[Report] L'Occhio della Redazione - LOdR: Da Essen a Bricherasio

Buongiorno a tutti Goblins  e buona domenica!

Il report scelto per questa mattina, tra i tanti meritevoli, è quello che forse interessa di più i curiosi di Essen, quelli che non ci sono sati e sono alla spasmodica ricerca di informazioni relative ai nuovi titoli.

Eccovi dunque il report della serata "da Essen a Bricherasio", durante la quale I Giullari hanno portato un po' di Germania in Piemonte. 

Buona lettura!

P.s.
Vi ricordiamo che potete trovare qui il thread di riferimento con tutti i report che verranno selezionati dal vostro amichevole Occhio di quartiere:
https://www.goblins.net/phpBB3/viewtopic.php?f=197

Ho giocato a...
Giochi

Buongiorno a tutti Goblins  e buona domenica!

Il report scelto per questa mattina, tra i tanti meritevoli, è quello che forse interessa di più i curiosi di Essen, quelli che non ci sono sati e sono alla spasmodica ricerca di informazioni relative ai nuovi titoli.

Eccovi dunque il report della serata "da Essen a Bricherasio", durante la quale I Giullari hanno portato un po' di Germania in Piemonte. 

Buona lettura!

P.s.
Vi ricordiamo che potete trovare qui il thread di riferimento con tutti i report che verranno selezionati dal vostro amichevole Occhio di quartiere:
https://www.goblins.net/phpBB3/viewtopic.php?f=197


by MichyLo

Come dicevano poco sopra iGiullari, sabato Essen arriva a Bricherasio :snob: .
Dopo un po' di racconti su cosa ci siamo persi :piange: , iniziamo da Between two cities, gioco di cui avevo sentito parlare dopo Essen ma che avevo scartato prima ancora di provare visto che mio marito non gradisce la meccanica di piazzamento tessere.
Veloce spiegazione e si comincia! In pratica si deve costruire una città con un sistema di draft di tessere, ma la novità è che se ne costruiscono due, una a destra e una a sinistra in collaborazione con il relativo vicino. In base ai simboli delle tessere sapientemente piazzate poi si conta il punteggio e vince solo chi ha ottenuto il punteggio più alto con la città più debole delle due.
Immagine

Assolutamente promosso! Al tavolo si crea questa dinamica di collaborazione nonostante la competizione che rende il gioco veramente piacevole. E a chi odia il piazzamento tessere posso garantire che non ci sono strade o paesaggi da far combaciare, l'unica cosa a cui bisogna prestare attenzione sono i simboli (ben visibili).


Si passa a CVlization, un gioco sullo stile di CV in cui, tramite un set di carte uguali per ogni giocatore, bisogna scegliere due azioni a turno (giocando una carta coperta e una scoperta) rivelandole poi contemporaneamente ed eseguendole in ordine. Se la stessa carta è stata giocata da una sola persona si esegue l'azione, se giocata da due persone si esegue (normalmente potenziata), mentre se giocata da tre o più spesso è depotenziata o addirittura nulla.
Con i materiali così ottenuti si acquistano delle carte dalla plancia che segnano le caratteristiche con cui cresce la propria civiltà.
Immagine

Gioco simpatico, non si sente molto il tema civilizzazione ma sicuramente non è nato con questo scopo. Vorrei sottolineare che è stato l'unico gioco in cui non ha vinto il giullare Barbuto (bensì io :asd: )


Intavoliamo Dojo Kun. Visto che si gioca in 4, lascio giocare mio marito e Ale e adocchio ogni tanto l'evolversi della partita mentre preparo per cena e aspetto che torni anche la piccola, lasciata alle amorevoli cure dei nonni :asd: .
Ascolto la spiegazione e poi seguo più che altro i tornei, per cui non posso dare giudizi reali sul gioco. Alla fine comunque il Barbuto e Ale hanno degli energumeni fortissimi, la Giullaressa non è riuscita a potenziare i suoi allievi in maniera ottimale mentre quelli di mio marito sono ancora a "metti la cera, togli la cera" tranne uno :facepalm:
Si svolge l'ultimo torneo a suon di parate e salti, ma la finale si disputa tra il Giullare e Ale concludendosi con la vittoria del primo.
Immagine

Parere, come detto, da spettatrice: i tornei sono molto divertenti e credo l'ambientazione si senta abbastanza. Mi è sembrata un po' elaborata la parte di preparazione, ma non avendola effettuata non ho la certezza. In ogni caso Ale l'ha già puntato come regalo, quindi sono certa che approfondirò :sava73: .


Pausa per la cena e successiva messa a letto di Viola. Intanto iGiullari, Ale e Luca preparano Il Consiglio dei Quattro. Torno da loro e mio figlio mi chiede di giocare con lui, per poi ignorare beatamente qualunque mio parere sulle mosse :moglie::asd: .
Impiego un momento ad inserirmi nell'ottica delle azioni che si possono svolgere, ormai sono a metà partita. Ale punta sulla velocità per prendere i bonus più alti, mentre i due Giullari puntano entrambi a collegare molte città per ottenere più volte i benefici di ognuna. Alla fine sembra ormai che il punteggio di Ale sia imprendibile, ma il Giullare lo recupera e lo sorpassa di un punto.
Immagine

Per quello che ho visto, i bonus mi sono sembrati abbastanza "importanti", mio marito che non è riuscito a prenderli (sono limitati) è rimasto parecchio indietro nel punteggio (puntava allo stesso bonus della Giullaressa, che lo ha preceduto con uno scatto di velocità). Carina la dinamica per influenzare il consiglio, non priva di fortuna perché si basa sulla pesca delle carte e se i colori voluti non escono risulta più difficile prendere le concessioni (si può ovviare con i soldi, ma bisogna averli!). Simpatico, bei meccanismi di gioco, rimango perplessa sulla quantità di punti data dai bonus (ma avendo solo fatto mezza partita non sono così attendibile).


Ale esce di scena e rientro io per giocare a Signorie, pronta a sposare figli e figlie per ottenere prestigio.
In pratica si tratta di prendere i dadi da uno spazio comune e utilizzarli sulla propria plancia per fare delle azioni o potenziarne altre. I figli maschi possono andare a fare carriera militare, ecclesiastica o salire nella scala nobiliare, mentre le figlie femmine vanno a sposarsi con la loro dote. Il tutto condito con altre azioni eseguibili sulla plancia principale.
Partiamo con il fatto che a me nascevano solo femmine, potevo ormai riempire tutto il concorso di Miss Italia (si sa che i propri figli sono sempre i più belli :asd: )… ma non avevo nessuna intenzione di mandarle in spose di città in città, per cui le spedivo a destra e a manca per recuperarmi figli maschi.
Alla fine mi sembrava di essere in una buona posizione, ma il Giullare nel conteggio finale fa un sacco di punti e anche mio marito mi supera di uno.
Immagine

Il gioco ci è piaciuto, bisogna fare attenzione ai dadi perché un valore alto spesso permette un'azione più importante o potenziata, ma se si supera il totale di 13 (e con 4 dadi da usare a turno non è facile rientrare nella soglia) si perdono i bonus di fine turno.
Ammetto di essere rimasta alquanto perplessa sulla leggibilità di alcune azioni. Certo, una volta capite nessun problema, ma l'interpretazione di alcuni numeri e di quali figli usare (maschi/femmine/entrambi) non è spesso immediata. Comunque promosso!

Sono le due di notte e… cosa c'è di meglio a quell'ora di un bel gioco di velocità? :clap:
Il Giullare apre Pick a Polar Bear, un giochino di carte dove su ognuna è raffigurato un orso polare. Si devono raccogliere le carte in successione facendo in modo di prenderle o uguali alla precedente, o differenti per un solo particolare (lo sfondo, un braccio, la grandezza,…). Il tutto per 3 o 4 (non ricordo) turni.
Parto bene, faccio un grande terzo round e sono convinta di avere la vittoria in tasca! Ma il Giullare nel quarto supera se stesso e si aggiudica un sacco di carte vincendo poi per due carte in più di me.

Finito il primo giorno di Essen... Ma non sarà l'ultimo :asd: