Kepler-3042

Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2016 • Num. giocatori: 1-4 • Durata: 90 minuti

Recensioni su Kepler-3042Indice ↑

Articoli che parlano di Kepler-3042Indice ↑

Eventi riguardanti Kepler-3042Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Kepler-3042: Scarica documenti, manuali e fileIndice ↑

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Kepler-3042Indice ↑

Offerte di giochi (annunci di vendita / scambio)

Nel seguente elenco sono presenti tutti gli annunci che hanno il gioco da tavolo Kepler-3042 in vendita singolarmente oppure all'interno di un lotto di giochi con eventualmente indicata la disponibilità ad effettuare scambi.

Annuncio Tipo Prezzo Scambi Consegna Spese sped. Utente Data
Kepler Offro gioco singolo €35.00 No Consegna a mano arkady72 09/03/2017

Cercasi gioco: annunci con gioco disponibile per scambio o acquisto

Questo elenco contiene tutti gli annunci di utenti che cercano il gioco da tavolo Kepler-3042 sia per acquistarlo che per scambiarlo con altri giochi.

Annuncio Tipo Consegna Utente Data
La mia WISHLIST Cerco Spedizione kanaglia 03/01/2017

Video riguardanti Kepler-3042Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotograficheIndice ↑

Kepler-3042: voti, classifiche e statisticheIndice ↑

Persone con il gioco su BGG:
290
Voti su BGG:
185
Posizione in classifica BGG:
2860
Media voti su BGG:
7,61
Media bayesiana voti su BGG:
5,81

Voti e commenti per Kepler-3042

Ritratto di Toscano
Voto gioco:
8

Gioco dal tema non originale (sviluppo tecnologie, colonizzazione pianeti, gestione risorse), ma sviluppato in maniera innovativa (l'uso delle risorse con la possibilità di bruciarle) e volutamente senza guerra visto che nel 3042 l'umanità (si spera) è interessata alla propria evoluzione e  al proprio miglioramento culturale/civile tramite appunto l'esplorazione di nuove frontiere.

Da lodare la aderenza a veri criteri scientifici alla base delle tecnologie che gestiscono le varie possibilità strategiche.

Gli apparentemente tanti16 turni di gioco  si riveleranno alla fine pochi e non sono sufficienti per sviluppare tutto quello che vuoi.

Diverse strategie possibili anche se tutte tra loro correlate.

Materiali senza critiche (molto belle le illustrazioni, le carte sono di qualità sopra la media e possono non essere imbustate), regolamento chiaro senza particolari dubbi (ad eccezione dell'Azione Bonus "Planning" che permette a tutte le astronavi di essere mosse fino a 2 spazi anche se avere sviluppato la relativa tecnologia "viaggi spaziali"), il flusso di gioco è lineare e fila via liscio e la durata risulta quindi soddisfacente.

Da tenere però di conto la scarsa interazione diretta e l'assenza di qualsiasi velleità bellica (entrambe però per me non difetti ma caratteristiche del gioco) e un po' di AP soprattutto nelle prime partite nelle quali si dovranno studiare bene  tutte le interazioni tra le varie opzioni possibili.

Ritratto di Agzaroth
Voto gioco:
7,5

gestionale solido e contenuto in regole e durata, con un fondo di scienza nell'ambientazione. Indicato a chi ama i multisolitari.  Per maggiori informazioni e considerazioni, vedi la mia recensione.

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

Ritratto di erunion
Voto gioco:
6

Provato una volta ad Essen, gestionale feroce con un difetto che ne pregiudica la promozione: bassissima interazione tra giocatori. Conto di riprovarlo per verificare definitivamente il mio giudizio, ma di fatto è un solitario di gruppo.

"so per certo che credete di aver capito quello che pensate io abbia detto, ma non sono sicuro che siate consapevoli del fatto che quello che avete sentito non è quello che intendevo"

Voto gioco:
7

Il gioco non è male, ma non sembra aggiungere nulla nell'universo ludico; inoltre interazione nulla.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

Ritratto di pennuto77
Voto gioco:
7

Si tratta di un buon tedesco molto stretto e strategico. Teoricamente rientra in pieno nei miei gusti ma ha alcuni difetti che digerisco poco e che mi fanno abbassare a sette il voto. Innanzitutto l'interazione è bassa ma abbastanza pesante in certi casi (se ti fregano il pianeta cui puntavi il danno potrebbe risultare grosso). Soprattutto mi pare eccessivo il peso del caso nei eventi che in un gioco così stretto possono spostare abbastanza la bilancia...

In ultimo, ma forse il problema più importante, risulta troppo uguale a se stesso partita dopo partita. Puoi variare strategie e mosse ma la sensazione che regala il gioco è sempre uguale. La mia in proposito è solo un'impressione dato che non è basata su un gran numero di partite ma per il momento rimane.

Si tratta di difetti minimi ma che mi hanno fatto abbassare il giudizio...

Ritratto di midnight
Voto gioco:
7

Complimenti alla Placentia Games per questo gioco appena provato a casa di amici. E' un ottimo gioco gestionale alla tedesca, molto solido ma anche imprevedibile per via delle carte evento. Ci sono molte cose da fare e 16 turni non sono tantissimi per fare tutto. Consiglio a tutti di farci almeno una partita per valutarlo. I materiali sono molto buoni, unica pecca bisogna imbustare le carte perchè sono molto sottili. Ottima cosa aver messo i componenti e il regolamento bilingue, così se si perde una cosa si può sempre sostituire. Forse in due diventa un po' un solitario però non a tutti questa cosa da fastidio.

Longevità, 2
Regolamento, 2
Divertimento, 1
Materiali, 1
Originalità, 1

Ritratto di kenparker
Voto gioco:
6,5

Gradevole gioco ambientato nello spazio. Mi pare il tipico gioco che fa tutto benino svolgendo il proprio compitino ma non mi ha lasciato sensazioni particolari, anzi per molti aspetti mi è venuto naturale pensare ad altri giochi come Eclipse (ambientazione e tematica di fondo di esplorazione), Terra Mystica (utilizzo di materie prime come fosse l'energia viola), The Golden Age (sviluppo tecnologie, anche graficamente). Il gioco inoltre perde di mordente vista la scarsissima interazione e il fatto che il gioco consista in un solitarione di programmazione. Potrei essere smentito ma secondo me tra un paio d'anni il gioco sarà caduto nel dimenticatoio.

ho recentemente giocato a //boardgamegeek.com/jswidget.php?username=ottobre31&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1) 

Ritratto di Master_Alex
Voto gioco:
8

Edito in Italia dalla Placentia Games, Kepler-3042 è un gioco german classico di esplorazione spaziale, sviluppo tecnologie e gestione risorse.

Come tutte le produzioni della Placentia, anche questo titolo brilla per eleganza e sobrietà, portandolo in alto nella mia classifica, al pari di altri titoli dello stesso Editore.

I materiali sono semplici e funzionali (unico appunto: i token delle astronavi. Quelli sono obiettivamente un po' bruttini), la grafica - a livello estetico - è ben curata (nel caso specifico di Kepler, essa è un po' meno performante a livello di ergonomia e funzionalità: vedasi le plance ricche di simboletti di non immediatissima comprensione).

Il regolamento - salvo qualche punto - è abbastanza lineare, sfruttando una selezione di azione primaria più una o due azioni bonus su una griglia. Ogni azione viene eseguita con un grado di efficienza dato dallo sviluppo tecnologico di cui si tiene traccia su una diversa plancia ricca di simboli.

Apprezzabilissimo l'inserto culturale al gioco, come al solito per i titoli della Placentia, che aiuta a calarsi meglio nel contesto di gioco.

Alcuni lo hanno definito un "multisolitario", ma in realtà - giocato in 4 Giocatori - può avere alcune fasi (specie quella iniziale) che, complici anche gli obiettivi assegnati a ciascun giocatore, si caratterizzano per avere un discreto grado di interazione (anche se indiretta) tra i partecipanti al tavolo.

Nel complesso lo ritengo un gioco valido, solido, pulito e lineare nel suo essere dichiaratamente german. Probabilmente non è il miglior titolo di questo editore (io, ad esempio, preferisco Florenza), ma conferma l'alto livello di questa Casa Editrice tutta italiana che è riuscita a sfornare un bel gioco che, con tutte le sue peculiarità, riesce a stare anche in tempi contenuti, soddisfando quei giocatori un po' allergici ai "cinghialoni" germanici.

Prima pensa; poi parla; perchè parola poco pensata può produrre parecchie pirlate.

Voto gioco:
8,3

Per me uno dei migliori German da giocare anche in solo! Stretto tanto tanto, complicato nelle prime partite, ma quando si prende il via la voglia di aumentare il punteggio appena fatto è tanta!

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare