[Anteprima Essen 2015] Dojo Kun

Dojo Kun vi porta nel mondo delle arti marziali mettendo ogni giocatore a capo di una diversa palestra (Dojo).

Anteprime
Giochi
Giochi collegati:
Dojo Kun

Dojo Kun, gioco che ho seguito fin dal prototipo con vivo interesse ad opera del simpaticissimo Roberto Pestrin, vi porta nel mondo delle arti marziali mettendo ogni giocatore a capo di una diversa palestra (Dojo, per l'appunto).La particolarità del gioco, che mi ha affascinato fin da subito, è unire un gestionale ad un gioco di combattimenti in modo assolutamente fluido e sinergico.  Ogni giocatore (da 1 a 4 - è disponibile anche una modalità in solitario) disporrà di una plancia personale rappresentante la nostra palestra, con spazi per ospitare gli allievi e le attrezzature da allenamento con le quali le abilità degli allievi potranno migliorare.Lo spazio centrale del tavolo è invece occupato da varie plance, ospitanti spazi occupabili da allievi e mastri, nel classico stile worker placement.Sarà qui possibile, per esempio, "assumere" nuovi allievi, acquistare attrezzature specifiche per la palestra, ampliare la palestra stessa (potendo quindi ospitare più atleti e più attrezzature).Potremo inoltre far imparare ai nostri allievi delle mosse speciali o fargli fare delle "quest", che ci garantiranno Punti Prestigio a fine partita.Lo scopo del gioco, infatti, non è tanto malmenare gli altri giocatori (più o meno virtualmente), quando quello di guadagnare il maggior numero di Punti Prestigio, al fine di diventare, appunto, la scuola più prestigiosa tra tutte.  Arti marziali abbiamo detto, ma dov'è che ci si mena? Non sarà solo un semplice gestionale? Assolutamente no!Ogni allievo è rappresentato da una carta, sulla quale ritroviamo le caratteristiche, divise per colore e numero.I colori rappresentano i dadi che verranno lanciati durante il combattimento, mentre il numero rappresenta la quantità degli stessi.E qui veniamo all'aspetto principale di questo gioco: i dadi hanno diversi simboli rappresentati sulle facce (Colpo, Parata, Salto e Presa) e sono distribuiti con frequenza e tipologia diversa in base al colore stesso del dado, ritrovandoci quindi con dadi più forti nei Colpi o nella Parata a seconda del tipo di dado.In realtà la diversificazione dei simboli non è così banale come la sto descrivendo, ma è abbastanza eterogenea e l'autore stesso si è avvalso della consulenza di un matematico per bilanciare le facce dei dadi e rendere la scelta di un dado piuttosto di un altro non così scontata.Allenarsi quindi permetterà di aumentare il nostro pool di dadi a disposizione, che verranno usati durante i Tornei. Il gioco è strutturato infatti in 2 anni. Durante ogni anno avremo 3 round di "preparazione", che sono appunto la fase worker placement. Qui sarà importante allenare duramente gli allievi e fargli apprendere mosse speciali come in un action movie che si rispetti (Van Damme, Karate Kid... vi dicono qualcosa?).Al termine dei round di preparazione, avverrà il Torneo: ogni giocatore deciderà di schierare due allievi e questi verranno sorteggiati in modo da creare una serie di scontri ad eliminazione diretta tra due atleti con quarti di finale, semifinali e Finale cor botto!Gli scontri avvengono in questo modo: ogni giocatore tira tutti i dadi a disposizione dell'atleta, sommando a gruppi i vari simboli e spostando gli indicatori sulla Plancia Combattimento. Facendo un esempio banale, con un tiro di dadi potrò ottenere un risultato finale di 5 Colpi, 2 Parate, 1 Salto e 2 Prese, spostando gli indicatori riferiti al mio atleta di conseguenza. Lo stesso farà il mio avversario, finendo poi per confrontare i risultati con un sistema molto simile al classico Carta-Sasso-Forbice: ogni Salto riduce di 1 una Presa, una Presa riduce di 1 una Parata e una Parata riduce di 1 un Colpo.Alla fine di tutta questa serpentina, quello che conterà sarà il totale dei Colpi inferti all'avversario: chi ne ha inflitti di più sarà dichiarato vincitore e passerà alla fase successiva.Man mano che gli atleti scaleranno la vetta verso il primo posto, ogni posizione oltre a quella di partenza garantirà Punti Prestigio via via maggiori.Nel frattempo, i giocatori che non parteciperanno al combattimento non resteranno a guardare: potranno infatti fare un pronostico sul vincitore che, se azzeccato, frutterà un Punto Prestigio.Al termine del secondo Torneo (quindi del secondo anno), verranno contati tutti i Punti Prestigio presenti sulla nostra plancia (compresi quelli stampati su Quest, Attrezzature e Allievi) e chi ne avrà di più sarà chiaramente dichiarato vincitore supremo!  Che il gioco io l'abbia adorato fin da subito è un dato di fatto, impressione tra l'altro confermata alla seconda partita.La cosa che mi è piaciuta di più è il fatto di poter arrivare alla vittoria anche applicando strategie completamente diverse, senza andare ad affondare nella classica insalata di punti. Ci si può concentrare sui Tornei (com'è anche logico pensare), ma il combattimento non è l'unico modo per fare punti: possiamo concentrarci sulla parte "gestionale" o racimolare importanti punti anche solamente con i pronostici indovinati.Finora l'ho provato solamente in 4, quindi non posso esprimermi sulla scalabilità. Ma per il numero di spazi a disposizione e per la struttura stessa dei Tornei mi viene da dire che sia il numero ideale di giocatori.Ottimo il comparto grafico e davvero vincente lo stile, decisamente virato sul lato umoristico. I rimandi e le citazioni a personaggi famosi del mondo dei videogiochi, dei film e dei fumetti riescono a far entrare il giocatore da subito nel mood giusto. Il connubio worker placement e il combattimento basato sui dadi potrà far storcere il naso ai puristi german, anche perché, come già accennato prima, i vari tipi di dado sono bilanciati tra loro senza portare ad una sorta di determinismo (altrimenti basterebbe prendere solo dadi forti nei Colpi!). Come nei classici action movie, anche in una situazione di netto svantaggio potranno esserci colpi di scena e ribaltoni inaspettati, portando tutti i giocatori a tifare per il proprio favorito e a fare urla guerriere prima di lanciare i dadi.Quindi un gioco che non solo impegna e diverte, ma coinvolge tutti i giocatori durante tutto lo svolgersi della partita, dato che lo "stratagemma" dei pronostici porta chi non sta combattendo a seguire comunque con ansia il risultato del combattimento in corso. Promosso (cor botto)!

Commenti

Non è chiaro il combattimento. Da come è scritto metterei solo colpi, ma sono sicuro che non può essere così streamlined. Si può avere una spiegazione più dettagliata?

Mettere solo colpi non è possibile, come scrivevo in recensione ogni tipologia di dado ha facce molto eterogenee (es. prima faccia: 2 colpi. seconda faccia: 1 parata e 1 salto. terza faccia: 1 colpo e 1 presa. quarta faccia: 2 parate. sesta faccia: 2 salti e 1 parata). Scegliere "solo colpi" è impossibile. Puoi scegliere le tipologie di dado in base alla probabilità di uscita di quello che ti serve, ma essendo dadi l'esito è ovviamente incerto. Per questo scrivevo che prendere solo dadi che forniscono Colpi è impossibile.
Ci sono dadi che hanno 6 colpi suddivisi in 4 facce, e dadi che hanno 5 colpi suddivisi in 2. E lo stesso per Parate, Salti e Prese: al giocatore la scelta!
Un po' più chiaro adesso?

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare