La via dei Panda: goffi combattimenti

Quando dei pucciosi e coccolosi panda diventano guerrieri, monaci e governatori.

Giochi collegati: 
Way of the Panda
Voto recensore:
7,5

Iniziamo a recensire questo gioco che in italiano è stato portato dalla Pendragon. Guardando scatola e materiali... Be', tanta roba per gli amanti del [citazione di Alex Magni].

Panoramica e componentistica

Scherzi a parte, la componentistica e le miniature sono di ottima fattura, miniature diverse e dettagliate per gli eroi di ognuna delle quattro fazioni, soldati uguali per tutti che differiscono solo per colore, ma ben fatti. Edifici solidi ben realizzati, segnalini e carte di buona fattura (non ho molte partite all'attivo per dire se alla lunga si deteriorano ma al momento nessun problema). Tabellone e grafica accattivante e con una simbologia piuttosto semplice per capire le azioni con colori che aiutano a distinguere quale tipo di eroe può o non può eseguire quell'azione.

la via del panda panoramica
Panoramica
Durante questo gioco, che non ha un numero fisso di turni ma delle condizioni da raggiungere per finire la partita, voi comanderete un clan di panda. Sotto la vostra guida avrete tre campioni - guerriero, monaco e governatore. Lo scopo del gioco è quello di percorrere le vie delle antiche lande dei panda per costruire villaggi, città, sconfiggere ninja, recuperare reliquie e potenziare i vostri personaggi.

Il gioco è per 2-4 giocatori e ha una durata indicativa di novanta minuti; ma, come vi ho detto, il tutto dipenderà non da un numero fisso di turni ma dagli obiettivi di fine gioco e da quando li raggiungerete: infatti la sfida avrà fine una volta piazzata la quinta basetta città, se finirete gli edifici o se costruite una seconda capitale.

Ogni vostro campione ha delle abilità particolari e delle azioni uniche che solo quella tipologia di eroe può avere: i cancelli possono essere costruiti solo dai monaci, i mercati solo dai governatori le pagode solo dai guerrieri; oltre a questo, ogni tipologia di personaggio ha delle azioni diciamo di classe (monaco raccogliere lampade, guerriero maschere e così via) sfruttando le azioni specifiche di ogni vostro tipo di eroe dovrete cercare di collezionare punti vittoria.

Come si gioca a La via del panda

Il gioco inizia con il piazzamento di alcuni edifici base nelle città di partenza, poi ogni giocatore posizionerà un proprio soldato sulle strade e infine verranno piazzati a turno gli eroi.

Nel proprio turno il giocatore potrà scegliere un'azione dal tabellone di gioco e piazzare uno dei propri soldati sopra di essa per farla eseguire a uno dei suoi eroi. Simpatico il meccanismo per il quale una volta selezionata dal tabellone un'azione, tutte le azioni più in basso e più a sinistra di quella scelta non sono più selezionabili per quel round. Anche gli altri potranno scegliere quella stessa azione, ma per ogni successiva attivazione andrà messo un soldato in più, rispetto a quanti posizionati in precedenza.

la via del panda particolare viola
Particolare del tabellone
Le azioni consentono di costruire edifici; la costruzione è regolamentata dalla quantità di soldati intorno la città. Si può costruire il primo edificio solo se ci sono due soldati nelle vie intorno la città; il secondo edificio se ce ne sono almeno tre; e così via. Oltre a costruire edifici ci si potrà spostare con le azioni - il gioco si chiama La via dei panda: se non ci si muovesse che via sarebbe? Bene il muoversi e piazzare soldati lungo le strade è uno dei meccanismi per guadagnare punti vittoria, oltre la costruzione degli edifici e il potenziamento personaggi (nel gioco per esperti ci sono due obiettivi, uno a fine partita e uno durante la partita, che danno punti vittoria). Selezionando le azioni movimento si potrà spostare un proprio eroe lungo una via; ma le vie sono occupate da perfidi e cattivi ninja e, quindi, la forza del nostro eroe dovrà essere pari o superiore al numero di ninja per potersi muovere (per questo potenziare il personaggio è importante).

Una volta mossi si potrà coprire un ninja con un proprio soldato; alcune azioni permettono di coprirne due. Quando tutti i ninja saranno coperti, chi ha più soldati metterà una striscia di guardie del proprio colore su quella strada; se c'è parità nel numero di soldati saranno messi dei segnalini neutri. Tutto questo servirà per collezionare altri punti vittoria.

Eh sì, i modi per fare punti vittoria sono molti in questo gioco, ma non ci sarà tempo per concentrarsi su tutto e quindi ci sarà da scegliere una strategia, costruire, potenziare gli eroi e raccogliere reliquie oppure cercare di occupare le strade. Il potenziamento degli eroi è limitato nel gioco dal numero di tessere potenziamento, solo otto per tipo. Dalle partite fatte avere almeno un eroe a livello tre è molto utile per potersi muovere un po' ovunque; se si resta a livello uno di forza, spesso ci si può trovare un po’ bloccati nelle possibilità di movimento e scelta azioni. Queste naturalmente sono impressioni personali di gioco che vengono dalle partite fatte: chi non ha potenziato gli eroi si è trovato svantaggiato perché il movimento sulla mappa è parte fondamentale del gioco; poi quando lo proverete vedrete se il vostro punto di vista concordi o meno.

la via del panda miniature
Miniature
Ultima parte di questa panoramica di gioco: i punti azione per fare le vostre azioni. Ad azioni forti corrispondono grandi responsabilità e, più che altro, grandi costi: le azioni hanno un costo variabile da zero a cinque punti; voi guadagnerete punti azione in base a quanti segnalini guerriero avrete usato per fare azioni il turno precedente. Quindi se spendete sei guerrieri per fare azioni avrete sei punti azione il turno dopo, se ne spenderete solo tre avrete solo tre punti azione.

Il gioco prevede anche un'azione che fa riguadagnare quattro punti azione e la possibilità di andare in negativo guadagnando punti azione ma perdendo punti vittoria. Insomma, i punti azione servono ma spesso non bastano mai per far tutto ciò che si vorrebbe (c'è anche la possibilità di recuperarli da alcune carte che si vincono costruendo le città; ma non è detto capitino nella partita, visto che sono sei carte scelte a caso).

Conclusioni

Per quanto mi riguarda il gioco mi ha piacevolmente sorpreso, nonostante la solita meccanica di piazzamento lavoratori per scegliere l'azione; mi è piaciuto il sistema che esclude una volta scelta l'azione tutte quelle più in basso e più a sinistra, costringendo così a programmare bene e aumentando anche l'interazione, visto che se poi altri scelgono l'azione che avremmo voluto, le dovremo pagare doppio. L'interazione è ridotta al rubarsi il predominio sulle strade se non si considera questo aspetto.

Mi sono molto piaciute le miniature e la componentistica; la simbologia è piuttosto chiara e il regolamento comprensibile e facilmente spiegabile. Gioco adatto a famiglie per la tematica molto Kung Fu Panda e la grafica cartonciosa; adatto anche a tutti i neofiti, visto la non mostruosa complessità. Per chi è abituato ai giochi più complessi, invece, può essere un titolo da una botta-e-via, ma non entrerà nei vostri preferiti credo. Però ogni gioco ha il suo pubblico di riferimento e, secondo me, questo il suo lo copre bene; per questo gli do 7,5.

 

Pro:

Componentistica, miniature ed edifici molto ben curati.

Organizer già presente nella scatola.

Grafica e simbologia ben comprensibili e ben fatti.

 

Contro:

Le basette colorate per distinguere le tipologie dei campioni non aderiscono bene al personaggio.

La rigiocabilità forse non è altissima visto che le cose che cambiano sono solo le carte città, 6 casuali su 8, e le missioni (ma solo nel gioco esperto). Questo è un parere personale visto che considero poco incidente lo start iniziale edifici

Il dover puntare subito a potenziare l'eroe visto il basso numero di potenziamenti può incanalare la partita e alla lunga portare a vedere sempre gli stessi stili di gioco.

Puoi votare i giochi da tavolo iscrivendoti al sito e creando la tua classifica personale

Commenti

Io l'ho trovato freddo come il ghiaccio ma si tratta di un german bello tosto ed interessante.

Gioco molto ben sviluppato, sia per quanto riguarda la componentistica, sia per le meccaniche. La scelta delle azioni "ad esclusione" costringe ad una pianificazione a medio termine precisa e mai banale, ed a volte porta qualche giocatore alla paralisi da analisi. Personalmente non lo trovo un gioco adatto nè alle famiglie nè ai neofiti, in quanto, a dispetto delle miniature e dell'ambientazione, è un german di tutto rispetto che richiede la predisposizione di una buona strategia per evitare che le nostre azioni vengano sfruttate dagli avversari per fare punti.

Le meccaniche mi sono subito sembrate interessanti (non dico rivoluzionarie) ma in questo specifico caso non riesco a tollerare l'ambientazione

* Orto Mio!!! *

L'ho provato al Modena Play e, nonostante l'aver fatto soltanto una prova, posso dire che la grafica è completamente spiazzante. Il suo target NON sono né famiglie, né neofiti, né casual gamers. Siamo di fronte ad un german di peso medio che necessita di esperienza e pianificazione. Mi verrebbe quasi da dire che l'ambientazione e la scelta grafica siano state completamente sbagliate... per il pubblico al quale si propone "i panda che fanno kung fu" non sono esattamente un buon motivo per acquistare il gioco... anzi...

L'ho provato al Modena Play e, nonostante l'aver fatto soltanto una prova, posso dire che la grafica è completamente spiazzante. Il suo target NON sono né famiglie, né neofiti, né casual gamers. Siamo di fronte ad un german di peso medio che necessita di esperienza e pianificazione. Mi verrebbe quasi da dire che l'ambientazione e la scelta grafica siano state completamente sbagliate... per il pubblico al quale si propone "i panda che fanno kung fu" non sono esattamente un buon motivo per acquistare il gioco... anzi...

Sono perfettamente d'accordo anche perchè ricado precisamente nella fetta di pubblico di cui parli

* Orto Mio!!! *

Comprato e venduto subito, tanto vale giocare ad hansa teutonica che è pure molto più divertente, gusti miei...
Anche secondo me l ambientazione è completamente slegata alle meccaniche. Nel mio gruppo ci siamo annoiati...peccato...

Ogni gioco ha il suo pubblico, quindi, se il gioco non risulta "rotto", merita sempre un voto per lo più positivo.
A me personalmente non è piciuto molto, la novità del gioco è scemata a metà partita, arrivando alla fine sperando finisse presto.

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare