Camelot Jr e gli amanti della principessa

Camelot Jr è un gioco da tavolo per bambini dai 4 anni in su, con cui costruire alte torri o risolvere test di logica a livello crescente, utile anche per sviluppare la coordinazione motoria. Ci sarà piaciuto?

Approfondimenti
Giochi

C'era una volta un principe che doveva raggiungere la principessa nel suo castello. La principessa però se la faceva con la guardia. Con le guardie. Con tutte le guardie (che sono circa una cinquantina, una per ogni pagina del libretto di gioco).

Questa versione non l'ho raccontata a mia figlia, per la quale la guardia è un cavaliere e sempre lui. Ed ovviamente non le è chiaro cosa combinino i due una volta assieme sulla torre. 

Camelot Jr: pagina soluzione del libro
soluzione

Come si gioca a Camelot Jr

Camelot Jr, intuibilmente parente minore di Camelot (Castle Logic), anch'esso in nostro possesso, è un gioco di logica, manualità e senso dello spazio per bimbi dai 4 anni in su, giocabile pure in solitario.

Camelot Jr: pagina avventura del libro
sfida

Ci sono una serie di pezzi di castello di varia forma - scale, torri, bastioni - in legno. Il libretto mostra ad ogni pagina una disposizione iniziale di alcuni pezzi: il cavaliere da una parte e la principessa dall'altra, poi una serie di altri pezzi da disporre incastrandoli coi primi, in modo che il cavaliere possa raggiungere la principessa senza effettuare salti, lungo un percorso continuo. Il bimbo deve risolvere il puzzle e trovare questo giusto percorso.

I test sono di livello di difficoltà crescente, fino agli ultimi – livello master – in grado di essere interessanti anche per un adulto. 

Ci è piaciuto?

Camelot Jr: pezzi di legno
Pezzi di legno

Forse ho giocato a Camelot Jr più io che lei, gli schemi master sono interessanti e questo tipo di giochini mi è sempre piaciuto. Sofia ha mostrato interesse soprattutto per la vita sociale della principessa e per la possibilità di costruire alte torri con tutti i pezzi, piuttosto che risolvere i puzzle. Ma, mi sto accorgendo, mia figlia non è una creatura dotata di molta pazienza, al contrario del padre. Se non ha preso dal padre, il campo si restringe...

Camelot Jr e una piccola giocatrice
Rampage...

Inoltre, è una di quei bimbi con tendenze distruttive, come dimostra il libretto del gioco al quale sono state meticolosamente asportate una dozzina di pagine già il giorno stesso del suo arrivo in casa. 

Sono tuttavia riuscito a farle fare - e con profitto - gli schemi junior (verdi) ed i successivi (gialli). A volte mi fa i dispetti e piazza apposta un pezzo messo al contrario, poi mi guarda sorniona per vedere se me ne accorgo. Comunque, vista la velocità con cui risolve i rebus, direi che sono soddisfatto. È che, come dicevo, si stufa presto e inizia a dar vita ai pezzi del castello, ma penso sia una cosa normale. 

Cosa dovrebbe insegnare Camelot Jr?

Innanzitutto sviluppare il senso logico. Il percorso che unisce i due amanti fedifraghi deve essere continuo e senza sbalzi. I pezzi si possono incastrare in un unico modo soltanto. Poi si imparano coordinazione motoria, motilità fine (a volte occorre posizionare le scale facendo un po' di equilibrismo) e senso dello spazio. Soprattutto si impara a battere la mamma, che in questi giochi è più scarsa e ha meno pazienza della figlia.

Commenti

"Se non ha preso dal padre, il campo si restringe..." :-D 

Non ti preoccupare Marco, con l'avanzare dell'età, tutto può cambiare...anche se a volte un poco temo per la mia bimba, visto ad esempio il nasino delicato che ora possiede mentre mi guardo allo specchio :-P 

In compenso però,  ora mi chiede autonomamente di giocare a Harry Potter e Concept! C'è speranza, quindi, per i poveri papà goblin ;-)

In diretta dal paese delle streghe!

Delle due: o tua moglie non legge questo sito o tu sei un amante delle emozioni forti. 

Delle due: o tua moglie non legge questo sito o tu sei un amante delle emozioni forti. 

entrambe :p

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare