Aristeia! The Ultimate Sport

Corvus Belli

Vi piacciono gli skirmish? Volete ancora belle miniature? Non ne avete mai abbastanza di carte e dadi speciali? Ecco la risposta che cercavate: Aristeia!

Giochi collegati: 
Aristeia!
Voto recensore:
9,0

Siamo nel futuro.

L’uomo ha raggiunto le stelle e, mentre le super potenze economiche continuano a farsi la guerra nell’ombra, l’umanità si connette a Maya, una rete internet collettiva e guarda le partite del nuovo fenomeno mediatico: Aristeia!

Ferite che avrebbero costretto una persona normale a letto per mesi ora non hanno nemmeno bisogno di cure e traumi mortali possono essere curati in alcuni secondi. I partecipanti di questi incontri, gli Aristos (dal greco “i migliori”), sono le star del momento e gli idoli delle folle, dandosi battaglia all’interno del Hexadome per gloria e fama.

Il gioco

Aristeia! è un gioco per due giocatori  edito dalla Corvus Belli; è anche il loro primo tentativo di produrre un vero e proprio boardgame, anche se sono più che famosi grazie al loro Infinity, uno dei wargame di miniature a tema futuristico più giocato e famoso.

I materiali sono ottimi e lo è anche il comparto grafico, molto colorato e fumettoso. Non solo le miniature sono di buona fattura, ma anche le carte, la plancia ed i vari token sono curati ed il gioco non ha niente da invidiare alla concorrenza.

personaggi Aristeia!
i combattenti di Aristeia!

Aristeia! è un'ottima alternativa a titoli come Blood Bowl, Guild Ball e Dreadball ed il perché è molto semplice: finalmente uno skirmish che simula uno sport dove non c’è una palla che va in giro a caso!

All’interno della scatola troviamo un manuale che con poche pagine ci illustra il regolamento e ci propone una partita di prova, seguito da un “libricino” dove potremo consultare in ordine alfabetico tutti i dubbi che potrebbero assalirci durante i nostri primi passi; all’interno di questo libro miracoloso ci sono addirittura le FAQ! È inoltre presente un bel fascicolo illustrato con la storia e le motivazioni di ognuno degli 8 campioni selezionabili, cosa più che gradita poiché sono personaggi molto carismatici. Il gioco presenta, per ora, otto  scenari ed il primo che riuscirà a raggiungere le condizioni di vittoria della modalità selezionata, sarà il vincitore.

Ogni Aristos presenta la propria carta di riferimento con le varie statistiche ed abilità, la propria miniatura e le sue 4 carte. La caratterizzazione dei personaggi è spettacolare, hanno tutti utilizzi strategie e scopi differenti e questo influisce parecchio sulla longevità del titolo.

I due giocatori dovranno prima selezionare tramite draft un team composto da quattro personaggi, successivamente prenderanno 10 carte standard identiche per entrambi e poi selezioneranno due carte per ogni componente della propria squadra. Ulteriore caratterizzazione dei personaggi infatti è data dalle loro 4 carte personali: potendone selezionare solamente due a partita, anche utilizzare lo stesso personaggio in futuro potrebbe essere diverso. Una volta composto il proprio mazzo formato da 18 carte e posizionato il proprio team all’interno del Hexadome (le regole cambiano da scenario a scenario) si è pronti a partire.

Il round di gioco

Entrambi i giocatori decidono in segreto in quale ordine agiranno i propri personaggi, ponendo le loro apposite carte iniziativa sulla propria plancia nella sequenza che hanno deciso, a faccia in giù. Successivamente entrambi i giocatori rivelano la loro prima carta iniziativa ed il giocatore che ha rivelato l’Aristos con il valore d’iniziativa più alto può decidere se attivare lui o far attivare l’avversario.

Ogni campione è solitamente dotato di cinque  Punti Azione (ndR: d'ora in poi abbreviato in PA) che possono essere spesi in due modi:

  • Spendendo 2 PA si possono caricare i punti movimento del proprio personaggio e lui potrà utilizzarli come meglio crede: sarà quindi possibile muovere di una casella, eseguire un attacco o un’abilità, e finire successivamente gli eventuali punti movimento residui. Attenzione però, perché se si vuole passare attraverso o lasciare una zona adiacente ad un nemico, si dovrà superare un tiro contrapposto di agilità contro la forza del nemico e, in caso di fallimento, i punti movimento residui verranno azzerati!
  • L’altro utilizzo dei PA è tramite le abilità speciali dei personaggi che vanno dagli attacchi ad azioni di supporto ad azioni di disturbo.

Ogni azione (escluso il movimento) viene gestita tramite dadi speciali: ce ne sono di diversi colori e presentano differenti simboli che verranno “spesi” per attivare i vari effetti producibili dal proprio Aristos.

Aristeia! carta eroe
la carta personaggio di hEXx3r

Importantissimi sono gli Switch dei personaggi, cioè abilità che si possono attivare spendendo determinati simboli dei dadi, anche quando non si è il giocatore attivo. Questi effetti vanno dallo spostarsi al pescare carte al fare danno ecc.

Se un personaggio viene ferito dagli attacchi va in infermeria e al prossimo round potrà sì entrare in partita, ma con una penalità di 2 PA.

Vorrei tralasciare il “come si gioca” anche perché ci sono davvero molti video, review ecc. mentre vorrei spendere qualche parola in più su quale sensazione dia il gioco.

Impressioni

Aristeia! è esattamente quello che si propone di essere, cioè la trasposizione da tavolo di alcuni dei videogiochi più in voga al momento (Overwatch e vari moba): molto semplice, molto colorato, ma anche molto tattico ed intelligente.

Aristos in azione

Corvus Belli, inoltre, è una casa che supporta ed espande i propri giochi: ha già stilato il calendario delle uscite per quest’anno, la famosa Season 1, e comprende quattro espansioni da quattro personaggi l’una, quindi a fine anno sarà possibile draftare tra 24 Aristos differenti. Aristeia! è seguito davvero bene dalla casa, visto che nel loro sito ufficiale è già possibile trovare una wikia, le faq aggiornate nuovi scenari e bilanciamenti.

La durata di una partita si aggira intorno all’ora, massimo un’ora e mezza e lascia la voglia di riprovarlo al più presto. Ogni partita è diversa dalle altre e non si è mai in preda al caso anche se, ovunque ci siano dadi, un po’ di fortuna non guasta mai.

Le espansioni uscite, oltre ad offrire più Aristos, introducono nuove regole, status ed opzioni tecniche, inoltre vengono presentate come squadre (composte da 4 elementi) che hanno una buona sinergia assieme, ma conoscendo bene il gioco, durante il draft sarà possibile sfruttare meglio ogni Aristos combinandolo con chi preferiamo. Ogni personaggio è molto carismatico ed ognuno è molto forte e bilanciato, sarà sempre difficile scegliere chi utilizzare e si temerà sempre ogni pezzo dell’avversario; devo dire che dal punto di vista del bilanciamento la Corvus Belli ha davvero fatto centro!

Il gioco ovviamente non è esente da difetti, primo tra tutti il costo: 50 euro per il core box sono abbastanza, tenendo conto che di materiale non ce n’è tantissimo e che le miniature sono solo otto.Questo ci porta direttamente al secondo dei problemi: è vero che si possono fare svariate combinazioni, ma 8 Aristos sono comunque pochini e le espansioni (ne è già uscita una) rimangono non proprio regalate (25 euro per quattro miniature + le rispettive carte in 4 lingue).

La concorrenza

Ritengo che fare un paragone con Shadespire sia obbligatorio. Premetto che ho preferito Aristeia! di gran lunga: i titoli sono simili, con le differenze che in Shadespire c’è più deckbuilding, ma le bande rimangono sempre identiche, mentre in Aristeia! le carte sono meno (anche se un minimo di deckbuilding è presente), ma le combo e le sinergie tra i vari Aristos sono sempre differenti.Inoltre ho trovato meno aleatorio il titolo della Corvus Belli, poiché implementa diversi metodi per influenzare il lancio dei dadi: dal banale reroll, al successo automatico, al critico automatico ai dadi aggiuntivi.

Differenza fondamentale è data anche dalla durata: se il titolo della Games Workshop può essere considerato un filler (una partita dura in media 30 min), lo sport futuristico della Corvus Belli ha durata maggiore, in quanto un match può durare dall’ora all’ora e mezza.

Spero che questo articolo dia più visibilità ad un titolo che in Italia è poco giocato e conosciuto ed invito gli interessati a provarlo, perché non ne rimarranno assolutamente delusi.

Puoi votare i giochi da tavolo iscrivendoti al sito e creando la tua classifica personale

Commenti

Quando leggo Aristeia! mi vengono sempre in mente i sardi di Aldo, Giovanni e Giacomo... Però mi hai messo voglia di provarlo. Dai, vieni alla GobCon e portalo.

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

Se riesco volentieri!!!

Rettifico la season 1 e finita e ad oggi le espansioni uscite sono 4 !!!

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare