Hecatomb

Giochi collegati:
Hecatomb
Voto recensore:
0,0
In Hecatomb ogni giocatore è un Signore della Fine dei tempi (Endbringer), dedicato al male e alla distruzione del mondo moderno. Essi evocano mostri dai miti e dalle leggende più cupe, generando strane e perverse creature ibride. L'obiettivo finale è distruggere gli altri Signori e il mondo stesso.

La vera innovazione di Hecatomb è il sistema di stack che cerca di dare una visione in 3D al gioco, un layout grafico decisamente cupo e splendide carte di forma pentacolare in PVC, non in cartoncino, con 4 lati trasparenti in modo da poter unire tra loro i vari esseri evocati, posizionandoli uno sull'altro, per creare "abominazioni" sempre nuove ed esseri unici.

Ad inizio partita ogni giocatore ha 20 "anime" e lo scopo del gioco è distruggere le "anime" dell'avversario attaccandolo con creature o "magie"

Il gioco si svolge in turni e ad ogni turno il giocatore "di mano" deve pescare due carte, scegliere tra tutte quelle che ha in mano quali schierare nella "zona del MANA" per adoperarle come fonte di mana (non ci sono né "terre" né "energie"). Il mana generato verrà speso per evocare le "creature" ed attaccare l'avversario, che dal canto suo potrà tentare di bloccare l'attacco con le proprie "creature".

L'attacco si risolve spesso con la distruzione del difensore e/o dell'attaccante; se l'attacco ha successo, si distruggono tante "anime" dell'avversario, per quante "creature" compongono l'"abominazione" attaccante.
Pro:
Originalità della forma delle carte e dei materiali, infatti sono in PVC, no carta, no cartone.
Non ci sono "terre" o carte "energie".
Contro:
Ancora non è uscito in italiano.
E' pubblicato come "Over 15".