Isle of Skye: Journeyman - anteprima Essen 2017

boardgamegeek

Uno dei giochi più premiati del 2015 si arricchisce di un'espansione. Abbiamo provato per voi l’espansione di Isle of Skye: Journeyman.

Anteprime
Giochi

La seguente anteprima è basata su un paio di partite intere.

Isle of Skye: Journeyman è la prima espansione del gioco di Alexander Pfister, già vincitore del Kennerspiel des Jahres 2016; dovrebbe uscire in italiano edita da Uplay.

Scatole affiancate
L'espansione introduce la figura del re, cioè un pedone che si muove lungo le strade del regno, ricevendo dei bonus in base alle caselle su cui sosta.

Il gioco

La preparazione iniziale è come quella del gioco base (al centro c’è il tabellone segnapunti, su cui piazzare a caso quattro obiettivi di fine round; ogni giocatore riceve lo schermo paravento ed il castello del proprio colore e la rendita iniziale), in più i giocatori ricevono tre segnalini strada, il re e una plancia personale, su cui vengono piazzati tre cubetti e i nove segnalini bonus (di  livello 1, 2 e 3). I giocatori scelgono ad inizio partita se posizionare i segnalini bonus in modo asimmetrico (modalità base) o simmetrico, cioè “copiando” tutti il posizionamento da un giocatore (questa è una variante). Io ho giocato alcune partite in due, in entrambe le modalità.

La meccanica resta pressoché invariata rispetto al gioco base: partendo dal primo giocatore in senso orario, ognuno pesca tre tessere dal sacchetto e le pone davanti al proprio paravento, poi sceglie in segreto una tessera da scartare ed il prezzo di acquisto delle altre due. Partendo dal primo giocatore in senso orario, ognuno può acquistare una tessera da un avversario; quando tutti hanno acquistato o passato, ogni giocatore paga il costo delle tessere che eventualmente gli sono rimaste e le posiziona intorno al castello (rispettando i vincoli paesaggistici di montagne, prati e laghi, ma non delle strade).

Alla fine di ogni turno si ricevono i punti vittoria degli obiettivi raggiunti, si cambia primo giocatore (in senso orario), si riscuotono le rendite ed inizia il nuovo turno.

Le novità

Tutta la parte relativa alle azioni dell’espansione viene chiamata fase del viaggio, divisa in:

  • fase della pianificazione del movimento. Ogni giocatore decide il percorso da far compiere al Re e segnala su quali caselle intende farlo sostare, lasciando un cubetto su di esse;
  • fase dell’esecuzione del movimento. Il Re sosta nei luoghi per soddisfare i requisiti dei tracciati e recupera i cubetti.
Il tabellone con i nuovi obiettivi
Sulla plancia sono rappresentati i tre tracciati (guerrieri, mercanti ed araldi), che sbloccano benefici (punti o monete) o fanno guadagnare segnalini bonus. Ci sono diversi modi per progredire su questi tracciati:
  1. soddisfacendo il requisito richiesto, facendo sostare il re sulle tessere che raffigurano l’oggetto;
  2. sostando sul castello aggiungendo un costo in denaro, se non si possiede il requisito;
  3. acquisendo una delle tessere nuove, che raffigurano il re in cammino;
  4. ottenendo il segnalino bonus di avanzamento immediato.

In particolare:

  1. il tracciato dei guerrieri fornisce punti ogni turno ed è l’unico su cui si avanza anche ogni volta che viene acquistata la tessera da un avversario. Poiché ideologicamente è una battaglia per il territorio, questa è la compensazione per il perdente;
  2. il tracciato dei mercanti fornisce monete, che si aggiungono alla rendita di inizio turno;
  3. il tracciato degli araldi fornisce un misto di punti e monete.
I nuovi componenti
I segnalini bonus sono di diverso tipo, a seconda del livello: quelli dei primi due sono a uso singolo, come monete o strade per creare collegamenti (validi anche per ricevere le rendite). I bonus di livello tre, invece, sono permanenti, si raggiungono verso fine partita e riguardano l’acquisto delle tessere; in particolare:
  1. si può puntare su tutte e tre le tessere e non bisogna necessariamente scartarne una;
  2. la banca paga il costo di acquisto delle tessere avversarie;
  3. si possono acquistare due tessere.

Nell’espansione, infine, sono stati aggiunti anche quattro obiettivi di fine round, le tessere con il re in viaggio ed altre monete di valore 1 (di colore leggermente diverso rispetto alle precedenti).

Prime impressioni

L’espansione mi è sembrata interessante ed abbastanza innovativa rispetto al gioco base.

Segnalini bonus
All’inizio raccapezzarsi tra i tracciati per ricevere i bonus porta ad aumentare i tempi di riflessione sulle azioni, allungando i tempi di partita anche con giocatori esperti: io, senza contare la spiegazione, sono passata dalla solita mezz’oretta ad una partita di circa novanta minuti! Va detto, però, che già nella seconda partita i tempi si sono notevolmente ridotti ed è risultata più divertente.

Sicuramente il livello di complessità renderà il titolo più invitante per giocatori esperti.

D’altro canto, aggiungere l’espansione toglie una caratteristica che mi è sempre piaciuta del gioco: la facilità con cui posso proporlo a chiunque. Consiglio, quindi, di giocare con i neofiti solo con il titolo base.

La complessità dell’avanzamento sul tracciato ricorda molto quello usato dallo stesso autore in Mombasa (in particolare il tracciato dei libri): piacendomi molto quest’ultimo, è una nota positiva.

Da queste prime partite non c’è una strategia che appaia predominante: fornendo punti immediati o ogni turno, i tracciati danno l’impressione di essere fondamentali, in particolar modo il primo sembra sgravato. 
Plancia giocatore
Ma riuscire a completare gli obiettivi di fine turno resta il modo migliore per fare punti.

I materiali mantengono lo stesso livello di qualità del gioco base; la grafica resta chiara e semplice, anche se ovviamente i disegni sulla plancia sono piccoli. Le scatole sono state disegnate in modo che l’immagine prosegua, accostandole lateralmente in una libreria. 

Il regolamento è chiaro, ma ho faticato a comprendere la meccanica poiché si limita a citare le diverse fasi del gioco base (fase 5, fase 6, eccetera), senza ricordarle.

In sintesi, mi sembra un buon acquisto, se si voglia completare il gioco o aumentarne la difficoltà.

Commenti

Un altra espansione che allunga il brodo...

"L'uomo non smette di giocare quando invecchia , ma invecchia quando smette di giocare"

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare