[Approfondimenti] Appunti di gioco 3: Stato del gioco, interazione, analogico vs digitale

  D'ora in poi con gioco intendiamo una attività strutturata e con un obiettivo.

L'esperienza di gioco invece è l'attività sociale intrinseca: il modo con cui la gente interagisce giocando.

Approfondimenti
Giochi

D'ora in poi con gioco intendiamo una attività strutturata e con un obiettivo.

L'esperienza di gioco invece è l'attività sociale intrinseca: il modo con cui la gente interagisce giocando.

Distinguiamo quindi i componenti fisici di un gioco, formato da pezzi diversi, di un tabellone, pedine etc, o anche un controller di una console (il telecomando della Wii per esempio) con l'esperienza sociale creata tra i giocatori attivi e eventuali spettatori che osservano e partecipano commentando socialmente.

Il primo punto importante sono i giocatori. I giocatori sono d'accordo a sospendere la realtà per un po' e sono d'accordo a giocare con delle regole comuni e avere una interazione tra di loro indicata dalle regole finché qualcuno non raggiunge la condizione di vittoria (per esempio).

Chi si siede con te a giocare ha una conoscenza diversa dalla tua del mondo esterno e anche una visione diversa dalla tua riguardo i giochi. Così per esempio nel gioco degli scacchi un giocatore esperto avrà un vantaggio causato della conoscenza già acquisita nelle partite precedenti.

Quando ci si prepara a giocare a un gioco ci si accorda su un sistema di gioco ben preciso, a una tematica che farà da sfondo, al tuo ruolo nel gioco, a cosa devi fare etc. Molti giochi hanno una tematica ma alcuni come gli scacchi invece sono più astratti. Anche negli scacchi però si può riconoscere il tema, la regina ha un potere molto forte ed è centrale rispetto agli altri pezzi. I pedoni che non possono fare altro che sacrificare la loro vita e così via.

Esistono giochi che non hanno nessuna controparte realistica e nessun tema,

 altri giochi, come i giochi di ruolo, invece ne sono intrisi.

Un gioco analogico è formato da componenti fisici che puoi toccare e si sta seduti faccia a faccia attorno a un tavolo e l’interazione è diretta.

Giochi digitali: computer games, console, si guarda a uno schermo e l'interazione è faccia a --> schermo.

Quando si pensa a un gioco bisogna capire quale tipo di interazione questo gioco comporterà:

Un gioco digitale non ha fisicità un gioco analogico è reale e ha pezzi che si toccano e restituiscono una sensazione tattile.

C'è un piacere fisico nel manipolare i componenti di un gioco da tavolo.

Gioco analogico di destrezza "Cast Puzzle Devil"

 

Stato del Gioco

E' il modo con cui noi visualizziamo il gioco. Per esempio negli scacchi i pezzi sulla scacchiera e la loro disposizione è lo stato del gioco e noi cambiamo lo stato del gioco interagendo con i pezzi ma anche con l'avversario.

Interagiamo con l'avversario manipolando lo stato del gioco.

In un videogioco si ha un Cambio di Stato ad ogni cambio di frame video, molto più veloce che non negli scacchi dove il cambio di stato avviene molto + lentamente, ad ogni mossa pensata in molti minuti.

Molti giochi digitali pretendono una risposta immediata nel tempo, nei giochi analogici questo non accade in quanto le tempistiche sono moderate dai giocatori stessi.

Interazione

Alcuni giochi sociali come le imitazioni non hanno uno stato di gioco se non la persona che imita e chi deve riconoscerla. Può esserci un punteggio che tiene traccia di chi sta vincendo ma è uno stato privato, non riconosciuto da tutti se non dalle persone coinvolte.

L'esperienza di gioco può essere basata anche su una interazione parlata tra un cambio di stato e l'altro che non necessariamente deve influenzare lo Stato del gioco, per esempio un commento su una mossa, in altri giochi invece l'interazione influisce sul cambio di Stato del Gioco, come nei Coloni di Catan dove la contrattazione fa parte delle regole del gioco.

L'interazione dei giocatori non sempre incide sul cambio di Stato del Gioco. Dipende dal tipo di gioco.

I giochi da tavolo o i giochi con un tipo di interazione faccia a faccia tendono a includere una interazione che cambia lo Stato del Gioco, cosa che manca nei videogiochi. Per soccombere questa mancanza i videogiochi ora permettono interazione vocale o chat online.

Altre persone possono essere coinvolte nella esperienza di gioco anche se non giocano e sono gli Spettatori.

Gli spettatori osservano ma non giocano in maniera attiva al gioco. In ogni caso influenzano l'esperienza di gioco in quanto commentano.

Esiste una interazione secondaria fra gli spettatori stessi,che commentano tra di loro osservando passivamente il gioco, e si crea una esperienza di gioco e una interazione particolare tutta loro.

Questa interazione secondaria è il principio delle community di gioco dei forum etc.

Nelle community esistono diversi tipi di interazione, interazioni sociali; interazioni di partecipazione; etc.

Chi gestisce un gruppo di gioco non dovrebbe permettere che lo spettatore interrompa il fluire del gioco per non rovinare l'esperienza stessa.

 

Riferimento: https://www.youtube.com/watch? v=tAcqp73sL0w&feature=youtu.be&list=PLhyRBdPvc WK59kRYL5LMV_s2Sz00oL-ph

Commenti

Non vorrei essere noioso, ma contrapporre analogico a digitale mi fa pensare agli orologi, negli anni '80...
Sono 2 termini usati per descrivere grandezze, continue o discontinue...
Utilizzati molto spesso a sproposito in altri contesti. Questo dei giochi è uno di quelli.

Da anni va di moda sta roba dell'analogico, forse perché si rifà all'idea di pensiero analogico, inteso come pensare per analogie.
Ma d'altro canto non esiste il pensiero digitale.
Più probabilmente va di moda usare "analogico" perché fa figo, fa molto vintage...
Ma contrapporlo a digitale, come fosse il suo contrario, non ha nessun senso.

Evidentemente ho perso qualche puntata, perché la parola "analogico" qui è usata fuori contesto...
Nei giochi, una mappa a esagoni potrebbe essere digitale, misurare distanze con un righello è analogico.
Un dado è digitale per ostruzione, ha 6 stati, senza vie intermedie, non è continuo. Il fatto che sia io a tirarlo non lo rende analogico.
Esistono attrezzature analogiche o digitali, sono entrambi macchinari elettronici.

Spesso si usa analogico riferendosi a qualcosa di più naturale o umano!
Ma la nostra vista, il nostro olfatto, non sono analogiche!
...anzi la trasmissione di informazioni dei neuroni, le sinapsi, è elettrochimica, quindi ad impulsi,
il neurone è acceso o spento, trasmette o non trasmette, 1 o 0, quindi è più vicina al digitale di quanto si possa pensare!

Credo che in quella puntata che mi sono perso qualcuno deve aver sentito la necessità di distinguersi
da chi gioca con console e computer, forse era in atto una guerra!? In "analog", contrapposto a "digital"
come nelle macchine fotografiche, ha trovato quella sensazione di vintage che gli permetteva, con un certo tono,
di dire ai suoi amichetti: "ciao io gioco analogico!" ...sono le piccole soddisfazioni della vita... ;)

Quello che mi chiedo è: abbiamo ancora bisogno di ribadire la nostra identità di giocatori
contrapponendoci a chi gioca videogiochi?
Perché distinguere "giochi analogici" da quelli "digitali"? ;)
Non basta chiamarli con i loro nomi: giochi di società, giochi da tavolo, giochi di carte, wargames, GdR, MMORPG...
...e dire:"ciao io passo il mio tempo libero a giocare!" ;)

Perché se dico ai miei amici musicisti che io gioco analogico, mi ridono dietro fino alla fine dei miei giorni!
...eppure utilizzo strumenti e apparecchiature analogiche quando suono ;)

E' solo una moda! In questo contesto leggere analogico da più fastidio di petaloso! ;)

Sono noioso eh?? :D

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare