Keyper: tutti contro tutti Magnifico 2018

Keyper ai tavoli del Magnifico

Torna la rubrica che approfondisce i finalisti del Goblin Magnifico con cipiglio critico e pignolo. Non potevamo che riprendere con il vincitore dell'ultima edizione.

Approfondimenti
Giochi
Giochi collegati:
Keyper

Keyper e gli altri selezionati

Alcuni direbbero, magari non avendolo provato, che Keyper sia un abbreviazione di "Key... per l'ennesima volta"; ma se i giurati del Magnifico hanno ritenuto di premiarlo come miglior gioco dell'anno qualche motivo ci sarà: non è gente che si fa abbagliare da un'intera schiera di animaletti in legno mai rappresentati prima in un german, o da mutevoli plancette che sfruttano i prodigi della cartotecnica.

Vediamo cosa ne pensano i goblin che l'hanno provato finora.

Questo gioco era adatto ai tuoi gusti o volevi solo provarlo per curiosità?

IGiullari: Lo puntavamo ad Essen e dopo la prova (fatta con l'autore) ci ha convinto appieno. Uno dei migliori giochi provati in fiera.

michy01: Immaginavo andasse incontro ai miei gusti visto che ho apprezzato molto Keyflower, il piazzamento “collaborativo” mi incuriosiva e speravo di trovare un degno successore del titolo appena citato.

badiolik: Era adatto ai miei gusti. L'ho preso a scatola chiusa

pete100: Si, rispecchia i miei gusti, il piazzamento lavoratori è la mia meccanica preferita.

kopalecor: Ho sempre sentito parlare bene di Keyflower, ma non l'ho mai provato. Inoltre c'è stato un discreto hype attorno a questo titolo prima e dopo Essen, quindi quando mi si è presentata l'occasione di provarlo, l'ho fatto!

Keyper ai tavoli del Magnifico

Quali sono secondo te i pregi di questo gioco?

IGiullari: L'aver dato una ventata di freschezza ad una meccanica abusata come il piazzamento lavoratori grazie alla meccanica di finta collaborazione del join

michy01: Le plance modulabili sono innovative e potrebbero avere un seguito nei giochi futuri. Per quanto riguarda il gioco, si basa una meccanica di cooperazione e competizione innovativa, che comporta poca interazione “cattiva” per chi non gradisce i giochi dove si può essere danneggiati pesantemente. Inoltre la scelta del timing per reclamare la plancia con i meeple sopra è fondamentale per proseguire la propria strategia di gioco.

badiolik: Alta rigiocabilità, materiali e qualche spunto di originalità.
La meccanica del joining in più di due giocatori è interessante. È una continua battaglia tra: La voglia di sfruttare una azione remunerativa vs la propria strategia che spesso ti spinge a fare altro.
Richiama keyflower ma i due titoli sono ben diversi.
Bello il limite di quattro oggetti per tessera che ti spinge a dover fare molte cose. E di combinazioni da provare e strade da percorrere ce ne sono molte.
Mi piace anche il modo in cui si assegnano i meeples per le nuove stagioni: spinge a riflettere ulteriormente su dove piazzarli.
Tanti animeeple di legno.

pete100: Varie strategie percorribili, ottima interazione costruttiva, regole facilmente assimilabili, gameplay liscio e pulito, gestione delle risorse classica ma non banale, gestione dei lavoratori già piazzati originale.

kopalecor: Hmmm, la meccanica di "seguire" un avversario (o di farsi "seguire") per beneficiare di un'azione più forte. Un tedesco puro con una componente "interattiva".

Keyper giocato al Magnifico

Quali sono secondo te i difetti di questo gioco?

IGiullari: Il lasciare aperte troppe strade crea un senso di spaesamento iniziale non da poco.

michy01: La meccanica centrale, quella del “seguire” gli avversari, alla fine risulta un po’ forzata. Se si decide di non seguire si lasceranno più azioni agli avversari a fine turno poiché chi ha terminato i propri meeple può coricare quelli sulla scheda reclamata e ripetere azioni. Per cui seguire conviene sempre, ma così viene meno la possibilità di intralciare gli avversari facendo prendere loro meno risorse. I simboli sulle tessere, poi, a volte, non sono facilmente intuibili.

badiolik: Regolamento confusionario, in due giocatori la meccanica più caratteristica del titolo, il joining, funziona meno bene.
La tensione che provo in Keyflower qui non l'ho sentita, sebbene un paio di volte mi sia stata soffiata una azione che volevo fare.
Le fiere mi sembrano poco importanti, una aggiunta di cui se ne poteva fare a meno.
Regolamento confusionario.
Mi mancano i meeple verdi, idea che ho adorato in Keyflower
Le tessere che danno punti se hai costruito in diagonale o ortogonalmente non mi esaltano, mi sembrano tematicamente ingiustificabili.
Non so ancora bene quanto la plancia pieghevole sia incisiva, mi occorrono altre partite: nelle prima due sembra davvero poco importante, anche se si capisce che sono ben studiate per far si che alcune azioni si trovino nelle prime stagioni ed altre solo nelle ultime. Di sicuro rischiano di rompersi facilmente.

pete100: Ci ho provato, ma non riesco a trovarne. Forse il prezzo di listino.

kopalecor: Premesso che è un gioco che mi annoia (ma è un mio limite!), secondo me dura anche di più di quanto dovrebbe. Inoltre è fondamentale usare il proprio keyper al momento giusto per cercare di avere una board in cui campeggiano keyples diversamente specializzati (e magari bianchi). Ovvio che stia alla bravura del giocatore non incappare in una board "problematica", ma soprattutto se si sbaglia nel cambio di stagione primavera-estate, si è praticamente fuori dai giochi.

Keyper Magnifico

A chi lo consiglieresti?

IGiullari: A chi apprezza i giochi tosti, che idealmente ti consentono di fare tutto, ma che subdolamente ti impossibilitano a farlo.

michy01: Agli amanti dei german che vogliono un gioco strategico, con molte strade percorribili e poca interazione spietata.

badiolik: Consigliato a chi ama i sandbox.

pete100: A tutti i giocatori german.

kopalecor: Boh... a chi piacciono gli animeeples? Ce ne sono un sacco! Scherzi a parte, non è un brutto gioco, ma è un gioco che non mi ha divertito nelle tre partite che ho fatto. Quindi difficilmente direi a qualcuno "Prova Keyper, vedrai che non te ne pentirai"... Con tutti i bei giochi "tedeschi" che ci sono, consiglierei altro.

Keyper e Peppe74

C'è un gioco che avresti visto bene negli otto del Magnifico e uno che avresti invece levato? E qual è il tuo magnifico tra gli otto candidati?

IGiullari: La lista di quest'anno ci piace molto ed ha centrato bene i nostri gusti. Avremmo però escluso Progetto Gaia. Un bellissimo gioco ma che non offre nulla di nuovo. Per lo stesso motivo, la grande originalità, il nostro magnifico poteva essere Vast: the Crystal Caverns.

michy01: Tra gli otto candidati avrei votato per Vast: the Crystal Caverns come Magnifico, che secondo me spicca per originalità pur non essendo esente da difetti. Sul gioco in sostituzione invece rimango un po’ più dubbiosa, ammetto che ci sono giochi che non mi sarei aspettata di trovare nella rosa ma non posso dire di aver provato (fino ad ora) dei giochi con cui li avrei sicuramente sostituiti.

badiolik: Non rispondo perché non ho avuto modo di provarli tutti.

pete100: Si, avrei sostituito Aeon's End con Path of Light and Shadow. Keyper rispecchia già il mio magnifico tra i selezionati, ma potendo la mia vera scelta sarebbe ricaduta su Gloomhaven.

kopalecor: Personalmente non ritengo il 2017 un'annata indimenticabile, e penso che la selezione del Magnifico sia corretta. A me è piaciuto moltissimo Spirit Island: poteva essere un candidato, ma credo cha abbia pagato la scarsa diffusione (e disponibilità). Degli otto in lizza ne ho provati ad oggi solo cinque (Pulsar 2849, Time of Crisis, Gaia Project, Heaven & Ale e Keyper): dovessi sceglierne adesso uno secco, voterei Pulsar 2849.

Keyper ai tavoli del Magnifico