Bus: l'alba del piazzamento lavoratori

Libera traduzione dell'articolo di approfondimento apparso su Boardgamegeek del gioco da tavolo Bus, un gioco di tipo "piazzamento lavoratori" per 3-5 giocatori di media difficoltà.

Approfondimenti
Giochi
Giochi collegati:
Bus

Il seguente articolo è la libera traduzione di una recensione apparsa su BGG che bene illustra le qualità e il carattere seminale del gioco Bus (3-5 giocatori, media difficoltà, 90-120 minuti) della Splotter Spellen.

Qui l'originale: http://www.boardgamegeek.com/thread/510138/a-potential-great-youve-missed

Precursore dei giochi “euro”?

Non conosco perfettamente la storia dei giochi da tavolo, per cui scrivo queste considerazioni partendo dalla consapevolezza di non sapere tutto, ma mi pare proprio che la Splotter Spellen, col suo gioco Bus, del 1999, fosse davvero avanti coi tempi. Specialmente quando lo si confronta con ciò che è venuto dopo, giochi come Caylus, Agricola, Age of Steam/Steam. È un piazzamento lavoratori, di pianificazione strategica, con varie sottomeccaniche miscelate con una efficacia e una profondità non inferiore ai titoli venuti alla luce nel 21° secolo.
Fine Partita
Fine Partita

Cubi azione e costruzione rete

Ogni giocatore parte con 20 cubi azione (i lavoratori), più uno pre-piazzato che fornisce un bus a ogni partecipante (hai bisogno di almeno un bus in un gioco con questo nome, giusto?). Questi cubi azione sono il motore del gioco. Una volta usati, non c'è più modo di recuperarli e nessun modo di generarne di nuovi. Hai quindi 20 azioni/lavoratori per tutta la partita, né più né meno. Per cui devi usarli saggiamente. Ogni turno ne devi impiegare almeno 2, ma non c'è un limite massimo. Capire quand'è il momento giusto per spingere ed usarne di più farà la differenza tra il vincere e il perdere.

Con questi cubi dovrai costruire una rete tramviaria con cui portare i passeggeri alle destinazioni desiderate. Per ogni passeggero portato a destinazione, guadagni 1PV (punto vittoria). Ci sono un sacco di modi per spendere i tuoi cubi e far in modo di spostare quanti più passeggeri possibile, potenziare la tua linea, allestire più bus e quindi guadagnare più punti. Capirai meglio come spendere questi cubi nel corso di questa recensione.

Nota che, nonostante il tema di trasporto, non ho ancora menzionato il fattore ottimizzazione delle tratte. L'ho fatto per una ragione. Questo gioco non è focalizzato sul trasportare i passeggeri in un luogo percorrendo la minor distanza possibile. In realtà è il contrario: devi espandere la tua linea tramviaria il più possibile in tutta la città, raggiungendo quante più destinazioni, un po' come nella realtà, effettivamente. Se hai una grossa quantità di destinazioni toccate dalla tua linea, con una buona distribuzione di tipologie (casa, ufficio, pub), sei sulla buona strada per totalizzare un buon punteggio e quindi vincere. Ma, come in ogni buon euro-game, questa non è l'unica cosa da considerare.

Prima di abbandonare le linee dei bus come nostro soggetto principale, c'è un'altra interessante meccanica da considerare. Così come le strade di Coloni di Catan, la tua linea è costituita da bastoncini di legno, ognuno dei quali costituisce una tratta della tua linea completa, che li comprende tutti, da un capo all'altro. Però, diversamente da Coloni, la tua linea può essere estesa solo da uno o entrambe i capi. Non puoi generare una ramificazione partendo da metà della linea. Per cui la tua linea assume l'aspetto di un serpentone che si estende per tutta la plancia. Questi vincoli rendono l'incremento della linea un po' più difficoltoso, richiedendo una maggiore pianificazione. Se non stai attento puoi precluderti una parte della mappa nella quale avresti un disperato bisogno di andare, oppure non riuscire a raggiungere dei passeggeri. Anche giocando in 3 in un tabellone disegnato per accoglierne fino a 5, la natura del gioco forza i partecipanti ad interagire e darsi noia a vicenda, piuttosto che occupare un angolo della mappa tutto da soli.

Piazzare nuove tratte per estendere la linea è un'azione che puoi selezionare durante la programmazione del turno. Ci sono anche altre azioni, ovviamente, come aggiungere passeggeri alla mappa, bus, destinazioni, muovere i bus con i passeggeri e la classica azione degli euro-games “1° giocatore”. C'è anche una particolarissima azione per “congelare il tempo”, ma ne parleremo più avanti.

Seleziona ed esegui le azioni

Ogni turno la struttura di piazzamento e risoluzione avviene come in ogni altro buon classico piazzamento lavoratori, tipo Caylus. Per prima cosa i giocatori selezionano le azioni, uno alla volta, partendo dal primo e procedendo in senso orario. Quando tutti hanno passato, si passa alla risoluzione, secondo un ordine preciso. Questo è l'aspetto più divertente e riuscito del gioco. Devi essere sicuro di aver selezionato tutto quello che ti serve per portare a termine la tua strategia, ma anche aver intuito le intenzioni avversarie. Devi pianificare guardando avanti nel gioco, non solo al turno, o peggio alla mossa, in corso.

La selezione e la risoluzione delle azioni non seguono lo stesso schema ed è piuttosto difficile da descrivere, per cui cercate di seguirmi con attenzione. La maggior parte delle azioni (estendere le linee, aggiungere passeggeri, piazzare nuovi edifici, muovere i bus) permettono a più di un giocatore di sceglierle (diversamente da Agricola o Le Havre). I cubi azione sono piazzati nei box per l'azione in ordine (prima “a”, poi “b”, “c”, ecc.). Però, durante la risoluzione, le azioni sono risolte in ordine inverso (prima “f”, poi “e”, “d”, ecc), ovvero è l'ultimo giocatore ad aver selezionato un'azione ad eseguirla per primo. È un meccanismo talmente semplice ma ingegnoso che, se fosse stato adottato in un gioco di Martin Wallace, i suoi fan avrebbero prontamente gridato “geniale!”.

Il modo in cui funzionano le azioni è in fondo una sorta di asta. Se vuoi essere sicuro di agire per primo, allora devi spendere più cubi azione (sulla stessa azione anche possibile piazzare più di un cubo dei propri). Però, se perdi, i tuoi preziosi cubi sono stati comunque spesi e ora sono inutili e inutilizzabili o, quantomeno, meno efficaci. Ci sono decisioni difficili da prendere, ma devi decidere quanto davvero valga la pena spendere per costruire una linea migliore, piazzare gli edifici dove vuoi tu e quindi fare più punti vittoria (PV) e, contemporaneamente, danneggiare gli avversari.
Bus sul tavolo da gioco
Gli abbacinanti e superbi materiali di gioco

Subdolo e brutale

Questo gioco inizia a piacervi vero? Intanto però devi accettare di confrontarti con una ambientazione abbastanza scialba. Stai valutando quanto complicato, sottile e subdolo sia il meccanismo di piazzamento, confrontato agli altri euro a cui sei abituato? Che ne dici se alziamo la posta ancora un po' e inseriamo qualche altra contromeccanica (twist)?

Il gioco diventa più subdolo all'aumentare dei bus in gioco. L'azione “aggiungi 1 bus” può essere selezionata solo da 1 giocatore per turno. Per cui solo un partecipante alla volta potrà aumentare la sua flotta di bus di una unità. La cosa interessante è che il numero di bus non significa solo che puoi trasportare più passeggeri, ma influisce anche sull'estensione delle linee, sull'arrivo dei nuovi passeggeri e nuovi edifici. Questo aspetto è spiegato meglio con un esempio (almeno spero). Diciamo che in un gioco con tre partecipanti, uno ha 2 bus e gli altri due solo 1 a testa. Quando è il momento di risolvere una delle azioni sopra menzionate (es estendere la linea), il giocatore col primo cubo che viene risolto è in grado di fare l'azione 2 volte, perché il numero massimo di bus in gioco è 2 (non conta a chi appartengano). Per ogni giocatore che esegue l'azione successivamente, il numero di volte in cui è eseguibile è ridotto di 1, per cui il secondo cubo potrà fare solo 1 estensione, il terzo non potrà fare nulla.

Questo può essere decisamente brutale in quelle azioni risolte in ordine inverso, perché, all'improvviso, quell'azione che pensavi di poter fare e su cui avevi contato, viene resa meno efficace o addirittura nullificata, a meno che tu non ci abbia investito più cubi azione per correre ai ripari.

Se potessi tornare indietro nel tempo...

Un ultimo meccanismo da menzionare. Ogni turno la lancetta dell'orologio si sposta in avanti. Cambia il tipo di edificio che i passeggeri vogliono raggiungere (casa, ufficio, pub). Come ogni altra cosa, questo aspetto deve essere tenuto in considerazione nella programmazione delle proprie azioni. Devi essere sicuro di poter portare i passeggeri alla destinazione desiderata, per poter fare PV. Ma al costo di un singolo cubo azione, uno dei giocatori può scegliere di fermare il tempo, fermando la lancetta e cambiando di fatto la destinazione finale dei passeggeri. E questa scelta è opzionale: chi ha piazzato il cubo azione, potrebbe anche decidere di non sfruttarlo. Fermare il tempo ha un costo: meno 1 PV per il giocatore che fa tale azione. Se il tempo viene fermato troppo spesso nella partita (4 o 5 volte, dipende dal numero di giocatori), allora il gioco termina alla fine del turno nel corso del quale si è rimossa l'ultima pietra dall'orologio.

Conclusione

Tutti questi sofisticati meccanismi portano due conseguenze all'atmosfera del gioco. Innanzitutto è un titolo molto interattivo, in cui anche i migliori piani possono essere rovinati, anche in un modo decisamente più fastidioso che non il classico “rubare l'azione”, tipico dei piazzamento lavoratori. In secondo luogo, fare punti è abbastanza difficile: se sei abituato a giochi con punteggi alti, stile basket, preparati a un punteggio più da hockey.

Per i fan dei giochi euro più competitivi, ho qualche altra buona notizia. Diversamente dai grandi classici Splotter Spellen come Indonesia o Greed, Bus si gioca in circa un'ora. BGG dice 120 minuti, ma deve intendere con tutti e cinque i giocatori e con una buona dose di paralisi da analisi. Inoltre, a parte il sorteggio per il primo giocatore a inizio partita, non c'è nessun elemento aleatorio. È la tua capacità opposta a quella degli altri, null'altro.

Per quel che posso dire, questo gioco fornisce tutto quello di cui un moderno gioco euro ha bisogno (eccetto i meeples sagomati...). Se ti piacciono i giochi german come Caylus o Agricola o uno degli altri innumerevoli titoli simili, questo gioco fa al caso tuo. Come in quei giochi, un piccolo errore può avere un impatto pesante sull'intero turno, facendoti sprecare un cubo o due. Per fortuna questi errori sono recuperabili, anche perché il punteggio tende a salire lentamente. Non ci sarà il problema del leader in fuga, a meno che tu non stia giocando veramente male.

Procurati una copia di Bus e ti troverai a sfregare pensieroso il mento facendo “hmmm” per un bel po' di tempo.