The Goblin Show #9: Cranio Creations

Cranio Creations al Goblin Show

Intervista al CEO di Cranio Creations su passato, presente e futuro della casa editrice italiana

Approfondimenti
Produttori e Venditori
Giochi collegati:
BarrageNemesisNewton

Facciamo un po' di domande a Lorenzo Tucci Sorrentino a proposito della Cranio Creations e dei suoi progetti. Parleremo di come si è evoluta l'azienda, della realtà che sta dietro le quinte di un gioco e non mancheranno domande sui casi Barrage e Nemesis.

Lorenzo, come vedrete, non risparmia nulla e nessuno...

Commenti

Lorenzo, come vedrete, non risparmia nulla e nessuno...

 

Soprattutto se stesso ;-)

Mi sono visto la puntata e faccio i miei complimenti al conduttore che ha fatto davvero un bel lavoro. Molto bravo.

Sul resto mi limito a dire che non ho avuto una bella impressione e consiglio un corso di comunicazione.

Clear eyes, full heart, can't lose

Cavolo io rinnovo i miei complimenti ad agzaroth. Davvero un professionista! Molto meglio di tanta gente che conduce programmi in tv!

Ecco una cosa di cui sospettavo e che sarebbe interessante per una discussione. 

L'autore conta più del gioco.

Secondo me l'esempio lampante è Cathala. 

 

Non può avere inventato tutti quei giochi secondo me li playtesta e da la sua opinione...

Il vero autore è sempre l'altro...


 

Luca Locompetitivo

Un grande Agzaroth, dice le cose in faccia come stanno senza riserve e senza aver timore di risposte piccate perchè colpiti nel vivo.

Emerge chiaramente che per barrage non erano pronti a gestire un kickstarter di medie dimensioni, risposta onesta. Preoccupante ma onesta.

Per nemesis invece la butta sul "vabbè, errori li fanno tutti, perchè li fanno pesare solo a noi? E poi cmq è un gran gioco...e poi anche voi offrirete dei servizi di merda nel vostro lavoro,giusto??".... Tristezza....asmodee localizza un monster game come twilight imperium 4 facendo zero errori. Giochi uniti "distrugge" spesso regolamenti e carte dei giochi che localizza e viene puntualmente massacrata dagli utenti. Nel mio lavoro se sbaglio pago. Il servizio viene pagato e deve essere perfetto. Se non lo è devo rimborsare. Il servizio nemesis è lontano dalla perfezione. La normalità sarebbe rimborsare gli utenti con carte e regolamento ristampati senza errori in tempi umani. Se non lo fate le ovvie conseguenze saranno una perdita di fiducia da parte dei consumatori. Che si tradurranno in minori vendite (sopratutto prevendite) all'uscita dei vostri prossimi prodotti. 

 

P.S.  

Non oso pensare a cosa sarebbe venuto fuori con gloomhaven localizzato da cranio....salvi per un pelo,spero.

Io non conosco i casi ma mi pare che il concetto che i backer non riescono a capire è che è più importante uscire presto con qualche errore che uscire tardi.

Bisogna cogliere l'attimo per non perdere l'attimo, questa cosa da visibilità e mantiene la curiosità dei consumatori.

Più uscite editoriali equivalgono a più entrate. 

Hanno detto che rimedieranno... bene così.

Luca Locompetitivo

stavo seguendo Giorgino e il casino che sta succedendo al governo, poi mi son ricordato di Agz su Youtube e ho " girato csnale", vuoi mettere Agz con Giorgino?! ;)

- m@ -
La perfezione nel design si ottiene non quando non c'è nient'altro da aggiungere, bensì quando non c'è più niente da togliere (A Saint-Exupéry)

Emerge chiaramente che per barrage non erano pronti a gestire un kickstarter di medie dimensioni, risposta onesta. Preoccupante ma onesta.

Il punto (uno dei tanti) è che NON è una risposta onesta. Non nei termini usati. Che si aspettassero meno backer è una bugia lampante, che contraddice una valanga di dichiarazioni fatte all'epoca, nonchè il modo in cui era stata impostata tutta la campagna - che ha avuto palesemente meno successo di quanto non si aspettassero (comunque fin troppo visto come era stata condotta).

La cosa vera è che non fossero preparati. Ma non per imprevedibile eccesso di backer (che Tucci cita come giustificazione).

 

* Orto Mio!!! *

Fin troppo tempo dedicato al caso Barrage, a mio avviso. Si poteva chiedere qualcosa sulle Escape Room, anche se il discorso non penso sarebbe cambiato di molto (questione delle traduzioni senza possedere i giochi e senza che sia la versione per forza finale). Mi chiedo, onestamente, a questo punto, se non avrebbe più senso scegliere di attendere un attimo, insistere sul provare il gioco, e poi farlo uscire.

Curioso il linguaggio scurrile come scelta dell'immagine che si vuole dare.

Io non conosco i casi ma mi pare che il concetto che i backer non riescono a capire è che è più importante uscire presto con qualche errore che uscire tardi.

Bisogna cogliere l'attimo per non perdere l'attimo, questa cosa da visibilità e mantiene la curiosità dei consumatori.

Più uscite editoriali equivalgono a più entrate. 

Hanno detto che rimedieranno... bene così.

 

in sintesi:
in Nemesis hanno tradotto male alcune carte che rompono il gioco, in barrage hanno fatto qualsiasi tipo di errore di comunicazione e gestione.

Devono rimediare per forza, per la loro immagine perché già così sono bruciati tanti backer italiani di Nemesis e stranieri di Barrage; 
in particolare piccola parentesi su Barrage: io e molti italiani li conosciamo "storicamente" e la faccenda di Barrage infastidisce
e fa anche arrabbiare ma possiamo perdonare, forti dei tanti bei titoli che abbiamo in bacheca.

Invece il danno coi backers stranieri potrebbe essere grave.

Ho letto alcuni commenti di questi backers che li associavano addirittura alla golden bell,  proprio perchè non sono così noti fuori Italia:
questo è triste ed ingiusto, pur avendoli difesi è stata una goccia nel mare e sarà un problema al prossimo kickstarter.
 

Non puoi nemmeno pensare di non andare a vedere cosa sta facendo il produttore del gioco.

Un viaggio in Cina, con quanto incamerato da Barrage, potevano anche farlo. E' la base del "controllo qualità".

Più che altro vedo scarsa comprensione della piattaforma.
"Non facciamo la gestione della community" quando kickstarter E' la gestione della community.
Non si capisce l'importanza di essere backers per fare un kickstarter di successo.

Io però lo capisco, è come certi fantastici (e sono serio, fanno cose incredibili per esempio col vino) artigiani delle mie parti che credono che basti fare bene le cose per venderle. Non basta, purtroppo. Soprattuto su kickstarter. 

 



 

Ho capito e comprendo tutte le problematiche incontrate da Cranio, ed anche che alcuni aspetti di Barrage sono più roba da capello nell'uovo che altro. Tuttavia quel messaggio subliminale strisciante che sembra emergere dalla conversazione, che il pensiero di Cranio sia "Non ci potete rompere il ca**o in questo modo, visto che in giro c'è di molto peggio", non mi è piaciuto per niente. Magari è stata una sensazione mia, ed ha solo peccato nella esposizione, però ho avuto un brutta sensazione, nonstante sia un estimatore di parecchi titoli cranio. Non nego che io stesso quando butto giù il telefono alla volte pensi "che rompi palle sto cliente", ma non mi sognerai mai di farlo pubblicamente ne di dargli modo di pensare che io possa pensarlo.

Hanno sempre avuto problemi di comunicazione. All'epoca di Terra Mystica annunciarono sul forum che la fustella promo sarebbe stata venduta a Play a 5 euro. Poi al loro banco costava 10 euro, e se la cosa veniva fatta presente si arrabbivano pure e rispondevano male...

Mah.

Non ho mai gestito una community di clienti, ma nel mio lavoro devo "gestire" i miei clienti singolarmente e il primo pensiero che mi è venuto dopo il video è che questi atteggiamenti non siano l'ideale.

A volte si dice che bisogna anche riconoscere il fatto che ci hanno messo la faccia, ma questa è l'eccezione in cui forse era davvero meglio non mettercela. Imbarazzante, a mio modesto parere.

Io non conosco i casi ma mi pare che il concetto che i backer non riescono a capire è che è più importante uscire presto con qualche errore che uscire tardi.

Bisogna cogliere l'attimo per non perdere l'attimo, questa cosa da visibilità e mantiene la curiosità dei consumatori.

Più uscite editoriali equivalgono a più entrate. 

Hanno detto che rimedieranno... bene così.

 

in sintesi:
in Nemesis hanno tradotto male alcune carte che rompono il gioco, in barrage hanno fatto qualsiasi tipo di errore di comunicazione e gestione.

Devono rimediare per forza, per la loro immagine perché già così sono bruciati tanti backer italiani di Nemesis e stranieri di Barrage; 
in particolare piccola parentesi su Barrage: io e molti italiani li conosciamo "storicamente" e la faccenda di Barrage infastidisce
e fa anche arrabbiare ma possiamo perdonare, forti dei tanti bei titoli che abbiamo in bacheca.

Invece il danno coi backers stranieri potrebbe essere grave.

Ho letto alcuni commenti di questi backers che li associavano addirittura alla golden bell,  proprio perchè non sono così noti fuori Italia:
questo è triste ed ingiusto, pur avendoli difesi è stata una goccia nel mare e sarà un problema al prossimo kickstarter.
 

Alla fine ha detto che col fischio farà un'altra campagna KS...ma il punto non è essere pronti o meno ad affrontare KS, il punto é essere responsabili del prodotto finale e gestire il post-vendita.

Alcune accese risposte non servono a giustificare gli errori, sono errori, punto ma errori che cmq risolverai, come hai detto, col supporto clienti.

Gli 1 su bgg di sicuro sono esagerati ed ingenerosi per un prodotto cmq ricco e buono.

Giocare fa bene!

Lode alla vecchina.

Giocati di recente
//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=bobanick&numitems=10&text=title&images=small&show=recentplays&imagesonly=1&imagepos=left&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)//i.imgur.com/5SjyfAa.jpg)//i.imgur.com/DNaBGri.jpg)
//i.imgur.com/3MPHSkP.jpg)

Alla fine ha detto che col fischio farà un'altra campagna KS...ma il punto non è essere pronti o meno ad affrontare KS, il punto é essere responsabili del prodotto finale e gestire il post-vendita.

Alcune accese risposte non servono a giustificare gli errori, sono errori, punto ma errori che cmq risolverai, come hai detto, col supporto clienti.

Gli 1 su bgg di sicuro sono esagerati ed ingenerosi per un prodotto cmq ricco e buono.

Sono d'accordo su tutto quel che dici, ma quello che noto è la mancanza di autocritica. 
Ed è grave perché tutto questo è accaduto nonostante Barrage sia un gran gioco.

Questo atteggiamento, che sfocia alla fine nel "me ne frega degli 1 perché ora esce retail e i voti positivi aumenteranno" è controproducente.

In questi credo sia necessario essere chiari, assumersi le responsabilità, comunicare di aver capito gli errori,
essere trasparenti, accettare le critiche per migliorare tangibilmente. 
In caso contrario il danno di immagine resta e va ad inficiare un lavoro di anni che ha permesso a Cranio di diventare.. Cranio.
Ed è una brutta notizia per tutti.

Gli 1 sono ingenerosi per carità, ma non possiamo concentrarci solo sulla parte finale del processo.
I voti non sono stati dati tanto alle rotelle, ma sono figli di un rapporto tormentato con la community.

Per chi non è backer: il thread sulla tana di barrage offre ottimi spunti in questo senso. 

 


 


 

 

a parte la pessima comunicazione, ma ammettere qualche colpa?

Le hanno fatte in Cina, quindi non è colpa mia ... si ma le hai commissionate ti in Cina quindi è colpa tua e magari per migliorare il controllo qualità commissione in Italia (come fa Red Glove che hai citato)

le ho tradotte troppo presto, e comunque non le ho tradotte io. Ma dai ... questo non si può sentire!!!

 

Poi Barrage è un bel gioco, i voti valgono quello che valgono (vedi 1 a Gllomhaven) però se prometto degli standard alti li devo mantenere. Citi Stonemaier, magari fate un corso di comunicazione e marketing da loro, gestione sempre perfetta dei loro (pochi) giochi

conduzione della puntata a dir poco esemplare: agzaroth serio ma non serioso, domande scomode anche ripetute, consiglio prezioso di togliere 1 a gloomhaven.. applausi a scena aperta.

In merito a Barrage, ho fatto il ks e credo che il gioco sarà buono.

Fare attività di impresa è veramente difficile (mentre invece muovere critiche è moooolto facile): la passione e la voglia che ci metti a volte sono talmente forti che sono proprio quelle a farti commettere errori ingenui (i pochissimi mesi promessi per la consegna, ad esempio).

detto questo, credo che un approccio più consapevole del fatto che si è dalla parte del torto non potrebbe che giovare a Cranio: spiegate le Vostre ragioni, ma fatelo con umiltà e professionalità, e vedrete che se il gioco è valido la Comunità sa anche passare sopra agli errori.

Per esempio, se vi dico che lo ruote sono dei cadaveri, non mi potete rispondere che non ne sapevate nulla del metodo di produzione e tirare giù due vaffanculo. mi dovreste dire: scusate, avete ragione, ci scusiamo per l’errore, dovuto a inesperienza e non a scarso rispetto per il Cliente.

questo è quello che penso io, dal punto di vista formale; dal punto di vista sostanziale, penso che Cranio abbia sempre sfornato ottimi titoli e che continuerà a farlo.

perciò, nonostante la manchevole campagna ks, cui ho aderito (mi auguro che le nuove gocce e ruote a ripristino saranno spedite a noi backer quanto prima), personalmente continuerò a sostenere questa bella realtà del made in Italy

Complimenti a Agz per la conduzione, perchè se la sua conoscenza della materia non era in discussione, ha mostrato anche doti di attenzione e contraddittorio da vero anchor-man. In assoluto, indipendentemente dal fatto che trovarsi di fronte al CEO di una grossa azienda produttrice italiana che fischiava, ruttava, e usava terminologie a volte da bettola del porto poteva magari facilitare (o no?) il confronto.

Per quanto riguarda la questione più spinosa, Barrage, mi chiedo se il/i problemi non siano stati un po' ingigantiti da parte dei backer. Vero che le parole spese dai vari rappresentanti Cranio prospettavano qualcosa di leggermente migliore prima, e sono caduti in pessime Public Relations poi (inesperienza assoluta), ma poi credo che il prodotto finale non sia così disastroso. Ho assistito all'apertura di un box, e il problema delle ruote è dovuto ad un impacchettamento frettoloso (ruote messe anche sopra ai pacchetti di tokens, con conseguente loro imbarcamento) quindi non a causa di materiali scadenti. Poi, vuoi per il prezzo richiesto, vuoi per l'esperienza di chi ha già visto tanti altri prodotti, capisco che ci si potesse aspettare componentistiche al top assoluto in tutti i dettagli. Se come tanti affermano, non è vero che il pledge sia andato ben oltre le previsioni di Cranio (ok, pessima scusa del Lorenzo), allora possiamo anche capire che non abbiano fatto sforzi immani per raggiungere livelli eccezionali. In fin dei conti il gioco ha una componentistica corposa. Vero anche, però, che se lo confrontiamo con altri prodotti di livello (Festa di Odino?) il rapporto qualita/prezzo è... diciamo.... ok, mi fermo qua :-(

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=Elder_Dragon&numitems=10&text=none&images=medium&show=top10&imagesonly=1&imagepos=left&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

Guardando questo video ho capito alcune cose sul perché i giochi da tavolo in generale vanno a rilento. Capisco tutte le motivazione offerte da Lorenzo (siamo pochi , colpa di tizio ecc ecc) ma va anche detto che come CEO te ne devi prendere la responsabilità. Poi nel tuo privato riprenderai , licenzierai o parlerai con chi di dovere per sistemare ciò che non va. Apprezzo il fatto che sia una persona sincera che non nasconde nulla , ma manca tanta umiltà che per questo ruolo è necessaria. Non è la TV , non è un canale ufficiale e non è davanti ad un giudice. Ma ha perso un occasione per riprendersi il pubblico che probabilmente aveva/ha perso dopo questo kickstarter. Ha trasmesso strafotezza , maleducazione , egoismo e incapacità dell'intera azienda di fare bene il proprio lavoro. Il problema è che questo atteggiamento è presente anche in "giovani" produttori o creatori che dopo i playstest non accettano il benché minimo consiglio su come migliorare il proprio gioco. 

Come già detto complimenti a Marco Fregoso per la professionalità con cui ha interagito nonostante alla fine sia solo un hobby 

 

Se qualcuno si libera di barrage danneggiato scambio con memoir 44 perfetto!

Luca Locompetitivo

E questo buffone sarebbe l'amministratore delegato di un'azienda?
Vergognoso. Un incompetente del genere potrebbe giusto vendere le caramelle al parco, nulla di più.

Salvo improbabili passi indietro di questo Lorenzo Tucci, con annesse umili scuse a tutta la comunità ludica, personalmente eviterò come la peste qualsiasi articolo Cranio che non provenga da un mercatino dell'usato.

P.S.: non ho partecipato al kickstarter di Barrage e non possiedo il gioco.

Mi trovo d'accordo con te e veramente consiglio anche io di rivedere la comunicazione perché lascia un po' a desiderare.

I'm not lazy, I just don't give a damn!

Complimenti ad Azgaroth per la conduzione.
Imbarazzanti tono, modi e argomentazioni del titolare della Cranio. Sbagliare si può, ma gestire così le relazioni pubbliche è folle.

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare