Black Rose Wars: prime impressioni

Black Rose Wars: panoramica

In un oscuro Dungeon fino a quattro maghi lottano per contrastare la Rosa Nera e per emergere come il più potente fra tutti. Il pericolo è sempre in agguato; ma la lotta tra maghi non è mai stata così divertente.

Anteprime
Giochi
Giochi collegati:
Black Rose Wars

La seguente anteprima è basata su un'intera partita al gioco.

Black Rose Wars: componenti
In Black Rose Wars ogni giocatore impersona un potente mago dell’Ordine della rosa nera intento a diventare il nuovo Gran maestro, tramite l’utilizzo di magie di diverse scuole per combattere mostri, evocazioni e gli altri maghi. Morire trucidati sarà all’ordine del giorno ma non costituirà un problema, se non per il fatto che si daranno punti al gioco e agli avversari.

Il gioco

Ogni turno vede prima la fase della Rosa nera, con gli eventi e i punti dell’automa del gioco (impersonato dalla Rosa nera), per poi passare alla fase di studio, quella di preparazione e quella in cui si svolgono le azioni dei vari giocatori. Infine, agiranno le evocazioni e si predisporrà il turno seguente.

Nella fase della Rosa nera si gira una nuova carta evento, eventualmente facendo slittare fuori quelle già presenti e facendo anche fare punti alla Rosa nera (che potrebbe vincere il gioco a scapito dei Maghi).

Poi c’è la fase di studio, in cui i giocatori pescano due carte dal loro mazzo di gioco (che viene prima rimischiato se esaurito) e poi quattro carte a scelta dai sei mazzi delle diverse scuole di magia. Di queste quattro carte se ne potranno tenere due in mano. Ogni scuola di magia (mazzo di carte tematico) ha determinate caratteristiche di massima (c’è quella che distrugge, quella che evoca, quella che piazza trappole, eccetera); per cui le carte da pescare vanno ponderate con attenzione.

Con le carte in mano si svolge poi la fase di Ppreparazione, in cui i maghi predispongono le quattro magie che potranno utilizzare nella fase azioni. Ogni carta si può giocare sulla plancia del mago nello spazio della magia rapida e nei tre di quelle a disposizione; è obbligatorio piazzare una carta nello spazio della magia rapida e da una a tre carte negli altri spazi. Quasi tutte le carte hanno due effetti differenti e il verso in cui si metteranno nelle plance determina quale dei due si potrà utilizzare.

Infine, c’è il cuore del gioco: la fase delle azioni. In questa fase, in ordine di turno, i giocatori potranno attivare il loro mago, utilizzando di volta in volta una magia (o due se una è quella rapida) o una delle due azioni fisiche a disposizione, ognuna delle quali permette di muoversi o attaccare corpo a corpo e attivare la stanza dove si è (nell’ordine che si desidera). La fase prosegue fino a che tutti i maghi non avranno terminato di fare le loro azioni; poi si passa alla fase delle evocazioni. Nel caso in cui un mago dovesse essere sconfitto ricomincerà tranquillamente dalla sua cella iniziale del Dungeon.

Nella fase delle evocazioni le eventuali creature in gioco evocate dai maghi (un massimo di tre per mago) potranno agire sotto il controllo del loro padrone per muovere ed attaccare gli altri giocatori.

La fase di pulizia, infine, prevede una serie di azioni in cui ci si prepara al turno successivo scartando le carte usate e quant'altro.

Come dicevo è nella fase delle azioni che c’è il cuore del gioco. In essa i maghi possono lanciare le magie preparate e attivare gli svariati effetti delle stanze. Esistono una moltitudine di effetti delle stanze che vanno dal pescare nuove carte, al diventare primo di turno, al fare punti e così via. Oltre alle stanze normali al centro c’è la stanza della Rosa nera dove, da un certo punto in poi della partita, scartando quattro carte dalla mano è possibile scegliere, tra tre carte pescate, una magia della Rosa nera (un mazzo a parte) che è utilizzabile una volta sola ed ha effetti potentissimi.

Le carte magia, infine, possono essere di difesa (che proteggono il mago se attaccato causando anche danni a loro volta), di attacco agli altri giocatori, trappole che scattano in determinate condizioni per fare danni alle stanze, trasmutarsi in mostri, evocare creature per attaccare nella fase successiva, eccetera. Ferire gli altri dà punti in caso di loro decesso, così come distruggere le stanze del Dungeon che divengono inutilizzabili. Infine, se se ne soddisfano i requisiti, è possibile risolvere le missioni, che danno vantaggi e punti. La partita termina quando si raggiungono i trenta punti: si chiude il round e si contano i punti fatti fino ad allora, aggiungendo quelli delle stanze distrutte e delle uccisioni.

Impressioni

Back Rose Wars è un titolo che diverte - e molto. Non ha pretese di controllabilità e gestione, dato che gli eventi che si scatenano per le magie e gli effetti delle stanze sono talmente tanti e inaspettati, da mandare a pallino qualsiasi strategia. Tuttavia, l’accesso alle mille magie, la gestione della mano di carte e la scelta tra le sei scuole a disposizione sono interessanti e godibili. Soffre, soprattutto nelle primissime partite, di un po’ di paralisi da analisi data dalle innumerevoli scelte a disposizione, sia nella fase di preparazione che in quella delle azioni. Ma è un problema che si assottiglia molto dopo qualche partita, secondo me.

Le combo sono talmente tante e varie da risultare goduriose ed appaganti. Le bastardate sono all’ordine del giorno e materiali e illustrazioni, bellissimi, aiutano a calarsi nel ruolo di maghi potenti e sanguinari. Se proprio devo trovargli dei difetti, potrebbero essere l’enorme dipendenza dalla lingua - a oggi non si sa se uscirà una versione italiana - ed il costo elevato, seppur giustificato dai materiali sontuosi e numerosissimi.

Si tratta di un titolo molto lontano dai miei gusti ma che diverte talmente tanto da avermi convinto in pieno, risultando, in questo, simile all’altro American del momento: Nemesis.

Commenti

Bella recensione!
Credo comunque alla fine qualcosa uscirà per la lingua, almeno come accessorio o come pdf.
Per il momento di sicuro non c'è nulla di pronto, anche i backers stanno ancora aspettando.

 

c'è il manuale in pdf (solo core)... già qualcosa.

Nel KS si poteva comprare l'aggiunta italiano carte e manuale. Sarà inviata ai backers nel Q1 2020.

Nel KS si poteva comprare l'aggiunta italiano carte e manuale. Sarà inviata ai backers nel Q1 2020.

Quando mi arriverà ci crederò...

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare