Partini: recensione

Giochi collegati:
Partini
Voto recensore:
6,3

Ambientazione
Ho trovato questo gioco in un negozio di giocattoli della mia città. L'ho comprato per fare un regalo ad un amico. Sinceramente mi aveva attratto la bella confezione colorata...
Poi la prima partita! Un delirio!
Nella scatola sono presenti dei dischi (chiamati gettoni Partini) che le due squadre devono cercare di conquistare superando le diverse prove di abilità.

Il Gioco
Le prove sono divise in 6 categorie (di cui 5 sono gestite dai diversi mazzi di carte):

- Abilità con la palla: cercherete di riuscire nella prova descritta dalla carta, usando i bicchieri di plastica e le 2 palline.

- Chiaro e tondo: dovrete scrivere frasi divertenti su uno dei giocatori usando come spunto l'inizio della frase che salterà fuori tirando il dado (è l'unico gioco dove non si usano i mazzi di carte).

- Modella e indovina: usate la pasta per modellare per far indovinare le parole scritte sulla carta che pescherete.

- Mimare: dovrete mimare le parole scritte sulla carta (alcune sono al limite dell'assurdo!).

- Musica maestro: bisogna indovinare una canzone, senza che il tuo compagno usi le parole della canzone stessa.

- Non è così: dovrete descrivere gli oggetti sulla carta con frasi al negativo.

Il gioco va avanti fino a quando una della 2 squadre non ha conquistato 7 dischi Partini.

Considerazioni
Le risate sono assicurate, magari la longevità un po' meno. A forza di giocare sempre con le stesse persone, si rischia di imparare a memoria alcune carte o di impratichirsi con le prove di abilità con la pallina (nel mazzo le carte sono ripetute più volte, quindi in realtà le prove sono sempre quelle che girano). Penso comunque che sia un bel modo di passare la serata quando non si ha molta voglia di spaccarsi il cervello con giochi molto più complessi.

Pro:

Un gioco veloce per passare una serata a ridere. Semplice. Immediato. Da provare!

Contro:

Giocando sempre con la stessa compagnia si rischia di imparare alcune delle carte, togliendo divertimento al gioco. Lo stesso si può dire per le prove di abilità con la pallina: dopo qualche giro si diventa super esperti