Essen 2018: report di Agzaroth - domenica

Ultimo giorno e assieme alla fiera andiamo via anche noi, non senza aver spazzolato würstel, crauti e stinco di maiale e con una certa tristezza: da domani si torna al lavoro.

Report
Giochi

Monumental

Ci fiondiamo verso questo 4X attualmente su Kickstarter.

Le azioni si fanno attivando una colonna e una riga a scelta della griglia di nove carte che abbiamo pescato dal nostro mazzo, mazzo che nel corso della partita andremo a migliorare con nuove carte, assottigliandolo con l'eliminazione di quelle meno forti. Ci si muove su una mappa facendo scontrare bellissime miniature di greci, egizi, giapponesi e cinesi, in una coerenza storica da brividi. I punti si fanno con gli esagoni conquistati, le carte scienza e cultura costruite, le meraviglie.

La gestione è carina, il combattimento è totalmente deterministico e a favore dell'attaccante che non perde miniature mentre rispedisce a casa tutte quelle del difensore. Downtime eccessivo già in quattro, non ci ha convinto, come purtroppo ormai accade con la maggior parte dei Kickstarter.

Sensazione: 90 euro risparmiati

Jalan Jalan

Jalan Jalan
Defatichiamo con un party game in cui occorre decidere le mete di un viaggio comune sulla base delle nostre preferenze, una pubblica e una nascosta. Ci sono carte di cinque tipi (montagna, mare, eccetera) e altre carte da giocare poi per fare bastardate agli altri o imporsi di forza sulla carta da selezionare. Nulla di epocale ma divertente e cattivo, da giocare non troppe volte di fila.

Sensazione: se amate il genere...

Unmask

Altro party game dello stesso autore indonesiano di Jalan Jalan. Qui abbiamo una carta moltiplicatore che agisce su uno dei cinque colori in gioco. Lo scopo è raccogliere set di carte per farli valere esponenzialmente, preferendo il colore moltiplicato. Scopri da un mazzo comune da una a sette carte con un sistema di push-your-luck e, se sballi, hai la possibilità di indovinare il colore del moltiplicatore di un avversario, facendoglielo scartare.
Molto semplice anche questo, nulla di che.

Sensazione: tra i due, Jalan Jalan

Affinity

Collaborativo in cui ogni giocatore deve descrivere una delle quattro sensazioni in gioco (bellezza, divertimento, disagio, tristezza) usando tre carte tra le nove che ha sempre in mano e che compongono una frase di senso compiuto con nome, verbo e complemento. Gli altri compagni devono indovinare la sensazione per accumulare punti vittoria collettivi, mentre gli errori fanno avanzare il tracciato del “male”.

Sensazione: una partita e poi basta

Trade on the Tigris

Gioco economico in cui la parte del leone la fa la contrattazione libera tra i giocatori, che si scambiano carte per ottenere set di merci. Un set della stessa merce aumenta esponenzialmente di valore col numero ci carte da cui è composto. Lo scopo ultimo del gioco è fare soldi. Inoltre ad ogni round pescherai carte con abilità estemporanee o permanenti a seconda dei percorsi che stai facendo su due tracciati, che danno anche punti vittoria e che si attivano con la parte inferiore delle carte merce giocate. In sostanza: un gioco che vi piacerà molto se vi appassiona la contrattazione libera la tavolo (timer obbligatorio), ma che secondo me ha comunque dei difetti:

Innanzitutto le carte possono essere mostrate e mentire è legale ma serve a poco, anche perché lo puoi fare solo sulla parte inferiore della carta. Manca insomma tutto il pathos della contrattazione di Advanced Civilization, da cui trae ispirazione.

In secondo luogo gli effetti delle carte sono scarsamente controllabili, perché in sostanza giochi quel che ti capita. A me piacciono i giochi con le carte multifunzione, ma quando sei tu a scegliere quale parte attivare, facendo rinunce e scelte consapevoli; quelli come questo, in cui volente o nolente devi attivare tutto, lo trovo imprecisi e ineleganti.

Infine, i percorsi opposti dei tracciati sono sostanzialmente equivalenti: si tratta solo di sceglierne due (dettati dalle carte poi, quindi nemmeno scelti più di tanto), mentre il gioco avrebbe guadagnato moltissimo con una maggiore caratterizzazione tematica e strategica delle strade percorribili.

Sensazione: imperfetto, approssimativo, trascurato

Village Attacks

Provo questo ennesimo Kickstarter un po' per disperazione, un po' perché era libero. Devi usare dei mostri (banshee, lich, vampiro) per uccidere e catturare abitanti di un villaggio e i loro eroi. Tema “inverso” molto ispirato, gioco che si rivela l'ennesimo tiradadi con strategia al minimo sindacale.

Sensazione: altri X euro risparmiati

Pantone

Chi è il personaggio raffigurato?
Chi è il personaggio raffigurato?
Simpatico party game in cui assegni figure usando cartoncini per far indovinare la parola segreta ai tuoi compagni di squadra. Risolve il problema del sapere/non saper disegnare, ma proprio per questo elimina forse una delle parti più divertenti di questi giochi, inoltre le figure non possono neanche essere mosse alla Imagine levando un altro elemento di creatività.

Sensazione: mi aspettavo meglio

Raiatea

Per fortuna avevo già letto il regolamento, perché il dimostratore ce l'ha spiegato come una scimmia ubriaca.

Ci sono carte azione che funzionano come quelle di Puerto Rico, per cui chi ne sceglie una ha un piccolo privilegio rispetto a tutti gli altri che la applicano comunque.

Ci sono poi tre particolari round in cui viene introdotta la meccanica di asta cieca e di gestione del rischio che, sulla carta risultavano l'elemento interessante del gioco, mentre alla prova pratica sono stati una delusione.

Sensazione: rimandato al tunnel dell'amore a venti euro

Ringo

Tutti i suoi fratelli
Tutti i suoi fratelli
Semplicissimo astratto che si rivela nient'altro che una variazione del tris. Lo scopo è allineare quattro pedine tonde o quattro anelli del proprio colore, piazzando ogni volta una pedina dentro un anello e spostando poi l'anello adiacente ortogonalmente ad un altro anello.

Sensazione: solo collezionisti di astratti, per tutti gli altri una partita in fiera

Cryptocurrency

Gioco orientale che si basa sull'accumulare cryptovalute sminandole dal web e poi influire sui prezzi delle stesse per guadagnare sempre più soldi che sono anche punti vittoria del gioco. Per farlo si reclutano aiutanti che agiscono in diversi modi e si applicano meccaniche di scelte nascoste e push-your-luck. Un'idea simpatica per un buon gioco speculativo.

Sensazione: Nota positiva con cui concludere la fiera

 

 

Commenti

Mi sa che quest'edizione di Essen è stata piuttosto fiacca a livello di novità presentate, dico bene? 

Se riconosci subito il mio nickname, significa che hai giocato al videogioco più bello di sempre.

ma alla fine non hai comprato proprio niente? non ti credo, dai...

Ingiustificato picco di positività nel finale :D :D :D

* Orto Mio!!! *

Forse le idee sono un pochino “sature”, cose già viste o evoluzioni di intuizioni del passato. Serve una rivoluzione.

questi giochi di Essen mi ricordano in modo figurato le app del telefono: ridotti (poche funzioni), immediati, quasi sempre per tutti, a volte si impallano, bellini

- m@ -
La perfezione nel design si ottiene non quando non c'è nient'altro da aggiungere, bensì quando non c'è più niente da togliere (A Saint-Exupéry)

Pantone.... Conan con spada jedi verde?

ma alla fine non hai comprato proprio niente? non ti credo, dai...

 

Sìsì, ho visto una foto rubata con Forum Trajanum in borsa.

Giocati di recente
//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=bobanick&numitems=5&text=title&images=small&show=recentplays&imagesonly=1&imagepos=left&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)//i.imgur.com/5SjyfAa.jpg)//i.imgur.com/DNaBGri.jpg)
//i.imgur.com/3MPHSkP.jpg)

Per fortuna che ci sono anche altri siti e altri recensori dove andarsi a documentare, altrimenti uno leggendo le recensioni approssimative di Agzaroth ( una mezza partita di prova all'interno di una fiera è si e no una demo ), potrebbe pensare che siamo tutti cretini dal momento che spendiamo soldi per nuovi giochi brutti e inutili ogni giorno e son tutti cretini tutti quelli che sono andati fin ad Essen , la Fiera Mondiale del gioco da tavola brutto!! O forse gli standisti ormai ti conoscono e ti fanno provare solo giochi brutti apposta !! Non devo fare leggere le tue recensioni alla mia dolce metà altrimenti mi sequestra la carta di credito !! :))

Non sono recensioni, infatti: sono impressioni. Comunque il livello è basso c'è poco da fare

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

Per fortuna che ci sono anche altri siti e altri recensori dove andarsi a documentare, altrimenti uno leggendo le recensioni approssimative di Agzaroth ( una mezza partita di prova all'interno di una fiera è si e no una demo ), potrebbe pensare che siamo tutti cretini dal momento che spendiamo soldi per nuovi giochi brutti e inutili ogni giorno e son tutti cretini tutti quelli che sono andati fin ad Essen , la Fiera Mondiale del gioco da tavola brutto!! O forse gli standisti ormai ti conoscono e ti fanno provare solo giochi brutti apposta !! Non devo fare leggere le tue recensioni alla mia dolce metà altrimenti mi sequestra la carta di credito !! :))

Mi sembra che abbia investito tempo e denaro anche solo per testare e poter raccontarci, con un minimo di valutazione diretta, le sue prime impressioni. Le unisci a quelle di Pupina, Pennuto e il Giullare e magari da questo caleidoscopio ne trai qualche impressione indiretta pure te.

Ringrazio i Goblin in trasferta per il loro impegno. E' stato un piacere leggervi.

Non solo Agzaroth non ha millantato prove approfondite, mi sembra anche che abbia intitolato il suo ultimo parere riassuntivo: SENSAZIONE.

Più chiaro di così.

Devo poi dire che l'esperienza di Agzaroth di solito gli permette di intuire anche alla lettura del regolamento molte eventuali magagne dei giochi in un modo che gli invidio e di cui non sono capace.

Molto spesso ho letto le sue anteprime su Essen e quando ho avuto modo di provare i giochi ho toccato con mano i problemi che lui già subodorava.

Ovvio che se ho potuto verificare questa consonanza è stato perché qualche volta ho avuto modo di verificare giocando, qualche volta mi sono intestardito comprando... nessuno pensa che si debba trattare il parere di Agzaroth come un vaticinio, ma nel mare di uscite odierne un aiuto a fare una cernita dei giochi da provare è solo un regalo per chi come me vuole mantenere l'hobby del gioco senza smettere di dedicarsi al lavoro e alla famiglia.

Grazie per le ottime "impressioni" saranno utili per la scelta dei prossimi acquisti (pochi credo).

Grazie a tutti i Goblin che ci hanno fatto respirare l’aria di Essen e che dopo ore e ore di fiera hanno avuto la forza di riassumerci le proprie impressioni sui giochi provati. Viva la Tana!

Speravo, con la battuta finale ,di far capire a tutti che il tono del mio post fosse ironico .. io e agzaroth siamo agli antipodi , lui va alle fiere per stroncare giochi e non comprare nulla , invece io sono drogato da acquisti compulsivi , e mi faccio piacere anche i giochi di porrazzi , e compro tutto fino a che un messaggio sul cellulare mi avvisa che ho finito il credito su tutte le carte nel mio portafoglio ..come potete capire odio agzaroth in quanto essere il mio opposto , ma continuero lo stesso a leggere tutte le sue recensioni !! 😂😂

Speravo, con la battuta finale ,di far capire a tutti che il tono del mio post fosse ironico .. io e agzaroth siamo agli antipodi , lui va alle fiere per stroncare giochi e non comprare nulla , invece io sono drogato da acquisti compulsivi , e mi faccio piacere anche i giochi di porrazzi , e compro tutto fino a che un messaggio sul cellulare mi avvisa che ho finito il credito su tutte le carte nel mio portafoglio ..come potete capire odio agzaroth in quanto essere il mio opposto , ma continuero lo stesso a leggere tutte le sue recensioni !! 😂😂

Ironie o meno (comunque non basta una frase finale a cambiare il tono del post), che il livello medio sia bassino lo si era capito ben prima dei report di Agz. D'altronde ormai escono gazillioni di giochi, quasi tutti light o massimo medium, cosa vogliamo aspettarci

* Orto Mio!!! *

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare