Rank
43

Florenza

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 8,14 su 10 - Basato su 80 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2010 • Num. giocatori: 2-5 • Durata: 200 minuti
Sotto-categorie:
Strategy Games
Meccaniche:
Worker Placement

Recensioni su Florenza Indice ↑

Articoli che parlano di Florenza Indice ↑

Eventi riguardanti Florenza Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Florenza Indice ↑

Cercasi gioco: annunci con gioco disponibile per scambio o acquisto

Questo elenco contiene tutti gli annunci di utenti che cercano il gioco da tavolo Florenza sia per acquistarlo che per scambiarlo con altri giochi.

Annuncio Tipo Consegna Utente Data
Cerco i seguenti giochi Cerco Consegna a mano, Spedizione Aarast 17/06/2017
Cerco vari titoli Cerco Consegna a mano, Spedizione voltron1978 11/04/2017
Cerco/Scambio giochi vari Cerco Spedizione rds1980 05/01/2017

Video riguardanti Florenza Indice ↑

Gallerie fotografiche Indice ↑

Florenza: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
1388
Voti su BGG:
775
Posizione in classifica BGG:
1006
Media voti su BGG:
7,49
Media bayesiana voti su BGG:
6,39

Voti e commenti per Florenza

8

l'ho acquistato a Lucca perchè mi era piaciuta l'idea di un gioco sulla Firenze rinascimentale e per essere stato attratto dall' ottima grafica.
Davvero un bel giocone ( anche nel senso di metri quadri che occorrono per giocarlo) con meccaniche non originali ( caylus domina) ma ben collaudate .

9

Giocone con un ottima componentistica, bell'ambientazione e belle meccaniche.
Il gioco ricorda molto Caylus, ma le meccaniche sono utilizzate in maniera decisamente diversa, le strategie sembrano essere molto diverse e la competizione per la costruzione degli edifici comuni di Firenze e per gli artisti è davvero serrata.
Davvero un ottimo gioco!

Sono un mezzo demone cacciatore di giochi

9

Nessun commento

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=Malagen&numitems=5&header=1&text=title&images=medium&show=recentplays&imagepos=center&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

9

gioco visto a lucca, dopo la partita di prova comperato immediatamente. bellissima la grafica del gioco e la cura dei particolari, dinamiche di gioco articolata ( forse anche perche alle prime partite)
gioco consigliato, forse unica peccha la quantita di spazio necessaria per allestire il tutto :) ma problema facilmente risolvibile.

9

Un Gioco di Ruolo innovativo ed aperto ai suggerimenti dei giocatori, araldo della qualità italiana. Da provare!

7

Nessun commento

8

Nessun commento

9

Voi direte che sono Pazza, ma ho fatto anche due partite in solitario e mi sono divertita. Ho letto che molti criticano il tiro di dadi per il prestigio dato dagli artisti, a me la cosa piace, ma per quelli a cui non va giù, la cosa si risolve con un tiro di dado comune a tutti i giocatori ad inizio partita, questo valore vale per tutti gli artisti e per tutta la partita. In questo modo il valore dato dagli artisti può essere diverso ad ogni partita aumentando le diverse possibilità strategiche che già il gioco offre ed eliminando il fattore fortuna che per i "puristi" del gioco è come un pugno nello stomaco, PROVARE PER CREDERE.
Io trovo Firenze molto divertente e la grafica è veramente super.

9

Da giocare su un GRANDE tavolo !

9

Caylus all'ennesima potenza, sicuramente non indicato per chi non è un grande amante dei gestionali ma se Agricola, Puerto rico e simili sono il vostro pane non faticherete a comprendere in pochi min le meccaniche ed indubbiamente non può mancarvi (insieme ad un tavolo spazioso).
A mio avviso il gioco gestionale più bello del 2010 ma sono ovviamente appassionato del genere colleziona risorse/costruisci/ottieni bonus/fai punti, mi riservo il 10 perchè non si sa mai...
Costa ma la cura della componentistica ne giustifica il prezzo..

8

Provato una volta: molto complesso, ma lascia la voglia di ritentare. Di certo ha bisogno di molta confidenza per essere giocato in profondità. Materiali superlativi, proprio per il loro richiamo alla realtà (pensare di fare la facciata di Palazzo Pitti dà una certa soddisfazione).

6

Gioco gestionale alla tedesca del tipo: piazza prendi cubetti, ri-piazza spendi cubetti.
Premesso che non adoro questa tipologia di giochi perchè secondo me inflazionata, questo gioco in particolare ha alcuni difetti che le mettono in secondo piano rispetto ad alcuni altri giochi della stessa tipologia più fluidi e meglio organizzati.
Fatta la premessa elenco di seguito il tipo di difetti che secondo me manifesta, condizionato da un punto di vista di un giocatore che ha giocato già moltissimi altri giochi in precedenza.
La produzione seppur apprezzabile come loro prima, purtroppo manifesta alcune ingenuità nelle scelte grafiche e gestionali che ne rallentano la godibilità.
Nello specifico della meccanica, l'uso del dado per vedere quanti punti fa ciascun giocatore per ciascun artista risulta non adeguata al tipo d'impegno che richiede il gioco, che rischia di compromettere al termine tutta la strategia fatta per ore dai giocatori.
Come prime partite si sta abbondantemente oltre il tempo indicato sulla scatola.

La luce che vedi in fondo al tunnel non è la tua salvezza, ma il mio fanalino di coda!

9

Mi pare proprio un gioco ben fatto e divertente per le tattiche di gioco che cambiano in base al comportamento degli altri giocatori

9

Gran bel gioco! Sono alle prime armi ma alla prima partita il gioco non mi è apparso troppo complicato. Per arrivare ad essere competittivi xò ci vuole sicuramente molta + pratica! Ottima la componentistica e i contenuti della scatola. Un po' troppo ingombrante come dimensioni.

8

Un gioco davvero eccellente, completo e dalle molte e profonde possibilità strategiche. Unica pecca i materiali poco funzionali.

9

Un bellissimo titolo, l'ho trovato ottimo anche in una partita a due. Certo, ha il sapore del già visto, ciò non toglie che riesce comunque ad incuriosire, belli i desegni e elegante nell'insieme.
Concordo con chi critica lo spazio necessario per giocare, i pezzi sono molti, i palazzi avversari si trovano con difficoltà, qualcosa in questo senso forse andava ragionato meglio, ciò non toglie che il gioco è davvero ben fatto, spero di avere occasione di giocarci spesso, la durata può essere lunga con troppi pensatori al tavolo.

Giovanni
uplay.it

7

Bel gestionalone ben strutturato, forse un po' macchinoso alla prima partita ma sicuramente longevo visto la varietà di edifici e di artisti.
In generale le meccaniche presenti sono già note. Ne esce un prodotto con un buon mix di elementi.
Buoni i materiali e di conseguenza il prezzo risulta un po' impegnativo.

Giudizio emesso dopo un'unica partita fatta a Lucca.

4

Il gioco è vecchio, trovo banale il concept e sopratutto l'assetto grafico anche se volutamente ricercato ha il sapore di un vecchio libro per bambini illustrato: questo riporta alla ribalta il problema del cattivo gusto grafico/illustrativo dei giochi da tavolo. Nessuna nuova idea.

Il materiale è interessante e giusto per il costo della scatola, ma non capisco in nessun modo come abbia potuto vincere il premio a lucca come miglior progetto editoriale...

8

ho fatto soloun "rapido" playtest quindi appena lo rigiocherò apporterò variazioni alla valutazione ma l'impressione è stata ottima

INFLUENZA DEL PLAYER SUL GIOCATORE !!! TROPPI PLAYER !!!

7

In 5 i 120 minuti sono una chimera. Gioco interessante, ottima grafica e componentistica. Incrocio tra Caylus e Agricola, con, a mio avviso, leggermente meno interazioni tra i giocatori ma ho giocato solo 3 partite e riservo di smentirmi.

Dopo 5 partite devo abbassare il voto dato a 7. Se devo spendere 4 ore nette + mezz'ora di preparativi, il parti non gioca a Florenzia.

9

Se non il primo, il secondo mio gioco preferito. Ottimi materiali (eccetto i foglietti punteggio) e divertente meccanica di gioco. Non è un gioco da mezz'oretta, risulta perfetta per 3 o 4 giocatori. forse eccessiva per 5, comunque anche in 2 il divertimento è garantito. Vedere così tanti artisti tutti assieme è fantastico!

10

Gioco che ricorda molto caylus sotto alcuni aspetti.
Grafica accattivante. Gioco di piazzamento e gestione risorse. Dopo il secondo turno la partita scivola tranquillamente.
Molta longevità per le innumerevoli combo.
Mi sono divertito anche se sono arrivato ultimo ( giocato il 4 per la prima volta!)
Serve molto spazio sul tavolo

10

Pianificazione, piazzamento, gestione risorse, ottimi materiali, meccaniche intriganti e ben congeniate.

Non c'è altro da dire. Per me è un "signor" gioco!

7

Niente di nuovo nelle meccaniche, ma grafica ed ambientazione belle; quantità di materiale notevole e di ottima qualità; alea controllata, ma soprattutto buona soddisfazione nel giocarlo: è davvero bello veder crescere il proprio rione o fare la corsa con le altre famiglie per essere i primi a decorare i palazzi di Firenze oppure per accaparrarsi la carica di vescovo o di capitano del popolo. Giocato sempre e solo in 5, la durata è elevata (oltre le 3 ore); non posso ancora esprimermi sulla scalabilità. Unici difetti riscontrati dal mio gruppo (che poi non sono difetti del gioco, ma divergenze di gusti): scarsezza delle risorse (marmo in particolare) e del numero di edifici (molti sono unici). Ma, ripeto, questo è un difetto solo per chi è abituato ed apprezza, come purtroppo alcuni del mio gruppo, giochi a bassa interazione diretta (vedi Agricola), dove ognuno tende a coltivarsi il proprio orticello in tutta tranquillità.

Nel complesso un gran bell'acquisto da fare, se amate i gestionali complessi e avete tempo (e anche spazio).

7

Florenza è un gioco che si vuole collocare nella "fascia alta" del gestionale-piazzamento lavoratori, mi sembra inevitabile confrontarlo con i pari livello, in primis il capolavoro Caylus dal quale il gioco prende molte delle meccaniche.
...ed in questo il gioco perde, restando due spanne sotto i riferimenti del genere (anche Le Havre), a partire ovviamente dall'originalità del prodotto (ma non solo).
Purtroppo non si può fare a meno di evidenziare una serie di difetti che, seppur parzialmente giustificabili per la prima esperienza sul campo dell'autore e dell'editore, pesano inevitabilmente sull'esperienza di gioco.

a)Inizio con quello che ritengo un vero e proprio baco, anche se penso riscontrbile solo nelle partite a 5. In 5 si esauriscono tranquillamente le risorse nei turni finali. L'autore (forum BGG) ha sottolineato che si devono ritenere le risorse limitate. La cosa è praticamente incontrollabile...e può tranquillamente costare una partita mancare di realizzare un'opera per una risorsa non presa.
Dovessi rigiocare in 5 applicherò l'house rule di non ritenere le risorse limitate, ma....

b)Il dado...ahi ahi sembra proprio che l'hanno buttato dentro la scatola senza pensarci, il suo utilizzo è totalmente ingiustificato.
Sinceramente non ho problemi ad utilizzare i dadi in svariate tipologie di giochi, ma tirare per vedere quanti punti si fanno è quello che per me proprio NON si può proporre.
Entrando più nel dettaglio si vede chiaramente che arruale gli artisti è uno dei modi più efficaci per fare punti (mediamente un artista fornisce un punto ogni 50-60 Fiorni spesi senza costare azioni aggiuntive, notevole se lo si confronta con il resto)...ma a quel punto perchè affidarlo al dado? L'esempio estremo è Leonardo-scultore che varia da 2PV a 7PV. Niente giustifica 5 punti su un lancio del dado, soluzione per niente elegante ed inutile.

c)l'ergonomia è al limite, nel senso che il gioco oltre a richiedere un tavolo enorme, richiede uno sforzo fisico a cercare quello che serve (tipo le costruzioni sulle plance degli avversari, in un gioco dove l'ordine di attivazione è fondamentale, come in Caylus). Questo problema si amplifica nel caso di 5 partecipanti (ancora una volta penso che il gioco sia da restringere a 3-4).

Metto un 6,5 che arrotondo a 7, per il lavoro comunque notevole che è stato fatto per realizzare Florenza, per la passione che traspare dal progetto, per il fascino di giocare nella bellissima ambientazione della Firenze rinascimentale....ma continerò a lavorare al castello di Filippo il bello:(

7

Pienamente d'accordo con Pepe74.
Alea troppo determinante per gli artisti, alcune costruzioni troppo determinanti (cava e palagio in primis) e le risorse contate portano a "deviazioni" strategiche (cosa succede se decido di produrre molto per i primi turni accumulando fiorini e costruire tutte le opere solo alla fine?..gli altri rimangono senza risorse...).
Da riprovare con molta calma..

7

Niente di nuovo sotto l'orizzonte, meccaniche già viste e azioni già fatte. Bello graficamente e il dado con gli artisti non mi disturba affatto

"Non mi fido molto delle statistiche, perché un uomo con la testa nel forno acceso e i piedi nel congelatore statisticamente ha una temperatura media" (Charles Bukowsky)

8

Gioco impegnativo, molto ben bilanciato. Materiali ottimi. Molto Divertente per l'intreccio delle strategie che permettono di disturbarsi a vicenda. In 5 giocatori il gioco è molto lungo.

8

gran bel malloppone di gioco...forse troppo lungo e impegnativo (per questo non gli dò 9), ma le dinamiche sono veramente belle! consigliatissimo

...non avro' altro dIO, all'infuori di me!

8

Rivedo leggermente il mio giudizio.

Gioco davvero bello nelle meccaniche, integrato alla perfezione nell'ambientazione, forse in assoluto uno dei migliori giochi che ho provato negli ultimi anni.

Un plauso anche al regolamento, scritto in modo perfetto. Riesce a spiegare benissimo il gioco dopo una sola lettura, nonostante si tratti, ovviamente, di un titolo complesso.

Non mi sento di dare oltre per tre motivi.

quello principale: secondo me è ingiocabile in 5, diventa davvero TROPPO lungo se dovessi dargli un voto solo per le partite a 5 giocatori sarei costretto a non andare sopra il 7-8. Fortunatamente però si puo' giocare anche in 4...:)

data la grandezza della superficie di gioco è parecchio ostico riuscire a vedere quali strutture hanno gli altri giocatori (ho preparato un foglio stampabile dove segnarsi le strutture attualmente in gioco).

La scelta dei colori nero e blu mi lascia molto perplesso. sono difficilissimi da distinguere sulla plancia del capitano del popolo...

6

Bello ma assai tosto e contorto!

7

Gran bel titolo, avrebbe meritato anche un voto più alto, ma la durata eccessiva di una partita lo lascia fermo a 7. Sia chiaro nulla contro i giochi lunghi, ma in questo caso a mio avviso la lunghezze non è molto giustificata, si potevano ridurre i tempi di gioco, ne avrebbe guadagnato la voglia di rigiocarlo.

Chi non vede fondo non vede mondo!

6

Fatta ieri la mia prima partita a 5 giocatori. Il gioco graficamente si presenta benissimo e ottimi sono pure i materiali; purtroppo però le colorazioni dei pezzi(in particolare gli edifici) sono troppo uguali l'uno con l'altra e alcuni simboli sono di difficile lettura perchè piccoli;inoltre troppi sono i token a disposizione e bastava poco per rendere il gioco più leggero. Florenza ha delle buone meccaniche di fondo ma alcune di esse sono state rese inutilmente complicate e una cosa che dà a noia sono i troppi edifici da ricordare a memoria che possono rendere i turni eccessivamente lunghi.

Voto 6 ,sicuramente da rigiocare, ma alcune cose a mio avviso andavano riviste.

Monopoli?Risiko?Hotel? No grazie,preferisco vivere 8)

8

nessun commento

---THE SUPER GUARD, TO YOUR SERVICE--- ---DELLA MIA COLLEZIONE DI GIOCHI NON VENDO NULLA---

7

Commento basato su più di 5 partite

Il gioco è ben fatto e divertente, ma non esente da alcune pecche.
Gli aspetti positivi sono costituiti dagli ottimi materiali e dall'ambientazione accattivante, resa assai bene anche grazie ai componenti, oltre che alle dinamiche di gioco.
L'interazione fra i giocatori è elevata, visto che le azioni altrui tolgono sempre opzioni durante il proprio turno, quindi stare attenti alle possibilità rimaste e saper essere flessibili è molto importante.
Il regolamento è semplice ed intuitivo e la partita scorre fluida fino alla fine.
Insomma, giocando a Florenza sicuramente ci si diverte.
Passando agli aspetti negativi, in primo luogo si tratta di un gioco che di originale ha ben poco, sia per meccaniche di gioco classiche del worker placement sia per la presenza di altri titoli molto simili ma antecedenti ad esso (Principi di Firenze su tutti).
Inoltre la longevità è piuttosto bassa: pur essendo un gioco molto godibile, dopo qualche partita le varie strategie saranno già state sperimentate e il gioco potrà facilmente apparire ripetitivo.
Se a ciò si aggiunge che in 5 le partite si possono protrarre per più di due ore e che il gioco richiede un'alta dose di concentrazione, poiché ogni errore viene pagato a caro prezzo, si capisce come portare questo gioco sul tavolo non sia così facile come potrebbe sembrare, quando si dispone di un gruppo nutrito di giocatori.
Piccola nota stonata finale, la presenza del dado che può risultare determinante nel corso di una partita, dal momento che spesso la vittoria è ottenuta con un punto o due di scarto.
è possibile eliminare questi difetto ricorrendo ad una variante ufficiale che non ho avuto ancora modo di sperimentare ma che sembra alterare significativamente l'andamento del gioco.
Tirando le somme Florenza è un gioco che consiglierei agli appassionati del genere o a chi è particolarmente affascinato dall'ambientazione.

Longevità: 0,5
Regolamento: 2
Divertimento: 2
Materiali: 2
Originalità: 0,5

Voto finale: 7

9

gioco splendido...un gestionale ma con qualche intuizione geniale come la possibilità di giocare contemporaneamente sul proprio rione, e sulla città di Firenze. materiali splendidi anche se la scatola potevano farla un pò più funzionale. meglio in 3/4 che in 2 ma per gli appassionati di Firenze resta un "must"

8

Un gioco molto interessante ed ambientato.
Un pò lungo, ma non annoia, anzi
Coinvolgente per struttura e ambientazione.
Ad averne così.

7

Nessun commento

Mi trovate anche su BGG. ^_^
Ho visto qualcuno impedire un Runaway Leader ed essere travolto da una Snowball

//encrypted-tbn0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcQcbJHLVC6wNcuQXy5stVxG24LzqUgldtt96BXMMPA6-fcr_0PC)
http://www.noferplei.it

7

che materiali bel colpo d'occhio il gioco scorre bene

9

Raramente do in escandescenza al tavolo di gioco.
Florenza è stato il titolo mi che ha fatto saltare ogni paletto inibitore: un gestionale che non lascia margine agli errori e beneficia del giusto mix tra interazione di giocatori e complessità di meccaniche.
Effettivamente il dado può risultare un po' fuori luogo, ma dopo alcune partite, al momento non ha mai inciso in modo così evidente.
Considerate le tempistiche necessarie ed il grado di complessità, lo consiglio solo ai giocatori navigati.

L'esperienza è l'insegnante più difficile: prima ti fa l'esame, poi ti spiega la lezione!

9

Gioco veramente bello, gestionale in pieno stile Caylus, ma con qualche nuova variante veramente notevole e degna di merito. Piacevole da giocare e da veder giocare!

ASGARD - Tana dei Goblin Padova

8

A parte la lunghezza delle partite e un turno di gioco un pò elaborato, una volta presa confidenza con il gioco, esso risulta molto bello grazie anche alle atmosfere ricreate.
Molto ben curato sia graficamente e nei materiali.
Da avere !

8

Nessun commento

9

Commento dopo tre partite.
Gran bel gioco, richiede attenzione e programmazione, ma la soddisfazione è tanta. Affascinante e coinvolgente, lascia la voglia di rigiocarci... Probabilmente si sfruttano meglio le potenzialità del gioco con 3/4 giocatori, ma secondo me è ottimo anche per 2.
Unico neo che mi sento di evidenziare riguarda i colori di alcuni elementi, che in alcuni casi avrei fatto più marcati.

Mik-79

9

Nessun commento.

8

Come dicono molti, sembra "un Caylus riuscito peggio", e forse è vero, ma a me è sembrato comunque un bel gioco (premetto che l'ho provato con le regole variate che non prevedono, per fortuna, l'uso del dado per determinare i punti prestigio dati dall'artista). Il vero difetto semmai l'ho trovato nell'utilizzo delle risorse: è chiaro che ce ne sono alcune (bianco=marmo e marrone=legno) enormemente più utili delle altre (e infatti è previsto che un cubetto marrone e uno bianco vengano guadagnati automaticamente ad ogni turno), mentre, per esempio, cubetti verdi e rossi non si usano quasi mai (anche se è comunque necessario che qualcuno costruisca gli edifici che li producono, se comunque si vogliono realizzare le opere che forniscono i PV).

10

questo è un giocone. meriterebbe da solo 10 per la componentistica, il lavoro grafico è uno dei migliori mai fatti per un gioco in scatola. nonostante sia un gioco lungo (sulle 3 ore) e complesso, questo gioco vi piacerà fin da subito e avrete spesso voglia di giocarci. si ha proprio la sensazione di essere dei mecenati fiorentini fin dalla prima mano, dove cercherete di accaparrarvi l'artista di grido o anche solo un giovane sconosciuto, pur di veder costruita la vostra reggia e la città stessa di Firenze. capolavoro

9

Gioco dalla meccanica stra-abusata del piazzamento, ma che un suo fascino sia per l’ambientazione sia per il ruolo degli artisti. Le partite sono sempre imprevedibili e diverse l’una dall’altra, sia per i tantissimi edifici che si possono costruire, sia per l’estrazione degli artisti che variano di partita in partita. Giocato sia in due che in quattro e ritengo sia il massimo di giocatori “tollerabili”, infatti presumo che in cinque vengano a scarseggiare le risorse molto spesso. L’alea influisce nel tiro del dado con gli artisti ma non condiziona particolarmente le partite e dopotutto un po’ di fortuna secondo me non guasta. E’ inoltre molto importante essere capo del popolo e vescovo e poter piazzare i primi lavoratori nei posti più ambiti, ma la meccanica del conteggio del capitano del popolo fa si che ogni turno ce ne sia uno diverso; se non riesci a diventare capitano del popolo per diversi turni, rischi di essere tagliato fuori, a me è capitato nella prima partita, ma sta alla bravura del giocatore a diventarlo e poi, come detto, la meccanica aiuta. In conclusione gioco molto bello e profondo che meriterebbe un 10 se non fosse per i tempi lunghi di gioco, di setup e una meccanica complessa che non lo rende adatto a giocatori occasionali (ma questo non è detto che sia uno svantaggio.

9

Giocone. Meccaniche già viste, ma comunque un giocone.

10

Stiamo parlando di un Capolavoro Italiano !!! Il gioco è di notevolissimo spessore strategico !!! Mi ricorda in qualche meccanica Le Havre (altro gran gioco). Veramente ben fatto. Complimenti all'autore !!! Anche impegnandomi non riesco a trovarci un difetto!!!

Emanuele
Playbazar.it

10

Nessun commento

Vendo Milano/Gobcon Argent 35€

6

Ciò che un german game non dovrebbe essere: macchinoso, cervellotico, bruttino graficamente e poco originale. Si vede l'impegno messo nel realizzarlo, ma resta quel genere di gioco che ti tiene a pensare per due ore e alla fine perdi per un punto. Per puro caso.

9

Spettacolare!!! Gioco complicato al punto giusto, con meccaniche ben amalgamate tra loro e un'ambientazione ricreata in modo perfetto. Non c'è che dire....veramente un gran gioco!!!

8

Un'ottima alternativa ai classici "piazzamento lavoratori".
Abbastanza profondo dal punto di vista strategico, soprattutto se giocato con la variante senza dado per stabilire il valore dell'opera realizzata dagli artisti.
Interazione presente sia in modo indiretto nella possibilità di utilizzare gli edifici altrui, sia in modo diretto con i benefici delle cariche.
Varietà delle partite garantita dal gran numero di opere d'arte realizzabili e dall'uscita casuale degli artisti, purtroppo invece, per quanto riguarda gli edifici di rione (edifici di produzione) trovo che si potesse fare qualcosa in più, sono un po' limitati e talvolta sbilanciati (Palagio?).
Molto interessante il sistema di attribuzione dei PV e delle cariche, che fornisce originalità ad un titolo che per il resto è molto canonico nel genere.
Scalabilità: valido in 3, dà il meglio in 4, in 5 rischia di essere troppo lungo, ma non ho esperienza a riguardo, così come non l'ho provato in 2.

9

Ottima la grafica, ambientazione azzeccatissima, regolamento chiarissimo, tantissima interazione, svolgimento fluido. Al di là di saperlo giocare bene, si apprezza sin dalla prima partita. Il suo unico difetto è nello spazio che occupa ... ma basta un tavolo grande!

8

Voto reale: 8.5 arrotondato a 8 (per averlo giocato ancora troppo poco)

Gran bel gioco, dalle meccaniche immediate, un'ottima interazione tra i giocatori e un ambientazione in grado di catapultarti indietro nel tempo.

8

Molto bello, sembra di essere a Firenze, le partite finiscono sempre con pochi punti di differenza tra i giocatori.

8

Un giocone! Molto ben ambientato e ricco di materiali che si presta a molteplici scelte strategiche. Forse un po' cervellotico a prima vista, ma sicuramente appagante! POWER!

7

Nessun commento

6

Voto basato su poche partite < di 5

Gioco italiano ben studiato, pensato e realizzato. Utilizza meccaniche di gioco già viste di piazzamento e realizzazione edifici con qualche buona nuova idea per migliorarne la scalabilità (ad esempio utilizzare strutture costruite da altri giocatori) e degli artisti per abbellire i monumenti.

Devo dire che in ogni caso il gioco non mi ha preso, lo avrò giocato con la compagnia sbagliata, sarà che alcune risorse sono sbilanciate, sarà che dopo un po' il fatto di far abbellire i monumenti dal "proprio cugino" a da Michelangelo perde il divertimento iniziale, sarà che lo ho trovato eccessivamente lungo, ma non mi ha fatto venir voglia per niente di rigiocarci.

9

Un capolavoro. Per strategia, ambientazioni, meccaniche. Forse troppi materiali che invadono il tavolo di gioco ma il gioco, malgrado la lunghezza (più di 3 ore), è piaciuto tantissimo. Durante la mia prima partita era un continuo commento: 'che figata di gioco', 'bello, bello, bello'... tanté che i tavoli vicini, con giocatori che provavano altri giochi, si fermavano e buttavano lo sguardo verso questa novità che riempie il tavolo con palazzi e quartieri di Firenze. Le partite iniziano con una forte interazione tra i giocatori per terminare solitamente molto concentrati alle proprie plance di gioco. Vista la lunghezza capita che al momento del recupero delle risorse ci sia un po' di self-service e qui è indispensabile la lealtà di tutti i giocatori. Trovo il gioco perfetto per quattro. I materiali sono ottimi e i disegni azzeccati. Pessimi invece i punti di carta in stile banconote. Gioco promosso a piendi voti. Potrebbe rubare il posto a Vasco da Gama quale mio gioco italiano preferito. - [Autore del commento: ottobre31]

9

Nessun commento - [Autore del commento: toniko]

8

Nessun commento - [Autore del commento: EVIL]

8,5

Gran bel gioco, un piazzamento lavoratori molto molto ben ambientato che ti fa rivivere momenti di storia dell'arte. Abbastanza buona anche l'interazione tra giocatori con il fatto che si possono piazzare i propri lavoratori anche sugli edifici di Rione degli avversari. Ambientazione e grafica stupenda. Forse qualche dubbio sulla disposizione grafica della plancia. 

Mi sento di consigliarlo agli amanti del genere.

6,5

questo gioco mi ha riportato sui banchi di scuola a fare i compitini.

Quante mele e quante pere ci vogliono per fare la merendina? Raccogliere e completare.
Scusate l'estremizzazione ma questo gioco mi ha davvero annoiato senza contare l'ergonomia completamente assente.

sava73 (goblin Cylon) ultimamente ha giocato a:
//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=sava%2073&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1)

6,5

buon gioco, ma davvero troppo lungo per quel che dà e con il sistema di punteggio random che lo rovina.

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

6,5

Buon gioco , ma risente troppo dei tempi morti per aspettare le mosse degli altri giocatori poichè bisogna giocare sempre con  il player aid a portata di mano per vedere quali edifici sono disponibili ed il loro costo. Florenza è un titolo molto simile a Caylus e nonostante sia meno spaccacervelli, gli preferisco nettamente  Caylus.

8,5

Un buon piazzamento lavoratori, dall'ambientazione ben realizzata e dal design molto elegante.

Meccaniche rodate, da vero piazzamento lavoratori senza mascheramenti di alcun tipo, dove la gestione di risorse, lavoratori e Punti Prestigio permette di avere tutto sotto controllo.

L'interazione c'è il giusto: occupare una bottega nel rione avversario dà comunque un punto Prestigio al proprietario della bottega stessa, come contropartita. Accaparrarsi un Artista lo rende non assoldabile dagli altri, ma vi è sempre la via di fuga degli Artisti anonimi. I poteri del Capitano del Popolo e del Vescovo sono fastidiosi ma non eccessivamente determinanti sull'economia del turno del giocatore preso di mira.

L'alea circa la resa degli Artisti nel realizzare le opere d'arte, quale pecca che alcuni hanno segnalato, è facilmente removibile con la variante a punti fissi, presente nella Seconda Edizione del gioco e di facile inserimento.

C'è chi ne lamenta la piattezza, ma Florenza semplicemente è un gioco del suo genere, ed ha tutto al posto giusto per essere dove sta.

Un piazzamento lavoratori di stampo german, dalle dinamiche classiche, elegante, fluido e lineare, per certi versi esemplare del suo genere.

Sicuramente da provare. Quale nota in più, non si può tralasciare il fatto che sia un gioco totalmente italiano. L'ambientazione, di conseguenza, è ben curata così come la ricerca del dato storico, presente con necessarie "licenze" per rendere giocabile il tutto, di cui non si sente assolutamente il peso negativo.

Apprezzato da tutti coloro a cui l'abbia fatto provare, sono riuscito a farci giocare anche i miei genitori (non propriamente dei gamers accaniti...), sintomo che il regolamento - diversamente da alcuni giochi con questa meccanica e dal regolamento complesso - è di facile apprendimento, grazie anche al supporto delle schede riassuntive (alcuni lamentano il dover costantemente fare ricorso a queste ultime, ma alla lunga si individuano presto gli edifici-chiave, lasciando la consultazione della scheda solo ai casi particolari...).

Nel complesso lo ritengo un bel titolo.

Prima pensa; poi parla; perchè parola poco pensata può produrre parecchie pirlate.

7

Gran giocone, tanta roba, tanta strategia, tante risorse, ma impegna troppo tempo e più che divertire(personalmente parlando)stanca dai troppi calcoli che ci son da fare...

 

8

Bel german....da giocare in 3. Ottima ambientazione

9

gioco complesso ma stupendo. Non facilissimo per i neofiti. Qualche meccanica era forse migliorabile. 

Non trovo fastidioso il tiro del dado degli artisti: raramente è stato decisivo e, d'altro canto, un minimo di fortuna e sfortuna ci può stare e aggiunge un pò di pepe.

Unici nei per me: il fastidio di spostare avanti gli artisti, e la possibilità di togliere lavoratori agli avversari (che di solito diventa un bastonare chi in quel momento sembra essere avanti) 

poca cosa per un gioco ben fatto, con un buon numero di strategie, una stupenda ambientazione ben resa in gioco.

Ottimi i materiali.

Voto così alto soprattutto per l'ambientazione e la grafica apprezzatissime.

7,5

Gioco di piazzamento lavoratori di stampo classico, molto solido e ottimamente ambientato nella Firenze rinascimentale.

Ottimi i materiali e la cura dei dettagli, un po' meno l'ergonomia, meccaniche non originali ma funzionanti e bilanciate.

Diverse le strategie da perseguire, ho trovato un po' penalizzante il poter bloccare o rubare un lavoratore ad un avversario, mentre l'utilizzo del dado non l'ho trovato mai eccessivamente sbilanciate.

Forse un pochino troppo lungo.

8

Gioco valido, ma un po' troppo pesante per quello che offre, utilizza lo stesso sistema di piazzamento lavoratori di Caylus, prima pianifichi e poi svolgi le azioni, ma il tutto risulta molto più dispersivo (tra plance personali dei giocatori e plancia centrale fanno qualche metro quadrato)

Buona dose d'interazione, anche diretta

Durata esagerata, da giocare esclusivamente in 3 se non si vuole aver mal di testa (...e non è escluso che non ti venga anche così)

Nota: consiglio di utilizzare la variante senza dado, io personalmente ho sviluppato un'ulteriore variante con dado a valore fisso da turno a turno

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=odlos&numitems=10&header=1&text=title&images=small&show=top10&imagepos=right&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=odlos&numitems=10&header=1&text=title&images=small&show=recentplays&imagepos=right&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare