Road to Magnifico: come si scelgono i giurati e cosa fanno

Play: Giuria e Keyper
Tania

Perché lui sì e io no? Vediamo perché.

Editoriale
Giochi

I criteri di scelta di un giudice del premio Goblin Magnifico sono essenzialmente due: competenza e competenza

Il giudice è scelto dal Presidente, che si informa sul suo operato e gli chiarisce gli obblighi concernenti lo stare in giuria. 
Può essere sia un recensore di comprovata capacità ed esperienza, sia un elemento suggerito da una delle tante Tane locali, che abbia dimostrato impegno, dedizione e capacità critica e che viene messo in prova per un anno in giuria.

Al di là della scelta, però, è importante quello che il giudice è chiamato a fare, perché l'impegno non è da poco. 
The Jury
The Jury

Provare una congrua quantità di giochi

C'è una lista che viene fatta nel corso dell'anno e, aiutandosi anche con i pareri degli altri giudici, si riesce già a fare una prima importante scrematura (oltre a quella naturale dovuta ai paletti del premio). Ne rimangono comunque molti e il giudice è chiamato a provarne il più possibile.

Confrontarsi con gli altri giurati nell'apposito forum

Per tutto l'anno è aperto un forum con un topic dedicato a ogni gioco della lista. Qui si postano impressioni e valutazioni e ci si confronta su vari aspetti del gioco. Ogni giudice è tenuto a dare il proprio contributo e motivare i propri giudizi.

Provare giochi fuori dalle sue corde valutandoli nella loro categoria

Questo è forse il punto più ostico e importante. Ciascuno ha i propri gusti e inclinazioni, ma per fare il giudice è necessario saper approcciare un gioco lontano dalle proprie corde con la corretta attitudine e soprattutto valutarlo per il target a cui è dedicato.

Giudici al lavoro anche a Essen
Giudici al lavoro anche a Essen

Partecipare a quanti più incontri possibile

Ci si vede a Essen, ci si vede alla GobCon, ci si vede in altre occasioni, magari a piccoli gruppi, a seconda delle vicinanza geografica. Non è obbligatorio partecipare sempre e a tutti, ma è spesso utile per provare giochi che non si hanno direttamente o che la propria ludoteca non fornisce.

Dimostrare il gioco a Play

Il percorso finale del Goblin Magnifico mette in tavola tutta la rosa degli otto finalisti (più il vincitore dell'anno precedente e lo Scelto dai Goblin) sui tavoli dell'area dimostrativa di Play Modena. Un giudice, compatibilmente ai suoi impegni, è invitato a dimostrarne qualcuno agli utenti.

Non ci sono obblighi in senso stretto, ma certamente i punti di cui sopra sono “obblighi morali”, che rientrano nel dovere di giudice.

Commenti

Bravi. Vedendo la foto della giuria mi sento di fare solo un augurio. Spero che aumentino le quote rosa. Il mondo del gioco ne guadagnerebbe un sacco e anche noi maschietti! ;-)

Luca Locompetitivo

Complimenti ai giurati.

Un ruolo che, oltre ad essere una bella gratifica personale, richiede dedizione, tempo, disponibilità, competenza, voglia di fare e capacità di cooperare. Assolutamente non banale essere un buon giurato, provare ciò che è fuori dalle proprie corde ed essere in grado di mantenere obiettività, andare a reprire giochi e scatole rare o farsi diverse centinaia di km per provare quel titolo.

Complimenti ancora a chi dedica tempo per filtrare i finalisti, un'ottima base per scoprire le migliori novità dell'anno.

ho recentemente giocato a //boardgamegeek.com/jswidget.php?username=ottobre31&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1) 

Un lavoro che dà molto ma richiede moltissimo. Giù il cappello a chi se la sente di svolgere un simile incarico. Buona continuazione.

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare