World of Warcraft: Trading Card Game

Voto recensore:
7,7
World of Warcraft è sbarcato dal web in bustine che si sono disposte sugli scaffali dei nostri negozi preferiti.

World of Warcraf TCG è un gioco di carte collezionabili che riprende come tema il mondo fantastico di Azeroth. Come ogni gioco di carte collezionabile esistono espansioni che periodicamente aggiungono carte al gioco. per ora le espansioni sono tre ma presto ne arriverà una quarta dedicata alla legione demoniaca, uno dei punti focali della storia di Warcraft. Esistono anche Raid Deck che sono particolari mazzi da giocare in partite speciali chiamate raid, dove tutti i giocatori si alleano contro un giocatore nel ruolo del super cattivone. esistono due mazzi raid: Onyxia dove un giocatore controlla Onyxia e Nucleo Ardente dove un giocatore controlla una serie di Boss di un dungeon. Ogni mazzo raid comprende anche delle bustine tesoro che contengono carte peculiari per quel raid e molto molto utili.

Ma veniamo al gioco nudo e crudo.
Scopo del gioco: distruggere l'eroe avversario.
Ogni giocatore sceglie un eroe. L'eroe ha quattro caratteristiche importanti: la razza (svariate: non morti, elfi della notte, tauri, umani, gnomi, etc.), la classe (Druido, Cacciatore, Mago, Paladino, Prete, Sciamano, Rogue, Warlock e Guerriero) e la fazione di appartenenza (Orda o Alleanza), i punti vita finiti i quali l'eroe viene considerato sconfitto. Ogni eroe ha già determinate queste caratteristiche, quindi un Telrander sarà sempre e solo Drudio elfo della notte dell'Alleanza. In base a questi aspetti del proprio eroe, il giocatore si costruisce un mazzo di almeno 60 carte giocabili seguendo le limitazioni date da razza, classe e fazione. Composto il mazzo si gioca: si pescano 7 carte, si mette l'eroe scoperto sul campo e si inizia la partita. Il turno è semplice, si pesca una carta e si giocano quante carte si vogliono purché se ne possano pagare i costi.

Esistono vari tipi di carte: le missioni, le abilità, gli alleati e gli equipaggiamenti.
Ogni carta, esclusi gli eroi e le missioni, ha un suo costo per essere giocata. Per pagare questo costo bisogna spossare (ovvero girare) le risorse. Ogni carta della propria mano può essere una risorsa, infatti si può decidere di mettere una carta in gioco capovolta da usare come risorsa, le missioni, invece, sono da considerare risorse anche se non capovolte con in più il vantaggio di avere una ricompensa se si completa la missione descritta nella carta. MA la cosa importante è che si può piazzare solo una risorsa o missione a turno.

Le altre carte si spiegano da sole. Ad esempio le abilità sono abilità (scusate al ripetizione ;) ) che possono essere giocate dal proprio eroe, ne esistono di generiche e peculiari per la classe dell'eroe scelto. Quindi avremo la palla di fuoco per il mago o l'accatto alle spalle per il rogue, oppure la cura per il prete.

Gli alleati sono creature che danno una mano al nostro eroe per sconfiggere il nemico sono anche qui generici, alcuni che possono essere assoldati da una determinata razza, altri da una particolare classe. Per lo più si dividono in alleati dell'alleanza e alleati dell'orda, ma esistono sempre in ogni espansione almeno un paio di alleati che possono essere assoldati indifferentemente dalla entrambe le fazioni.

Gli equipaggiamenti: oggetti, armi e scudi per il proprio valoroso eroe. Ovviamente sono i più disparati e hanno sempre una lista delle classi che possono utilizzare quel particolare oggetto. Molto più rara una esclusiva per razza, ma presente.

Spiegare ogni minuzia sarebbe davvero troppo lungo: questo è giusto un accenno il resto... lo scoprirete solo giocando!

Il mio parere è che sia un gran bel giochino di carte collezionabili diverso dal solito anche se con "troppi" accenni a Magic the Gathering, riesce a dire la sua e a lasciare un bel segno. Per ora il fattore collezionabilità non è determinante per avere un mazzo competitivo ed al momento le espansioni sono tutte ben fatte e il gioco promette interessanti ampliamenti.
Pro:
Disegni veramente belli.
Il sistema con un eroe di partenza lo differenzia dagli altri giochi di carte.
La possibilità di giocarlo in party contro un giocatore che gioca il ruolo del mostro (questo nei raid deck).
Molto divertente e per adesso la collezionabilità non è un fattore determinante.
Tante possibilità strategiche accentuate dal fatto che le risorse possono essere carte qualunque e non solo carte con quel compito specifico.
Contro:
Scopiazzato a piene mani da Magic.
Alcune classi sono decisamente inferiori rispetto alle altre e ci sono diverse scelte d'obbligo per essere competitivi.
Puoi votare i giochi da tavolo iscrivendoti al sito e creando la tua classifica personale