Recensioni su Britannia Indice ↑

Articoli che parlano di Britannia Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Britannia Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Britannia Indice ↑

Offerte di giochi (annunci di vendita / scambio)

Nel seguente elenco sono presenti tutti gli annunci che hanno il gioco da tavolo Britannia in vendita singolarmente oppure all'interno di un lotto di giochi con eventualmente indicata la disponibilità ad effettuare scambi.

Annuncio Tipo Prezzo Scambi Consegna Spese sped. Utente Data
Britannia (2a ed. FFG) Offro gioco singolo €50.00 No Consegna a mano, Spedizione €9.00 OrcoBoja 22/04/2017
Britannia 2 edizione FFG Offro gioco singolo €50.00 Consegna a mano pete100 02/04/2017

Video riguardanti Britannia Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Britannia: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
5090
Voti su BGG:
3576
Posizione in classifica BGG:
470
Media voti su BGG:
7,23
Media bayesiana voti su BGG:
6,84

Voti e commenti per Britannia

8

Britannia è, a mio avviso il miglior gioco che assomigli a Risiko! (per il sistema di combattimento) senza essere noioso.
E' vero, il fattore fortuna è alto, ma è comunque modificato dal fatto che ogni popolo usa un diverso lancio per la difesa e l'attacco.
Direi Longevità 2, Regolamento 2, Divertimento 2, Materiali 1, Originalità 1.

//esigarettaportal.it/sign/sign.php?n=rporrini&g=31&m=1&a=1981&d=30&c=0,75)
Calcolo fatto sul prezzo di 1500 lire a pacchetto.

8

Ci ho giocato solo una volta o due parecchi anni fa ma ne ho un buon ricordo. Se fosse di mia proprietà qualche partita la rigiocherei volentieri.

Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".

7

Bel gioco, Britannia, purtroppo giocato poco per le ragioni esposte nella recensione (complimenti, direi che hai colto nel segno sia sui pregi che sui difetti).

8

Non posso che confermare gli altri voti... uno dei meccanismi più imitati, che nell'originale era equilibrato e appassionante (meno nelle copie!). Difficile trovare giocatori!

6

L'unico vero difetto è che alla fine giochi da solo. Difficile trovare qualche neofita che giochi due partite consecutive. Anche se è pensato per essere giocato in solitaria alla fine, secondo me, è solido solamente in 4. Ottima recensione.

8

Concordo in pieno col recensore.

Occorre giocarlo molto prima coglierne tutti gli aspetti, occorre avere in mente i possibili scenari storici per avere anche una coscienza (prima ancora di una conoscenza) del gioco.

Fortuna molto presente, accidente in realtà per me unico vero diffetto, troppa troppa troppa.

Ma onestamente impazzisco per il sistema storico ricreato decismaente bene per essere un gioco oramai di qualche anno.

Nice Dice

SARGON
the Real Hedonist Goblin

8

La recensione è esaustiva e equilibrata. E' a tutti gli effetti uno tra i migliori classici e chi colleziona giochi dovrebbe assolutamente averlo. Forse (ha vent'anni e sono tanti per il genere!) mostra un po' la corda rispetto a prodotti più nuovi, soprattutto nei materiali e nella durata media della partita. Chi ne cercasse un'alternativa un po' più veloce e moderna potrebbe virare sul similare 'Il Trono di Spade'.

7

Uno dei grandi classici. Un gioco che ogni giocatore, a parere mio, deve giocare almeno una volta nella sua cariera ludica. Divertente, avvincente e molto ben calato nell'ambientazione. La grafica, seppur datata, e' interessante e la qualita' dei materiali e' sufficiente. E' un gioco con una lunga curva di apprendimento e sebbene il regolamento sia alla portata di tutti difficilmente un neofita puo' avere la meglio su un giocatore esperto. Il fattore fortuna e' presente ma difficilmente alla lunga risulta determinante in una partita.

commento basato su molte (oltre 10) partite

8

Un gioco veramente notevole anche a dispetto della sua età, tanto che ora lo ristamperanno.
Giocato: abbastanza
Grafica/Materiali: 4
Longevità: 3
Divertimento: 4
Originalità: 5
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

8

Giocato da un amico. Bello, non c'è che dire. Ma il difetto che ho trovato io che ci ho fatto solo due partite è sicuramente il fatto che non conoscendo la potenza, la posizione precisa ma soprattutto il contesto in cui nascono le popolazioni nuove... si è decisamente svantaggiati! Vi consiglio caldamente di "crescere" con lo stesso gruppo di giocatori. Le nuove reclute non hanno speranza. E non per colpa loro.

8

Un altro classico, sono curioso di vedere la riedizione della fantasy flight, speravo nelle miniature ma pare che siano rimasti alle pedine.

:sava73:
“Real stupidity beats artificial intelligence every time.” Terry Pratchett

9

Gran bel gioco, lunghetto ma che dà soddisfazioni. Ci avrò fatto un 60 di partite e non mi sono ancora saziato

10

Forse il mio gioco preferito...

Una mappa è molto più di un semplice strumento:
è un'antica incisione, una pagina di storia, a volte un'avventura

9

UNo dei miei "oldies" preferiti.

8

Nessun commento

8

Originale wargame sulle invasioni, forse un po' lungo e con un sistema di combattimento troppo casuale. Bilanciato solo per 4 giocatori.

8

La storia del isola oltremanica nelle sue varie espansioni, meccaniche semplici per strategie buone.

7

Il gioco è decisamente ben articolato, le varie sezione del tabellone e dei reference sono studiate bene, la grafica è buona.
Sicuramente può essere apprezzato meglio dopo una o due partite, quando si cominciano a conoscere le varie civiltà con le loro caratteristiche.
Le meccaniche sono un pò quelle di History of The World, con le varie civiltà che si succedono nel corso della storia prendendo il posto di quelle precedenti, ma l'ambientazione è a mio avviso meno accattivante.
Ritengo che il gioco sia troppo lungo per il genere di gioco, avrei tolto qualche civiltà e qualche turno di gioco, dopo un pò diventa ripetitivo.

The Eagle Goblin

8

Una riedizione che non ha nulla da invidiare all'originale.
Giocato: molto
Grafica/Materiali: 5
Longevità: 3
Divertimento: 4
Originalità: 0
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

7

Nessun commento

7

Bel gioco ma troppo lungo per il suo genere.

The Eagle Goblin

8

Nessun commento

Giocare è una cosa seria...

9

Vedi il mio giudizio su Britannia, ma il regolamento è stato modificato per rendere più vitale il gioco.

//esigarettaportal.it/sign/sign.php?n=rporrini&g=31&m=1&a=1981&d=30&c=0,75)
Calcolo fatto sul prezzo di 1500 lire a pacchetto.

8

Giocato una volta sola, ma avvincente e interessante fin dall'inizio. Mi dicono che la nuova edizione sia anche piu' chiara e stemperi alcuni aspetti fortuna (non l'ho trovato cosi' sbilanciato in verità).

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=mechvigiak&numitems=5&header=1&text=title&images=medium&show=random&imagesonly=1&imagepos=left&inline=1&showplaydate=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)
Ex presidente Treemme e Giudice Lucca Games.
Ho collaborato con aziende e operatori del settore, di recente con Pendragon Game Studio.
Gli interventi sul forum sono personali, da non considerarsi a nome dell'azienda salvo ove esplicitamente indicato.

8

La riedizione FFG del calssico Britanni è stata davvero un'opera meritoria e ben riuscita. Al di là dell'indubbiio valore della componentistica il gioco è nel complesso lo stesso originale a cui sono state applicate piccole modifiche che però ne' migliorano gli equilibri e lagiocabilità. La differenza forse più grande sono i movimenti per strade dei romani, ma tanti piccoli aggiustamenti sono andati a coprire carenze ed inutili complicazioni del gioco base (come ad esempio i "rider"). Nel complesso davvero un bel gioco, in cui la fortuna non fa da padrone e per vincere occorre pianificare bene le proprie mosse.
Un ottimo titolo per chi vuole avvicinarsi al mondo dei Wargame senza dover afforntare un titolo troppo complesso.
Non posso dire, causa poche partite giocate, se i colori siano davvero equilibrati o se sia rimasto qualche disequilibrio. Da giocare assolutamente in 4.

commento basato su poche (meno di 5) partite

8

Ho giocato all'edizione precedente e pur mantenendo i difetti dell'originale ora il gioco viene presentato in una grafica egregia e con qualche interessante "limatura" al regolamento. Stiamo parlando sicuramente di un grande gioco. Mi permetto di osservare però lo stesso problema che a mio giudizio affliggeva l'originale: se siete dei novizi e giocate con chi ha già giocato e che ha già un idea di massima di come "evolverà" la storia mettetevi il cuore in pace: non avete speranza. E come vivere una vicenda interattiva e giocare contro chi sa già la storia. Per il resto bel gioco. Ma consideratelo tale SOLO giocato in 4.

8

Nessun commento

Una è la rotta

9

Probabilmente il mio gioco preferito...

Bato
http://www.myst.it
---------------------------
"La guerra è sempre stata il principale divertimento dell'umanità.
Gli altri divertimenti sono un surrogato della guerra."
Halldór Kiljan Laxness

9

Non per l'originalità, ovvio, ma la nuova edizione migliora un gioco che già amavo alla follia.
Se avessero sostituito le miniature tridimensionali (ma visto il numero di popolazioni e la necessità di renderle comunque distinguibili era una missione quasi impossibile), gli avrei dato 10.

Bato
http://www.myst.it
---------------------------
"La guerra è sempre stata il principale divertimento dell'umanità.
Gli altri divertimenti sono un surrogato della guerra."
Halldór Kiljan Laxness

10

Questo è un gioco bellissimo, in cui si ripercorre la storia della Gran Bretagna, tutte le invasioni e le guerre, i popoli che si sono avvicendati. Ogni giocatore tiene diversi popoli, che a seconda del periodo storico sono più o meno importanti. Il gioco è equilibratissimo, piuttosto lungo (se si inizia il pomeriggio conviene essere liberi anche per la serata), e termina con l'arrivo di Guglielmo il Conquistatore.

*/\|\|\|/\*

9

Che signor gioco! Ha una splendida ambientazione, fila che è una meraviglia e strategico, ci sono i combattimenti con i dadi ma non da l'idea di essere dominato eccesivamente dalla fortuna, inoltre pur rispettando gli eventi storici ogni partita è diversa e sul filo del rasoio.
Chi ama i giochi storici non può non prenderlo! Consigliato!

Sono un mezzo demone cacciatore di giochi

8

Bellissimo gioco, dovrebbe essere presente in ogni ludoteca pubblica e privata. Perchè il sistema di gioco è geniale, elegante, e, per l'epoca in cui è stato presentato, rivoluzionario. Tant'è che molti l'hanno copiato, o quanto meno vi si sono ispirati. Perchè ha aspetti didattici non indifferenti. Perchè è ben bilanciato. Perchè è supportato da molti appassionati in tutto il mondo. Perchè è in perfetto stile Avalon Hill, e non ditemi che è poco.

9

Nessun commento

8

Belle le componenti, precise le regole, ambientazione ricreata al 90%,cosa volete di più?
Un gioco di continuo tiro di dadi dove però non manca la strategia!
(p.s. Il giocatore che tiene il colore giallo è un po' svantaggiato)

Se scopri di stare scivolando nella follia, tuffati.
(proverbio Malkavian)

10

Nessun commento

9

Nessun commento

6

Nessun commento

Regola delle 11 "P": Pensare Prima, Parlare Poi, Perchè Parole Poco Pensate Portano Presto Pentimento (in memoria di Carlo Madella, un mio vecchio prof di fisica)

9

Un gioco appassionante con una ambientazione eccezionale (l'Inghilterra è una seconda patria: dopotutto la mia generazione è cresciuta a pane e Defender of the Crown). Tutto bello: gli obiettivi che cambiano a seconda dei turni e delle civiltà giocate, la coperta SEMPRE troppo corta, l'equilibrio rotto ogni turno a causa delle invasioni. Su tutte, l'idea di giocare più civiltà a testa, alcune separate nel tempo altre coeve, è geniale e permette di far entrare in scena tutti i popoli che calpestarono il suolo inglese in quei secoli, compresi i "piccoli" irlandesi e scozzesi, con le loro invasioni "a rate", i belgi e i caledoniani, coi loro stati fantoccio).

8

Nessun commento

<< Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e... ludoscienza! >> [Il sommo Poeta]"

E.C.A.S.C.O. online: www.ecasco.it

9

magnifico! ne sono rimasto estasiato e sto aspettando con ansia una nuova opportunità per giocarci...

Disse Caino al Signore: «Troppo grande è la mia colpa per ottenere perdono! Ecco, tu mi scacci oggi da questo suolo e io mi dovrò nascondere lontano da te; io sarò ramingo e fuggiasco sulla terra e chiunque mi incontrerà mi potrà uccidere». (Gen.4,13-14)

8

Ambientazione ricostruita benissimo. I colori diversi offrono stili di gioco completamente differenti, e con la rotazione (anche se si gioca con le stesse persone) le tattiche e i modus operandi cambiano da partita a partita

The angel that deserves to die

8

Nessun commento

:sava73:
“Real stupidity beats artificial intelligence every time.” Terry Pratchett

8

Interessantissimo gioco storico! I combattimenti sono dominati dalla fortuna, ma il gioco è comunque molto avvincente.
Bisogna giocarlo più volte per poterlo apprezzare.

7

Interessante e ben costruito, con elementi di originalità, anche se un po' troppo lontano dai miei gusdti odierni.

"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)

10

Definitivamente il miglior gioco che possiedo. Equilibrato, ricchissimo di ambientazione, vario, divertente. Sono molto restio a dare 10 ad un titolo, però questo, secondo me, se lo merita. Difficilmente una partita è noiosa, la fortuna è presete ma non determinante (e rende il gioco più vario), il regolamento è bello e semplice. Chapeau.

5

Nessun commento

9

E la storia fa il gioco! Consigliato a chi ama la storia antica e medievale

6

Lunghissimo e faticoso. Richiede una dedizione fuori dalla mie capacità, oltre che dei muscoli immensi per lanciare tonnellate di dadi.

9

Nessun commento

10

Che dire di questa riedizione di Britannia?
I miei più sentiti complimenti alla FF. Grafica ottima e componentistica di alto livello. L'unica cosa che stona è il regolamento non molto chiaro in alcuni punti, si potevano sprecare un paio di pagine in più con qualche esempio.
Per quanto riguarda il resto il gioco si commenta da solo. Personalmente lo considero IL GIOCO di guerra definitivo. Sicuramente è lungo ed impegnativo e sicuramente non tutti i colori hanno pari opportunità di fare punti, ma reputo questo "sbilanciamento" unito alla sua meccanica di gestione di più razze ciò che lo rende un capolavoro unico nella storia dei wargame.
Lo si può amare o odiare, ma almeno una volta lo si deve aver giocato!

L'importante non è vincere: è far perdere gli altri!

7

Britannia ed FFG: 7

5 ore, escluse le inevitabili pause fisiologiche, tirate e intense!
La simulazione leggera delle contrastate ondate a volte colonizzatrici altre predatorie di popoli in Bretannia ha un notevole fascino.
Il gioco è studiato esclusivamente per 4.
Ogni giocatore gestisce 4 popolazioni con obbiettivi pubblici specifici e diverse potenzialità belliche (si va dagli Inutili Juti ai devastanti Romani).

La componente fortuna è pesantissima: combattimenti con dadi da sei e di base si colpisce col 5 o il 6. Vagonate di tiri con pochissime truppe (il gioco è fatto in modo da non discostarsi troppo dalla realtà storica quindi è fisicamente impossibile per i Gallesi andare oltre al possesso del Galles per esempio) e un sei al momento giusto è il paradiso viceversa l’inferno è dietro l’angolo. Considerando la lunghezza resta da valutare meglio il peso della fortuna e le effettive possibilità strategiche. Inoltre pesa non poco il fatto di essere giocabile solo in 4.

Materiali: 2
Divertimento: 1
Longevità: 0 (solo 4 giocatori secco)
Regolamento: 2
Originalità: 2

Giocato una volta alla MiniModcon 2007

9

Niente da dire a me è piaciuto subito,un gran bel gioco,peccato nel mio gruppo alcuni non la pensino come me,un gioco di buona strategia e tattica con i dadi (che a molti non piacciono),che fa rivivere le invasione della Gran Bretagna dai tempi dei Romani.Chi lo detrae dice che gli obiettivi prefissati lo rendono un gioco statico,ma non è cosi ci sono moltissime scelte possibili in ogni partita,un gioco per Wargamer seri e non, con una buona ambientazione storica..

10

Il gioco mi sembra migliorato rispetto all'originale, rimane per me un MUST... da giocare appena si può!

Una mappa è molto più di un semplice strumento:
è un'antica incisione, una pagina di storia, a volte un'avventura

8

Uno dei miei preferiti. Regole semplici e l'ideale per chi è appassionato di storia.
Il mio voto è relativo al gioco a 4 persone. Con 5 o 4 è meno piacevole ed equilibrato

8

Un bellissimo gioco di strategia, avvincente e ricco di colpi di scena! Peccato che i componenti siano poco curati a cominciare dal tabellone...si poteva fare decisamente meglio. Inoltre il regolamento è piuttostro complesso.
A parte questo è senza dubbio un ottimo gioco.
Mi ha dato un po' una sensazione di "ineluttabilità" in certi momenti ma è comprensibile trattandosi di un gioco storico che, almeno idealmente, ripercorre le tappe della storia dei popoli britannici...
Insomma...i Caledoni non conquisteranno mai la Gran Bretagna!! Del resto lo scopo è quello di fare molti punti proprio rispettando la storia e le vicissitudini dei vari popoli che si controllano, realizzandone i relativi obiettivi.

La vita è un balocco!

7

Nessun commento

The Goblin Creative...

Assimilerò ogni vostra peculiarità ludica e sociologica.
La resistenza è inutile.

7

Nessun commento

The Goblin Creative...

Assimilerò ogni vostra peculiarità ludica e sociologica.
La resistenza è inutile.

9

Britannia è indubbiamente un capolavoro. La ricreazione storica degli avvenimenti è certosina e verosimile, un grande valore aggiunto. Questo non lede però il gioco verso binari obbligati, in quanto esistono possibilità di sperimentare manovre diverse per far punti. Mi ha sorpreso la semplicità dello scorrere del gioco, benchè il regolamento alla fine snello in realtà nasconde molte cose da sapere. Agli inizi smarrisce e per fortuna nelle battute iniziali si dipana con calma in modo da cogliere l'essenziale anche se per dominare Britannia è richiesta una discreta abilità e saper cosa fare con le nazioni a disposizione come ad esempio usare gli Scozzesi per martellare i propri Romani così da non lasciare i punti delle fortezze sguarnite agli avversari (chiaramente se con i Romani vi è andato storto l'avanzare verso nord) oppure prepararsi per uccidere l'arrivo di un leader e conoscere dove andranno a parare gli altri per far punti. Sono parte di quelle finezze che si imparano nel tempo, come del resto è prerogativa di giochi profondi e impegnativi che forniscono in cambio enormi soddisfazioni. Quadrato, solido e preciso sale di escalation round dopo round in modo coerente, senza sbavature compreso il sistema di combattimento dove i dadi dicono la loro ma non fanno danni irreparabili. Longevo, ricco di varianti e scenari iniziali benchè è un gioco studiato per 4 persone ed in 4 va giocato. Imperdibile a parte coloro che detestano i wargame e in particolar modo gli storici di guerra. Inoltre la natura stessa è improntata verso uno svolgimento prettamente scacchistico e qualcuno con le fasi così sistematiche tra i vari round lo troverà sicuramente ripetitivo, sebbene questi sono difetti di natura soggettiva.

6

Nessun commento

Esistono più cose in cielo e in terra di quante il nostro intelletto ne possa immaginare

9

Veramente un bellissimo gioco! Grande fedeltà storica, profondita strategica e componentistica! Peccato duri tanto e sia giocabile solo in 4......da avere!

7

Longevità 2
Divertimento 1
Materiali 1
Originalità 2 (ma che senso ha votare l'originalità? questo gioco fu originale, ora non lo sarebbe più...)
Totale 7 perché supera decisamente la sufficienza, con più sforzo creativo avrebbe potuto essere un capolavoro (come qualcuno a lungo ha creduto che fosse)

Ogni sistema formale può provare la propria consistenza se e solo se il sistema stesso è inconsistente.

9

a parte il fatto che nella mia unica partita sono riuscita a suicidarmi con i romani facendo sempre 1, è veramente un gran bel gioco! L'unica pecca è la sua durata a dir poco proibitiva!

9

Ottimo gioco con una stupenda ambientazione, ricreata benissimo. La guerra c'è, i dadi rotolano e le rosicate non mancano, ma se non si gioca bene non si potrà mai sperare di vincere.

..perchè il sogno più vero è quello più distante dalla realtà,
quello che vola via senza bisogno di vele, nè di vento..
Hugo Pratt

www.ancestrale.it

8

Nessun commento

Piazzola Francesco

9

Nessun commento

10

Ho acquistato questo gioco nonostante la quasi impossibilità a trovare persone disposte a giocarlo. La mia attesa è stata ampiamente ripagata. Giocato un paio di volte con enorme soddisfazione. Così come Puerto Rico è lo stato dell'arte dei giochi tedeschi, Britannia lo è per quelli americani. Su Britannia è stato già detto tutto, voglio solo aggiungere un paio di considerazioni. Primo: un gioco non sopravvive più di 20 anni senza motivo. Secondo: considero la presenza del dado e quindi della fortuna deleteria in quasi tutti i giochi, ma in Britannia è assolutamente inconsistente data la durata di ogni singola partita e la numerosità delle battaglie. A lungo andare fortuna e sfortuna si bilanciano sempre.

8

Nessun commento

8

Rispetto alla versione originale è decisamente migliorato. Più fluido, meno complicato in alcune parti e soprattutto più godibile graficamente. Per quanto sia fortunoso, il tutto viene mitigato più per l'elevato numero di lanci di dado che da altro, ma in realtà mi sembra sia presente una grossa componente strategica e la divisione dei popoli e l'avanzare della storia, mi piace da impazzire. NOn complicato ma purtroppo decisamente lungo...

Nice Dice

SARGON
the Real Hedonist Goblin

9

peccato non riuscire mai a trovare chi ci gioca ed il tempo per giocarlo. L'ambientazione e' molto bella, il gioco e' equilibrato. In pratica e' un risiko evoluto, una sorta di hystory of the world ambientato in inghilterra. So che esiste una versione ambientata in italia, sarebbe bello provarla. Anche se sarebbe piu carina una versione nel medioevo e nel rinascimento.

8

ben congegnato, meglio se 4 giocatori

Viridovix di Albernia
Conte della Spada Spezzata

7

ottima riedizione di un vecchio classico. complesso però e non adatto a tutti. sicuramente un gioco non per giocatori occasionali richiede un gruppo che lo possa giocare con continuità almeno 4-5 volte per capirlo ed apprezzarlo.

7

Rivedo in basso il mio voto.
All'inizio questo gioco mi aveva entusiasmato ma alla lunga mette in mostra difetti che non mi lasciano indifferente!
le regole sono troppe e troppo particolareggiate, i momenti di pausa per ogni giocatore sono troppi e troppo lunghi; inoltre i pensatori sono devastanti (si può benissimo giocare un fillerino in parallelo) e i materiali non mi hanno convinto fino in fondo (ci voleva molto per creare tessere di diversa forma per i vari eserciti di ogni giocatore?)
il gioco ha comunque il suo fascino ma più di una partita all'anno non la gioco! peccato perché comunque l'idea che c'è dietro non è affatto banale (non male l'idea dell'evoluzione storica con il susseguirsi di popoli e personaggi)

9

Gioco molto bello e coinvolgente. Peccato solo che la durata sia così elevata, però non stanca. Difficile trovare il tempo per giocarlo bene fino alla fine. 5 ore ci vogliono tutte se si gioca in 4.

8

Un bell' 8 bello pieno!
Un gran gioco dalla grafica molto accattivante!
Ottimo boardgame con una meccanica originale...peccato che alcuni colori siano + svantaggiati di altri...cmq un bel gioco!

8

Finalmente valorizzato da ottimi componenti decisamente all'altezza del gioco.
Il gioco a 2 o a 3 è molto sbilanciato. Per apprezzarlo pienamente occorre giocarlo in 4. Questo può essere un limite non da poco...
Voto reale: 8,5

La vita è un balocco!

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare