Secret Hitler: il crowfunding

 Secret Hitler, molto più che uno spin-off di The Resistance. Ecco le particolarità di un party game dall'ambientazione storica "particolare", la cui campagna su Kickstarter è già a quota 400000 dollari, a meno di una ventina di giorni dal termine.

Approfondimenti
Giochi
Giochi collegati:
Secret Hitler

Secret Hitler potrebbe essere facilmente liquidato come uno spin-off di The Resistance. In un certo senso è così, perché la base è esattamente quella, in molti aspetti. Ma non siamo di fronte a una semplice riambientazione, bensì a un gioco che, pur partendo dalla medesima idea, mette in campo qualche novità interessante, a partire dal tema.

Il progetto (qui la pagina Kickstarter) ha già raccolto più di 400.000 dollari e mancano ancora una ventina di giorni alla fine.

Perché Hitler? Ce lo spiega l'autore stesso: perché il tema e il periodo di adattano perfettamente alle meccaniche proposte. Hitler e il suo partito, l'NSDAP, spesero anni a guadagnare potere, consenso e dividere i rivali. Hitler giunse al potere democraticamente, dopodiché fece in modo di non mollarlo più. Solo quando era troppo tardi se ne comprese la pericolosità.

Tenete presente che l'autore è lo stesso di Cards Against Humanity, un party game assolutamente politically incorrect, perciò non nuovo a queste cose.

Il gioco

Ci sono due fazioni e ogni giocatore riceve segretamente una carta: liberale o fascista (tra cui Hitler). I liberali sono sempre in numero maggiore rispetto ai fascisti. Ad esempio, con cinque giocatori si hanno 3 liberali, con sei o sette se ne hanno 4, ecc. Ora tutti chiudono gli occhi e solo i fascisti li riaprono, tranne Hitler, che invece alza i pollici delle mani. In questo modo i fascisti si riconoscono e sanno chi sia Hitler, ma lui non conosce i suoi alleati. Questo da 7 a 10 giocatori, mentre in 5-6, anche Hitler apre gli occhi, senza quindi bisogno di alzare i pollici. L'obiettivo dei liberali è far approvare 5 leggi liberali oppure assassinare Hitler.

L'obiettivo dei fascisti è far approvare 6 leggi fasciste o far eleggere Hitler Cancelliere del Reich dopo l'approvazione di almeno tre leggi fasciste.

Il Presidente di turno (il segnalino passa sempre in senso orario) propone un Cancelliere. Non possono essere eletti il Presidente o il Cancelliere del precedente governo (in 5 giocatori, solo il Cancelliere passato è ineleggibile). Ora tutti i giocatori votano simultaneamente contro o a favore del nuovo governo. Un pareggio tra sì e no equivale ad un fallimento. La carica di Presidente passa in senso orario e si tenta di formare un nuovo governo. Se la cosa fallisce per tre volte, si pesca la prima carta Legge dal mazzo e la si rende attiva. Da questo momento, chiunque può essere eletto Cancelliere.

Se invece si forma il nuovo governo, il Presidente pesca 3 carte dal mazzo Leggi. Questo mazzo è composto da 6 carte legge Liberale e 11 carte Legge Fascista. Il presidente guarda le tre pescate, ne scarta una e passa le rimanenti due al Cancelliere che, a sua volta, ne scarta una rende l'altra attiva. Ovviamente le carte scartate non sono rivelate e ci sarà solo la parola del Presidente e del Cancelliere a riguardo.

Se il Cancelliere del nuovo governo è Hitler e ci sono già tra leggi fasciste in tavola, i nazisti vincono la partita.

Alcune delle carte Legge attivate garantiscono nuovi poteri al Presidente di turno, che può attivarli immediatamente: - Investigare: può vedere la carta lealtà di un giocatore non ancora investigato in partita (nota: la carta lealtà dice solo se sei liberale o fascista, ma non se sei Hitler).

  • Nominare un nuovo Presidente a sua scelta per il prossimo turno.
  • Guardare le prossime tre carte del mazzo Leggi.
  • Uccidere un giocatore al tavolo. Se è Hitler, i liberali vincono, altrimenti l'ucciso esce dalla partita, senza rivelare il suo ruolo.
  • Veto: quando ci sono già 5 leggi fasciste, il Cancelliere può decidere di vetare le due carte che gli capitano in mano. Se il Presidente è d'accordo, si scartano entrambe e il presidente passa al solito in senso orario.

Prime impressioni

Il numero dei giocatori, la composizione del gruppo, le votazioni segrete, tutto ci rimanda a quel party game capolavoro che è The Resistance/Avalon.

Quello che differenzia Secret Hitler, oltre all'ambientazione storica, è qualche piccola deviazione nelle meccaniche.

Intanto chi si mette in gioco sono sempre e solo due persone, anche al salire dei giocatori. Sono Presidente e Cancelliere a visualizzare e decidere la prossima legge.

Questo renderebbe probabilmente più semplici le deduzioni... se non intervenisse il fattore casuale della pescata delle carte. Come per Dark Moon (lì ci sono i dadi), il caso può far apparire buoni i cattivi e viceversa.

Bella l'idea dei poteri sempre maggiori attribuiti al Presidente, che integra in modo diverso quello che erano le vecchie carte Plot di The Resistance e i ruoli di Avalon. Serve a creare una sorta di escalation nella tensione del gioco.

Altra particolarità sta nel fatto che, per quanto la partita possa dar l'impressione di durare di più (10 votazioni massimo contro le 5 di The Resistance), in realtà qui penso si mirerà più alla vittoria istantanea con l'elezione a cancelliere / omicidio.

Mi convince molto meno l'eliminazione giocatore se il bersaglio dell'omicidio non è Hitler: si tratta solo di 10 minuti, a detta dell'autore, ma è comunque un passo indietro nel game design.

Ho poi un grosso dubbio nel gameplay:

  • giochiamo in numero dispari, quindi i fascisti sono solo 1 in meno dei liberali.
  • Supponiamo che, a un certo punto del gioco, io sia un fascista e che sia il Presidente.
  • Esce la legge che consente un omicidio e io uccido un liberale. Non è così improbabile che esca quella legge quando c'è un fascista alla presidenza.
  • A questo punto le votazioni per eleggere i governi possono potenzialmente sempre essere ostacolate dai fascisti.
  • Dato che le carte Legge sono 11 fasciste e 6 liberali, ai fascisti bastano 6/11 per vincere, contro i 5/6 dei liberali. Perciò facendo passare sempre una legge popolare (pescata a caso) tramite ostruzione, è molto più probabile che vincano i fascisti.

Uno dei playtester mi ha risposto che questa situazione si può effettivamente verificare ma che i fascisti difficilmente scelgono questa via. Lui l'ha vista prendere tre volte, di cui una vittoriosa per i liberali, con una pescata fortunata. Di solito i fascisti spingono per far eleggere Hitler Cancelliere, che è il sistema più rapido per vincere.

Ok, ma non sono convinto. I fascisti possono comunque votare per li governo quando a loro fa comodo (basta avere anche solo il Presidente) e ostacolare tutte le altre proposte. Aspetto di vedere che dice l'autore, ma nella chat è intervenuto per altre cose e per ora non ha risposto nulla.

EDIT: scaricando il file per il print&play ho visto che gli effetti delle leggi non sonosulle carte, ma sulla plancia di gioco. precisamente gli omicidi scattano con la quarta e con la quinta legge fascista. Quindi questo sposta un po' avanti nel tempo il possibile problema, quando diventa anche più probabile finire il gioco per vittoria istantanea da entrambe le parti.

Per cui direi che i miei timori possono essere decisamente ridimensionati. :-)

Il prezzo è di 25 dollari, più 10 di spedizione per l'Italia, ma credo che mettendosi assieme si possano abbattere i costi.

Io l'ho preso perché mi intriga l'ambientazione e il confronto con The Resistance, che è probabilmente il party game preferito dal mio gruppo.

Commenti

non sarebbe il caso di cambiare l'immagine? soprattutto in Homepage

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare