Cuzco: erigiamo templi tra gli Inca

Cuzco
Super Meeple

Terzo restyle grafico per la trilogia delle maschere: tocca a Java che si trasforma in Cuzco

Giochi collegati: 
Cuzco
Voto recensore:
7,5

Era il 2000 quando Kramer e Kiesling, cavalcando il successo di Tikal, pubblicarono Java, gioco di maggioranze e punti azione per 2-4 giocatori della durata di 90 minuti. Mexica sarebbe arrivato solo due anni dopo a concludere quella oggi nota come trilogia delle maschere. A distanza di 18 anni la trilogia torna ad essere tale anche nella lussuosa edizione curata da Super Meeple e portata in Italia grazie al lavoro di dv giochi ma Java non è più il secondo capitolo e non è più neppure un gioco ambientato in Asia: tutta la trilogia è adesso in Sud America.

Il Gioco

Cuzco componenti
Cuzco componenti
In Cuzco i giocatori impersonano alti dignitari del popolo inca in lotta per ottenere la supremazione politica nelle Ande. Espanderemo i villaggi, costruiremo templi sempre più alti e irrigheremo i campi al fine di ottenere quanti più punti prestigio, dando feste in onore del dio sole nei templi. In termini di gameplay, scelto il primo giocatore, a turno, ciascuno degli sfidanti svolge interamente il proprio turno spendendo tutti e 6 i propri punti azione. Ciascun giocatore riceve delle tessere doppie e delle tessere singole mentre le tessere triple vengono messe in una riserva comune. Il gioco si concluderà quando saranno terminate le tessere triple delle riserva comune.

Al proprio turno il giocatore spende i propri punti azione (PA) svolgendo le azioni (anche più volte la stessa):

  • piazzare un terreno sul tabellone, costo 1PA. Questa azione è obbligatoria e va svolta almeno una volta all'inizio del proprio turno. Si piazza un terreno della propria riserva o della riserva comune. I terreni possono essere impilati a patto che non si copra una tessera della stessa forma (ovvero o si copre con una tessera più piccola o va messa a cavallo di due tessere) e possono essere piazzati anche non adiacenti tra di loro.
  • far entrare un inca sul tabellone, costo 1PA se entra dalla zona di foresta a nord del tabellone, costo 2 PA se entra dalla zona di montagna a sud del tabellone. Il nostro Inca dovrà muoversi su una tessera posizionata adiacente al bordo. 
  • Muovere un inca, costa 0 PA se l'inca si muove su tessere della stessa tipologia di quella di partenza, costa 1 PA ogni cambio di terreno, da coltura a villaggio e viceversa, che viene effettuato.
  • Costruire un tempio costa 1 PA, si posiziona un tempio in uno dei villaggi di cui si ha il controllo la cui altezza sia pari o inferiore alla grandezza del villaggio (il numero di tessere villaggio da cui è composto) si ottengono punti prestigio pari alla metà dell'altezza del tempio. Si ha il contro
    Tempio
    Tempio
    llo del villaggio se un nostro inca si trova ad un livello più alto degli altri (ovvero su una pila di tessere più alta). In caso di parità di altezza si considera la quantità di inca a quel livello.
  • Ampliare un tempio costa 1 PA, come per la costruizione si innalza il livello del tempio ottenendo punti prestigio pari alla metà del nuovo livello.
  • Costruire un bacino di irrigazione, costa 1 PA, permette di posizionare una tessera bacino di irrigazione sul tabellone, in una casella libera. Se il bacino viene completamente circondato da tessere il giocatore che lo controlla ottiene 3 punti prestigio per ciascuna tessera da cui è composto il bacino.
  • Pescare carte festa al costo di 1 PA ciascuna si prendono nuove carte festa dal mazzo coperto o dalla cima del mazzo degli scarti. Questa azione può essere svolta al massimo due volte.
  • Organizzare una festa, non costa PA e può essere svolta solo come ultima azione del turno. La festa può essere organizzata in una città in cui ci sia un tempio e in cui hai almeno un inca. Tutti i giocatori con almeno un inca in quella città possono partecipare alla festa giocando dalla propria mano una carta che mostri la stessa reliquia visibile in cima al mazzo degli scarti. Si continua finchè i giocatori non possono o non vogliono giocare altre carte. Il giocatore che ha giocato più carte corrispondenti ottine i punti indicati sulla scehda riassuntiva, in caso di pareggio tutti i giocatori coinvolti ottengono punti, inferiori a quelli se si è soli.

Alla fine della partita i giocatori ottengono ancora punti prestigio per i templi che controllano, pari all'altezza del tempio, o pari alla metà della loro altezza se sono secondi nella gerarchia di controllo.

Considerazioni

Cuzco partita in corso
Cuzco partita in corso
Nonostante la lunga spiegazione una partita a Cuzco si gioca senza più dover ricorrere al regolamento, grazie all'ottima scheda riassuntiva e a materiali che permettono un'ottima leggibilità del tabellone e delle maggioranze. Questa è la cosa che più di tutte ci ha colpito di questa riedizione di Cuzco, quanto i nuovi materiali, ancor più che nelle riedizioni di Tikal e Mexica, siano non solo da sbavo, ma funzionali ad una migliore giocabilità. L'ergonomia ne guadagna moltissimo e ,grazie allo spessore delle fustelle, con un'occhiata è lampante quale inca si trovi ad un livello più alto degli altri. Inutile dire che i templi sono un orgasmo visivo, le foto parlano da sole.  Oltre a queste considerazioni sui materiali, vera novità di questa edizione, per quanto riguarda le meccaniche e le caratteristiche del gameplay, nulla è cambiato rispetto al 2000 ma, per chi non conoscesse Java, ci dilungheremo anche su quegli aspetti. Cuzco è un gioco di peso medio alto, non tanto per le scelte da dover compiere nel proprio turno, ma perché ciascuna di quelle scelte pesa come un macigno, sia sul proprio gioco che sul gioco degli altri. Innalzare un tempio è importante, ma chiunque poi potrà espanderlo ancora, o peggio, usarlo per una festa dalla quale ottenere tanti punti quanti i miei, senza spesa di punti azione. Fondamentali nella propria strategia sono i 3 segnalini azione aggiuntiva che possono essere spesi una sola volta nel corso della partita e che consentono di anticipare reazioni degli avversari. Siccome il nostro turno dipende molto da cosa faranno gli avversari nel loro, ecco che compare quella brutta bestia del downtime. Se un giocatore al tavolo è amante del controllo a tutti
Cuzco partita a 2
Cuzco partita a 2
i costi, si può morire di fame e sete mentre si aspetta che consideri tutte le possibili implicazioni delle proprie e altrui azioni. C'è da dire che in Cuzco è molto alta l'intereazione e proprio per questo motivo secondo noi ha poco senso volerlo giocare tenendo tutto sotto controllo, si deve cercare di posizionarsi in modo da essere difficilmente superati sul predominio di un tempio ed evitare di lasciare il controllo dei bacini di irrigazione agli avversari, o almeno far loro spendere quanti più punti azione possibile per superarvi. Il gioco delle maggioranze è molto bello; a differenza di Tikal (o El Grande o il 99% dei giochi di maggioranze) il controllo è dato dall'essere più in alto degli altri anziché dall'avere più omini degli altri nella zona, ed ecco che diventa molto interessante la possibilità di giocare con molti inca che cercano il controllo di tante piccole città o pochi che competono per gli insediamenti più ampi.  La scalabilità è buona, lo abbiamo giocato principalmente in 2 e il titolo funziona senza forzature, nonostante la meccanica centrale sia solitamente pensata a partire dai 3 giocatori, va da sé che alcuni aspetti del gioco, specie il conteggio finale dei punti di tutti i templi eretti in 2 giocatori perda un po' di mordente e di conseguenza il gioco in 3 o 4 sia più soddisfacente.

Per noi Cuzco è super promosso, tant'è che abbiamo deciso di dare via le nostre prime edizioni di Tikal e Mexica e recuperare tutta la trilogia in questa nuova meravigliosa edizione. 

Puoi votare i giochi da tavolo iscrivendoti al sito e creando la tua classifica personale

Commenti

cosa consigliereste fra cuzco e tikal?

Già mi interessava questo titolo avendo molto gradito Tikal...ora ha il bollino rosso! Da provare assolutamente a Lucca!

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=lambo89&numitems=10&text=none&images=medium&show=recentplays&imagesonly=1&imagepos=center&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

cosa consigliereste fra cuzco e tikal?

Dipende da cosa si cerca.

Tikal è più leggero di questo.

Io ho sia tikal che mexica, ma non ci gioco tantissimo... mi sa che comprerò anche questo per amor di completezza 

Sendo, dunque, uno principe necessitato sapere bene usare la bestia, debbe di quelle pigliare la golpe e il lione; perché il lione non si defende da’ lacci, la golpe non si defende da’ lupi.

Tikuzco... anzi Cuzal... ;-))) A parte gli scherzi: secondo me decidi per quanto ami l'interaizone tra giocatoiri: se alta, Cuzco, se media Tikal. Entrambi però sono dei gran giochi e anche belli!

[color=#008040]Giochi che ci rigioco volentieri:[/color]
Architetti del Regno Occidentale, Paladini del Regno Occidentale, Istanbul, Insoliti Sospetti, Dixit, DungeonQuest, Oh my Goods, This War of Mine, Pandemia, Pandemic la Caduta di Roma, Barrage

[color=#FF4040]Giochi che non ci rigioco volentieri:[/color]
Dungeonology, 1497 la Peste Nera

[color=#4000FF]Giochi che aspettano di essere giocati:[/color]
Specie Dominanti, Heaven and Ale, CharterStone

[color=#FFBF00]Giochi che prima o poi ci rigiocherò:[/color]
Takenoko, Auztralia, Tikal, Civilization Nuova Alba, Roll Player

Stavo valutando l'acquisto di Cuzco e anche di Ishtar - I Giardini di Babilonia: sono simili? Si possono fare paragoni?

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare