Tramways: intervista ad Alban Viard per il Goblin Magnifico

Tramways al Magnifico 2017
TdG

Oggi intervistiamo Alban Viard, autore di Tramways, selezionato per gli otto finalisti del premio Goblin Magnifico. 

Interviste
Giochi
Giochi collegati:
Tramways

Per chi se li fosse persi, ecco anche il diario di sviluppo del gioco e la recensione di Tramways.

Tramways: spiegazione in corso
Tramways: spiegazione in corso

Dieci domande per Alban Viard

1) Facci sapere qualcosa di te: che tipo di giocatore sei? Parlaci dei tuoi giochi preferiti (non realizzati da te).

Insegno matematica in Francia, mi piacciono i giochi da tavolo che richiedono ragionamento, con poche regole. Non mi piacciono I mattoni con trentasei pagine di regole. Mi piacciono gli astratti come Dvonn e ho vinto anche un campionato su littlegolem (un portale online) pochi anni fa.

Non gioco molto altri giochi perché ho poco tempo. Il mio gioco preferito è Age of Steam.

alle prese con Tramways all'area Magnifico
alle prese con Tramways all'area Magnifico

2) La campagna kickstarter: quanto è difficile seguirla e coinvolgere altra gente nel progetto?

I finanziatori si aspettano sempre risposte veloci. Dato che le campagne che seguo hanno come base gli Stati Uniti è difficile seguirle per 24 ore al giorno. Ho un mio sito e una newsletter che crescono in continuazione. Sono fortunato ad avere un nocciolo duro di giocatori che supportano sempre i miei giochi.

Tramways vs famiglia
Tramways vs famiglia

3)  Tanti pensano che i giochi moderni debbano essere benevoli con i giocatori. L’asta di Tramways e il suo svolgimento, inclusa la scelta delle carte, è molto punitiva. Ti piace inserire queste scelte difficili nei tuoi giochi?

A me non piacciono i giochi lineari, dove fai degli errori e alla fine perdi per due punti perché ci sono tanti meccanismi anti-tematici, che l’editore ha voluto includere (o ha chiesto di includere all’autore) così da mantenere il gioco bilanciato sia per i giocatori esperti che i novizi. Mi piace l’idea che se sbagli la paghi: questo è quanto.

Tramways: se non avete capito ve lo rispiego
...se non avete capito ve lo rispiego

4) Sembra che i giochi da tavolo si vadano evolvendo verso una maggiore semplicità ed eleganza, piuttosto che un fine bilanciamento. Tramways sembra fare l’opposto, con scelte difficili da gestire per i giocatori (prima un’azione, poi due; un ultimo round differente dai precedenti; eccetera). Queste scelte sono servite veramente a raffinare il gioco?

Non ho colto bene la tua domanda e non conosco molti giochi commerciali per rispondere adeguatamente. Di solito non gioco giochi che richiedono un file excel per calcolare il punteggio (chi ha più e chi ha meno mucche verdi, carote nere, eccetera).  Preferisco quando le cose sono semplici, con poche cose da valutare.

Quando hai un gioco con una dozzina di modi di fare punti vittoria, si intuisce quanto il gioco fosse sbilanciato prima che lavorassero su quell’aspetto. Per bilanciare il gioco aggiungono tanti modi per guadagnare punti. Ai miei occhi sono giochi fiacchi, anche se piacciono a tanti.

Tramways: Rosco spiega
Rosco alle prese con la spiegazione

5) Perché hai sviluppato un sistema d’asta così atipico? Pensi che il gioco non funzionerebbe con un’asta tradizionale?

Certamente, il gioco funzionerebbe lo stesso con un’asta tradizionale; è anche vero che molti giocatori preferiscono giocare a quello che già conoscono, si infastidiscono per le cose diverse e preferiscono l’uniformità: è così per tante cose della nostra società. Preferiamo il passato perché il presente  e il futuro sono stressanti. Magari Tramways sarebbe migliore con un’asta tradizionale. Io volevo dimostrare che è possibile offrire ai giocatori qualcosa di diverso. Ero sicuro che mi avrebbero chiesto “cosa aggiunge al gioco?” Noi continuiamo a preferire le “vere” aste.

Personalmente preferisco quello che non si capisce al primo sguardo, in realtà preferisco non capire... Io preferisco il futuro rispetto al passato.

Tranways in partita
e con questa subdola mossa ti frego...

6) Abbiamo tradotto il tuo diario di sviluppo in italiano; è veramente interessante e svela quanto ti sei focalizzato sul tema, aspetto probabilmente inaspettato. Cosa ritieni più importante in un gioco? Il tema o le meccaniche? È sempre possibile legare i due aspetti? Se se ne deve sacrificare uno, quale scegli?

Io inizio a ragionare sul tema e poi provo a semplificare quanto più possibile. Poi il tema si astrae e hai una nuova meccanica tra le mani; è così: a volte è semplice, a volte è impossibile oggi e diventa ovvio l’indomani. Mi piace sviluppare durante la notte quando il muro dell’inconscio è abbattuto. Raccolgo le idee sul Note del mio iphone e quando mi sveglio al mattino rileggo le cose e le idee scritte durante la notte. È veramente strano, è come avere due corpi separati: è come quando provi a ricordare i tuoi sogni, hai presente?

Area Magnifico con Tramways in primo piano
Area Magnifico con Tramways in primo piano

7) Parlando dei tuoi giochi tra I giurati del premio li abbiamo confrontati con lo "stile" Splotter Spellen: giochi che non perdonano, difficili, profondi, spartani: ti ritrovi con questo confronto? Conosci dei loro giochi.

Sì, sono d’accordo. Mi piacciono i loro giochi. Mi piace la geometria dei loro giochi e la topologia (la struttura sviluppata su una geometria). Ho giocato Roads and Boats, The Great Zimbabwe, Antiquity e Bus.

Tramways è un gioco dalla forte interazione...
Tramways è un gioco dalla forte interazione...

8) KickstarterLegacy, applicazioni per Smartphone. Tre cose che sembrano invadere e cambiare il mondo dei giochi da tavolo. Hai un parere positivo o negativo su ciascuno di essi?

Diciamo che preferisco il tradizionale cartone…

Magnifico giocatore di Tramways
Magnifico giocatore di Tramways

9) Hai giocato gli altri sette selezionati del nostro premio? Cosa ne pensi?

Ho giocato a Terraforming Mars e Great Western Trail.

Sono sempre sorpreso dallo scoprire che la maggior parte dei giochi non potrebbero essere mai stati progettati da me. Usano semplici meccaniche a cui non avrei mai pensato. Sono sicuro che sono dei buoni giochi, perché sono stati scelti tra tanti altri. La difficoltà principale per la scelta dei giochi è di non farsi influenzare dalle chiacchiere. La maggior parte di chi seleziona gioca lo stesso gioco e ne vengono selezionati solo dodici-venti. Questo contribuisce alla standardizzazione del mercato, che è sempre una cosa negativa. Sempre più e più giochi in una finestra sempre meno stretta per essere notata dai giocatori: alla fine avrai sempre gli stessi giochi.

ancora demo di Tramways all'area Magnifico
ancora demo di Tramways all'area Magnifico

10) A quali nuovi giochi stai lavorando? Raccontaci un po’ dei progetti futuri.

Sto lavorando a un gioco semplice, ma profondo, chiamato Brutus, dove i giocatori tentano di ottenere più influenza possibile a Small City, provando a derubare la residenza, distruggere l’industria e fare più soldi possibile.

Questo lavoro è il prequel di un racconto scritto da un mio amico, che pure si chiama Brutus. Penso che li pubblicherò entrambi, in modo che i giocatori possano provare il gioco e poi leggere il racconto, e vedere le conseguenze: amo le situazioni abissali.

Sto anche lavorando a un complesso gioco che ha una componentistica 3D e un tabellone per una città in comune. È un gioco basato sul pick-up and delivery dove i giocatori gestiscono una compagnia di autobus, caricano i passeggeri e provano a soddisfare le loro esigenze. Ho iniziato a svilupparlo lo scorso anno, quando mi è capitato di attraversare la strada e notare che l’autobus di fronte a me viaggiava sulla destra. Immediatamente pensai che sarebbe bello avere un gioco che gira in maniera differente per giocatori che vengono da paesi dove gli autobus viaggiano a sinistra o a destra della strada. I primi playtest dicono che siamo sulla buona strada.

Infine vorrei anche fare una versione deluxe di Clinc, ma non so come e quando.

Kenparker e Tania-94
Tania-94, la splendida autrice di tutte le foto che vedete, assieme un tizio preso a caso dal mucchio

Intervista orginale in inglese

1) Tell us something about you: what kind of player are you? Tell us your favorite games (not made by you)

I am a math teacher in France, I like thinky game with few rules. I am not fond of Heavy games with 36 pages of rules. I like abstract games like Dvonn I won a championship on littlegolem few years ago.

I don't play too much other games because I don't have the time. My favorite game is Age of Steam.

2) The Kickstarter campaign: how difficult is it to follow it and to involve people in a new project?

The backers expect you a very reactive reply. My campaigns are in the US and it is sometimes difficult to stay reactive 24hours a day. I have a web site and a newsletter which grows each year. I am lucky to have a core players group who support my games.

3) A lot of people thinks modern games should be forgiving with players. The auction and its mechanic, including the choice of the new cards, is a very punitive system. Do you like such difficult choices in games?

I don't like streamline games where you can make mistakes and at the end you loose the game by 2 points because there are many unthematic mechanisms that the publishers added (or ask to be added to the Designer) to keep the game balance for the experimented players and the novice players. I like the idea that if you play bad, you are punished, that's it.

4) It seems bordgames evolve towards simplicity and elegance, more than final balance. Tramways seems doing the opposite, with some choices hard to manage for players (first an action, then two; last round different from previous ones,; etc). Have these choices an effective impact on the tuning of the game?

I am not sure I get your questions and I don't play enough games on the games market to reply this question. I don't play games that require at the end an excel file to score (the player who has the fewest, the highest of green cows, black carrots...and blabla...) I like when things are simple with very few ways to score.

When you have a game with dozens of way to score, it shows how the game was unbalanced before they work on the balance. They added many ways to rewards the players to balance the game. It is a weak game to my eyes when many players love this way to design a game.
Alban Viard
Alban Viard

5) Why did you develop such a strange and atypical auction system? Do you think the game wouldn't have worked so well with a normal auction?

Sure the game can work with a normal auction. It is also clear that more and more gamers like how they played before, don't like when things are different and tends to love uniformed system. It is true in many parts of our society. We always prefer yesterday because present and futur is stressful.

May be Tramways would have been better with an old auction system. I wanted to show that it is possible to show players something different.

I was sure that players will tell me, what does it add to the game ? We still prefer "real" auctions...

I like things that I can not understand at first glance, I like don't understanding indeed... I prefer the future to the past.

6) We have read and translated in italian your devolopment diary. I's really interesting and reveal a lot of focus on theme, maybe something unexpected. What's more important in a game: theme or mechanics? Is it always possibile to blend them? And if one of the two must be sacrified, which one?

I start thinking with the theme first and try to simplify as much as possible. Then the theme becomes abstract and you have a new mechanism in your hands. That's it; it is sometimes simple, sometimes impossible today, and becomes obvious tomorrow. I like designing during the night when the wall of unconsciously is broken. I add ideas to my Iphone Note and when I wake up in the morning, I read the things and ideas I wrote during the night. It is very strange because it looks like I have two separate bodies. It is like when you try to remember your dreams you know ?

7) Talking about your game, among the judges, we compared it to the "Splotter Spellen style": unforgiving, difficult, deep, spartan. Do you agree with this comparison? Do you know/play some of their games?

Yes I agree. I like the games they designed. I like the geometry we have in the games, the topology as well... (the structure developed on a geometry). I have played Roads and Boats, The Great Z, Antiquity and Bus.

8) Kickstarter, Legacy System, SmartPhones' Apps. Three things that seem invading and changing the world of boardgaming. Do you have a positive or negative opinion about each of them?

I prefer having the papers and cardboards in my hands =

9) Did you played the other seven games in the selection (...)? What do you think about them?

I played Terraforming Mars and Great Western Trail.

I am always surprised to see most of games can not be designed by me. They are using nifty mechanism that I won't think ever. I am sure they are all very good games because they have been chosen among many others. Now the difficulties for the rewarding system will be to not be influenced by the buzz. Most of reward system plays the same game and only 12-20 games are selected. This participates to the standardization of the game market which is always bad. More and more games with less and less windows to be seen and noticed by the players. At the end, you will have the same games.

10) What new games are you working on? Tell us something about your future projects.

I am working on a simple but thinky game called Brutus, where players are trying the get the most influence in Small City, trying to rob the Residence, destroy the Industry and get the highest amount of money.

This game is a prequel of a short novel writes by a friend of mine, also called Brutus. I think I will release both so the players could play the game and then read the book after, so they can see what will be the follow up of each players. I LOVE abyssal situation...

I am also working on a new very complex game which has a 3D part and a common city board. It is a pick up and deliver game where players lead a Bus company, pick up customers and try to satisfy them.

I start designing the game last year when I crossed the street and noticed that the bus in front of me drives on the right side of the road =

I immediately thought that would be nice to have a game that plays differently for players coming from countries where the bus drives on the right side and on the left side.

The first waves of play testing suffices to say that we are on the right direction.

I would also like to remake a Deluxe Clinic, I don't know when and how anyway.

preparazione tavoli al Magnifico 2017, Play Modena
preparazione tavoli al Magnifico 2017, Play Modena

Commenti

Ahah, cattivissimo Viard, praticamente il manifesto dell'anti-insalata di punti e anti giochi "buoni". TOP

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

adoro i suoi giochi <3

Dice che ama i giochi con poche regole... ma non mi pare che ami farli così, a giudicare da Tramways. Non mi dà molta fiducia, dall'intervista...

Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".

ah! mi toccherà provare questo tramways... non amo i ferroviari ma mi trovo a dover essere d'accordo su tante sue affermazioni di questa intervista che adesso sono curioso nel vederle concretizzate nelle sue meccaniche così asciutte.

Da ora in poi mi terrò alla larga dai giochi che hanno una dozzina di modi per fare punti vittoria! ;)

- m@ -
La perfezione nel design si ottiene non quando non c'è nient'altro da aggiungere, bensì quando non c'è più niente da togliere (A Saint-Exupéry)

L'asta comunque è veramente bella bastarda...!

La perla dell'intervista è questa: la standardizzazione del mercato, che è sempre una cosa negativa. Sempre più e più giochi in una finestra sempre meno stretta per essere notata dai giocatori: alla fine avrai sempre gli stessi giochi.
Esatto. Aggiungo la noia mortale delle top ten, o top five o delle classifiche dei migliori giochi per 2 per 3 per 4... Sempre gli stessi titoli e sempre gli stessi consigli.
 

Clear eyes, full heart, can't lose

La perla dell'intervista è questa: la standardizzazione del mercato, che è sempre una cosa negativa. Sempre più e più giochi in una finestra sempre meno stretta per essere notata dai giocatori: alla fine avrai sempre gli stessi giochi.
Esatto. Aggiungo la noia mortale delle top ten, o top five o delle classifiche dei migliori giochi per 2 per 3 per 4... Sempre gli stessi titoli e sempre gli stessi consigli.
 

vabbè, quegli articoli con i consigli li facciamo per chi inizia a giocare, sono all'interno di un progetto di divulgazione, non di approfondimento: è normale che ci siano i giochi più famosi. 

Per le classifiche, la selezione del Magnifico mi pare bella eterogenea...e Tramways lo trovi lì :)

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

La perla dell'intervista è questa: la standardizzazione del mercato, che è sempre una cosa negativa. Sempre più e più giochi in una finestra sempre meno stretta per essere notata dai giocatori: alla fine avrai sempre gli stessi giochi.
Esatto. Aggiungo la noia mortale delle top ten, o top five o delle classifiche dei migliori giochi per 2 per 3 per 4... Sempre gli stessi titoli e sempre gli stessi consigli.
 

vabbè, quegli articoli con i consigli li facciamo per chi inizia a giocare, sono all'interno di un progetto di divulgazione, non di approfondimento: è normale che ci siano i giochi più famosi. 

Per le classifiche, la selezione del Magnifico mi pare bella eterogenea...e Tramways lo trovi lì :)

In effetti la selezione del Magnifico è ottima. :-)

Clear eyes, full heart, can't lose

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare