Greed Incorporated

Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2009 • Num. giocatori: 3-5 • Durata: 180 minuti
Sotto-categorie:
Strategy Games

Recensioni su Greed Incorporated Indice ↑

Articoli che parlano di Greed Incorporated Indice ↑

Eventi riguardanti Greed Incorporated Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Greed Incorporated: Scarica documenti, manuali e file Indice ↑

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Greed Incorporated Indice ↑

Video riguardanti Greed Incorporated Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Greed Incorporated: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
896
Voti su BGG:
787
Posizione in classifica BGG:
1383
Media voti su BGG:
7,01
Media bayesiana voti su BGG:
6,20

Voti e commenti per Greed Incorporated

6

Gioco economico di calcoli in continuo aumento,
banconote che girano di continuo peggio che a monopoli.
L'interazione tra i giocatori tende a diminuire nel corso della partita, visto che ognuno cercherà di creare un sistema autogestito
portando a tempi di attesa lunghi
dove la noia vuol mostrare il suo volto.

Le aste per ottenere punti vittoria lasciano un po' a desiderare,
lasciando, a parere dello scrivente,
poche strategie vincenti se non comprare alla fine poche ma significative carte punteggio.

Infine il meccanismo del valore delle merci, che salgono o scendono,
sembra più un elemento di coreografia
che di vera utilità.

COMMENTO BASATO SU 1 SOLA PARTITA

Fortunato colui che ha potuto conoscere le cause delle cose. (Virgilio, Georgiche, lI, 489).

8

Nessun commento

Mi prenoto per un qualsiasi tavolo!

7

Gioco molto diverso dagli altri della Splotten Spellen, in primis per gli elementi di diplomazia/negoziazione che contiene (estranei agli altri prodotti). C'è il forte vincolo che sono i giocatori a dover fare il gioco ed il rischio che invece di puntare la negoziazione si punti al solitario (cosa che può riuscire in maniera efficace se si gestiscono più compagnie in contemporanea).
La cosa che personalmente mi convince di meno è il sistema dei punti vittoria assegnati ad asta: si assegnano due carte a turno ed a fine gioco capiterà a qualcuno di perdere un'asta per pochi spiccioli ed avere un capitale inutilizzato che non frutta niente, forse va pensato un bilanciamento con un modo alternativo per fare punti.

L'ambientazione è resa benissimo, con delle piccole chicche come i segnalini a forma di "calcio" per licenziare i dirigenti e la "non-typing secretary pool" :)

7

Il gioco risulta davvero impegnativo. Di per se non dura poi molto (ma le varie fasi d’asta rischiano di portare il gioco a tempi biblici), ma la decisione di cosa fare in caso di azienda in difficoltà può rallentare. Infatti i vari fattori sono palesi e quindi calcolabili, ogni turno diventa sempre più lungo fino a che i tempi di gioco inattivo diventano eccessvi. Il gioco è piuttosto scarno di materiali e grafica, il tabellone è una serie di colonne dei valori di beni, aziende e plusvalenze. Il tutto farcito con un’asta per i punti vittoria che spezza davvero il ritmo del gioco e lo rende piuttosto diviso nelle sue meccaniche (oltre a creare piccoli scompensi alla fine del gioco, maledettamente iniquo). Il rischio di fare partita da solo (forte tentazione rispetto a procedere con le negoziazioni con altri) è davvero alto. Troppo.

Nice Dice

SARGON
the Real Hedonist Goblin

7

Difficile lettura specie con una sola partita alle spalle. Bella l'ambientazione, buoni molti spunti. Però. Sì ci sono dei però: il gioco spiazza davvero molto all'inizio: devi fallire per guadagnare. Le contrattazioni sono vincolate solo dalla cupidigia dei giocatori ma senza timer saranno momenti mortali. L'interazione è mostruosa seppure alla fine, come quasi sempre negli economici azionari, se hai due aziende auto sufficienti allora procedi per spostamento di valore selvaggio per i fatti tuoi.

Da rigiocare e molto originale nonché umoristico.

Longevità: 1
Regolamento: 1
Divertimento: 1
Materiali: 2
Originalità: 2

9

Straordinario azionario dotato di molteplici sfaccettature. Meccaniche molto semplici ed intuitive che innescano implicazioni non banali. Ambientatissimo, difficile da capire se non si tiene bene in mente l'economia di oggi di cui questo gioco è un fedele specchio. Per la fase di commercio è preferibile una clessidra. Saltare i consigli in calce alle regole vi condannerà a non comprendere le potenzialità del gioco. Richiede diverse partite solo per capire cosa si può effettivamente fare, non parliamo poi di come farlo bene.
Obbligatorio per chiunque adori gli azionari/finanziari.

Esistono persone che, con la scusa dell'elitarismo, vorrebbero livellare tutto verso il basso.
E tu innalzati, invece.

8

ottimo gioco

//i.imgur.com/wfGqmRb.jpg)

8

Buon gioco, anche se un gradino sotto rispetto ad altri Splotter. Ottima interazione, non ho trovato così dispersiva la fase di contrattazione, anche perché è semplice calcolare il guadagno e dividerlo equamente tra i beneficiari. Non è facilmente controllabile e richiede diverse partite per esser capito. Ottimo in 5, buono in 4, troppo lungo in 3.
Ho apprezzato molto l'umorismo maschilista di alcune carte.

8

Giocato più volte, davvero bello. Alta interazione tra i giocatori ma volendo si può giocare senza immischischiarsi troppo con gli altri, anche se rischiate di essere lasciati fuori dalle trattative con gli altri.
Presenza della fortuna quasi irrilevante e un alto tasso di strategia e aritmetica (i calcoli sono obbligatori!!!). Non adatto ai giocatori alle prime armi, ed ha bisogno di un paio di partite per entrarci bene dentro, però dopo riesce a dare soddisfazioni

6

Molto bello, vorrei riprovarlo (ci ho fatto solo una partita) perché non è affatto banale e mi sono proprio divertito. Ha le azioni iniziali un po' obbligate ma poi si scioglie e diventa interessante, al contrario l'interazione nella parte iniziale è totale, mentre nel finale diventa quasi un solitario. Col passare dei turni di gioco i soldi in circolazione cresceranno a dismisura, ma è più vantaggioso avere un bel gruzzolo costante che puntare ad un finale ricco; contano i punti vittoria non i soldi! Lo sfondo è un mondo finanziario e imprenditoriale immorale. Un tantino maschilista con un po' di ironia. Belle le scalate aziendali (ricordano il ferroviario 1830). Lo consiglio. Tra le negatività la lunghezza, la ripetitività di alcuni passaggi e i pessimi materiali cominciando dal tabellone. Dopo la prima partita però il giudizio è decisamente positivo. - [Autore del commento: ottobre31]

8

Posso dire che per apprezzare la profondità di Greed sono consigliate almeno 3 partite, per comprenderlo nelle sue peculiarità un numero a 2 cifre sicuramente.
Posso dire che ha pregi indiscutibili:
- originalità
- tempi morti brevissimi e quindi esperienza ludica piena
- vince piu agevolmente chi fa prima e meglio il cambio di passo
- il sistema di asta, più scacchistico in 3 giocatori, ma comunque profondo che da alle partite unicità
- se volete uno specchio della realtà dei gruppi economici internazionale, vi viene servita su un piatto d'argento con Greed
- unico neo è il regolamento e il finale, infatti consiglio di provare, per esempio in 4/5 giocatori di giocare un nono turno per permettere l'apertura di una comoagnia alla fine del settimo.

Buon divertimento e se lo ami non lo smetti piu di giocare.

LUDICI si nasce....Ma F.I.T.A. si diventa. B-M-F forever. Mitico Aledrugo che pur di non far vincere EvD si prostra, si sodomizza e fa diventare RE STEC....che dire tanto temuto e tanto Onore. Grazie di esistere Aledrugo.

8

Posso dire che per apprezzare la profondità di Greed sono consigliate almeno 3 partite, per comprenderlo nelle sue peculiarità un numero a 2 cifre sicuramente.
Posso dire che ha pregi indiscutibili:
- originalità
- tempi morti brevissimi e quindi esperienza ludica piena
- vince piu agevolmente chi fa prima e meglio il cambio di passo
- il sistema di asta, più scacchistico in 3 giocatori, ma comunque profondo che da alle partite unicità
- se volete uno specchio della realtà dei gruppi economici internazionale, vi viene servita su un piatto d'argento con Greed
- unico neo è il regolamento e il finale, infatti consiglio di provare, per esempio in 4/5 giocatori di giocare un nono turno per permettere l'apertura di una comoagnia alla fine del settimo.

Buon divertimento e se lo ami non lo smetti piu di giocare.

LUDICI si nasce....Ma F.I.T.A. si diventa. B-M-F forever. Mitico Aledrugo che pur di non far vincere EvD si prostra, si sodomizza e fa diventare RE STEC....che dire tanto temuto e tanto Onore. Grazie di esistere Aledrugo.

8

Ottimo gioco economico e di mercato, interattivo e particolare sia nella speculazione (occorre fallire per incassare) che nel punteggio. 

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

7

Tante buone idee ma il gioco non riesce a convincermi ed a divertirmi quanto gli altri titoli di questi geniali autori. Al momento tra i "big" della loro produzione è sicuramente quello che ho apprezzato meno ma devo ancora provare Duck Dealer e Antiquity.

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare