalini vanno ridotti a 2

Until swords part... Athafil Oakleaf - Principe degli elfi Ambasciatore Elfico "Potrei sapere come si fa ad uscire di qui?" "Dipende in gran parte da dove tu vuoi andare"  FFFF ha ragione...

Voto gioco:
5

Di solito scrivo poche righe per la recensione,
stavolta visto "l'affaire" che ne è venuto fuori direi che posso spendere qualche parola in più.

Trovo che MillenaRocca (ma continuo a chiamarlo Milena Rocca, come se fosse una persona) sia un gioco pieno di buone idee ma mal sfruttate: la grafica è accattivante, i nomi degli incantesimi originali, il gioco è adatto ai principianti, la divisione in tre fasi è orginale ed è autoprodotto ma...

ma non mi ha divertita, anzi mi ha snervata: il regolamento sarà pure studiato ma non deve aver passato un playtest con giocatori del mio genere, il movimento dei personaggi e del mostro è penalizzato da un d12 system che trovo frustrante e che dà l'occasione ai furbi di approfittarsi delle lacune del sistema. Nel breve tempo che ho dedicato a questo gioco, mi ha dato la fortissima senzazione di scarsa giocabilità e di poco bilanciamento, e questo mi ha demotivata dal continuare la partita.

Parlando con l'autore sia in fiera (ma forse eravamo tutti stanchi, non era il posto giusto e il nostro atteggiamento non è stato dei più simpatici) sia nel forum che in privato mi sono convinta che Millenarocca vada perso con la leggerezza che merita un gioco adatto ai babbani (affettuoso termine per indicare i principianti) più che ai Geek (i maniaci del gioco come noi) . detto questo rifarò una partita dall'inzio alla fine ma resto dell'idea che nella forma attuale Millenarocca non sia un gioco per me

Voto gioco:
8

L' ho giocato con le mie bimbe e si sono stradivertite come a Pirates of the Spanish Main:)
Capisco bene che a giocatori come Rich e Noctua possa non piacere ma se tutti usiamo le giuste parole per descrivere il lavoro di altri credo non ci siano problemi: conosco sia loro sia Paolo e credo che ora saranno ancora piu' amici dopo essersi spiegati:)
Le illustrazioni delle stanze sono a livelli di Heroquest, da 10, complimenti a Paolo.
E' un gioco leggero e fortunoso, perfetto per chi ama giocare con i figli, almeno per me e' stato cosi': mentre le stanze crollavano piangevano dal ridere:)

Voto gioco:
7

Premessa: il mio commento si riferisce alla riedizione che verra' distribuita come "Tempus Draconis".

D'impatto decisamente gradevole, grazie alla sua stupenda grafica e agli ottimi materiali che contraddistinguono questa edizione, il gioco si rivela decisamente immediato. Le regole sono semplici e ben assimilabili. Nel complesso, Tempus Draconis / Millenarocca si propone, a mio modo di vedere, come una evoluzione dei boardgame fantasy anni '80/'90 di stampo angolosassone (Dungeonquest e Talisman in primis).

Con tale eredita', e' comprensibile come il fattore fortuna sia decisamente elevato. Personalmente, quello che non gradisco in TD/Millenarocca e' proprio questa elevata aleatorieta' e, forse, un'eccessiva ripetitivita' delle meccaniche. Gusti personali a parte, riconosco la validita' di questo titolo e ritengo meriti molta piu' diffusione di quanto non ne abbia avuta la prima edizione.

Decisamente consigliato agli amanti di Dungeonquest & Co.

Voto: 7,5

Voto gioco:
7

Il gioco è bello e leggero e si amalgama perfettamente con gli altri titoli ambientati nel QuestLand (Daemonibus, Le Saghe di ConQuest e il romanzo Il Congegno Traslante).
Mi piace tantissimo l'idea del movimento del mostro. La fortuna fa la sua parte, ma a mio parere non è un difetto, anzi: lo spirito dei tre giochi è quello di offrire momenti di ilarità e divertimento e ci riescono benissimo. Sul sito ufficiale sono comunque presenti varianti strategiche, che però non ho ancora provato.
Buoni i materiali, soprattutto considerando che si tratta di un'autoproduzione.
Consiglio comunque la nuova edizione (Tempus Draconis), che ha materiali veramente stratosferici e qualche piccolo miglioramento nelle regole.

Voto gioco:
7

Carino, e intelligente, forse troppo lento nella prima fase.

Voto gioco:
4

Un gioco a mio parere troppo semplice e dominato dal caso per potere essere considerato un titolo valido, almeno per un pubblico adulto. Non che l'aspetto fortuna di per se' sia una cosa negativa per un gioco, ma in Millenarocca in realtà sembra che tu abbia tante possibilità di scelta ma alla fin fine non c'è nessuna possibilità di pianificazione perchè l'unica cosa che puoi fare è correre il più velocemnete possibile (e qui il D12 comanda) verso un obbiettivo senza poter sapere quale sarà il prossimo.

Ambientazione, grafica e materiali sono però davvero al di sopra della media e rispecchiano l'attenzione e la passione che Paolo riversa in tutti i suoi giochi.

commento basato su solo 2 partite

Voto gioco:
9

Nessun commento

Voto gioco:
7

Nessun commento

Voto gioco:
7

Regolamento da rielaborare. Graficamente molto carino.

Voto gioco:
6

L'idea è carina e la grafica molto simpatica. Purtroppo secondo me il gioco non è stato playtestato con attenzione al bilanciamento. Il tiro dei dadi e gli oggetti magici casuali possono decidere una partita praticamente già al secondo/terzo turno. Se la cosa non vi disturba, il gioco è anche divertente.

Ritratto di Jones
Voto gioco:
7

Mi trovo veramente in difficolta nel votare questo gioco. Prima di tutto perché l'ho giocato con l'autore e dopo averlo conosciuto, solo per la sua simpatia e capacità di coinvolgimento, meriterebbe il massimo! ;-)
Il gioco soffre sicuramente di un alta ripetitività che lo fa poco ben volere dai giocatori esigenti. Tuttavia considerando che il target, come ammette l'autore, sono le famiglie e quindi i più piccoli non la trovo fuori luogo. Il bambino non si sente sicuramente frustrato nel dover inseguire qualcosa che scappa da una parte all'altra del tabellone senza poter intervenire, ma anzi si diverte, mentre il giocatore "grande" si stufa dopo 15 minuti al massimo.
In quanto "bambino" penso gli darei un 8 senza riserve, in quanto giocatore, considerato come ben si presta ad elaborare infinite varianti + tattiche (molte disponibili sul sito), la bella componentistica e grafica gli assegno un 7.
Dal che ne esce un 7,5 che purtroppo arrotondo a 7 (rimango un giocatore, non un bambino :-P)

L'importante non è vincere: è far perdere gli altri!

Voto gioco:
8

Il gioco è bello e leggero e si amalgama perfettamente con gli altri titoli ambientati nel QuestLand (Daemonibus, Le Saghe di ConQuest e il romanzo Il Congegno Traslante).
Mi piace tantissimo l'idea del movimento del mostro. La fortuna fa la sua parte, ma a mio parere non è un difetto, anzi: lo spirito dei tre giochi è quello di offrire momenti di ilarità e divertimento e ci riescono benissimo. Sul sito ufficiale sono comunque presenti varianti strategiche, che però non ho ancora provato.
Il difetto principale è che a volte le partite si possono allungare troppo, se i risultati dei dadi sono bassi.

Voto gioco:
4

Non posso che ripetere il giudizio espresso per Millenarocca, essendo lo stesso gioco, ma deo ammettere che il lavoro fatto sui materiali e' davvero eccellente

Un gioco a mio parere troppo semplice e dominato dal caso per potere essere considerato un titolo valido, almeno per un pubblico adulto. Non che l'aspetto fortuna di per se' sia una cosa negativa per un gioco, ma in Tempus Draconis in realtà sembra che tu abbia tante possibilità di scelta ma alla fin fine non c'è nessuna possibilità di pianificazione perchè l'unica cosa che puoi fare è correre il più velocemnete possibile (e qui il D12 comanda) verso un obbiettivo senza poter sapere quale sarà il prossimo.

Ambientazione, grafica e materiali sono però davvero al di sopra della media e rispecchiano l'attenzione e la passione che Paolo riversa in tutti i suoi giochi.

commento basato su solo 2 partite (nella versione Millenarocca)

Voto gioco:
8

Un punto in meno di Tempus Draconis, giusto per il fatto dei materiali.

Voto gioco:
10

Nessun commento

Voto gioco:
7

non male

Voto gioco:
5

Non mi a soddisfatto. Se non fosse per i materiali di buona qualità gli avrei dato un 4!!
Senza offesa per nessuno, ma lo ritengo più adatto per bambini che per adulti.

Voto gioco:
7

Giochetto divertente.
Bella la possibilità di far fare esperienza al proprio pesonaggio nel giocare le varie partite!!
In tanti diventa interessante... ma anche in 4 o 5 è molto bello!
In 3 forse perde un pochino e diventa noioso...

Tria Lunae Krynn voster itinerim dirigant

Voto gioco:
8

Nessun commento

Voto gioco:
7

Nessun commento

Voto gioco:
7

Nessun commento

Voto gioco:
6

Nessun commento

Dagon

Fu in quel Momento, credo, che caddi in preda alla follia
H.P. Lovercraft, Dagon

Voto gioco:
4

Nessun commento

Voto gioco:
6

Nessun commento

Voto gioco:
5

Nessun commento

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=mechvigiak&numitems=5&header=1&text=title&images=medium&show=random&imagesonly=1&imagepos=left&inline=1&showplaydate=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)
Ex presidente Treemme e Giudice Lucca Games.
Ho collaborato con aziende e operatori del settore, di recente con Pendragon Game Studio.
Gli interventi sul forum sono personali, da non considerarsi a nome dell'azienda salvo ove esplicitamente indicato.

Ritratto di Favar
Voto gioco:
8

Un classico (ma non troppo...) dungeon crawler con una grafica davvero speciale (e altrettanto posso dirlo per i materiali). Simpatico e divertente anche se non troppo longevo (ma a questo si rimedia facilmente). Da giocare assolutamente con la variante strategica (carte movimento anziché d12) e con una variante a più mazzi stanza attivi contemporaneamente - diciamo la metà dei giocatori.
Complimenti al poliedrico autore! (teatro, libri, musica, giochi, grafica, poesia, ecc...)

Long. 1 (ci vorrebbe un'espansione con nuove carte e nuove stanze magari più interattive)
Rego. 1,5 (non chiarissimo ma comunque ben impaginato e ben illustrato)
Dive. 2 (con le varianti strategiche e alcune regole opzionali)
Mate. 2 (tutto di ottima qualità)
Orig. 1,5 (l'impostazione è classica ma alcune trovate sono davvero carine)
-------
TOT. 8

Ma non hai ucciso il drago??!!Ce l'ho sulla lista delle cose da fare....!!

Voto gioco:
6

Una sorta di dungeon crawler.
Giocato: poco
Grafica/Materiali: 3
Longevità: 1
Divertimento: 1
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

Voto gioco:
5

Nessun commento

Voto gioco:
7

Un gioco piacevole, dai matriali buoni, che rischia di diventare un pò ripetitivo, ma che deve essere ravvivato da regole aggiuntive liberamente scaricabili. Ottimamente integrato in una linea di giochi dalla ambientazione comune in un mondo fantasy scanzonato e un pò picaresco.

Voto gioco:
4

Che delusione! Dopo averlo inseguito per un anno l'ho trovato, provato e non credo che lo giocherò più! Molto bella l'idea di partenza, ma la meccanica ripetitiva, la poca interazione tra personaggi e la poca varietà di azioni lo rendono noioso; sembra quasi di avere tra le mani un gioco dell'oca in salsa fantasy! Materiali poveri, una meccanica non eccezionale, longevità prossima allo zero... il voto viene di conseguenza.

Voto gioco:
4

Si salvano solo i materiali.
Noioso e ripetitivo.

"Se loro sapessero la metà delle cose che so io, io ne saprei il doppio".

Voto gioco:
7

gioco molto carino, con ottimi materiali e bella realizzazione grafica

mi sono piaciute molto le 3 fasi di gioco e ritengo che, con alcune aggiunte, Tempus Draconis possa diventare qualcosa di ancora migliore.

Un complimento a Paolo per questo gioco che spero abbia presto degli add-on (comunque ho visto che già dal sito ci sono un bel pò di cose da scaricare).

Voto gioco:
7

Nessun commento

Paolor meglio conosciuto come P.Ruffo.

Voto gioco:
7

Nessun commento

Paolor meglio conosciuto come P.Ruffo.

Voto gioco:
8

un po' lungo nello svolgimento... ma molto bello

Voto gioco:
8

Anche se è basato prevalentemente sulla fortuna (mi sono capitate serate storte dove la prevalenza di punteggi bassi del dado mi impediva di compiere qualunque cosa), questo gioco ha in sé delle caratteristiche intriganti e divertenti. Le regole aggiuntive liberamente scaricabili, poi, lo rendono più vario e divertente.

Voto gioco:
6

Nel complesso discreto ma un pò noioso e ripetitivo.Meglio Daemonibus.Voto 6,5.

Voto gioco:
6

Nessun commento

Voto gioco:
5

Nessun commento

Voto gioco:
7

Nessun commento

"Il carattere delle persone non si rivela mai così chiaramente come nel gioco." L. Tolstoj

Per tutti gli appassionati giocatori di Firenze e dintorni, date un'occhiata al sito http://www.giocozona.org

Voto gioco:
6

l'idea è molto buona, le meccaniche un po' meno. Migliora leggermente con la variante delle carte per il movimento.

Voto gioco:
7

Molto carino, provato in 2 giocatori... da rigiocare in +++ per valutarlo meglio... ma è assai divertente, e i materiali sono carini! Su questo non ci piove!!

Aloa

Curte

-non è vero che morirete- disse il serpente

Voto gioco:
7

Nessun commento

Voto gioco:
5

Nessun commento

The angel that deserves to die

Voto gioco:
5

L'ho avuto per circa un mese, poi l'ho prontamente scambiato, dopo averci fatto una sola partita. Nessun appello da parte mia e dei miei amici. Arriva a 5 per la componentistica e le ultime fasi di gioco, abbastanza concitate. Comunque bocciato!

Voto gioco:
7

Nessun commento

Voto gioco:
7

a me è piaciuto e parecchio anche. Forse i materiali non saranno eccelsi però mi ha divertito parecchio. promosso a pieni voti.

Voto gioco:
6

Nessun commento

Voto gioco:
6

Commento basato su parecchie (tra 5 e 20) partite

Completamente (o quasi) guidato dal dado.
Se lo si sa, e lo si usa per passare una serata a ridere, è perfetto.
Forse un pelo troppo lungo, ma decisamente "fantozziano" con gli eroi sfigati che muoiono, scappano e arrancano... Ottimi componenti.

Voto gioco:
7

Nessun commento

Voto gioco:
9

Nessun commento

Che la forza sia con te.
May the Force be with you.

Voto gioco:
6

Nessun commento

Voto gioco:
6

Nessun commento

Voto gioco:
7

Nessun commento

Voto gioco:
1

se passavo 2 ore a lanciare dadi contro il muro era tempo speso meglio.. comunque di per se il gioco non ha storia non è longevo e come detto non è divertente.. l'1 è giustificato giusto dai materiali che possono essere riutilizzati in altri contesti.. tipo D&D...

Voto gioco:
3

Terribile. Uno dei peggiori giochi mai giocati!

Voto gioco:
6

Nessun commento

"Invece di pensare, continua a salmodiare.." (C.C.C.P., "Punk Islam") "Vago nel folto di Fronde IN DELIRIO!" (Marlene Kuntz, "In Delirio")

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare